Up

Carlo Ancelotti: l’impresa del giorno è sua. Perdere in casa in undici contro nove contro il modesto Rennes va direttamente nella galleria delle grandi figure di merda del tecnico di Reggiolo.

Zlatan Ibrahimovic: a coronamento della voce qui sopra, ancora in luce l’ex centravanti rossonero. Avevano ragione i puristi del gioco l’anno scorso: la sua assenza fa giocare meglio gli altri. Se per altri intendiamo i giocatori dell’altra squadra.

Massimo Ambrosini: rassegnatosi a pagare la vacanza ad El Sharaawy ha stipulato con Abbiati una nuova scommessa. Se il Milan prenderà più di 30 gol durante la stagione pagherà una gita al portiere rossonero: a Giulino di Mezzegra.

Mbaye Niang: buona prestazione del francese nella gara del San Paolo. Al posto di entrare come Traorè, è entrato come Balotelli.

Gli ultimi tifosi di Christian Abbiati

Down

Adriano Galliani: al primo gol subito dal Milan si lascia andare nell’esclamazione “portiere di Merda”. Poi chiede scusa. Alla merda.

Christian Abbiati: dopo la pessima prestazione di stasera Mario Monti ha deciso: il Milan dovrà pagare l’IMU sul proprio portiere.

Silvio Berlusconi: dopo la sviolinata a Milanello ha commentato così la doppietta del Faraone: “Come cazzo si chiama? Ah, ma è nostro? Vabbè, chiamate la Monica, che io stasera faccio tripletta, cribbio!

Kevin Prince Boateng: ci ha messo dodici o tredici tiri ma alla fine ce l’ha fatta: il pallone aerostatico della Red Bull da dove si lanciò Baumgartner è stato finalmente abbattuto e potrà essere recuperato dagli addetti della NASA.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

8 Comments

  1. LaPauraFa80 - Glandiani & Allegri: dimettetevi!! 18 Novembre 2012 at 14:23

    E Thiago Soldi? Giocava? Come mai hanno subito due gol pur con Thiago Soldi? E perchè non ha fatto vincere lui la squadra?

  2. Povero Abbiati. Come successo al grande Seba Rossi dovrebbe farsi rottamare dal terzo portiere. In questo caso Gabriel.

    Rimane la tristezza per averlo perso nei suoi anni migliori (quando era un portierone) in prestiti a cazzo.

    Ma del resto non è che Ancelotti abbia la fama di essere questo genio del calcio (o forse si ma solo per qualcuno che poi magari ha creduto in Allegri)

  3. hanno creduto in Allegri

  4. faraone napoli 2- 2

    è bastato riproporre l’attacco Bojan ed il faraone che per inciso parlano la stessa lingua del calcio e subito siamo andati meglio

    se giochi con Pato o Pazzini giochiamo in dieci

    Boateng ha tirato almeno 10 volte da lontano e non ha mai preso lo specchio della porta direi involuto

    nessuno di voi ha sottolineato
    l’ ottima partita dei due terzini che avendo di fronte quelli del Napoli Maggio e Zuniga che sono fortissimi

    a centrocampo segnali di risveglio da De Jong e Nocerino

    per i due centrali non mi farei tante illusioni Borgofosco , Acerbi nella seconda rete del Napoli ha toppato e nel secondo tempo un paio di grossi errori di Mexes non sono stati utilizzati dal Napoli per segnare

    piuttosto chiedo a Diavolino

    sei ancora convinto che il faraone non segna contro le big di serie A ?

    questo ragazzo sta segnando con una media che a 20 anni non avevano ne Totti ne Del Piero

    il ragazzo ha delle medie molto simili al più grande attaccante della storia del calcio italiano ovvero Meazza di cui ho sempre sentito parlare in modo entusiastico da chi lo ha visto giocare

    1. Borgofosco

      In genere non mi faccio illusioni ma valuto semplicemente chi gioca e chi dovrebbe giocare. Acerbi è una ‘quercia grezza’ che va lavorata per farne legna onde costruire un mobile di pregio. Del resto gli errori degli altri centrali, con molti anni di esperienza (Yepes), svagati(Mexes) atleticamente inaffidabili(Bonera) non lasciano attualmente alternative. Tu sai che considero Zapata un centrale di destra inaffidabile almeno quanto lo è Acerbi che è un centrale di sinistra. L’unica differenza è che il colombiano ha scarsi margini di miglioramento a differenza di Francesco che è tutto da costruire. Quindi riterrei del tutto azzardata una coppia di centrali Zapata-Acerbi. Rimane quella schierata ieri e che tutto sommato non ha fatto malaccio. Ci sono state sbavature? Certo! Sul gol di Insigne(grande colpa va ad Abbiati) la rapidità del piccolo napoletano avrebbe messo in difficoltà anche Thiago Silva. E credo che nessuno di noi possa illudersi che Acerbi sia anche lontanamente comparabile al fuoriclasse brasiliano. Certamente non lo è neppure ad Alessandro Nesta di cui, al momento, ha ereditato soltanto il numero sulla maglia. Cmq per quel poco che capisco di calcio ritengo che il ‘bassaiolo’ possa diventare un giocatore da Milan.Deve mangiare tantissimo ‘pane duro’. Allenamenti specifici e miglioramento nell’uso del piede destro. Di testa è fortissimo ma deve migliorare il senso della posizione soprattutto sulle palle inattive. Il ragazzo ha molto da lavorare ma se si impegna e si allena con volontà e serietà potrebbe anche diventare il centrale oltre che del Milan anche della nazionale
      ps. Se non gli si parano a un centimetro dal pallone(come ha fatto Insigne a Napoli) Francesco ha la ‘dinamite’ nel piede sinistro e potrà realizzare molti gol su punizioni dal limite dell’area!

  5. Andrea Colonna 19 Novembre 2012 at 08:06

    Boldi sei l’unico a dire che il secondo goal è colpa di Acerbi, anche Mazzara nell’editoriale di oggi dice per 2 volte 2 che entrambi i goal sono di Abbiati. Ma scusa, Insigne tira, Acerbi mette il piede sporcando la traiettoria ma anche smorzando notevolmente il tiro che si insacca ai 2 all’ora tra le gambe di Abbiati sul primo palo. Ma non scherziamo dai. Non facciamo quelli che i difensori se non garantiscono la porta inviolata sono scarsi. Perchè un certo Thiago Silva a Parigi non mi sembra ci stia riuscendo tantissimo… Eppure sappiamo essere uno dei migliori al mondo. Ma c’è da valutare tutto, azioni, fase difensiva ecc… Nel secondo tempo gli ultimi 5 minuti ferma Cavani lanciato a rete, intercetta un pallone al limite per lo stesso Cavani (che poteva invece rivelarsi un goffo intervento come a Malaga) e infine si immola su Hamsik questa volta neutralizzando la conclusione. Diamo tempo al tempo cristo, gioca una gara ogni 2 mesi e aveva di fronte Cavani, mica Caracciolo. Se inziamo a seccare i giocatori dopo uno stop sbagliato quando cavolo crescono. Idem Zapata. Hanno 24 e 26 anni, e con alternative come Bonera e Mexes scusate ma io preferisco questi due. Bonera e Mexes la cappella la fanno sempre, ogni singola partita. Contiamo i goal presi per colpa di questi due? A partire dalla prima di campionato, Bonera si perde Gastaldello sul goal della Sampdoria. O lo slalom gigante di Borja Valero con Mexes impantanato stile sabbie mobili? Dai, bisogna avere una visione più ampia del singolo episodio e anche in prospettiva. Acerbi lo volevano Inter e Juve (e non sono rumors), Zapata quando era all’Udinese lo voleva mezza Europa. Possibile che magari siano capitati in un anno dove se siamo a 15 punti in 13 partite è colpa che tutti (o quasi) rendono molto meno? Non facciamo cazzate come con Kluivert o Huntelaar che poi questi vanno via e fanno cento goal…

  6. caro Andrea

    non dico che la seconda rete è tutta colpa di Acerbi perchè anche Abbiati commette un errore , ma un difensore non deve mai e poi mai quando è ultimo uomo entrare in scivolata perchè se non la prende la palla l’attaccante è libero di calciare indisturbato , dal Vangelo secondo Baresi e Costacurta che di interventi alla disperata se ne intendono

    i problemi purtroppo si stanno concentrando solo in difesa , non abbiamo un portiere affidabile e dei 5 centrali non si è ancora capito chi merita di essere titolare a parte Bonera , meno male che almeno il problema dei terzini sembra felicemente risolto con la coppia De Sciglio Costant sicuramente superiore alla coppia Antonini Abate

    la vera novità tattica della partita con il Napoli il passaggio con successo ad un centrocampo a 3 e non a 2 e la rinuncia alla prima punta statica vedi Pato e Pazzini

  7. rossonero.incompatibile 20 Novembre 2012 at 03:22

    carlo ancelotti non si tocca a prescindere.

Comments are closed.