Sicuramente molti di voi avranno notato che sui vari Social Network è iniziata la  “campagna nostalgica” da parte di Canale Milan che ripropone grazie a delle fotografie i migliori momenti dell’era Berlusconi con i vari Inzaghi, KakàShevchenko che festeggiano in un  unico abbraccio o , tornando ancor più indietro negli anni, Gullit e Van Basten che portano al cielo la coppa dalle grandi orecchie.

Adesso, non voglio qui discutere sulla bontà di questa iniziativa che , in un momento a dir poco drammatico come questo scatena nel tifoso rossonero un pò più attempato un misto di tristezza e rabbia per quello scempio calcistico che sta vivendo e per un futuro prossimo avvolto nella nebbia più fitta, ma sul suo destinatario. Mi spiego meglio: il tifoso rossonero medio ha un ottima memoria sia nella vittoria che nella sconfitta e ricorda con eidetica memoria le partite o anche solo le giocate che hanno contribuito a far grande la storia del nostro amatissimo club senza bisogno di rivederle in foto. E quindi propongo che, invece di postarle su Facebook, le medesime immagini vengano ingrandite e affisse all’esterno di via Turati o ancora meglio fuori dai cancelli della villa di Arcore, dove chi prima si faceva vanto del Milan portatore del “bel giuoco” in tutto il mondo, ora latita quasi fosse esente da ogni colpa.

Probabilmente adesso, dato quasi per certo il suo ritiro dalla vita politica, noi che amiamo veramente il Milan non possiamo nemmeno più sperare in quelle belle campagne acquisti di una volta che oltre a rafforzare la rosa rimpinguavano le preferenze elettorali verso il suo partito e che a dire il vero mancano già da un po’ di tempo. E vi prego basta rincorrerlo con i vari “Venga allo stadio, Presidente!“, ormai è fin troppo palese che il legame che per anni ha unito Berlusconi e la tifoseria rossonera (Curva Sud esclusa) si è infranto e tutto questo sicuramente non per colpa di quest’ultimi poiché non sono stati loro a mettere il Milan in secondo piano una volta raggiunti i propri scopi.

Facciamone una ragione: c’era il Milan e non ritornerà.

Posted by Angelo Raffaele Torre

Responsabile dei LIVE ed editorialista. @RaffoTorre on Twitter