Siamo alle solite: soliti regali, soliti errori e solito ingresso in partita quando le cose sono ormai quasi del tutto compromesse. A dire la verità il Milan visto contro il Napoli ha fin da subito dato una buona impressione, ma la sciaguratissima prestazione del nostro portiere ha contribuito a rovinare tutto.

La venuta dal cielo del presidente porta ancora cambiamenti di modulo: si torna al 4-3-3, con Il rispolvero di Nocerino e il ritorno a Bojan come punta centrale. Ne viene fuori un Milan che gestisce molto bene il possesso palla, lasciando solo le briciole agli avversari. Come però succede spesso in questo periodo, bastano le briciole per crollare e puntualmente anche il Napoli ne approfitta. Questa volta, anche se non è la prima, tocca ad Abbiati fare la figura del “fuori posto”, lasciandoci praticamente senza portiere per tutto il primo tempo. E così due conclusioni stupide e inutili si trasformano in due goal; Milan al tappeto, e di conseguenza il faraone che sale in cattedra.El Shaarawy ci salva ancora, con altri due goal strepitosi e dimostrando che non è solo quel fumo che molti criticavano. Ci gustiamo così il capocannoniere del campionato, che dopo la vacanza in montagna si è guadagnato anche quella ai Caraibi, sempre pagata da capitan Ambrosini. Senza di lui saremmo probabilmente in fondo alla classifica, a condividere i punti con lo sciagurato Genoa di Del Neri; fortunatamente abbiamo almeno una certezza, visto che tutto il resto sembra come al solito molto casuale.

Tutto sommato quindi un punto guadagnato, considerando la difficoltà di giocare al San Paolo, e il fatto che tutti i primi della classe hanno pareggiato: Juve e Lazio si dividono un punto per parte, nonostante i bianconeri si siano dimostrati nettamente superiori per tutti i 90 minuti. In questo caso però la Lazio poteva contare su un portiere come si deve, e questo fa la differenza. L’Inter invece pareggia tra le mille polemiche in casa con il Cagliari: silenzio stampa che fa quantomeno sorridere visti i regali ricevuto da inizio stagione. Il Cagliari però non demerita affatto, dimostrando grade coesione e capacità di poter esprimere un ottimo calcio. Il miglior calcio però continua a vedersi in quel di Firenze, dove il centrocampo di sola qualità schierato da Montella dimostra di poter mettere in difficoltà chiunque, anche l’ottima Atalanta di Colantuono. E brilla più che mai quello che poteva essere il nostro Aquilani: due goal e tanta classe, riferitelo a Galliani e C.

A noi cosa resta? Restano pochi giorni di riposo per poter preparare due gare fondamentali per moovi diversi: l’Anderlecht per il passaggio del turno, la Juve per non crollare definitamente dal punto di vista mediatico e dare un bel dispiacere a color che sono avvezzi alla rubata.  Non buttiamoci giù quindi, e cerchiamo di ricominciare a crescere: se non ci fosse stato Abbiati, il primo passo sarebbe sato ottimo.

Posted by Nicco

Editorialista del blog. Responsabile degli approfondimenti sulla squadra immediatamente successivi alle gare italiane.

31 Comments

  1. La Juve ha sfondato la soglia del ridicolo rispondendo senza nemmeno essere tirata in ballo.

    Aquilani? Il Liverpool voleva 10 milioni, ha venduto a 200.000 € pur di non darcelo dopo la presa in giro. Fatto sta che comunque oggi Aquilani al Milan sarebbe la riserva di Montolivo dato che Allegri due non ne mette.

    1. Slurp dottor Galliani.. il re del mercato.. slurp.. meglio Trattorè di Aquilani, slurp..

      1. Il solo riscatto di Aquilani costa tre anni di stipendio a Traorè…. ma sì… getta merda anche sulle operazioni giuste come rimpiazzarlo col Monto…. prezzolato. Il non riscatto dipende dal fatto che il presidassente 10 milioni non li ha voluti pagare

        1. sadyq - nano pedofilo dimettiti o meglio, vendici 19 Novembre 2012 at 18:30

          “Slurp dottor Galliani …”

          Ma certo che ce ne vuole di faccia da culo eh! Senza vergogna!

  2. proprio l’affare Aquilani dimostra come quello di Maxi Lopez quanto si sia sbagliato nella campagna acquisti di questa estate

    Diavolino

    Aquilani ha dichiarato a SKY che il Milan non ha voluto pagare gli 8 Mil pattuiti con il Liverpol ad inizio stagione per il riscatto altro che 10 come indichi tu , e non lo ha fatto giocare nella seconda parte della stagione per non raggiungere il numero delle presenze obbligatorie per il riscatto

    la verità è che pensavano di fare i furbi e di spendere meno a fine mercato con un’offerta inferiore ma la Fiorentina ne ha approffittato si è inserita e ha regato i dirigenti del Milan

    1. No, Aquilani ha detto a SKY che il Liverpool non voleva trattare col Milan, è diverso. L’han venduto ad altri per ripicca, a noi a quella cifra non l’avrebbero mai venduto

  3. il Milan visto contro il Napoli ha fin da subito dato una buona impressione

    Considerazione esatta! Per quel che riguarda Albero da Firenze deve dire grazie all’arbitro Romeo che non lo ha espulso per aver tentato di azzoppare El92 ed aver azzoppato Constant nella stessa azione. Ieri ha giocato benissimo in una Fiorentina in stato di grazia e questo rende meno amora la sconfitta del Milan, che senza l’errore di Romeo poteva anche ribaltare il risultato di quella sfida. Con i se e con i ma non si fa la storia. Teniamoci stretto quanto di buono sta emergendo. I prodromi di una squadra degna di essere chiamata Milan ci sono tutti. Ora sta al team non vanificare questa scoperta, per certi versi casuale, di una squadra competitiva per le posizioni che gli competono in Italia e soprattutto in Europa!.

  4. con un portiere decente ed un centrale come Ogbonna siamo subito competitivi per il terzo posto

    basta un paio di riusciti ritocchi a gennaio nulla più , la squadra con Napoli e Inter non ha sfigurato , con la Fiorentina invece è stato un suicidio tattico di Allegri

    speriamo mercoledì di giocare con la stessa formazione di sabato e che l’incompetente di Livorno non ritorni a fare i soliti esperimenti

  5. Diavolino è la prova vivente che la tattica lobotomica di Galliani, ahimè, funziona.
    Il Geometra è sempre gentile con i giornalisti, li fa entrare da Giannino, se li pettina, se li alliscia così loro lo dipingono come il re del mercato e coprono le vergognose marchette alla Trattorè. Diavolino guarda sky sport e si fa mettere le cose in testa da questi soldatini del Geometra.

    E’ una malattia
    che non va + via
    la lobotomiaaaaa

    1. Veramente sono le stesse dichiarazioni del giocatore… se poi tu credi a quel manipolatore di menti che è Berlusconi non è colpa mia

      1. Non mi risulta che Berlusconi abbia parlato di Aquilani.
        Non mi risulta che Aquilani conduca le trattative.

        Ad ogni modo è un discorso generale, Galliani viene protetto dalla critica in cambio di favori e inviti da Giannino a fare la pagliacciata mentre è col procuratore di Tevez o con Preziosi o sailcazzo. E tu abbocchi, boccalone.

        1. Il giocatore viene informato delle trattative che lo riguardano. Continua a vedere solo quello che ti fa comodo

  6. Aquilani integro è quello che reggeva il centrocampo l’anno scorso…

    peccato che integro ci sia rimasto pochi mesi, poi certo nn l’han fatto giocare per nn riscattarlo a qll cifra, GIUSTAMENTE, visto che avrebbe giocato si e no 3 mesi/ 3 mesi e mezzo

    8 milioni per uno che gioca al massimo 3-4 mesi e soggetto a rompersi con frequenza (grazie anche agli allenamenti di quel cialtrone di asino livornese)sono come i fantomatici 25 milioni per ganso che ha già fatto due interventi al ginocchio

  7. gente io non mi morderei tanto le mani per non aver ripreso Alberto…

    la storia insegna che anche l’anno scorso fino a dicembre era il nostro miglior centrocampista, poi a gennaio si infortuna, doveva tornare in 15 giorni, poi ce ne ha messi 30, poi 45, poi due mesi, e quando è tornato era il fratello brocco.

    Chiaro che tra il tenere Aquilani e prendermi Traorè, preferisco la prima opzione….

    1. Ma non sono opzioni paragonabili, Bitcha.
      L’opzione è Aquilani o Montolivo, non Aquilani o Traorè

  8. meno flamini e trattorè più aquilani! era fracile!

    1. Traorè 1,2 mln. Flamini 1,5 mln

      Riscatto Aquilani chiesto dal Liverpool: 10 milioni clausola, 8 trattabili. Poi c’è lo stipendio.

      Direi che la matematica non è il tuo forte.

      1. lo stipendio ad aquilani lo pagavi con quei soldi! i 10 milioni??? colpa di chi ha accettato quella cifra nella trattativa!

        1. ah quindi se ibra viene al milan a 24 milioni è merito di galliani, se per aquilani si fissa riscatto di 10 milioni è colpa di berlusconi!!bravo bravo!!!!

        2. L’operazione Aquilani è stata fatta sapendo già di non riscattare il giocatore perché sarebbe arrivato Montolivo

  9. Ma a me di Aquilani interessa relativamente anche se come dice l’encomiabile Cesc si poteva rinunciare ad alcuni componenti fissi del tavolo della briscola per far spazio ad Aqualberto, è che mi fa ridere vedere che Diavolino si taglierebbe una mano pur di difendere il geom. Pelatiani.

    Ora dirà che non ha spento le lampadine a Marsiglia pure..

    1. Ti ho portato i numeri. Per pagare quei 10 milioni non devi rinunciare a quei due

      1. Glu glu signor Galliani mi dia altre fandonie da bere.
        Slurp slurp, se la proteggo magari mi invita a pranzo da Giannino.

  10. tra un po diavoletto si metterà a tifare juve come il suo idolo!!!

    1. Io tifo Milan, siete voi che se domattina Berlusconi compra la Juve diventate Juventini

  11. diavolino

    continui a dire che il riscatto di Aquilani era fissato in 10 mil. ma non è vero

    era di 8 mil non una cifra esagerata

    visto quello che è costato De Jong ( 5mil ) e gli ingaggi dello stesso De Jong Flamini e Traorè che lordi fanno 5 + 2,4 + 3

    avanzava pure qualcosa

    1. per lui 8 o 10 è uguale, il prefessore di sta minchia!!!

      1. Non è abituato a fare caso ai soldi, tanto paga Berlusconi mica lui o il suo amico geometra…

        1. No, Berlusconi non paga. Berlusconi incassa e basta, dal 2006.
          Ha rovinato il Milan così come ha rovinato l’Italia.

        2. no ma sei davvero bravo con i numeri! e con i bilanci….

Comments are closed.