18maggio1994

All posts by 18maggio1994

Marco Pasquale Marchese. Nato a Palermo, classe 1993. Rossonero non per passione, ma per fede. Laureando in Giurisprudenza, anche se avrei voluto studiare Storia dell'Arte. Ma poi come avrei spiegato ai professori che una giocata di Van Basten vale quanto un quadro di Caravaggio ?

Il futuro di Donnarumma

Quanto diavolo è noiosa la settimana (in realtà, purtroppo, le due settimane) in cui il campionato si ferma per lasciare spazio alle partite di qualificazione (o, peggio ancora, le amichevoli)...

/ 29 Marzo 2017

L’amore ai tempi di Raiola

Senza dubbio l’immagine più bella che resta, nel cuore e nella mente (come si dice in questi casi), dopo la partita di venerdì sera è quella di Donnarumma che si...

/ 15 Marzo 2017
Bacca

Magnificat

Nelle ultime partite Carlos Bacca sembra essere tornato a fare l’unica cosa che gli riesce discretamente bene: far gol. In una stagione, ancora una volta, non esaltante (ma non del...

/ 8 Marzo 2017

Incompetenti e incontinenti

Rivisitare gli orrori commessi Calvarese nella partita di Reggio Emilia contro il Sassuolo è ormai anacronistico. Ci hanno già pensato le tivù e i giornali. Abbiamo visto più e più volte...

/ 2 Marzo 2017

Fare un film

A volte le parole stesse – e il loro significato – possono suggerirci più di quanto non riescano a fare interi saggi o sterminate bibliografie su un determinato tema. La parola...

/ 22 Febbraio 2017

Branca Branca Branca leon leon leon!

Viviano, Bereszynski, Silvestre, Skriniar, Regini, Barreto, Torreira, Praet; Fernandes (dall’8′ s.t. Djuricic), Quagliarella (dal 26′ s.t. Schick), Muriel (dal 35′ s.t. Alvarez). Sembra l’inizio di una barzelletta, no? La più classica...

/ 9 Febbraio 2017

La legge di Murphy

La legge di Murphy  è, nella sua formulazione originale, semplice e impietosa. E soprattutto, proprio perché semplice e impietosa, è vera. Se qualcosa può andar male, andrà male. Basta prendere,...

/ 1 Febbraio 2017

Capo Horn

Al minuto 57 della partita di lunedì sera tra Torino e Milan ho capito che le cose sarebbero andate bene per i nostri, nonostante fossimo ancora sul 2 a 1...

/ 19 Gennaio 2017

Giurie popolari

Il giorno della vittoria della Supercoppa, un successo che ancora oggi, nonostante la fine delle vacanze, nonostante la sessione invernale degli esami e nonostante il freddo e la neve, riporta...

/ 11 Gennaio 2017

Mamma, ho perso l’aereo

Passare dalla provocazione alla banalità è un attimo. La tentazione c’era ed era forte, e io ci sono cascato con tutte le scarpe. Però non poteva essere altrimenti: quando, a...

/ 21 Dicembre 2016

Un allenatore mediocre

Già dopo la partita contro il Crotone – dopo il rigore scippato a Lapadula e sbagliato pietosamente a completamento di una partita disgustosa – avrei voluto (ri)parlare di Niang. Accanimento? Probabilmente...

/ 15 Dicembre 2016
closing

Closing fantastici e dove non trovarli

Credo di non dire nulla di nuovo quando ammetto che delle vicende societarie del Milan ho smesso di occuparmene e di interessarmene già da tempo. Non che prima me ne...

/ 7 Dicembre 2016

La classe operaia non va in paradiso

Ho sempre detestato la categoria dei criticoni. Quelli che, in cerca della prestazione, criticano la squadra nonostante il risultato. Quelli che, in cerca del risultato, criticano la squadra nonostante la...

/ 23 Novembre 2016

Milan giovane e italiano (e fortunato)

Mea culpa. Mea culpa. Mea maxima culpa. Non resta che ripeterlo, in modo solenne e con vero e sentito pentimento. E lo ripetano quanti, come me, pensavano si trattasse del...

/ 9 Novembre 2016

Punti sicuri, punti facili

La volta scorsa – credo giustamente – ho attribuito tutte le colpe e le responsabilità della sconfitta di Genova a Montella. Semplicemente perché non si celava alcuna ragione dietro le...

/ 2 Novembre 2016

Non faremo la fine dell’Inter

Dopo la vittoria, tanto inaspettata quanto goduriosa, contro la Juventus, ho cominciato a pensare a cosa avrei potuto scrivere nel mio prossimo editoriale. Forse del Milan dei giovani, forse di...

/ 27 Ottobre 2016

Un cancro allo stadio

Perché dovremmo parlare ancora di Icardi? Insomma, nel nostro Bel Paese  da tre giorni non si parla d’altro. A dire il vero, da tre giorni non si parla d’altro se...

/ 19 Ottobre 2016