Up

Alexandre Pato: altro piccolo problema per il brasiliano nel giorno del suo 23esimo compleanno. Il soffiare sulle candeline gli ha causato una rottura dei legamenti del crociato.

Giampaolo Pazzini: arriva dopo due partite e, come Sulley Muntari, segna tre gol. Stavolta, però, Tagliavento, glieli convalida tutti.

Nigel De Jong: subito ambientatosi nella famiglia Milan e desideroso di prendere il posto di Van Bommel nel dopo gara ha dichiarato: “Gli obiettivi per questa stagione sono Scudetto, Champions, Coppa Italia, la tibia di Chiellini e il perone di Cassano“.

Kevin Prince Boateng: in campo è apparso molto desideroso di segnare un gol. Senso di responsabilità? Istinto del campione? Niente di tutto questo: nel postpartita ha dichiarato “altrimenti Melissa ha detto che non me la dà

Dimitar Berbatov: continua la telenovela per il Bulgaro, lui però si giustifica: “non è vero che cambio decisione troppo spesso, è che devo accumulare miglia Alitalia prima che mi scada la tessera

Down

Mattia de Sciglio: il terzino rossonero si impone con una bella partita, cross, corsa e verticalizzazioni ottenendo un 5 in pagella. “Per ottenere di più deve chiamarsi Liechsteiner“, il commento dei giornalisti.

Stefan El Sharaawy: respinge con la partita di oggi le accuse di presunzione che gli sono state fatte durante l’estate: “Non è vero, oggi ho giocato male e resto umil… Giampaolo dove cazzo vai? Quel pallone è mio… senza di me non avreste mai vinto oggi!

Ignazio Abate: ancora problemi in vista di Milan – Atalanta. Il terzino rossonero ha dichiarato di aver ancora bisogno di tempo dall’estetista prima di essere presentabile.

Luca Antonini: ha fatto un bellissimo 1-2 con El Sharaawy che ha risposto di tacco. Poi si è scusato.

Riccardo Agricola: continua a far parlare di sé l’ex-medico sociale della Juventus. Giaccherini è infatti diventato il nuovo leader della squadra – alla Vuelta a Espana.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.