Che gran mercato, quello del Milan: abbiamo preso Drenthe a parametro zero e ceduto Mesbah in Francia, abbiamo performato lo scambio Mexes – Bendtner e con i soldi risparmiati dagli ingaggi abbiamo comprato Yanga-Mbiwa, con un ulteriore tesoretto in fresco per un colpo a Gennaio, magari proprio Pepito Rossi, per lo sprint finale in ottica scudetto! Nonostante le partenze obbligate di Thiago Silva e Ibrahimovic, la squadra non si è quasi indebolita, e siamo ancora in corsa per entrare tra le prime otto d’Europa, e, con il nuovo stadio e meno infortuni, vincere in Italia. Anche grazie ai soldi che, dopo un’attenta opera di convincimento da parte del mister, la dirigenza ha concesso magnanimamente, per arrivare al grande colpo di cui sopra!  I tifosi sono contenti e dopo l’iniziale calo, gli abbonamenti si sono mantenuti sui livelli dello scorso anno, tutto va bene, la panchina dell’allenatore è solidissima. Ma ora spegniamo Football Manager, e torniamo alla realtà.

Una realtà in cui la dirigenza non scuce più un centesimo, frutto di una inaspettata, almeno fino a pochissimi anni fa, avarizia. Ogni centesimo è buono per far cassa, l’unica strategia di mercato è continuare con gli attestati di stima a chi c’è già, come se non si fossero già seduti su recenti allori. Ogni top player, a meno che non riesca a trovare conforto tra le braccia di un membro della famiglia dirigenziale, è in vendita: in un supermarket, anzi, un discount di provincia. E’ molto verosimile, l’immagine di un Cassano abbastanza vicino alla data di scadenza, passato dagli illuminati scaffali degli ipermercati e poi rimarchiato con una sottomarca, gettato alla bella e meglio su un ripiano, ancora nel cartone. E per liberarsene, all’entrata il cartello con l’offerta speciale. Un bello sconto, di quelli che ti attraggono quando sei in giro nell’indolenza, e ti trascinano dentro. Almeno nell’intenzione di chi vuole vendere. 

Quel discount, dentro, è sporco e mal curato: ha conosciuto giorni migliori, e ora, se non ci sono offerte eccezionali, la maggior parte dei clienti se ne tiene lontano. I “prodotti in vendita” certe volte sono stantii, attaccati al cartone e allo scaffale quasi non se ne volessero venir via. Gli unici frequentatori abituali sono una sempre più ristretta cerchia di amici dei proprietari, che ancora vanno raccontando in giro di come quel minimarket sia il più pulito, luminoso ed economico della zona, e di come i prodotti siano sempre freschi. E continuano, pur venendo spesso e volentieri sbugiardati da chi sta loro intorno. Per abitudine, per lobotomia o per altre ragioni che li mantengono attaccati alla famiglia proprietaria del discount, che ha paura da tempo di fallire e di soccombere alla logica delle grandi catene. E non è nemmeno tanto convinta di voler vendere, di avere un’uscita di scena dignitosa e una serena vecchiaia.

Sì, quella che ha Silvio, in questo anche istigato dalla sua famiglia, è paura del fallimento: paura di vedere in fumo il patrimonio accumulato in più di quarant’anni di attività imprenditoriale. Molte ombre, certo, sul come, ma gli va dato atto, anche da parte di chi spesso avversa le sue posizioni: partendo da poco, ha costruito un impero. Ora, però, le fondamenta minacciano crolli, e la sentenza sul lodo Mondadori contro la Fininvest è stata per Berlusconi un fin troppo forte campanello d’allarme, forse ingiustificato. L’esperienza, infatti, ci insegna come i problemi di una società non vadano automaticamente ad inficiare le altre di un gruppo, anche in un settore storicamente poco redditizio sul piano economico come il calcio. Pensiamo ai dati negativi (e ai numerosi ed indecenti licenziamenti) della Fiat, a cui corrispondono ingenti investimenti nella Juve. Ma anche, più in piccolo, pensiamo al Catania, una delle poche società in Italia con bilanci sempre in attivo, spesso elogiata per il continuo raggiungimento dei suoi obiettivi. Il presidente Pulvirenti, però, non ha sempre avuto tanta oculatezza, e sui giornali, ultimamente, è finito a causa dell’altra sua società: la Windjet.

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.

31 Comments

  1. bari 2020, lei è uno sporco comunista :mrgreen:

    MI CONSENTA

    Il Milan ha le capacità e il dovere di dominare in italia ed europa facendo del bel giuoco la sua arma, anche quest’anno ho allestito una squadra supercompetitiva che si può battere alla pari con le più importanti compagini europeee

    BRAVOOOO, BRAVOOO, GRANDE PRESIDENTE; QUESTI TIFOSOTTI POLITICIZZATI SONO LA ROVINA DEL MILAN

    SLUUURP, LEI E’ IL MIGLIORE!!!!

  2. da lunedì il mercato del Milan subirà l’accelerata finale , meno male aggiungo non se ne poteva più di questo apparente immobilismo

    la cosa più sorprendente e grave è che in via Turati ad oggi non sanno con certezza quale saldo andranno a prendere su una lunga lista di nomi
    monitorati

    speriamo che i nuovi acquisti siano almeno compatibili ed utili alla rosa rossonera ,

    sarebbe per esempio paradossale acquistare Pazzini forte nel gioco aereo di testa quando non abbiamo in rosa un terzino che crossi decentemente

    1. Bhè ma il Pazzo si sposerebbe con Cassano e magari lo tirerebbe su di morale.

      Tuttavia preferisco Matri o, chissà, Berbatov, ma con quell’ingaggio che ha.. se lo abbassasse poi ne riparliamo.

  3. L’ultimo paragrafo è da delirio di onnipotenza di uno che si crede un tuttologo e sulla base di due esempi del cazzo costruisce una teoria sull’intero mondo aziendale. Adesso vuoi insegnare a Berlusconi a fare l’imprenditore aahahahahah.

    Comunque anche tolto l’ultimo pezzo non è che il resto del post migliori. Oggi è il supermercato, domani sarà il barbiere e dopodomani l’elettricista, diciamo che cercate ogni metafora per dire sempre le solite cose. Cose sconclusionate e tendenziose.

  4. ronco ti dimostri sempre più di parte.. sarà un post scopiazzato qua e la su qualche giornalaccio venduto…. cassano si è messo da solo sul mercato, fosse stato zitto ora sarebbe il perno del nuovo milan, del milan con il falso “nueve”…. che impari a tener la bocca cucita che se lui può ancora giocare e sparare cazzate gran parte del merito è della società in cui milita ancora…..

    l’ultimo paragrafo è fantastico, al limite del comico… ti contaddici da solo prima chiedi investimenti e poi vuoi i bilanci a posto come il catania di pulvirenti…. ahahahhahahah togliete il fiasco da vicino al pc quando scrivete i post!!!!

    1. Ma hai capito qualcosa di ciò che ho scritto? Intendevo che la preoccupazione del lodo Mondadori che infici sui bilanci Milan è poco fondata. Non ho detto di volere i bilanci del Catania.

  5. tra i tre italiani io preferirei Matri, poi il Pazzo e per ultimo Marcobaleno. Ma chiunque arrivi sarà comunque un successo, quest’anno l’obiettivo primario era quello di sistemare i conti…..

  6. ‘L’ottimismo della ragione’ mi induce a pensare che Drenthe non può esssere più scarso di Mesbbah mentre per l’attacco, se non si intravvedono giocatori migliori di quelli che la stampa indica come possibili acquisti, è meglio utilizzare la rosa di cui si dispone. Il passaggio da big team a squadra di categoria inferiore, nelle classifiche dei top club,, non è stato digerito dai tifosi. Tuttavia si tratta di ‘anno zero’ e le potenzialità, sia dell’allenatore che della squadra, sono tutte da dimostrare. Il Milan è un rebus che per certi versi affascina e fa fantasticare(se Pato…. se Boateng…. se Cassano… se Zapata… ecc). Una squadra da ricostruire partendo dalle valutazioni dello staff tecnico che sono abbastanza incomprensibili ai tifosi rossoneri. Il gioco, che la squadra esprimeva l’anno sorso, era fortemente criticato, da opinionisti per lo più prezzolati, e dai tifosi. Palla a Ibra e….pensaci tu. Oppure quel stanasso di Thiago Silva a tappare i buchi che lasciavano centrocampisti titubani e difensori traballanti. Non era una squadra era un insieme di grandi giocatori che vivevano sulla genialità di solisti, Cassano o Robinho oppure Boateng, etc . Indispensabile voltare pagina indipendentemente del fair play finanziario. L’Europa aveva bocciato quel Milan che contro il Barcellona aveva spento tutte le speranze e le illusioni dei tifosi. Il campionato orfano di Romagnoli etc, lo avrebbero anche vinto, ma continuare per quella strada era autodistruttivo.Coraggio…senza essere tacciati di ‘beotismo’ si può credere che, come diceva il venditore di almanacchi, l’anno che verrà? Sarà migliore.l

  7. Borgofosco, se anno zero volesse dire obiettivi chiari allora tutti lo acceterebbero. Quello che certi beoti non riescono a capire è che non siamo tutti coglioni come loro e ci facciamo fregare dal nano.

    Almeno nel Milan un mario rigor montis non lo vogliamo

  8. Intendevo che la preoccupazione del lodo Mondadori che infici sui bilanci Milan è poco fondata.

    E perchè? Spiegacelo con un discorso economico-aziendale non attraverso due esempi.

    Altrimenti io sulla base “dell’esperienza” ti dico che in Europa si speso praticamente un cazzo per il calciomercato quindi non devi rompere i coglioni se non compriamo nessuno. Tu e tutta la compagnia di piagnucolanti pseudo-tifosi col paraocchi incapaci di valutare la situazione a tutto tondo.

  9. Il passaggio da big team a squadra di categoria inferiore, nelle classifiche dei top club,, non è stato digerito dai tifosi

    Chissà perchè…mica vogliono vincere sempre, dicono.

    Ma chi ci crede.

  10. Tutte chiachiere da beota

    Quello che tu e l’altro pidiellino non capite perchè siete talmente idioti da pendere dalla bocca del magnaccia è che si contesta la mancanza di un progetto, il continuo ripetere che siamo competitivi, quando in realtà siamo da 5-6 posto se la squadra gira

    Riguardo al non spendere, solo in Italia, e sottolineo in Italia Roma, juve, Fiorentina e Inter hanno speso più di noi, e va bene Juve e Inter e la roma, ma la fiorentina, una squadra che conta zero nel calcio italiano e meno di zero a livello europeo.

    Lo United ha comprato Kagawa e Van Persie, il barca acquisterà Song, il Real Modric, ma tu dici che non si è speso un cazzo solo perchè così giustifichi quel pappone che preferisce spendere i soldi in puttane e ville invece che in giocatori

    Per voi lobotomizzati vanno bene il catania, per l’udinese, il chievo, il novara, quella è la vostra dimensione calcistica

  11. I Della Valle stanno meglio di Berlusconi: http://www.napolipuntoacapo.it/npc/articoli.asp?id=13610&title=ECCO+I+PIU%26%238217%3B+RICCHI+D%26%238217%3BITALIA…SOLO+BERLUSCONI+ARRETRA

    La Roma ha la proprietà straniera.

    E comunque queste due squadre hanno comprato tanto e a basso costo, se Galliani non aspettasse solo i favori dei procuratori amici e andasse in giro a comprare brasiliani o stranieri potremmo farlo anche noi senza chiedere miracoli a Berlusconi.

    L’inter ha speso per Palacio e un portiere. Cioè, la prima volta che spende in 3 anni è per prendere uno nel ruolo in cui avevano un certo Julio Cesare.

    La Juve molto bene, ma si sa.

    Il Real spenderà tanto solo per un giocatore. E’ vero che non hanno bisogno di molto, ma non è certo una campagna acquisti faraonica.

    Idem il Farça.

    In Premier stanno troppo bene per fare confronti.

  12. Perciò informati la prossima volta.

  13. Se il nano volesse si comprerebbe il buco del culo di della valle e lo darebbe in pasto ad un gruppo di gay assatanati solo per il gusto di vederlo…

    Detto questo nessuno sta chiedendo messi o c.ronaldo

    yanga mbiwa bendtner e sahin non sono dei fenomeni, ma fanno parte del concetto di comprare a basso prezzo

    borja valero faceva così schifo? handanovic lo potevi prendere ed eri a posto col portiere per 5-6 anni.

    La Roma ha venduto borini e ha reinvestito, e ha comprato parecchio anche l’anno scorso, in alcuni casi male in altri meglio.

    C’è solo uno stronzo che vende prima Sheva, poi kakà, poi thiago e ibra e si intasca i quattrini…

  14. sei cosi esperto di calcio estero che sei convinto che yanga mbiwa fosse meglio di zapata???

    zapata è scarso perchè è retrocesso con il villareal mentre borja valero no???

    tu sei tanto scemo da non capire che in questo momento il risultato sportivo è passato in secondo piano, questo sarà un anno di transizione…. il manchester united dopo aver ceduto ronaldo e tevez chi comprò???? l’inter dopo aver ceduto balotelli e eto’o chi ha comprato???? l’arsenal dopo la cessione di henry e nesri ha comprato qualcuno???? sei cosi scemo da non poter accettare un anno di transizione, credi che la gestione delle squadre sia quella di football manager, vivi nel mondo dei sogni. posso capire che la pensi cosi un adolescente come ronco ma da te questi ragionamenti sono incomprensibili, non oso immaginare come gestiresti un’impresa….

  15. ah lpf, facciamo una class action contro la dirigenza dell’arsenal che ha venduto van persie!!!!

  16. L’ho già detto, il sole a voi lobotomizzati non fa bene, l’anno di transizione ci sta, ma non finchè ci sono idioti che continuano a blaterare di competitività (ultimo tra tutti il caciuccaro) e non finchè si continua a comprare gente a parametro zero vecchi a fine carriera e scarsi a parametro zero o peggioa cnora pagandoli 21 milioni di euro. Qualcuno di voi probabilmente si dimentica di quando venduto sheva si andò a prendere el pippeiro per 21 milioni…

    Zapata è un buon giocatore, è mexes che è scarso, montolivo va bene, sono traorè e quell’altro che fanno cagare a spruzzo. Fanno cagare mesbah e Antonini, e ancora di + pensare di sostituirli con un coleroso bollito di 31 anni come Dossena.

    Fa cagare pensare di sostituire Ibra con Borriello, dopo aver fatto il contrario due anni fa, fa cagare vedere che nn si fa un’offerta per nainggolan, che nn si hanno 10 milioni per sahin, dopo tutti i quattrini intascati dalle cessioni.

    Fa cagare vedere idioti che si ostinano a fare i contabili, dimenticando che i buchi di bilancio sono stati creati da una gestione non oculata di acquisti ed ingaggi (dai 4,5 milioni a didastro, a emerson e al merda ma anche a uomini + degni come gattuso e inzaghi) da parte degli stessi personaggi che piangono miseria e nello stesso tempo prometteno fumo e aria fritta…

    E tutti voi pidiellini dietro come le pecore…

  17. fate una class action contro il padre terno, vi ha dato dei cervelli usati di seconda mano

  18. che babbeo… mi diresti quale è il tuo prototipo di dirigenza che vorresti al Milan?? a quale squadra europea invidi la dirigenza???

    1. quello che la maggioranza dei tifosi contesta in questo momento è che non si vede uno straccio di progetto serio pluriennale sui giovani

      se a Milanello arrivava per esempio Ogbonna Poli Merkel Quadrado Muriel Destro cmq dei giocatori giovani ma di sicuro avvenire nessuno avrebbe criticato

      ma se tu ti presenti ai tifosi con Montolivo e Zapata che non sono giovani , chi vuoi prendere per il culo ?

      1. zapata e montolivo non sono neanche vecchi su dai!!!

        1. verissimo

          ma non sono giovani ,

          sembrano questi due acquisti come per esempio quando si cerca disperatamente di rattoppare un buco ad una giacca quando non hai la possibilità di cambiarla con un’altra

          con questo non voglio dire che i due giocatori non siano da Milan , per carità me ne guardo ,
          ma sicuramente non sono due soggetti per un serio programma pluriennale di rafforzamento della rosa mediante l’acquisto di giovani

  19. piuttosto dalle dichiarazioni di Allegri di oggi

    sembra di capire che l’allenatore non è sicuro che Cassano resti , quindi è probabile che vada via

    ed eventualmente se ci sarà un acquisto last minute sarà o un terzino o un centrocampista o una punta

    così ha dichiarato Allegri

    e questo discorso la dice lunga su come economicamente siamo ridotti , si acquista uno scarto dalle big in uno dei tre ruoli in cui siamo scoperti ,

    che amarezza , siamo proprio caduti in basso


  20. yanga mbiwa bendtner e sahin non sono dei fenomeni, ma fanno parte del concetto di comprare a basso prezzo
    borja valero faceva così schifo? handanovic lo potevi prendere ed eri a posto col portiere per 5-6 anni.

    Gli acquisti low cost li dovrebbe fare Galliani, è compito suo procacciare giocatori. Berlusconi detta la linea ed è una linea in linea con l’attuale situazione economica.

    ah lpf, facciamo una class action contro la dirigenza dell’arsenal che ha venduto van persie!!!!

    Quello stronzo bugiardo di Wenger aveva detto che restava e forse rinnovava. Bastardi indegni, ci hanno presi in giro, truffatori schifosi, aridetece l’abbonamento di quest’anno e dell’altr’anno pure. Vergogna. Wenger caccia i milioni o fuori dai coglioni!

    1. quello scemo di wenger ha venduto pure song!!! che scandalooooo!!!

  21. che poi tutto quel casino per 72 abbaonamenti tornati indietro.. tutto quel casino mosso da chi allo stadio non va nemmeno gratis!!!!

  22. boldi, non perdere temo a ragionare con gente il cui masimo sforto intellettivo è leccare il culo al magnaccia

    La dirigenza che vorremmo è quella spiegata nel post, idiota, ma per voi idioti, è difficiale da concepire il fatto che il vostro capo sia un magnaccia tirchio che fa finta di piangere miseria mentre compra yacht da 18 milioni di euro al figlio…

    Con 18 milioni ci finanzi una campagna acquisti onesta, ma questo significa avere un progetto, osservatori che vanno a trovare i kagawa, i verratti, i cuadrado, i muriel, gli isla, gli asamoah…

    poi ci sn i coglioni che intascano i quattrini e credono di poter battere il barcellona con un allenatore incapace e una squadra da 5/6 posto

    1. sei coglione?? fammi un esempio, il nome di una dirigenza!

  23. yacht da 18 milioni di euro ?

    questa me la ero persa , ma veramente ? non ci posso credere cazzo

  24. sì, 18 o 8 milioni nn ricordo, ma tanto il pidiellino ti dirà che lui coi soldi ci fa quello che vuole perchè LUI è il migliore

Comments are closed.