contatore visite free

Tag: allenatore

Empoli – Milan 1-1: stagione finita a settembre, Gattuso l’inadeguato si dimetta

Solamente nel 2013/14, stagione conclusasi con un ottavo posto, il Milan aveva fatto una partenza peggiore dell’attuale. Tanto basterebbe per convincere chi doveva dimettersi in estate a farlo stasera. Ancora una volta il Milan va in vantaggio, ancora una volta il gol è frutto di tutto tranne che di una azione costruita, ancora una volta …

Continua a leggere

Gattuso raccontato ai milanisti da un pisano

Dopo tantissimo tempo (ben quattro anni) torno a scrivere su Rossonerosemper e lo faccio per una buona ragione. Mister Gattuso è il nuovo allenatore del Milan e posso parlare di lui in prima persona, dopo averne avuto conoscenza diretta. Non pretendo certo di “spiegare chi è Gattuso ai milanisti”, ma semplicemente di raccontarvi un momento …

Continua a leggere

Società, la colpa è tua

Società, la colpa è tua – Editoriale di Mattia Urbinati Il Milan del dopo Ancelotti rappresenta un disastro sportivo che per i milanisti nati nella fine degli anni ottanta come me non ha eguali. Certo, la piccola parentesi dominata da Zlatan Ibrahimovic ha portato goderecce soddisfazioni, difficile infatti non innamorarsi di quel giocatore lungo due …

Continua a leggere

Milan – Bologna 0-1: le pagelle

Ecco a voi le pagelle di Milan-Bologna 0-1: Donnarumma 6: può fare poco sul gol ricevuto, per il resto salva il Milan in più di una occasione come al 94’ su Destro negandogli la gioia del gol. Abate 5: sbaglia completamente la copertura di Giaccherini e non incide quasi mai. Discesa libera. Mexes 5,5: errori …

Continua a leggere

Caro Sinisa, ti scrivo

(NdR: Scrivo queste righe nella serata di mercoledì sera in cui sembra praticamente certo che il prossimo allenatore del Milan sia Sinisa Mihajlovic) Il dado è tratto: dopo il tira e molla su Ancelotti, con il viaggio a Madrid di Adriano Galliani e la conferma del “no” di Carletto arrivata nella giornata di martedì, la …

Continua a leggere

Alla frutta

Terminati gli scrutini ai seggi elettorali, puntuale arriva la porta sbattuta pubblicamente in faccia da Ancelotti al Milan, dopo un finto corteggiamento che ha illuso più o meno tutti di un suo possibile ritorno. Dopotutto, in società sono dei prestigiatori quando si tratta di tramutare gli Ancelotti in Brocchi, con tutte le licenze poetiche del …

Continua a leggere

Ripartiamo dalla panchina

La parola fine è stata finalmente scritta, su una della stagioni di più grande sofferenza della nostra storia recente. Non che quelle precedenti fossero state molto esaltanti, ma questa le ha superate tutte, perché è sempre mancata quella reale consapevolezza di poter ottenere qualcosa di buono. I risultati migliori, se vogliamo, sono arrivati alla fine, …

Continua a leggere

De Ancelotti eloquentia

Dopo mesi passati a parlare di come il Milan faccia schifo e avanzato ipotesi su quanto saranno a mandorla gli occhi del nuovo proprietario, finalmente si torna ad avere un topic di discussione legato a qualcosa di più strettamente legato al campo. Carlo Ancelotti sì, Carlo Ancelotti no. Le due nuove fazioni milaniste sono schierate, …

Continua a leggere

Carletto o non Carletto: questo è il dilemma

Carletto o non Carletto: questo è il dilemma. C’è chi è contrario, chi è favorevole, chi ci spera (come me) e chi ha il cuore in pace e sa che non tornerà. C’è anche chi, come al solito, lo lega alla politica di Berlusconi e questo è un discorso che non mi piace toccare e …

Continua a leggere

Il Milan ai milanisti

Uno slogan da tempo usato per giustificare ogni scelta della società è: il Milan ai Milanisti. Ottimo slogan, se avesse però un riscontro nella realtà. Molto bene gli acquisti fatti in queste due sessioni di mercato, da Diego Lopez ad Antonelli, bene anche Cerci, così come Paletta e anche lo stesso Bocchetti come tappa buchi …

Continua a leggere

Allenatori del Milan e credibilità giornalistica

Difficile prevedere gli scenari futuri del Milan, con Inzaghi, e di Antonio Conte sulla panchina dellaNazionale. Una cosa è certa: il club rossonero ha da tempo in testa l’idea di portare sulla panchina di San Siro l’ex allenatore della Juventus. Tuttosport dà per certa la messa in opera, ancora alle prime fasi, dell’operazione. Il successore del …

Continua a leggere

Toto-Allenatore?

Niente da fare, altra sconfitta per il Milan di Inzaghi che continua nella sua caduta libera, nonostante una discreta partita contro la Fiorentina. Niente di che, sia chiaro, ma qualcosina in più rispetto alle orribili prestazioni contro Empoli, Chievo, Hellas e via dicendo. In questo momento ci sta di perdere a Firenze, fa molto strano …

Continua a leggere

Voglia di cambiamento

Sarà che ho smesso di sperare in qualcosa di buono per questa stagione, sarà che ho perso tutta la fiducia che avevo nell’Inzaghi allenatore, sarà che semplicemente guardare avanti a volte può far star meglio, ma oggi vi parlo di futuro. Senza certezze, perché averne ad oggi sarebbe da pazzi, e senza la presunzione che …

Continua a leggere

Giovane Marmotta, non ti riconosco

Fiero, impettito, affamato, che più che brucare l’erba se la divora peggio del Kraken con i suoi cacciatori. Questo è l’Inzaghi che ha fatto innamorare i suoi tifosi. Questo è l’Inzaghi che dobbiamo sforzarci di mantenere vivo nel ricordo. Ricordo che è destinato a rimanere nell’oblio lontano del passato. Perchè certi momenti, ormai, appartengono solo …

Continua a leggere

Sarà Sarri l’uomo giusto?

Se c’è una parola che ha scandito quest weekend senza football a tinte rossonere (e quindi, un po’ malignamente dico anche che è stato un fine settimana senza incazzature) è stata un cognome che assomiglia ad un congiuntivo: Sarri. E se ci aggiungiamo anche Maurizio, ecco formare il nome che in molti danno come il …

Continua a leggere

Richiamate Seedorf

Al Milan in questo momento le idee sono molto confuse. Assenza di progetto, di voglia di investire, di voglia di investire bene. Per questo l’obiettivo attuale che si percepisce dall’esterno è quello di una società che tenta di campare alla giornata, piazzando un trentaduenne dal passato glorioso e a costo zero qui e un altro …

Continua a leggere

Datevi a Football Manager

Premetto con onestà intellettuale che io a inizio anno ero uno di quelli che credeva in Inzaghi. Vuoi per infinita stima e affetto, vuoi per autoillusione lesionistica, guai a chi toccava Pippo. Insomma, per me toccare un cimelio così importante come Alta Tensione rappresentava un sacrilegio. Ed è su questo che forse la proprietà si …

Continua a leggere