Il Cavaliere cerca nuovi talenti in contesti esotici

Notizia del giorno è la comparsa dl presidente Silvio Berlusconi in quel di Milanello, tornato in Italia dopo la rigenerante vacanza a Malindi in compagnia di Flavio Briatore. Le prime indiscrezioni che si leggono su i giornali parlano di un Berlusconi disposto ad allentare i cordoni della borsa per il mercato di riparazione a Gennaio con lo scopo di ridare nuova verve ad una squadra che lui in primis ha contribuito a sfaldare questa estate con le cessioni di Thiago e Zlatan, autore tra l’altro di una prestazione sontuosa in amichevole con la sua Svezia in cui ha messo a segno un gran gol che ha scatenato molti rimpianti in tutti i milanisti, e con mancati investimenti adeguati a rimpiazzare questi due fenomeni.

Al nostro presidente da sempre piace fare la parte del supereroe, del prode cavaliere che in sella al suo bianco destriero risolve qualsiasi problema con un colpo di spada. Ma questa volta la situazione è molto diversa: quello che si presenterà alla squadra sarà un uomo senza la minima cognizione di causa e senza le necessarie risorse sia economiche che mentali per evitare la tragedia che si potrebbe abbattere sul Milan. La società infatti non ci pensa  ma se per caso dovessimo perdere i due scontri con Napoli e Juventus, come a dire il vero sembra probabile, ci ritroveremo con una classifica che parlerebbe di quattordici punti in quindici giornate e di conseguenza in piena zona retrocessione.

Agire a Gennaio potrebbe già essere tardi dunque: è necessario un colpo di mano già da subito e il gesto più consono sarebbe il licenziamento di Allegri perchè dimostratosi incapace nel gestire una squadra che nonostante non possa nemmeno sognare un posto in Champions di sicuro ha una rosa competitiva per i preliminari di Europa League. Inoltre spero che durante questo incontri si parli concretamente di futuro: Galliani come dirigente ha ormai fatto il suo tempo e a parte qualche fortunoso caso sporadico, leggasi El Sharaawy, non riesce più ad essere incisivo sul mercato come prima. È infatti dell’ultima ora il due di picche ricevuto dal tanto desiderato Yanga Mbiwa.

Mandare Braida in giro per il Sud America con una bisaccia piena di monete per poi vederlo tornare con i vari Montelongo e Viudez è l’ennesima mossa sbagliata; non può e non deve bastare per trasformare un anno di distruzione in un anno di transizione.

Posted by Angelo Raffaele Torre

Responsabile dei LIVE ed editorialista. @RaffoTorre on Twitter

5 Comments

  1. caro Angelo senza soldi non si compra nulla, puoi fare tutti i giri in sud america che vuoi ma se per esempio per Pastore offri 8/9 mil dove ti vuoi presentare ?

    quindi prima bisogna sfoltire la rosa di ben 32 elementi e poi forse si potrà comperare qualcosa di appropriato

    basterebbe la partenza di uno tra Robinho e Boateng più qualche riserva inutile tipo Traore Flamini Mesbah per centrare l’obbiettivo

    temo il solito acquisto elettorale alla Ronaldinho che nulla centrava con le esigenze della squadra

  2. Mandare Braida in giro per il Sud America con una bisaccia piena di monete per poi vederlo tornare con i vari Montelongo e Viudez è l’ennesima mossa sbagliata; non può e non deve bastare per trasformare un anno di distruzione in un anno di transizione.

    Infatti ‘this is the problem’ da troppo tempo le campagne di rafforzamento non hanno portato al Milan giovani sudamericani promettenti. Alcune meteore viste vestite di rossonero hanno clamorosamente fallito. Ora tornerà Galliani dalla Spagna con qualche vecchia gloria e ci verranno a raccontare del momento era talmente delicato sarebbe stato impossibile non mettere un puntello ad una difesa inguardabile più per colpa di allenatore e staff tecnico che non della reale broccaggine dei singoli. Quest’anno infernale deve passare il più in fretta possibile! Illudersi significa andare incontro ad ulteriori delusioni. Tiriamo a campare ed a sopravvivere nel massimo torneo questo è l’obiettivo attuale! Ma basta esperimenti. Almeno si dia una parvenza di ‘giuoco’ degno di una equipe chiamata squadra di calcio!

  3. “Ho una scheda su ogni giocatore e conosco tutto di ognuno.

    *.*

    Montolivo è il regista della squadra, ho molta fiducia in lui. E’ bravo sia in interdizione che a fare gioco, mi ricorda in certe cose Pirlo. Dirò all’allenatore di schierarlo in mezzo al campo.

    Concordo.

    Da tifoso milanista dico agli altri tifosi del Milan che per 26 anni abbiamo mangiato caviale e bevuto champagne, ora è un periodo così

    Esattamente, infatti certi tifosi non ancora ubriachi.

    Berlusconi si è recato nella sala da biliardo di Milanello per parlare da solo con uno dei pochi senatori rimasti al Milan, Daniele Bonera, attualmente infortunato.

    Che culo Bombonera!

    El Shaarawy? Non è una sorpresa perchè l’ho voluto prendere io

    Mi sembrava strano l’avesse voluto Pelatiani. 😯

  4. il Presidente è arrivato in elicottero *__*

    a gennaio arriva Balo, segnatevi questa!

Comments are closed.