Cosa si può scrivere, ancora, di questo triste Milan? Rosa scarsa, allenatore mediocre, società assente, Galliani tarma, ormai ognuno giustifica lo scarso rendimento tirando in ballo uno dei tanti capri espiatori utilizzati negli ultimi anni passati a raccontare barzellette. E a esserlo, una barzelletta.
Io non ho la presunzione di vendere la mia come verità assoluta, e francamente trovo difficile trovare solo una fonte di quello che è il più grande disastro sportivo italiano dal 2011 in poi. Ma di una cosa sono sicuro, e cioè che se in 4 anni il Milan fa ridere l’Italia e l’Europa (quella già da prima, a onor del vero) la colpa è per forza di cose da ricercarsi al di là della rosa. Perchè se i giocatori sono scarsi e l’allenatore anche, vuol dire che l’imbecille è chi ce li mette, in rosa. Se in 4 anni ancora bazzichi in giro per la metà della classifica senza avere soluzioni o idee, senza aver beccato mezzo allenatore buono e rischiando di averne a libro paga quattro, allora forse è meglio farsi da parte. Tutti. Non uno, non Galliani, non Berlusconi, non Barbarella. Tutti.

Reset. Questa è l’unica parola che riassume lo schema vincente per tornare il Milan.
Fuori la presidenza, fuori l’amministratore delegato, fuori tutti i fantocci che non sono più in grado di gestire il Milan. Fuori non l’allenatore, ma chi lo sceglie non sapendo scegliere. Perchè la colpa non è di Inzaghi, ma di chi sceglie Inzaghi. Perchè la colpa non è di Seedorf, ma chi di sceglie Seedorf e poi lo fa fuori. Perchè la colpa non è di Allegri ma di chi lo esonera in ritardo di un anno. Perchè la colpa non è di Bertolacci, ma di chi lo paga 20 milioni. Così come non è colpa dei Muntari e degli Essien, ma di chi li va a prendere.
Non sono un antigallianista come molti chiacchieroni, ma riconosco l’oggettività dei fatti. Non sono neanche un antiberlusconiano, mi limito appunto a osservare e prendere nota.

Quattro anni di nulla, quattro anni di risate procurate esulano dal discorso tecnico. C’è di più. C’è incompetenza o senilità sopraggiunta. Il calcio si evolve ma certi elementi restano fermi, statici, ancorati al quattroazero al Barcellona. Ancorati a qualcosa che non gli appartiene più, ma che appartiene a noi tifosi. Che ci appartiene e che vogliamo tornare a respirare. Non vogliamo e non possiamo farlo con voi a capo del nostro Milan, non ora, non più.

Posted by Mattia Urbinati

Prima c’era il gioco del calcio, poi è arrivato il Milan. Da quel momento tutto è cambiato. (L'Equipe)

26 Comments

  1. Mah, non sono mai d’accordo sugli azzeramenti. Non portano a nulla se non vedere il popolino soddisfatto della sua sete di sangue. Oltre al fatto che il rischio è di trovarsi il Manenti di turno.

    Bertolacci per me nel calcio di oggi se non vale 20 vale 18. Sabatini lo ha valutato 17. Sicuramente vale più degli 11 di Hernanes. Mi pare sia stato sbandierato troppo come il problema ma i prezzi oggi son questi

    La colpa era di Inzaghi, invece, non sapeva allenare. Vedo Saponara che fa bene ad Empoli, Torres che torna a segnare a Madrid e due domande me le faccio.

    Il Milan ha preso 3 allenatori incapaci e 1 che giocava a fare il dirigente dopo aver fatto fallire il Monza. Questo è il problema.

  2. Guardate la probabile formazione di domenica … Abate, Cerci, Alex, Honda, Mongolivo, Poli … cos’è cambiato rispetto a 90 milioni fa?

    Se vogliamo fare un pronostico è facilmente ipotizzabile che il Sassuolo venga a San Siro a predicare calcio.

    Piaccia o no,
    questo è.

  3. Purtroppo condivido Mattia Urbinati.
    L’ho anche scritto, mi fa male pensare a questo, ma non trovo altra medicina. Il problema è anche che tutto questo è stato causato da una guerra interna SB-AG-BB che produce solo macerie e miseria.
    L’editoriale di Serafini di oggi (so che a Diavolino non piace, ma è uno che vuol bene al Milan, come noi, ne più ne meno) dice fondamentalmente quello che hai espresso tu. Sarebbe bello che il grande vecchio tornasse a dire qualcosa, qualcosa di importante, che facesse qualcosa, ma ormai tutto tace e nulla si muove se non per produrre sfaceli.
    Allora, come in tutti i pc, quando non si riesce a rattoppare i pezzi ci vuole un bel reset.
    Purtroppo nel Milan non basta schiacciare un pulsante come nel pc…

  4. Leggo solo adesso. Porca miseria se ne accorto pure Maldini padre.

  5. Però è simpatico quel quadrato che appare ogni volta che cambi pagina. Lascialo pure eh!

    1. Si, una vera rottura di coglioni!

  6. Urbinati scrive un inno al qualunquismo . Davvero parole al vento della sofferenza e della impotente confusa rabbia . Buttiamoli tutti a mare ! Fanno tutti schifo !
    Ma Berlusconi perche’ fa schifo ? Chiariscilo .E spiega anche cosa dovrebbe fare e subito per fare meno schifo.
    Ripeto la stessa identica domanda per Galliani , punto per punto.
    Appena rispondi a queste domande, punto per punto , se risponderai , potremo parlare di fatti e non di chiacchiere .

    1. Vittorio, alla tua domanda ha risposto Serafini.
      La colpa principale di Berlusconi è non riuscire a liberarsi di Galliani. Non è mica una colpa da poco se un padrone diventa “schiavo” del suo “servo”.

      1. Caro Milanforever io aspetto la risposta di Mattia perche’ mi piace discutere e litigare in questo Blog e non amo per niente Serafini .

        1. Mattia Urbinati 24 Ottobre 2015 at 15:08

          Neanche io amo Serafini, lui mi conosce bene proprio perchè è raro che condivida la bontà delle sue tesi.
          Personalmente, semplificandola al massimo, ritengo sia Berlusconi il primo responsabile perchè se un’azienda non fattura per più di tre anni la colpa è per definizione del capo. Non può essere altrimenti, è basilare logica aziendale.
          A Galliani rimprovero le figuracce che ci fa fare davanti ai media e lo strapagare ingaggi di giocatori mediocri, cosa che ci ha bloccato tre anni di mercato.

      2. Berlusconi dovrebbe licenziare Galliani.
        Galliani si dovrebbe dimettere.
        Montolivo dovrebbe restituire la fascia di capitano.
        Qualcuno dovrebbe smettere di giocare contro la squadra,
        Gli arbitri dovrebbero arbitrare onestamente.

        1. Gli arbitri non c’entrano un cazzo. Sbagliano ad ogni partita ed in ogni campo, ieri, oggi e domani!
          Nessuno gioca contro la squadra. È soltanto costruita come te, a cazzo di cane. I tifosi hanno sempre avuto le loro idee e questo vale per ogni squadra. Toglietevi dal cervello che quello che scrivete nei blog sia visto da giocatori e dirigenti e conti qualcosa. Non conta un cazzo e non vi leggono!
          Montolivo ha ricevuto la fascia perché gliel’ha data l’allenatore. Se l’avesse un altro, sarebbe uguale: nessuno meriterebbe la maglia, di quelli che sono in rosa, figurati la fascia!
          Galliani si dovrebbe dimettere o sarebbe dovuto essere dimesso da anni!
          Il pregiudicato avrebbe dovuto licenziare Galliani da anni e lui dovrebbe vendere e togliersi dai coglioni, visto che del Milan non gli frega più un cazzo!

        2. Galliani a Dicembre 2013 le dimissioni le ha rassegnate, è stato tenuti lì.

          Toglietevi dal cervello che quello che scrivete nei blog sia visto da giocatori e dirigenti e conti qualcosa. Non conta un cazzo e non vi leggono!

          Ecco, appunto. Questo bisognerebbe spiegarlo ai tastieristi da social e ai rivoluzionari di staminchia.

          Correzione: a Montolivo la fascia l’ha data Berlusconi.

        3. Quelle dimissioni non erano serie. Se avesse avuto l’intenzione di sfilarsi dalle palle, sarebbero state irrevocabili, invece gli piace star lì a rompere!
          Non è importante chi abbia deciso di dargli la fascia e nemmeno chi la abbia in questi tempi. Meriteremmo di giocare senza!

          Non ho capito cosa vuoi dire col commento alla mia citazione.

  7. Per scrivere un cazzo di commento di tre parole in croce, bisogna scancellare otto volte il quadrato, loggarsi, accettare i cookie e chissà che altro.

    Se non vuoi che scriviamo basta dirlo.

  8. Il tutto tralasciando che nell’intestazione del sito compaiono ancora cinque sei pippe della temibile armata di Inzaghi che sono passate a miglior vita, oltre allo stesso Inzaghi …

    Leva quelli invece di mettere i quadrati di sta minchia.

  9. Sto provando nuovi plugin. Ho sistemato il quadrato in modo che compaia solo una volta. E’ fondamentale per la fidelizzazione dei nuovi utenti tramite pagina Facebook.

  10. sono così amareggiato che non intervengo quasi mai qui su Rossonerosèmper

    rimango dell’opinione che niente succede per caso come avevo già scritto mesi fa

    si voleva prendere un grande allenatore vedi Carletto poi Montella e poi si è preso il serbo ultimo della lista

    idem con i giocatori , si dovevano prendere Ibra e gli altri e poi si è preso Bertolacci Balotelli , si è preferito prendere Mauri a parametro zero e non Baselli insomma non è la stessa cosa

    ma l’errore più grave a mio avviso è stato commesso con i rinnovi vedi Mexes De Jong Abate (con aumento che mi viene da ridere) e Abbiati , tutti giocatori non adatti a rifondare una squadra

    però in questo disastro non tutto è perduto Romagnoli Donnarumma Bonaventura sono giovani da cui ripartire,
    il problema più grande è la società con due AD dilaniata dalla guerra intestina che si combatte tra le due fazioni e nessun direttore sportivo , Braida quanto mi manchi

    per non parlare della vicenda stadio, siamo una società barzelletta come lo era in passato l’Inter

    teniamo duro sperando in una veloce cessione della società , solo così torneremo ad essere il Milan e non il ristorante da Giannino

  11. Quello che penso sul post l’ho già espresso.
    Vogliamo rinfrescarci la memoria di cos’era il Milan? Guardatevi, se non l’avete ancora visto, questo splendido racconto di Buffa. Dentro ci troverete risposte per ciascuno di voi.. di noi.
    Dopo che avrete finito, pensate alla realtà di oggi e capirete perché qualcuno, molti, ci chiamano il Giannino.
    Buona visione.

    PS: Elbo, la fascia da capitano nel Milan, da sempre, l’assegna la Società al giocatore con più presenze. Azzerato quello che era il Milan la fascia è stata assegnata alla cazzo di cane.

  12. Leggo in questo momento che giochera’ Donnarumma titolare . Qualunque sara’ il risultato e qualunque sara’ la prestazione di Donnarumma , Mihailovic ha preso la decisione piu’ idiota e rovinosa che si possa immaginare . Basta questo perche’ io mi dichiari per la cacciata immediata di questo irresponsabile presuntuoso ed arrogante incompetente demolitore di giocatori . Si appoggia il senza coglioni , ai ragazzini per vendicarsi dei legittimi malumori di giocatori arrivari e con grande passato trattati come fossero brocchi . Non vi e’ piu’ dubbio , abbiamo un allenatore che non vale un cazzo . Facciano mea culpa i suoi estimatori e , sentite me , richiamate Seedorf .

    1. Concordo, prima della partita sulla scelta improvvida… a cazzo!!!
      Sull’altra parte del commento vediamo.

  13. Faccio mea culpa pure io . Non mi ha mai entusiasmato anche perche’ difensore .
    ( Io assumerei allenatori solo se erano grandi creatori di gioco ).Ma lo avevo accettato e nutrivo speranze in lui . Coglione pure io .

  14. Ecco, ci siamo . Galliani approva la scelta di Mihajlovic su Lopez . Ma che aspetta a fare in culo lontano dal nostro Milan ?!

  15. Ha vinto. Ha avuto ragione lui. Troncatevelo nel culo!

    1. “Troncatevelo” devo ammettere che non lo conoscevo.
      Non ti facevo della filosofia che “chi vince ha sempre ragione”.

  16. Mi sembra che in questo caso sia giusto! Avete sempre da ridire su tutto. E che palle!

Comments are closed.