Nel momento più nero della storia recente rossonera, dopo l’ennesima sconfitta che lascia tutti senza parole, voglio andare controcorrente e cercare di trovare qualche spiraglio di speranza, quella lucina in fondo al tunnel che ci dia la forza di affrontare un nuovo rigido inverno al freddo, sui gradoni dello stadio, sempre incoraggiando la squadra.

Non voglio negare che la situazione sia disperata e che gli ultimi due anni ci avessero abituati a risultati ben diversi, rendendoci più difficile sopportare queste inqualificabili prestazioni. E nessun ritiro punitivo, che sia di 4 o 6 giorni, potrà magicamente guarire questa squadra e trasformarla in vincente. Ma di accuse e di liste di colpevoli ne abbiamo lette e sentite fin troppe e, seppur condividendo in pieno tutte le critiche che sono state fatte, mi sono chiesta: ma è davvero tutto da buttare? Il Milan è davvero alla pari di Bologna e Pescara e così inferiore rispetto alle prime in classifica? Juve e Napoli sono effettivamente a un livello superiore dei rossoneri sia per la rosa che per il gioco, ma Roma, Lazio e Inter visti finora non hanno impressionato.

La forza dei biancocelesti è il centrocampo: un centrocampo buono, non eccelso, senza togliere nulla ai vari Mauri, Candreva e Gonzales, buoni giocatori ma non fuoriclasse. Oserei dire che il centrocampo rossonero, se sistemato a dovere, non avrebbe nulla da invidiare ai romani. Un Emanuelson ai livelli attuali (protagonista di ottime prestazioni), affiancato da De Jong e, perché no, anche da Flamini relegato in panchina ormai da troppo tempo e inspiegabilmente, con Montolivo trequartista, formerebbe un buon centrocampo, non eccelso, ma in grado di ottenere buoni risultati nel campionato italiano. Un campionato che non si è dimostrato per ora di altissimo livello e un campionato in cui una squadra mediocre, con volontà e buoni giocatori, potrebbe arrivare nei primi posti.

Lo stesso discorso si potrebbe fare per Roma o Inter: credo che un attacco formato da El Shaarawy e un recuperato Pato, non sia inferiore alla coppia Milito-Palacio o Milito-Cassano. E la nostra difesa tanto instabile, criticata e mai uguale può forse definirsi migliore di quella della Roma zemaniana, che, come da tradizione, subisce tanti, troppi gol a partita. Tutto questo per dire che i giocatori per risalire dalla zona retrocessione ci sarebbero: ciò che manca è la volontà, la caparbietà, la fame di vittorie e soprattutto un sistema di gioco. Ovvero manca il lavoro dell’allenatore, incapace di fornire alla squadra un gioco in due stagioni e ora più che mai confuso, ostinato sulla permanenza in campo di alcuni giocatori palesemente fuori forma e incapace di proseguire sulla strada giusta le rare volte che per caso la imbocca.

Un esempio su tutti il caso Boateng: il ghanese non è in forma, corre (o più spesso cammina) spaesato per il campo, è inutile e a volte dannoso per il gioco della squadra. Ma Allegri si ostina a schierarlo in campo domenica dopo domenica e ultimamente sembra quasi che il centrocampista stia giocando contro il suo allenatore. La società continua a ribadire che la squadra è schierata con Allegri, ma dopo le dichiarazioni post partita di Bonera, critiche nei confronti del modulo e delle scelte del mister, inizia a formarsi qualche crepa. Nessuno riesce a spiegarsi le scelte illogiche dell’allenatore e questa confusione contribuisce a creare sfiducia e delusione. Non ci resta che augurarci che anche la società capisca ciò che ormai è chiaro a tutti e che agisca in retta, prima che sia troppo tardi e che la zona retrocessione diventi difficile da abbandonare.

Posted by SG

Editorialista del blog

19 Comments

  1. Su centrocampo e attacco possiamo essere d’accordo,

    La difesa definita superiore a quella della Roma è una bestemmia calcistica a mio parere…

    magari avessimo balzaretti e Burdisso al posto di Bomerda e della filippa

    Con Thiago potevamo dormire con le porte aperte senza paura dei ladri!!!

    GRAZIE PRESIDENTEEEEE!!!!

    1. concordo con la sempre ottima Silvia!!

      1. cazzo non volevo rispondere a quel rincoglionito di milanorosicat, padron!

        anche se pensare che marquinos, piris, dodò, burdisso da noi fsarebbero titolari è da prostituti intellectuali!!

  2. Invece, considerare più forti i nostri, è da furbi!

  3. solo due lobotomizzati come voi possono considerare bomerda un difensore…

    Lo voleva persino il barca ma il nostro coraggiosissimo presidente ha detto: MI CONSENTA: BONERA NO

    1. due noi più silva… siamo in tre già… ci sarebbe anche qualcun altro solo che ha paura di parlare….. tolto leadro castan( che trovo un prospetto interessante) tutti gli altri difensori centrali della roma sono inferiori a bonera….

      1. cazzo, che pareri autorevoli… sono quasi commosso…

        1. Porta rispetto a una signora, frocio!!

        2. sarà autorevole il tuo parere di merda!

  4. Non ti curar di loro Silvia, ottimo post.

    1. Grazie, io guardo e passo. E comuqnue il mio era solo un parere, non pretendo che sia una verità assoluta, anzi. Mi aspettavo commenti negativi.
      Rimango della mia idea, la difesa della Roma è ridicola, Piris in primis, nonostante gli assist di domenica.

      1. Concordo, alla faccia di Milanrosicat che non è capace di argomentare senza insultare chicchessia.
        Un emarginato sociale, bisogna lasciarlo stare. 😉

  5. Sono onorato di farmi dare dell’emarginato sociale da due rincoglioniti pidiellini, grazie di cuore

    1. guarda che non hai offeso noi ma silvia, almeno potevi chiederle scusa! oltre che emerginato sociale sei anche frocio!

      1. Non fare finta di non sapere. I Lobotomizzati per antonomasia siete tu e il tuo compagno di bevute…

        Se andate bene a rileggere quello che ho scritto noterete che ho detto che quella di silvia era una bestemmia calcistica, a mio parere

        Silvia riguardo alla lobotomia non scherzo, d’altronde non so come la definisci tu gente che se ne viene fuori con la frase

        SIAMO IL BARCELLONA 2.0, oppure parla di scudetti del bilancio: si può difendere la squadra (e la società) senza copririrsi di ridicolo

        GRAZIE PRESIDENTE PER COSTANT E ACERBI!!!!

  6. VI ringrazio per aver tentato di difendermi ma non ce n’è bisogno. Mi auguro che il signore in questione stia scherzando e se non fosse così si commenta da solo.
    Parla di calcio anzi di insultare gente a caso.

  7. Perche’ fare il paragone con la difesa della Roma?
    Potrei concordare con Piris, ma Castan non e’ bonera. Marquinhos o Marcos non e’ Acerbi, Burdisso non e’ Yepes.
    Balzaretti non e’ Antonini.
    Dodo’ – co mezza gamba e’ piu’ tecnico anche se e’ da valutare.

    La differenza – Silvia G – sta nella coralita’.
    Il Milan non ne ha mai avuto, si giocava modulo Palla a Ibra e ci pensa lui.
    Voi Milanisti dovreste sapere cosa significa, l’avete inventata voi. O meglio, fu Sacchi.

    Comunque ti seguo, forza Maggica e anche forza Milan. Di meno, ma e’ una simpatia innata per il Diavolo.

    1. AmP burdisso è come mexes, fa grandi partite ma anhce grandi cagate
      leandro castan per mè è l’unico buono che ha la roma
      marquinos a me non sembra superiore a zapata
      piris è molto peggio di de sciglio
      dodò è arrivato rotto

    2. Io ricambio con la mia simpatia per la Roma e la infinita stima per il suo Capitano, the King of Rome (cit.), giocatore immenso!

Comments are closed.