buffon shevaSenza annoiare il pubblico fin dall’inizio con le solite critiche ad Allegri o le news di mercato, volevo analizzare uno strano cumulo di coincidenze tra il periodo 1994-2002 (post-Coppa Campioni vinta dal Milan di Capello) e quello attuale che dura dal 2007 (seconda Coppa dei Campioni).

Nel primo periodo abbiamo 8 stagioni di stagnazione che vedono pochi trionfi e parecchie delusioni. Nel 1994-1995 i rossoneri portano a casa un 4° posto, con qualificazione Uefa, alternando belle prestazioni a rovesci assurdi anche con squadre minori. L’unico vero exploit è dato dal campionato successivo, il 1995-1996, dove Capello aveva a disposizione gli ultimi scampoli di una squadra di assoluto pregio. E questa è l’unica differenza tra i due periodi di “intermezzo”. Nel 1996-1997, ecco che arriva una vera stagione di crisi (quella in corso è all’acqua di rose, al confronto). Tabarez viene esonerato, caso più unico che raro, all’11° giornata e sostituito dal vecchio profeta della panchina Sacchi. Ma quella stagione finisce male con l’11° posto.

Altro anno, altra delusione. L’anno pre-mondiali di Francia inizia con l’acquisto degli olandesi Bogarde e Kluivert che con Edgar Davids avrebbero dovuto formare un “trio olandese 2” (Reiziger era già stato sbolognato al miglior offerente). Ritirati Baresi e Tassotti, ceduto Simone, arrivano a sostituirli lo stesso Bogarde, Cardone (Cardone!) e tale Andersson; a parte Cardone verranno ceduti a gennaio. 10° posto e anche il Capello/bis salta. Nel 1998-99 arriva lo scudetto: la squadra arricchita dal portiere dell’Under 21 Abbiati e da Oliver Bierhoff, libera dalle coppe europee, vince sotto la guida di Zaccheroni il 16° titolo. Ma le due stagioni successive, nonostante la squadra di pregio a disposizione, sono deludenti, e il criticatissimo Zaccheroni viene sollevato dall’incarico nel 2001 dopo un 3° e un 6° posto, nonostante l’arrivo di un assoluto campione come Sheva. Arriva Terim, che salta già a novembre, e poi Ancelotti che nonostante l’infortunio di Pippo Inzaghi, acquistato a peso d’oro nell’estate 2001, riesce a centrare la qualificazione in Champions 2002-03 (che verrà vinta).

Niente Zaccheroni o Ancelotti bis, ma il periodo attuale presenta un gran numero di parallelismi con quello 1994-2002. Il 2007-08, dove i rossoneri sono reduci dalla sbornia Champions e vantano ancora Kakà, Nesta, Pirlo, Seedorf, Inzaghi e tutti i campioni, termina con un 5° posto e la qualificazione Uefa. Il 2008-09, con l’irraggiungibile Inter di Mourinho che vola, vede i rossoneri agganciare un 2° posto alla pari con la Juventus. Stesso copione l’anno successivo, ma con un preoccupante crollo finale che toglie i rossoneri dalla lotta scudetto. Entrambe le annate corredate, ovviamente, da acquisti  più di scena che di sostanza come quello di Ronaldinho e non solo, quando manca un vero ricambio difensivo e di centrocampo (interpreti sempre più vecchi, nel caso di Maldini gli stessi del vecchio ciclo). Da qui in poi il parallelismo è impressionante: tre stagioni con un allenatore criticatissimo, che nonostante grandi acquisti -Shevchenko-Bierhoff allora, Ibra-Thiago Silva-Robinho nel 2011- non riesce a fare il salto di qualità. Scudetto al primo anno, sia per Allegri sia per Zaccheroni. Poi un 2° e un 3° posto rispettivamente e allo stato attuale 6° posto per entrambi nella terza stagione. Tra l’altro, entrambi i cicli di stagnazione seguono periodi di 5-6 anni carichi di vittorie (3 Coppe Campioni tra 1989 e 1994, 2 tra 2003 e 2007).

Ora, è praticamente impossibile che due diversi periodi di una stessa squadra siano perfettamente uguali, e non voglio con questo affermare “tra 2 stagioni vinceremo sicuramente la Coppa perchè lo dice la cabala”. Semplicemente, la storia stavolta potrebbe essere utile. Nel non scegliere, per esempio, un allenatore solo per via del nome altisonante (come il turco Terim) per sostituire Allegri quest’estate. Anche il calcio è cambiato rispetto ad allora; i grandi capitali non si trovano più in Italia ma in Qatar ed Emirati Arabi, e la parola d’ordine è diventata cantera. Ecco, farla fruttare con in più innesti di qualità per quel tanto che basta, potrebbe riportarci in alto. Dopotutto, Maldini, Costacurta, Baresi, Donadoni, Albertini, Ganz, da dove venivano?

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

50 Comments

  1. Riflessione molto interessante.

    Ora ne faccio una anch’io: siamo al 22 gennaio e il geometra non solo non ha acquistato nessuno (che ci può stare, fare acquisti per Allegri è come prendere una Porsche e farla guidare a una donna) ma ha sbagliato ancora una volta la strategia comunicativa, non ha venduto nessuno del tavolo della briscola e nessuno dei pipponi alla Abate e Boamerd.

    Credo che stia sabotando volutamente la campagna elettorale del PDL. Il geometra vota il centrino.

    1. Il geometra non ha acquistato nessuno perché il presidente non caccia la grana.
      Sabotasse la campagna del PDL, nel caso, sarebbe un merito…

      1. Eheh ormai questa linea di voi filo-amministratore è stata tristemente smascherata da un pezzo perchè a parte il fatto che si possono fare grandi acquisti con pochi soldi, l’amministratore ha tra le mani un tesoretto derivante da Abate, Boamerd, Nini, Mesbah, Traorè che è di tutto rispetto.

        Non ha senso comprare giocatori e portare la rosa a 35 elementi quando ne hai una decina di inutilizzati o inutili. Se vendi o ti liberi di quelli metti da parte un’altra cinquantina di milioni.

        Chiaro che se fai a Mesbah un quadriennale per un giocatore che fa 2 partite l’anno diventa difficile levartelo di torno.
        Se dai un milione e due a Traorè chi te lo compra.
        Se non ti bastano 10 milioni per Abate stai commettendo un errore.
        Se sei rimasto l’unico insieme ad Allegri a non capire che Boamerd non è all’altezza, non sei un bravo amministratore.

        E’ come se io dicessi che non ho soldi per mangiare ma intanto ho in garage 5 macchine che non uso e di cui pago l’assicurazione.
        Basta alle fesserie, c’è metà rosa sovra-remunerata per NON DARE CONTRIBUTO ALLA SQUADRA. Li si venda.

  2. Voi seguaci del pelato vorreste acquisti? Lo sapete che se acquistiamo senza vendere avremo:

    – una rosa di 35 giocatori di cui una quindicina mai impiegati.
    – un monte ingaggi più alto.
    – 5-6 giocatori con mercato interessante pagati per avere costantemente un rendimento insufficiente.

    Lo sapete vero?

  3. E poi a giugno che fai? Non li vuoi prendere quei 4-5 acquisti? Certo, ma Mesbah te lo tieni perchè ha il contratto, Traorè chi cazzo gli offre più di 400 mila euro, lui ne prende 1 milione e due qua, mica è scemo da muoversi.. ad Abbiati il geometra rinnova perchè gli ha detto portiere di merda e si deve far perdonare, Flamini povero cucciolo se nessuno lo vuole gli rinnoviamo, Robinho ce lo teniamo perchè i brasiliani amano la vita e il geometra ama i brasiliani, Abate resta perchè è della cantera, Nini resta perchè si sente senatore, Acerbi resta perchè è giovane, Boamerd non si tocca, Nocerino men che meno perchè gli è capitata la stagione della vita che ha fatto 11 gol…

    ..morale della favola facciamo una bella rosa da 40 giocatori, 15 buoni, 25 pippe mostruose, monte ingaggi alle stelle e magari ci teniamo pure Acciughino che al geomtra gli piace tanto.

    Ma la colpa è di Silvio che non spende. 20 giocatori stra-pagati per NON giocare e noi spendere nuovi soldi, mica gestire meglio questi capitali sprecati. Tanto voi manco avete mai giocato, che ne sapete di cosa significa essere in sovrannumero in una squadra.. non è un problema che vi riguarda..

    1. Gli 1,2 milioni di stipendio (senza costo del cartellino) di Traoré non sono l’ago della bilancia del mercato. E ricordati che Traoré e Mesbah si prendono perché già in quel momento non si è voluto spendere.
      E’ ovvio che se non spendi fallirai l’acquisto e dovrai prenderne un altro ma mantenere il precedente.

      Insomma il riscatto di El Sharaawy, Niang, Bojan, De Jong, Pazzini e Montolivo. Falliti: Acerbi. In stand-by: Traoré.
      L’ultima sessione di mercato di Galliani visti i pochi mezzi a disposizione è da otto pieno. Con un altro DG si lottava per non retrocedere.

  4. l’ultima campagna acquisti decente fatta da galliani è stata quella dove prese ibramerdimovic e robinho, guarda caso in quella campagna acquisti aveva a disposizione e ha speso più di 50 milioni(ibramerdimovic, robinho, merdateng ecc…) senza soldi è riuscito a prendere peppe clamorose( esclusi montolivo e constantino) ed ha indovinato un solo acquisto(el shaarawy)

    per il resto ha sbagliato tutto da amelia a acerbi, passando per traorè emesbah per non parlare del clamoroso quasi tesseramento di ze eduardo!!!!!!!

    e poi dopo tevez ancora non ha capito che quando fa le trattative deve star zitto, che lasci parlare chi sa parlare, cazzo!!!!!

    p.s Benatia vicino al Milan… per giugno…. a me non piace….

  5. Di Galliani ne parlerò ampiamente io domani nel mio post.

    1. bravo, mettiti la vasellina prima!

    2. Quel post puzzerà di merda dalla prima all’ultima riga.

      Galliani boia
      Diablo la tua tr**a

  6. Gli 1,2 milioni di stipendio (senza costo del cartellino) di Traoré non sono l’ago della bilancia del mercato.

    Non sto dicendo questo.
    L’esempio delle 5 macchine in garage con assicurazione pagata e che non vengono usate lo capisce anche un bambino.

    Abbiamo delle risorse più che sufficienti per fare mercato liberandoci dei rami secchi, pesi morti e scroccastipendi, basta solo accettare le offerte di Zenit, Galatasaray e compagnia e non fare i riconoscenti con gente che ha sì e no giocato bene 30 partite al Milan.

    Abate + Boateng = 25-30 milioni tra ingaggi e stipendi. E che contributo danno in campo? AMPIAMENTE INSUFFICIENTE.

    Perchè tenerli?

    Non c’è bisogno dei soldi del Presidente, coi soldi del Presidente avremmo tre-quattro giocatori in più, che senza uscite portano la rosa a 35-36 giocatori, ASSURDO, oltre a un monte ingaggi palesemente alto dato che ci sono giocatori in rosa che NON GIOCANO MAI.

    1. Te lo dico io perché tenerli. Perché altri al loro livello a Gennaio non li trovi.
      E Boateng oggi può dare molto di più di Kakà.

      Il Monte ingaggi “palesemente alto” è inferiore a quello di Inter e Juventus. Aggiornati.

      1. Esticazzi? Se anche fosse 30 milioni perchè pagare 30 milioni quando la somma degli stipendi dei giocatori che giocano e sono utili è 15? Gli altri 15 milioni per Abate, Nini, Mesbah e io ci metto pure Binho che facciamo? Beneficienza?

        Ancora credi in Boamerd? Dio miooooooo..

        1. Avessi ceduto Abate chi giocava contro il Bologna domenica? (E abate ha fatto una signora partita, domenica)

        2. ahahahahahaha ancora sborri per MERDATENG ahahahahahah sei rimasto solo tu con ronco e quale bimbaminchia!!!

  7. Tra l’altro il tuo teorema crolla.

    Ok, fingiamo che non hai soldi per prendere un terzino e non esistono nel mondo giovani a basso costo. Prendi Mesbah, bene.
    PERCHE’ GLI FAI IL QUADRIENNALE a una pippa che molto probabilmente resta pippa?

    Ora, fingiamo che nel mondo non esistono altri centrocampisti all’infuori di Traorè (c’era Pogba a zero…..ma anche Gargano o Mudingayi). Prendi Traorè. Perchè gli fai il triennale a 1,2 milioni che se il giocatore fa schifo poi diventa impossibile piazzarlo?

    Quindi per quanto fingiamo che il povero geometra non aveva altre scelte, i contratti fatti a questi esseri sono comunque INACCETTABILI.

    1. Gli fai il quadriennale o il triennale perché se no non firmano nemmeno quello.
      Contratti inaccettabili. Forse.

      Quanto vale un triennale a 1,2 l’anno? 1,2+1,2+1,2 = 3,6 milioni.

      Con 3,6 milioni non paghi nemmeno sei mesi di ingaggio a Kakà. Questo per far capire quanto spostano certe operazioni.
      Sono operazioni dove hai solo da guadagnare.

  8. il triennale di traorè al milan costera circa 6 milioni non 3,6… i conti che fai tu sono quelli che si fanno su football manager!!
    il quadriennale di mesbah costerà circa 4.5 milioni…

    10 milioni buttati nel cesso per due giocatori che insieme hanno giocato 3-4 partite quest’anno…

    Gli fai il quadriennale o il triennale perché se no non firmano nemmeno quello.

    e perchè si dovevano prendere per forza???

    1. Tutto al netto fa lui.. non le paga le tasse.. 😯

      1. Anche i 6 di Kakà sono al netto, quindi non cambia nulla

    2. Perché altrimenti non avevi riserve?

      1. non avevi riserve???? 😯 flamini strasser ambrosini muntari emanuelson e all’occorrenza constant e merdateng( centrocampo titolare: monto de jong nocerino)

        come terzini sinistri avevi: antonini e de sciglio, a gennaio avevi ancora zambrottino e da giugno hai constant… con emanuelson che può tranquillamente giocare anche li….

  9. Gli fai il quadriennale o il triennale perché se no non firmano nemmeno quello.

    Sì certo, ce lo vedi tu Mesbah che rifiuta di fare due anni al Milan perchè ne fa solo 4 lui. Meglio il Lecce che due anni al Milan.
    Ma daiiiiiiiii

    Quanto vale un triennale a 1,2 l’anno? 1,2+1,2+1,2 = 3,6 milioni.

    Ah ok, chissenefrega allora.. facciamo beneficienza.. dopo provo a bussare in via turati allora..
    L’ingaggio di Traorè lo davi a Poli che pagavi con i soldi della cessione di Nini e avevi un centrocampista vero.

    Avessi ceduto Abate chi giocava contro il Bologna domenica?

    De Sciglio, Bonera, Nini, Zaccardo.

    1. Avevi un centrocampista vero. Chi? Chi si muove a gennaio di importante?

      De Sciglio aveva l’influenza, Bonera a destra è peggio di Abate, Antonini è peggio di Abate, Zaccardo mi tengo Abate tutta la vita

  10. ” Nel non scegliere, per esempio, un allenatore solo per via del nome altisonante (come il turco Terim) per sostituire Allegri quest’estate. Anche il calcio è cambiato rispetto ad allora; i grandi capitali non si trovano più in Italia ma in Qatar ed Emirati Arabi, e la parola d’ordine è diventata cantera. Ecco, farla fruttare con in più innesti di qualità per quel tanto che basta, potrebbe riportarci in alto. Dopotutto, Maldini, Costacurta, Baresi, Donadoni, Albertini, Ganz, da dove venivano?”

    La mia onestà intellettuale mi consentirà di valutare il lavoro di Allegri, intravvisto domenica pomeriggio a San Siro, al termine di questa stagione.
    Non mi farò condizionare dal fatto che sono un ostinato tifoso di Roberto Donadoni e delle tesi sulla discendenza milanista sia dei giocatori che dell’allenatore.
    ps. Maurizio Ganz proveniva dal vivaio dell’Atalanta. Simone Andrea Ganz è un giovane della cantera milanista a cui farei respirare, da subito, l’aria della prima squadra!

    1. piterdabrescia 22 Gennaio 2013 at 16:06

      Ganz era partito addirittura dalla Sampdoria ora che vado a leggere la sua carriera. Ma non ha grande importanza, per puntare sui giovani intendo anche valorizzare quei giocatori italiani provenienti dal territorio, in effetti se noti lo stesso Mauro Tassotti (bandiera della squadra e viceallenatore dal dopo-Capello) è arrivato a 20 anni dalla Lazio, Baresi venne prelevato a 17 anni dal Brescia, Donadoni a 22 dall’Atalanta. Lo stesso Faraone è arrivato a 19 dal Genoa, non conta per forza l’aver fatto tutte le giovanili nel vivaio della società.

  11. Proviamo con i numeri, lì è la tua materia magari capisci cosa intendo.

    9 giocatori e i loro stipendi e tra parentesi le partite giocate:

    Acerbi 800 mila (10)
    Vilà 500 mila (0)
    Nini 1 mln (9)
    Abate 2 mln (16)
    Mesbah 600 mila (2)
    Traorè 1,2 mln (3)
    Strasser 600 mila (1)
    Flamini 1,5 mln (9)
    Boateng 2,5 mln (23)

    Totale: circa 10 milioni netti, 20 lordi per 73 presenze complessivamente gravemente insufficienti.

    1) Tagliando questi giocatori risparmi 20 milioni di ingaggi + 25 di cartellini, 55 milioni per autofinanziarti il mercato.
    2) In alcuni ruoli non puoi cacciarli tutti (es.Mesbah + Nini + Abate + Vilà). Ne tagli 2, direi Mesbah e Abate e sostituisci con un buon Zaccardo che fa anche il centrale.
    3) A centrocampo non perdi molto perchè puoi anche giocare a 2 o mettere Cristante che è sicuramente più pronto di Traorè.
    4) Sfoltisci numericamente la rosa che è tanta roba.

    5) Ricordati che abbiamo gente come Emanuelson e Robinho che sicuramente hanno mercato e che giocano poco, quindi un ulteriore fonte di ricchezza. Direi che da Ema si ricavano un 7-8 mln dal cartellino a star bassi, da Binho 10 + il risparmio sull’ingaggio.

    Comprare senza vendere significa portare al collasso questa squadra arrivando ad oltre 35 elementi in rosa di cui il 60% inadatto a giocare.

    Spero di essere stato chiaro e francamente lo sono stato.

    1. Non tutti sono cedibili (vedi Iaquinta-Juve). Non tutti sono inutili (una squadra ha anche riserve) e per una squadra che gioca tre competizioni una rosa deve avere 30 giocatori.
      Anche cedendoli tutti risparmi 10 milioni netti. Con quei 10 milioni però devi pagarci almeno altri cinque giocatori. Non puoi cederne cinque e comprarne uno solo.

      Le cessioni? Le cessioni sono già state fatte. Si chiamano Thiago, Ibra e Pato. E ci sono già stati incassi tra cartellini ed ingaggi.

  12. Non tutti sono cedibili (vedi Iaquinta-Juve).
    Perchè hanno degli ingaggi assurdi, vedi Traorè. Lì si risolve il contratto, guadagno zero ma non ti pago più lo stipendio.

    Non tutti sono inutili (una squadra ha anche riserve)
    Ne ho tenuto conto, non sono per l’epurazione totale ma della gran parte.

    una squadra che gioca tre competizioni una rosa deve avere 30 giocatori.
    30 sono tantini, ma se compriamo arriviamo a 35. Juventus, 26. Real, 26. Barcellona 28 (ma con alcuni giovanissimi, come se noi mettessimo Cristante). United 25. Napoli 24. Bayern 26. Chelsea 24. City 26.

    Le cessioni? Le cessioni sono già state fatte. Si chiamano Thiago, Ibra e Pato. E ci sono già stati incassi tra cartellini ed ingaggi.
    Ibra e Thiago per il bilancio. Pato ti cauteli se non vai in CL (pagando così un errore di Allegri) e vendendo queste PIPPE (perchè stiamo parlando di pippe o mezzi giocatori) inizi a finanziare a gennaio due o tre acquisti “da progetto” o Kakà. A giugno via Robinho e Boateng/Abate e l’esborso della proprietà lo riduci al minimo per essere perfetto per il FPF.

    Non capisco il motivo di tenere tanti mezzi giocatori in rosa, cosa ti lega a questi. Numericamente non andiamo sottonumero nemmeno vendone 5-6 di questi.

    Stai facendo la polemicuccia solo per dire Silvio spendi. Mi spiace ma ti ho mostrato che ci sono altre vie.

    1. Forse tu non hai capito che il FPF è fuffa.
      PSG e City già lo aggirano. E’ tutta una scusa per chi non vuole più spendere.

      Il contratto non si può risolvere unilateralmente.

      Le cessioni per il bilancio? Le cessioni sono per il bilancio se vai in CL. Altrimenti i soldi che hai guadagnato per Thiago li hai persi da un’altra parte.

  13. Non entro nel merito del vostro quotidiano litigare.

    Faccio solo notare 2 cose a LPF in tema di risoluzione.

    Esistono penali in caso di recesso unilaterale dal contratto … A volte salatissime… E quindi non è poi così conveniente risolvere, poichè nel breve termine le penali incidono di più contabilmente e fiscalmente, invece di contratti biennali o triennali.

    In caso di risoluzione consensuale, devi comunque pagare una buonauscita (altrimenti dove trovi il consenso?!)… Buonauscita che spesso coincide con un’annualità d’ingaggio o con oltre 12/13/14 (se sono previste tredic. e quattordic.) mensilità se i contratti sono pluriennali.

    Non è proprio così facile sbarazzarsi dei giocatori?!

    Parliamo proprio di Iaquinta… Perchè la Juve lo tiene ancora sotto contratto?! Secondo te?!

  14. Entrare nei meandri degli ingaggi e dei contratti è materia che va’ lasciata agli esperti. Mi limito a rilevare che lo staff tecnico del Milan, per affrontare le rimanenti competizioni, giudica sufficiente una rosa di 25/26 giocatori. 30 sono effettivamente troppi. Del resto mandare i giovani in prestito e non vederli utilizzati, come ad esempio Giacomo Beretta è desolante ed inutile.Fermo restando che tenendo i giovani migliori si potrebbero dare delle direttive ponendo limiti alla rosa.
    A mio avviso 20 titolari fissi ed integri(non ‘Enrico Toti’ Philippe Mexes) più sei giovani, che si dovrebbero prendere dalle varie giovanili concedendogli il premio di sedere sulla panchina dei grandi(perchè non anche Mastur soltanto per fargli sentire l’odore della prima squadra?). Una rivoluzione che dovrebbe essere figlia di quella ricostruzione che ‘tout le monde’ nel team Milan sembra abbiano intrappreso cominciando a schierare, domenica scorsa, cinque giocatori provenienti d’oltralpe e che, in linea del tutto teorica, dovrebbero appartenere ad un campionato ritenuto, a mio avviso a torto, inferiore al nostro!

    1. mastour è un 98 😯

      per come gioca negli allievi si vede già che è un montato figurati se lo porti in prima squadra….

  15. ma il problema non sta nella risoluzione del contratto ma nell’aver fatto quel determinato contratto….

    1. Ciò che è stato fatto non era oggetto della mia discussione.

      Mi limitavo a spiegare il perchè una delle soluzioni suggerite fosse poco (se non per nulla) praticabile.

      Volevo evitare semplificazioni fuorvianti.

    2. L’hai fatto perché non c’erano soldi in quel momento per prendere un giocatore decente

  16. ilCamisa

    infatti su quel punto hai perfettamente ragione.

    Galliani1990

    si ma non c’era il motivo di prendere riserve delle riserve, perchè traorè e mesbah se la rosa fosse al completo, nella partitella a ranghi misti del giovedì, entrerebbero gli ultimi 5 minuti!!! tanto valeva promuovere un paio di giovani e via..

    1. Così bruci i giovani non facendoli mai giocare e togliendoli alla primavera.

      1. ma infatti giocavano con la primavera ma in caso di emergenza venivano in prima squadra, it’s easy….

  17. @Camicia
    Ok, grazie, lo sospettavo in effetti ed era una soluzione che proponevo una tantum per Mesbah che pare schifare tutte le destinazioni possibili.
    Un motivo in più per non legarsi con contratti lunghi, almeno a questi pseudo mestieranti che poi ti rimangono appiccicati. Non è la prima volta che il geometra commette errori del genere.

  18. @ Figlio di Galliani
    Il mancato arrivo in Champions non è affatto una perdita così clamorosa, addirittura leggevo che se arrivi almeno in Europa League e, Allegri permettendo (scusami Camisa), dovremmo farcela (a proposito in semifinale di Coppa Italia tifate inter perchè altrimenti la Roma ci fotte) la differenza è di poco più di 20 mln, guardacaso il risparmio di Pato.

    1. Non considerando le vostre etichette…

      Dal basso della mia esperienza calcistica, trovo molte più cose positive, che negative nell’attuale allenatore… Anche al lordo dello scudetto malamente perso l’anno scorso e dell’inizio stentato di quest’anno.

      E’ un’opinione, per definizione opinabile, ma questo non fa di me o chi la pensa come me… Un cretino tout court, come a volte appare dai vostri post.

      1. almeno per quanto riguarda il mio punto di vista allegri ultimamente sta recuperando qualche punto di stima, il problema è che l’anno scorso per sue mancanze il milan ha finito con zero titoli e in italia aveva la squadra migliore!

        nel suo primo anno è stato un buon gestore di uomini anche se è forte la pecca dell’uscita anticipata dalla champions.
        il secondo anno, peccando di presunzione, ha sbagliato TUTTE le scelte decisive e lo spogliatoio era spaccato anche per sue scelte.
        il terzo hanno è iniziato nel peggiore dei modi e non mi riferisco ai risultati ma alle prestazioni e alle sue scelte. giocatori fuori ruolo e moduli imporponibili come il 3 4 3 che al massimo lo si usa al fantacalcio!

        ora si è leggermente ripreso ad esempio mi sta piacendo come ha gestito niang; se continuerà cosi e farà delle scelte giuste, io non troverò difficoltà ad ammettere l’errore.

        ora come ora non lo ritengo un allenatore da milan, ma a mio parere anche la maggior parte dei giocatori non sono da milan…..

  19. @Camisa

    Non entro nel merito del vostro quotidiano litigare.

    Non è quotidiano, è solo quando Diablo si trasforma in ultrà del pelato. Oggi ci ha insegnato che il taglio degli sprechi è inutile e le rose di 35 elementi sono una virtù.

  20. @ Camisa
    Mi vuoi dire che la risoluzione del contratto di Iaquinta che da oltre due anni prende 3 milioni senza giocare nemmeno le amichevoli estive sarebbe costata più che continuare a mantenerlo (12 mln lordi)?

    1. Iaquinta nel 2007 fu tesserato come fosse il centravanti che risolveva per sempre i problemi della Juve.

      Il contratto presumo avrà clausole a lui molto vantaggiose.

      Dati alla mano, fino al 2011 ha giochicchiato facendo qualche gol… Nonostante i numerosi “infortuni” in cui è occorso.

      L’anno scorso lo hanno spedito a Cesena, società che si sarà accollata parte dell’ingaggio per ricevere in cambio la bellezza di un gol.

      Il contratto è quinquennale (fonte wikipedia), quindi sta andando a scadenza.

      Sicuramente alla Juventus quest’anno (ultimo anno) è convenuto pagargli lo stipendio lordo, piuttosto che risolvere.

      1. Ricordavo che era andato l’anno prima a Cesena e che quindi già lo scorso anno avesse fatto la bella vita pagato.

      2. Che poi Iaquintone era pure un bel giocatore cazzo, mica Traorè.
        Era stato eccellente ai mondiali, assieme anche a Perrottone e Maurone German Camoranesi.. tutta gente poco considerata ahimè.. 😥

  21. iaquinta ai suoi tempi meritava quel contratto(forse non la durata) cosi come lo meritava amauri. le scelte sbagliate di quella juve furono negli acquisti a prezzi esagerati dei vari poulsen, krasic, almiron, martinez e le cessioni dei vari criscito, balzaretti…

  22. ilCamisa

    secondo tenon son troppi i giocatori presenti nella rosa attuale?? se si chi venderesti??? non trovi assurdo ed inutile l’acquisizione di traorè a giugno e mesbah a gennaio scorso???

Comments are closed.