La Rosaleda, ore 20.45. E rieccoci sull’altra faccia della medaglia. Torna la Champions League, trofeo dove, come da tradizione, a differenza del campionato Italiano, riusciamo a toglierci le maggiori soddisfazioni. E’ già stato così anche in questa stagione dove a causa della vittoria di Pietroburgo, contro lo Zenit, siamo secondi nel girone a punti quattro due proprio dietro gli spagnoli che affronteremo due volte. E’ evidente che una vittoria nelle due gare (magari una a testa) chiuderebbe il discorso qualificazione o, perlomeno, lo rimanderebbe all’ultima gara contro i russi.

Non si può però non prescindere nell’analizzare la gara di oggi dai due campionati: deludente il nostro, brillante quello degli uomini di quel Manuel Pellegrini che, tre anni fa, battemmo a sorpresa col suo Real Madrid al Santiago Bernabeu. Il Malaga infatti è terzo nella Liga, a soli cinque punti dalle due capoliste (Barcellona e Atletico), con tre punti di vantaggio sul Real Madrid e, soprattutto, con la miglior difesa del torneo: solamente cinque i gol incassati – nessuno in Champions League cosa che visto il nostro problema a fare gol potrebbe diventare un problema ulteriore.

E’ quindi evidente come a meno di altri miracoli tipo Pietroburgo (la seconda vittoria fuori casa in Champions dell’era Allegri) il destino della gara di stasera è comunque segnato così come pare sia quello di Massimiliano Allegri la cui lettera di esonero pare essere già pronta sulla propria scrivania di Milanello per domani mattina almeno stando alle attendibilissime fonti di Luca Serafini, uno che di balle ne ha sempre cacciate poche. Allegri che, come da conferenza stampa, dopo aver regalato un tempo a Roma tornerà al doppio mediano davanti alla difesa con Montolivo e Ambrosini (sì, lo so che ci vorrebbe Flamini con Montolivo trequartista, ma una cosa alla volta, magari ci arriva) e con Pato che dovrebbe partire dal primo minuto.

Non convocati per la gara di Malaga Abbiati, De Jong (infiammazione all’anca) e Abate mentre Boateng potrebbe essere tenuto fuori per scelta tecnica dopo l’inizio di stagione. In difesa dovrebbero quindi giocare De Sciglio, Zapata, Bonera e Antonini mentre a centrocampo con i due già nominati sopra dovrebbe agire Emanuelson. Davanti è inamovibile (in tutti i sensi) Pazzini con il ballottaggio Pato-Bojan con El Sharaawy sicuro titolare dal primo minuto per una formazione che dovrebbe configurarsi come veloce in caso per le ripartenze. Non dovremo essere noi a fare la partita ma loro e questo, come a Pietroburgo, potrebbe tornarci di vantaggio se si sapranno sfruttare le caratteristiche della squadra e si avrà l’umiltà di giocare da provinciale come l’Inter di Stramaccioni – umiltà finora mancata. Ci affidiamo al solito miracolo della musichetta per vivere un’altra indimenticabile notte, forse una delle ultime della nostra storia.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

23 Comments

  1. Mi auguro solo di non fare altre brutte figure! Spero in una prova d’orgoglio dei ragazzi…
    anche se in queste condizioni viene spontaneo sperare che Pato possa salvarci da questa crisi ritengo che sarebbe meglio aspettare ancora un attimino prima di schierarlo dal primo minuto per evitare che succeda quello che è già successo due volte!!

  2. 0-1 il papero.

    e poi via allegri…

    1. Lo 0-1 che lo faccia chi vuole sinceramente.
      Sul via Allegri invece ci spero tanto di più…

  3. sono moderatamente ottimista per la sfida di questa sera

    il Malaga è sicuramente forte ma nel Milan non giocano Abate Boateng Abbiati e questa situazione è sicuramente un vantaggio per i rossoneri

    questa sera ci vogliono 11 leoni che sputano sangue per poter portare a casa un risultato positivo ,e non una serie calciatori scontenti che danno come rendimento neanche il minimo sindacale

    sulla formazione
    peccato che De Sceglio giochi titolare a sinistra rendemeno meno che a destra , mi aspetto una bella prova di Pato che parte dalla panchina e che potrebbe avvicendarsi con il faraone che ha giocato tanto e pertanto potrebbe anche essere un poco appanato

    un bel pareggio sarebbe positivo per il proseguo del cammino in coppa , se poi lo Zenit dovesse pareggiare ….. ancor di più

    1. Condivido. Sono esattamente nella tua condizione di spirito e cioè fiducioso! A casa quei giocatori che giocano unicamente in funzione del rinnovo del contratto. “Ghe ne minga” . Prima devono dimostrare di meritare la conferma! L’unica perplessità è la conferma dello ‘scarso’ Amelia. Speriamo che questa volta valuti bene le traiettorie dei palloni e, essendo lui di statura media, per un portiere, cerchi di accorciare meglio gli spazi. Comunque sia meglio regalare un calcio d’angolo che non farsi uccellare come a Roma. Io avrei fatto giocare Gabriel o Narduzzo!

    2. Marco, avevo dimenticato di dirti che De Sciglio giocherà laterale destro in uno schieramento 3-4-3 oppure come meglio credo si possa dire, 3-4-2-1.
      Fuori sia Boateng che Bojan Kerkic. I tre centrali dovrebbero essere Zapata, Mexes e Bonera. Dovrebbero giocare Urby ed El92 dietro l’unica punta Pazzini.
      A centrocampo Ambrosini e Montolivo. Ancora una rivoluzione nel modulo…speriamo bene!

      1. Scusa… Boldi, Mi correggo….:?: Yepes e non Zapata (non è neppure a Malaga), Antonini laterale sinistro di uno schieramento a 4 formato da De Sciglio, Ambrosini, Montolivo ed Antonini. Ciao

  4. Dicono che sia l’ultima di Allegri in ogni caso.
    Il vestito buono è pronto, il vino l’ho comprato, ora vado a ritirare le paste e stasera si festeggia.
    Sono così emozionato, dai che oggi è la volta buona!!!

  5. Speriamo davvero che sia l’ultima di Allegri, così vedremo, il mago che arriverà. Vedremo cosa sarà in grado di fare, Tassotti, il numero 2 da giocatore e da allenatore! Perchè lo sapete vero, che sarà lui il sostituto. O sperate in qualcosa di diverso? Lo sapete che qualsiasi altra soluzione sarebbe troppo costosa per la società del pedofilo vero?
    Però ci sarà un altro clima anche sul blog. Certo, i leccaculo del pedofilo dovranno trovarsi un altro bersaglio e sono curioso di vedere verso chi andranno i loro strali!

    1. che noia, stai sempre a parlare di noi!

    2. A parte che ha ragione Cesc.

      Comunque mi andrebbero bene tutti a parte quel cafone di Rosicat, mi andresti bene pure tu al posto di Acciughina, figurati se non sarei contento del Tasso-che-ha-tutto-un-altro-passo..!

      L’importante è che lo scelga il Presidente. La storia dice che:
      allenatori scelti dal Presidente –> Sacchi e Capello
      allenatori scelti da Glandiani –> Tabarez 😯 Terim 😯 Acciughina 😯 😯 😯

      Ancelotti sta in mezzo anche il diktat del Milan ai Milanisti era arrivato dal Presidente. Diciamo 80% Berlusconi e 20% geom. Glandiani.

      1. tra quelli scelti dal geometra hai dimenticato leomerda

        1. Avevo rimosso il Gianfranco Fini della panchina.. 8)

    3. Per ora con Tassotti siamo a una vittoria su una partita.
      Quello che non capite voi è che nessuno si aspetta lo scudo da Tassotti ma perlomeno una posizione più dignitosa di classifica

      1. E non lo capiranno mai..

  6. si va verso il 3 4 3 😯

  7. Fabregas, a parte che non sono io a fare i soliti discorsi, o perlomejo non sono il solo! Però puoi non leggere i miei commenti!
    Otelms, io nom mi aspetterei lo scudetto neanche con Gesú bambino in panchina, figurati che posizione dignitosa posso pretendere da questa squadra di merda!

    1. infatti non sei il solo, c’è anche tuo compagno di merenda milanogattonerorosicat

  8. Poi ci sei tu ed il tuo compagno di merende.

    1. direi amico non compagno, quel termine lo lascio a voi!

  9. Nono, compagno di merende!

    1. Sadyq, un nostro caro amico in comune suggerisce un’adeguata risposta alle continue pirlate di questi qui

      http://farm4.static.flickr.com/3504/3957156644_fee75033c3.jpg

  10. piterdabrescia 24 Ottobre 2012 at 22:40

    ma lo cacciano alla fine?

Comments are closed.