Non è un concetto tanto difficile, eh…

La usa l’Udinese, la usa l’Inter che è tornata a vincere anche in casa, la usa il Napoli, la usa la Juve imbattuta, la usano sempre più squadre in serie A. Cosa ha il Milan di tanto strano, per essere allergico alla difesa a 3, e più specificamente al 3-5-2? Da otto anni, con tre allenatori diversi – e specificamente da quando arrivò il diktat presidenziale contro l’albero di natale – si è mantenuto il 4-3-1-2, di volta in volta con il trequartista arretrato, col centrocampo a rombo o col fantasista spostato sull’ala. Nessuno ha il coraggio di sperimentare, nonostante tutte le evidenze, e non solo quelle fornite dalle altre squadre, che sono riuscite con questa soluzione a risolvere i propri problemi di gioco. Tipo i cugini, contro i quali andremo a scontrarci domenica, già certi di subire senza possibilità di appello la condizione di inferiorità numerica a centrocampo. 

In un 3-5-2 ne beneficerebbero soprattutto i movimenti difensivi: ricordiamo tutti come Zapata, in una difesa a 3 come quella di Udine, era diventato l’anno scorso uno dei pezzi più pregiati del mercato, e tornerebbe ad essere quel giocatore, e non la sua brutta copia, vista a Villarreal e in questo primo scorcio di stagione, in entrambi i casi con la difesa a 4. Uno tra Bonera e Acerbi e Yepes (o, se proprio si deve, Mexes), completerebbero il trio. Le ali non sarebbero un problema, anzi: Abate, impegnato sia in compiti di copertura che in incursioni offensive (magari calibrando meglio i suoi cross), tornerebbe alla posizione che occupava a Torino, agli inizi della sua carriera; a sinistra, invece, quel ruolo sarebbe cucito addosso a Urby Emanuelsson, con De Sciglio a scalpitare come riserva di entrambi.

Montolivo potrebbe agire indisturbato da perno centrale di centrocampo, con una gabbia costruitagli intorno, esattamente come per Pirlo alla Juventus: da un lato, nel ruolo di raffinato rubapalloni che è di Marchisio, Nocerino (se più raffinato) o De Jong (se più rubapalloni); dall’altro, con licenza di incursioni avanzate alla Vidal (un 3-5-2 trasportabile in 3-4-1-2), Boateng, che ha dimostrato di sapersi adattare alla sua originaria collocazione a centrocampo. In attacco la coppia El Shaarawy – Pazzini, come hanno provato queste prime giornate, è l’unica alternativa: nè Niang, nè Bojan hanno ancora la capacità di amalgama.

Le considerazioni sull’applicabilità al Milan del 3-5-2 sono assolutamente suscettibili di critiche, ma sono almeno frutto di una breve riflessione. Quella che il nostro allenatore non ha la capacità – o, sospetto io, il coraggio – di fare. Troppo facile, per chi è mediocre, adagiarsi su ciò che si è imparato all’inizio e rinunciare ad adattarsi alle novità – o a crearne di nuove: ma, dopo un po’ di tempo, in cui magari i giocatori possono aiutare nonostante lo schema, gli altarini vengono scoperti. E solo a quel punto si può trovare la differenza tra un semplice “mister” e un allenatore vero.

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.

27 Comments

  1. Borgofosco

    Tutto è sopportabile tranne che si possa anche soltanto ipotizzare che De Sciglio faccia la riserva di due che non valgono neppure gli scarpini che indossa il giovane difensore targato, sin dalla nascita, vivaio Milan! Comunque anche in una difesa a tre con Bonera-Zapata-Acerbi i laterali ‘fluidificanti’ non potrebbero che essere Abate e DeSciglio. Se poi Emanuelson avesse l’umiltà di accettare quel ruolo che non vuole assolutamente ricoprire, il problema dell’alternativa si porrebbe tra Abate e l’olandese. De Sciglio, così come El Shaarawy, sono il futuro del Milan!
    Peraltro non vedo menzionato Alexandre Pato. Se il Papero ritorna un giocatore di calcio, indipendentemente dai moduli, anche il Milan tornerà a i suoi livelli per assumere il ruolo che gli compete sia in Italia che in Europa! Diversamente siamo destinati ad un campionato mediocre e di transizione!

  2. Inizialmente ero restio alla difesa a tre, ma, visti i risultati di inter e juve (e soprattutto il gioco penoso del milan), condivido a pieno lo spirito di questo post: perchè non provare?
    Non sono sicuro che Acerbi, Bonera, Yepes e Mexes siano adatti al ruolo, mentre è innegabile che per Zapata sarebbe perfetto.

    Sugli esterni condivido la tua posizione. Uniche note sui tre di centrocampo e sull’attacco.
    In primo luogo, De Jong deve giocare al centro, davanti alla difesa (con Ambrosini come suo vice). Non è Pirlo, ma va bene così, come con MVB. Ai suoi fianchi Nocerino/Montolivo (quest’ultimo si deve dare una svegliata però) e Boateng (insostituibile, visto che gli altri sono Flamini, constant e traore…).

    In attacco invece, Pazzini non è da Milan. Meglio di lui Bojan, che ha qualità, e, ovviamente Pato, ammesso che vada in pellegrinaggio a Lourdes per guarire da questa maledizione.

    L’unico dubbio è il Faraone: è senz’altro al momento l’unico in grado di cambiare le nostre partite, ma credo che potrebbe essere penalizzato dal modulo. Lui è un esterno sinistro e non escludo che sarebbe meglio metterlo al posto di Emanuelson.

    La mia ipotesi è:

    Abbiati
    Zapata Mexes Acerbi
    Abate (De Sciglio) Montolivo De Jong Boateng El92
    Pato Bojan

  3. L’idea non è male!! personalmente adoro il 3-5-2… l’unica cosa che mi preoccupa un po’ sono i tre difensori (come d’altronde mi preoccupano i centrali della difesa a 4).
    Zapata è l’unico ad avere già provato questo modulo e penso che l’unico che non avrebbe problemi ad adattarsi sarebbe Yepes…
    Gli altri non mi ispirano tanta fiducia…Mexes in primis. Per Acerbi devo ancora capire se ha talento oppure no e per Bonera non so più cosa dire perchè alterna prestazioni eccellenti ad altre indegne.
    Comunque quest’anno gli obiettivi sono quelli che sono quindi tanto vale provare!

  4. fate rientrare ely dal prestito!!!

    Se in prima squadr giocano traorè e costant ha diritto anche lui che vale + di tutti e due messi assieme

  5. bisogna provare

    Zapata con la difesa a tre l’anno scorso è andato male con il Villareal ma la domanda che dovremmo chiederci
    abbiamo in rosa difensori centrali adatti che possono giocare con la difesa a tre ? se no rischiamo di fare lo stesso errore che abbbiamo fatto con la prima punta , abbiamo preso Pazzini che non è adatto agli schemi del Milan

    L’unico che in passato ha giocato con la difesa a tre è Bonera quando militava nel Parma

    cmq per domenica spero che giochi Bojan nel Derby al posto di Pazzini , sinceramente lo spagnolo non mi è dispiaciuto sabato

    1. Borgofosco

      Non totalmente esatto perchè Acerbi giocava in una difesa a tre nel Chievo. La difesa a tre sarebbe ‘bell’é fatta’ se Mexes si fosse dimostrato quel giocatore che si pensava. Si potrebbe pensare ad una difesa a tre con Zapata a destra, posizione che occupava nell’Udinese Bonera/Mexes al centro e Acerbi sulla sinistra posizione che aveva nella squadra gialloblu. Ma il problema più importante al Milan è il portiere. Se vi rivedete le partite, ad essere buoni, Abbiati ci è costato tre punti in meno nell’attuale classifica. Si vede lontano un miglio che le sue prestazioni sono condizionate dal ginocchio ‘sifulo’ che gli condiziona la reattività. Inoltre non è mai stato un fenomeno in uscita. Il problema più urgente è quello del portiere. Rocco affermava che una grande squadra doveva avere un grande portiere, un grande centrale difensivo ed un grande centravanti Ruoli che al momento nel Milan non sono coperti da calciatori che avrebbero avuto la fiducia di Nereo Rocco.

    2. zapata a udine giocava nella difesa a tre cmq

  6. Nicco

    Bello l’articolo e assolutamente da prendere in considerazione l’idea se solo…beh se solo non avessimo uno scarsone in panchina che non si schioda dalle sue idee se non per soddisfare le richieste del suo protettore. Ecco se glielo chiedesse Galliani forse si inchinerebbe e potremmo vedere questo modulo in campo. Altrimenti bisognerà aspettare come al solito un nuovo inizio…che non so quando ci sarà!!!!

    1. Borgofosco

      Spero tu abbia torto. Nel passato la ‘guerra’ tra Rocco e Viani costò al Milan la perdita della supremazia, sia nel ‘giuoco’ che nei risultai, in italia e sprattutto in Europa.
      Indubitabilmente la dirigenza del Milan è spaccata! E’ prevalsa l’idea del rinnovamento della squadra puntando sui giovani! I frutti lo stanno intravvedendo, vedi l’expolit di El Shaarawy e De Sciglio. Ora parrebbe assurdo che si comperino due difensori, di una difesa a tre, Acerbi e Zapata, per poi non sperimentare quel modulo.
      Qualcosa non torna. E’ l’allenatore che è tanto cocciuto dal non voler sperimentare questol modulo? Se fosse così avete ragione ed Allegri deve essere dismesso!
      Ma non sento parlare del portiere vero problema del Milan!

  7. borgofosco, anni fa c’era lloris del nizza da prender per due lire.

    Sembra che abbian dato donnarumma in comproprietà, e lui è un altro di cui si diceva molto bene.

    Nel derby schiererei amelia o anche gabriel, tanto stagione di transizione per transizione, lo scopo di qst anno è limitare i danni, far fare esperienza a un pò di giovani, sperando di ripartire l’anno prossimo con un progetto serio e guardiola…

    Ok basta scherzare

    W LO SCUDETTO DEL B lancio!!

    1. Borgofosco

      Vedi MILANDOMINAT che lo scudetto del bilancio non sarebbe raggiunto, anzi, si rischierebbe realmente la retrocessione da grande squadra, se il Milan non raggiungesse la ‘zona champions’. Il sacrificio di cedere Thiago ed Ibra non sarebbe servito a null’altro che a peggiorare il futuro bilancio del Milan.
      Come tu sostieni la retrocessione in B è reale se il Milan non lotta per la supremazia sia in Italia che in Europa. Il Milan deve, necessariamente deve, sempre lottare per stare nei primi posti delle graduatorie, ranking, sia in Italia che in Europa. Tutto il resto sono chiacchiere! Non credo che l’attuale dirigenza, staff tecnico ed anche il magazziniere, non conoscano questo elementare principio che il team deve mantenere. Ora basta esperimenti! Bisogna cominciare a vincere con questo o quel modulo non frega una mazza a nessuno. Vincere e basta!

  8. A mio modesto avviso non abbiamo i centrocampisti da 3-5-2 e il paragone con la juve è, secondo me, improprio.
    Montolivo non è un metronomo alla Pirlo e, non avendo i tempi del regista, costruirgli una gabbia intorno non servirebbe ad alcunchè.
    Nocerino è molto più debole tecnicamente di Marchisio, il quale, quando Pirlo viene bloccato, si sobbarca gli oneri della regia.
    Il paragone diviene invece calzante tra Boateng e Vidal, a patto che il primo metta la testa apposto.

    In aggiunta a queste mie perplessità, c’è da affermare, come ricordato sopra, che il 3-5-2 andrebbe ad inficiare la conquistata efficacia di El Sharaawy come esterno di sinistra nel tridente e a sacrificare la lieta scoperta di De Sciglio.

    Per questi motivi io credo che il modulo che meglio si adatta ai calciatori in rosa è il 4-3-3, che da un lato consente di limitare il numero di interditori al centro e dall’altro permette il contemporaneo impiego di attaccanti veloci quali El Sharaawy e Robinho, con Bojan prima punta atipica.

  9. Borgofosco

    Bravo Giovanni! Gli indirizzi emersi sono questi! Ma chi metteresti come centrali difensivi?

    1. difensori centrali

      tutti tranne Mexes perchè fisicamente è fuori forma , non prende un palllone di testa neanche a pagarlo

      caro Borgofosco

      sono due anni che il sottoscritto e diavolino criticano aperatmente Abbiati su questo blog ,

      all’inizio abbiamo pure subito pesanti critiche nell’anno dello scudetto quando facevamo già notare i rinvii a cazzo come quelli con il Lecce ecc.

      resta inspiegabile come mai giochi ancora titolare

    2. Come difensori centrali vedrei bene l’unico che sappia guidare la difesa tra quelli in rosa, nonchè il migliore per rendimento, ossia Yepes, e l’unico rapido in chiusura e in anticipo, vale a dire Zapata.
      Mexes non mi pare in grado di dare garanzie, almeno al momento, e gli altri mi paiono onesti mestieranti(anche meno) e nulla più.

  10. nel derby sono due i titolari della partita con il Parma

    Abbiati e Abate , se gioca lui Milito ringrazia

    1. Borgofosco

      Caro boldi ero ignorante in materia perchè non partecipavo alle discussioni su questo blog. Volevo soltanto stimolare Giovanni per farmi rispondere se preferiva, al centro della difesa, la coppia italiana piuttosto che quella colombiana. Su Mexes ed Abate concordo. Speriamo che sia loro che Abbiati non giochino nel derby.
      Nella sfida stracittadina vorrei, seguendo il principio di Vittorio Alfieri(volli fortissimamente volli), che il Milan vincesse il derby! Il riferimento al barese di Bari vecchia è puramente voluto. Se i giocatori del Milan hanno gli attributi devono, fortemente devono, far rimangiare le esacerbanti parole rivolte non soltanto a loro ma a tutto il popolo milanista!

  11. A 3 ci gioca mezza serie A, evidentemente la prima conseguenza del livello che si abbassa è il modulo con 3 dietro che permette di essere più coperti.

    E’ una possibilità che tenterei, ma quel coglione ci ha messo un’eternità per passare dal 4312 al 433 gli servirebbe almeno un decennio per ipotizzare una difesa a 3. Tu lo vuoi tenere un decennio??

    Certo che però.. voglio dire, mettere Abate titolare e lasciare fuori Sciglio fa scendere il livello del post.

    + Sciglio
    – Abate

    1. Borgofosco

      Lpf 80, gli uomini sono quelli e non cambieranno almeno in questa stagione. Giovanni (da Lodi?) ha perfettamente ragione il modulo non può essere che il 4-3-3, atipico, ipotizzato da Giò! Bene bravo bis sull’apprendista stregone De Sciglio!

  12. bene parliamo di cose serie, e non di bidoni e berlusconi

    TANTI AUGURI ad una leggenda che risponde al nome di

    George Manneh Oppong Ousmane Weah

    mi manchi campione :cry::cry::cry:

    1. auguri giorgione weah, campione vero, uomo vero!!!

      Milanogattonerorosicat : George Weah: “Berlusconi, il mio esempio”, vuoi vedere ora che inizi ad insultare anche lui???

  13. Bitcha

    mah sto 3-5-2/3-4-2-1 o 3-4-1-2 mi sembra un po’ la moda del momento… tutti hanno l’Iphone, quindi anche tu vuoi l’Iphone, tutti hanno riscoperto le Superga, quindi anche tu te ne compri un paio, tutte le fighe si fanno il piercing sotto il labbro superiore, quindi anche tu, teenager strapazzina, ti fai il buco lì sotto per solleticare i cazzi quando fai i bocchini (solletico un cazzo tra l’altro, se ti fai una cosa del genere vuol dire che i bocchini non sei capace a farli).

    La difesa a tre per noi è impraticabile… guardare per esempio la Viola, che in mezzo ha un Rodriguez un po’ lentone, ma furbo, esperto e con i piedi buoni per lanciare, tanto poi ci pensano Facundo e Tomovic a dare la dinamicità e ad uscire palla al piede, oppure la Juve che ha un drogatissimo Barzagli e Chiellini a contrastare tutti, e Bonucci in mezzo con licenza di costruire (non è capace, daccordo, ma davanti a lui ha Pirlo-Marchisio-Vidal a mascherare le sue cazzate).

    Noi?? In mezzo tra un Acerbi ancora da perfezionare anche nella difesa a 4, e un Mexes che continua imperterrito a fare lo stronzo, Yepes potrebbe essere l’unico che potrebbe fare quel ruolo, ma se lo fai giocare tre partite in fila, schiatta.
    Ai lati Zapata sarebbe perfetto da una parte, ma dall’altra rimarrebbe il solo Bonera, conclamato pippone per tutti voi tifosini piccini picciò.

    A centrocampo sarebbe tragica; in questo momento tra Monto, Ambro, De Jong, Noce e Flamini, nessuno è in grado di azzeccare tre passaggi in fila, o anche tre stop… puoi anche macinare sulle fasce con il pazzesco De Sciglio (non Abate, terribilmente “impipponito”) e Urby teoricamente a sinistra, ma se in mezzo hai gente che il pallone non te lo fa girare a mille (gente tipo Pizarro e Borja Valero per intenderci), ottieni lo stesso risultato che ha il cazzo per le vecchie decrepite merdose.

    1. Borgofosco

      Purtroppo Acerbi ha problemi fisici ed è per questo che gioca col contagocce! Diversamente la coppia dei centrali titolari era quella ipotizzata nella campagna acquisti!
      Però faccio fatica a leggerti fra tutti quei ‘francesismi’! Puoi cortesemente usarne meno così saresti più diretto ed efficace nell’ esprimere la tua opinione!

  14. io sono per il 4-3-3 tutta la vita

    gabriel (o amelia)

    de sciglio zapata yepes(mexes) emanuelson(didac vilà)

    muntari(nocerino) de jong(ambrosini) montolivo

    pato(robinho) bojan(pazzini) el92

    1. concordo

      farei la stessa formazione ad eccezione di Muntari , preferisco Nocerino

  15. quando torna il munta sarà titolare al centro

    1. il mio milan titolare è:(4-2-1-3)
      amelia
      abate zapata mexes de sciglio
      muntari dejong
      nocerino
      robinho pato el shaarawy

      prima del rientro di munta proverei li montolivo, dopo il rientro di muntari alternerei nocerino e il monto. l’unica pecca di questa squadra per me è robinho, cioè a lui piace partire da sinistra ma abbiamo un vuoto in quella zona del campo, si dovrebbe sacrificare.

Comments are closed.