Un'altro Zaccheroni?

Sabato 06/05, ore 22:50, la frittata è già stata fatta, la partita simbolo dell’annata milanista è appena finita. Scudetto ai gobbi, sconfitta clamorosa della coppia Galliani-Allegri che vinsero a mani basse lo scorso anno, dando alla squadra delle motivazioni e Ibrahimovic. Quest’anno c’era Ibrahimovic, assenti le motivazioni e, come al solito, il gioco. A dire il vero il gioco non ce l’aveva nemmeno l’Inter, sono partiti molto bene, precisi ed aggressivi, ma dal rigore di Ibra in poi il loro gioco non è più esistito, e se un gioco ce l’hai non lo perdi prima della fine del primo tempo.

Noi il gioco non l’avevamo e l’abbiamo ampiamente dimostrato, nemmeno nella fase centrale della gara, quando il risultato pendeva dalla nostra parte, grazie al solito svedese che teneva a galla la zattera mentre gli altri dormivano profondamente.
Ma analizziamo meglio lo schieramento iniziale che al solito è una scusante per i sostenitori di Allegri, e in questo caso non può che esserlo:
Abbiati, la sua peggiore stagione, speriamo l’ultima.
Abate: la coppia che forma con Milito è inossidabile, si è mai visto poi un terzino che non sa fare un cross?
Yepes: in partenza, che motivazioni poteva avere? Bonera : mi sono accorto di lui quando l’hanno sostituito.
Nesta: idem, in partenza direzione New York.
Van Bommel: idem, direzione PSV.
Nocerino: ottimo elemento, un punto da cui ripartire.
Muntari: idem come Nocerino.
Boateng: è stato 6 mesi infortunato, sempre meno efficace, la terapia Satta non funziona.
Robinho: in partenza direzione Santos, fortunatamente.
Ibrahimovic: no comment, indescrivibile la sua forza d’animo e la sua voglia. Vedendolo giocare assieme ai compagni sembra di vedere un dado d’acciaio in mezzo ad una scarica diarroica.

Questi erano quelli in campo: secondo voi l’Inter era messa meglio? Dopo 3 tecnici ed una stagione fallimentare, con mafie, odi e capannelli nello spogliatoio? Ma non scherziamo! L’Inter era messa peggio di noi, e con tutto il rispetto Stramaccioni non può avere più esperienza di uno che ha vinto la panchina d’oro, uno scudo ed una supercoppa – ma ha instillato nella sua squadra un briciolo di motivazioni, al contrario del nostro tecnico – e non saltiamo fuori col discorso degli infortuni perché l’Inter, stasera ha avuto due infortuni, che hanno portato a due sostituzioni anche se, 3 sostituzioni obbligate per infortunio sono un record nel record della schifosa gestione atletica della coppia Galliani-Allegri.

Guardiamo adesso il resto del panorama:
Inzaghi: soldi buttati.
El Shaarawi: un player da 30 milioni lasciato a marcire in tribuna, forse è scarso, e allora perché non gli si è preferito Lamela, a 20?
Maxi Lopez: non serviva a niente, era il “gadget” natalizio per i tifosi, come indennizzo, sempre argentino, del mancato arrivo di Tevez, comunque ha voglia di lavorare ed è orgoglioso di essere con noi, potrà tornarci utile.
Aquilani: è fragile come il cristallo e si è visto, ha degli ottimi piedi, ma dopo l’infortunio non è stato più lui.
Cassano: la favola più bella dell’anno.

Ed arriviamo al capitolo più doloroso, peggio di una colica di addominale: Pato, Seedorf, Thiago Silva.
Pato: il fidanzato d’Italia è fidanzato, e questo basta a giustificare il suo stipendio, nutro dubbi sulla totale veridicità dei suoi infortuni, l’impegno che ci mette, comunque, le poche volte che gioca, è scarsissimo.
Seedorf: il giocatore più dannoso della rosa del Milan, grande padrino dello spogliatoio, oltre a giocare di merda, si è sentito oltraggiato dalle scelte di Allegri, e non c’ha pensato due volte a fomentare un casino all’interno dello spogliatoio nel momento più cruciale della stagione, grazie Clarence, di cuore. Per fortuna vengono a liberarti da tutta questa ingratitudine, e finalmente potrai essere titolare in un club adatto alla tua immensa classe: il Botafogo.
Thiago Silva: ci eravamo dimenticati che il nostro figlio prediletto era brasiliano, ce lo ha ricordato lui. Si è infortunato molto tempo fa, adesso è guarito, è pronto, ma non vuole giocare perché ha paura di rompersi in vista delle Olimpiadi.

Questo ci fa capire che lo spogliatoio del Milan è totalmente fuori controllo, e Galliani ed Allegri, non se li caga nessuno.
Il capro espiatorio in questo caso è Mexes, che dopo gli episodi di Firenze e ancora prima, Barcellona è stato mandato in tribuna, come monito per gli altri. Gli altri non hanno seguito il monito, e noi abbiamo giocato con Yepes difensore centrale.
Basta questo per dare un alibi ad Allegri? NO.
Ed è proprio Ibrahimovic a condannarlo: avere una rosa di caratura infima ma con Ibra dentro vuol dire avere quella più competitiva. Vince(va) scudetti da 8 anni consecutivi, da solo o con la squadra più forte: conta poco, Zlatan, e tanta voglia di vincere bastano per conquistare il campionato. Se ce lo avessero avuto squadre come Lazio, Udinese o Napoli, per non parlare della Juventus, avrebbero vinto tutto a mani basse.

Qui sta la colpa di Allegri: aver dato zero motivazioni a questa squadra, che, quando adeguatamente stimolata dall’importanza della competizione, ha saputo dare delle prove di forza incredibili. Negli scontri col Barcellona e con l’Arsenal vedevamo un Milan totalmente diverso da quello della Serie A, perché? Perché la Serie A quest’anno non fregava a nessuno: lo scudetto ci spettava di diritto, e noi cercavamo soddisfazioni in Champions, un palco adeguato alla nostra classe. Finendo presi a calci in culo sia in coppa sia in campionato.

Un ulteriore prova di questa tesi è che, accanto alle ottime prove contro Barcellona ed Arsenal, di Champions, nella stessa stagione, siamo stati in grado di vincere una sola partita sulle 12 disputate con le prime 6 della Serie A, poi 5 sconfitte e 4 pareggi. Che prova volete ancora?

Ci siamo dimostrati una squadra appagata e con la pancia piena, piena dell’alcool di Roma (che ci ha fatto perdere pure la semifinale di Coppa Italia dello scorso anno) e degli stupidi moonwalk di Boateng. Allegri è un allenatore così, lascia il tempo che trova, se trova la squadra motivata, bene, altrimenti non riesce ad aggiungerci niente, anzi spesso riesce a sottrarre, come all’andata contro la Juve in campionato, quando ha iniziato a fare sostituzioni a cazzo fintanto che non l’abbiamo persa; e l’incommentabile schieramento di Londra al ritorno con l’Arsenal, partita che ci ha davvero tagliato le gambe, a livello di autostima, pure in coppa.

Berlusconi per peggiorare le cose, ci mette pure del suo, annunciando, o facendo annunciare ai suoi sottoposti l’imminente arrivo di Guardiola, o di Capello, facendo perdere immediatamente ad Allegri quel briciolo di autorità che gli rimaneva. Tranne fare una rapida retromarcia appena letto il preventivo dei procuratori dei suddetti tecnici. Se, come tutti noi non è soddisfatto del gioco, assuma un allenatore capace ed esperto, ma se non può farlo taccia, e lasci lavorare Allegri in pace. Oppure entrando a gamba tesa nell’affare Tevez: senza dubbio quel Giovedì è stato il punto più basso della stagione, dove oltre allo scudetto abbiamo perso pure la faccia; il pomeriggio in cui potevamo trasformarci di nuovo in un grande Milan con l’arrivo di un grandissimo campione, abbiamo fatto invece una colossale figura di merda solo per garantire scopate sicure alla figlia del padrone. E questo non posso accettarlo.

Galliani invece ha davvero toccato il fondo: attua una politica societaria molto discutibile, fatta di rinnovi costosissimi a giocatori strafiniti, contratti lunghissimi ed onerosissimi a dei parametri zero di dubbio valore, ed autorità ed autorevolezza in Lega sottozero. I Ladri si sono presi tutti gli arbitri ed hanno modellato a loro piacimento il calendario senza che nessuno dicesse niente. Ah no – c’è sempre la pagliacciata durante l’intervallo di Juventus-Milan cercando quasi lo scontro fisico con Conte, un uscita che quasi gli faceva saltare le coronarie: siamo a livelli di sceneggiata napoletana, sbeffeggiati in casa, e all’estero dalla UEFA nei sorteggi.
D’altra parte come può un dirigente che non ha nemmeno la fiducia del suo presidente pretendere rispetto dalla Lega o da Platini? E’ evidente che Galliani ha fatto il suo tempo. Allora perché esonerare solo Allegri? Io chiedo un cambiamento di quasi tutta la società, intendiamoci, ma in questi momenti bisogna essere lucidi e pragmatici. Altrimenti saremmo dell’Inter e non milanisti. Berlusconi e Galliani non li possiamo sostituire, allora chiediamo a gran voce di sostituire (almeno) Allegri e tutto lo staff che cura la preparazione atletica. Si chiede il massimo per ottenere il minimo.

Ibra: mi dispiace aver gettato nel cesso la sua miglior stagione di sempre, 29 gol, decine di assist che rimarranno per sempre nei nostri occhi e nei nostri cuori. Come nei nostri cuori c’è, e non potrà andarsene, Andrea Pirlo, cui sportivamente dobbiamo fare i complimenti per lo scudetto. L’anno scorso, e non solo, giocava di merda, le sue motivazioni col Milan erano da tempo ridotte al lumicino, la nostra squadra cercava mediani e lui un contratto triennale. Ha ringraziato tutti ed ha tolto il disturbo. Senza ricatti o giornalate. Grazie Andrea per quel gesto, non ci servivi più e te ne sei andato, in punta di piedi, senza sbattere la porta. A me come giocatore sembravi ormai inutile, e forse lo eri; ma posso dirti che se gli altri mostri sacri dello spogliatoio invece di stare a fare i padrini avessero seguito prima il tuo esempio di professionalità, anche quest’anno lo scudetto sarebbe stato nostro. Pirlo o non Pirlo.

reostato

Posted by reostato

Editorialista e responsabile dei LIVE insieme ad Anonimoabusivo

48 Comments

  1. Ottimo post che condivido al 50%.

    Non c’ è dubbio che i principali colpevoli siano Allegri e Galliani, da cacciare entrambi e ci mancherebbe.

    Per me i goal di Ibra 10 o 11 su rigore contano relativamente poco. Il Barcellona prima (ma del resto tutte le squadre che negli anni hanno vinto senza Ibra) la Juve quest’ anno c’ insegnano che con i solisti non si va da nessuna parte tanto meno con le prime donne utili solo a fare casino. Speriamo se ne vada via dal Milan quanto prima.

    Caso Seedorf. Mi sta sulle balle ma se ha spaccato lo spogliatoio ad Allegri gliene sono grato. E non è certo lui attualmente il comandante dello spogliatoio ma Ibra.

    El Sharaawi in tribuna è un insulto al calcio della coppia Allegri Ibra. Impossibile fare le pulci ad Allegri senza passare da Ibra. Uno è la mente, l’ altro è il braccio prepotente del non gioco e dello spogliatoio spaccato.
    Veramente non capisco come si faccia a prendersela con Allegri per il non gioco se di questo non gioco Ibra è il protagonista in discusso. Non a caso senza di lui il Milan gioca un calcio migliore. Magari avere avuto rotto Ibra tutta la stagione. El Shaarawi in tribuna non l’ avremmo mai visto.

    La verità è che Allegri si è sottomesso a Ibra in tutto e per tutto, pure nel sacrificare i giocatori nel suo altare.

    Maxi Lopez ottimo acquisto. Peccato abbia giocato poco.
    Abbiati a me è piaciuto in questa stagione. Diverse volte ha salvato il risultato.

  2. tanto Maxi lopez non lo riscattano come Aquilani che per inciso sta benissimo ma l’allenatore Allegri gli preferisce Muntari

    ragazzi non ci sono soldi , cercheranno di rinnovare il meno possibile alla vecchia guardia ,
    dopo che avrenno discusso i rinnovi con Gattuso Ambro Flamini e soci proveranno a vendere i vari difensori inutili della nostra rosa come Taiwo ( per 2 mil.? )

    e poi vogliamo parlare del caso Mexes ? Allegri lo ha gia bocciato , sinceramente sono perplesso , è giusto dare un’altra occasione al francese visto il grave infortunio che ha avuto ? bohh

    speriamo che comprino un portiere giovane Abbiati fisicamente mi sembra al capolinea

  3. reostato

    Io mi espongo : via Allegri e, se non si può prendere Capello o Guardiola, o uno del loro rango, dico senza remore Pioli, uno con due palle così !!
    Altro argomento che costa poco ma risolverebbe molto vista la bruttissima stagione dei nostri portieri : Carrizo del Catania, ho parlato con diversi preparatori dei portieri miei amici e mi hanno detto concordi che questo ’84 li ha davvero impressionati, e’ assolutamente da Milan, lo garantisco.

  4. Diavolo1990

    Io sto leggendo di quelle perle di mercato da critica che fan paura.
    Le metto tutte da parte, poi al 31 di Agosto ci facciamo tutti insieme quattro risate.

    1. Bitcha

      ha parlato quello che non spara mai cagate 😆

  5. adler

    Giochiamoci quest’ultima partita con il Novara poi tireremo le somme.
    Sinceramente non condivido le critiche a Abbiati, Abate e a Thiago Silva infortunato. Dopotutto è in quella situazione perchè si è deciso di rischiarlo quando non era il caso.
    Così come non condivido un elogio sfrenato a Ibrahimovic. Lui è si un top player ma il suo carisma paradossalmente quest’anno hanno giovato in senso negativo alla squadra. A dirla tutta se dovesse arrivare una maxi offerta, cosa comunque quasi impossibile, io non ci penserei un attimo.
    Su Maxi Lopez, io al momento lo considero fondamentale. è l’unica prima punta che abbiamo, quindi dobbiamo tenercela.
    Su El Sharaawy condivido appieno, grande giocatore sottovalutato.
    Su Allegri poi è meglio non esprimerci per il momento. Quando lo sarà, fioccheranno discori e diatribe. Per il momento è meglio astenersi.

    1. Bitcha

      per quanto riguarda Abate, anche a me nel corso della stagione mi è venuto più di un dubbio….

      prendiamo in esempio il fallo su Milito domenica; un giocatore che è ormai da tre anni di fila il terzino destro titolare del Milan, un fallo del genere, e un errore del genere non lo può commettere…. in una situazione e in una partita in cui l’arbitro non aspetta altro di compensare un rigore generosissimo che ti ha concesso, con rischio che lo dia al minimo contatto, non prima perderti Milito in quel modo, e non puoi soprattutto mettergli le mani addosso così evidentemente… errore di una gravità e di una coglionaggine unica.

  6. Eh ma poi dicono che l’allenatore non deve fare Freud e motivare i giocatori. Infatti chi dice che avrebbe ucciso per Mourinho mica lo dice perchè Mourinho ti tira fuori l’anima…

    Allegri non ha nemmeno colpe su preparazione e infortuni…a quello ci pensano preparatori e staff medico. Allegri non è responsabile di un cazzo, Allegri si merita solo i complimenti quando Emanuelson azzecca una cazzo di fottuta partita di merda contro il Cesena da trequartista. Lì sono sburrate per Allegri, ma che bravo, che intuizione, ha avuto ragione ancora lui, che cosa li criticate…

    Dai su Allegriani, arrendetevi. E’è il primo allenatore che perde uno scudetto con Ibra in squadra. Che cazzo volete di più. Dai, su, è finito il bluff, questo è uno Zaccheroni di merda e deve levare il culo da Milanello in fretta. E i suoi seguaci si diano all’hockey su prato.

    Carrizo??? Da quello che ho visto è una merda… 😯

    Metre ti appoggio Pioli, come vado dicendo da un pezzo.

    1. reostato

      A me Carrizo piace, e ho chiesto a chi si intende di portieri un parere : l’avevano notato anche loro.
      Poi è possibile che abbia(mo) preso un abbaglio.
      Certo che se paragonato alla stagione di Abbiati, o alla vita intera di Amelia…..
      Pioli : se lo rimpallano da una vita squadre di merda tipo Bologna, Palermo e Chievo, se gli proponi il Milan arriva a milanello come una fucilata e chiede un tozzo di pane in confronto ad Allegri, Spalletti, Capello o Guardiola. Ed è uno sveglio.

      Poi basta con questa guerra ad Ibra : abbiamo l’attacco migliore del campionato, quindi il problema NON è quello.
      Poi fate un semplice esercizio mentale : sostituite Ibra, buttatelo nel cesso, e provate ad immaginare questa stagione senza di lui con in attacco : Pato-Robinho, oppure Robinho-Borriello, oppure Maxi Lopez- El Shaarawi, oppure Robinho-Maxi Lopez, oppure Pato-El Shaarawi, oppure Borriello-Maxi Lopez. Comunque la si giri difficilmente avremmo fatto meglio del campionato degli interisti…..
      Chi li avrebbe fatti gli assist per il Noce ? Chi ? Borriello ?? Pato ??
      E anche se al posto di Ibra ci mettete chi davvero doveva arrivare al suo posto, ovvero Dzeko, non mi sembra che il risultato cambi di molto, visto che Dzeko costava quanto Ibra e Huntelaar sarebbe stato venduto comunque.

  7. Strano.
    Quest’estate (e fino a settembre) tutti a maciullare i coglioni con “il carro di Emanuelson”. E ora…
    Chissà quanta gente dovrebbe darsi all’ippica piuttosto.

    1. Sì, esatto, il carro del TERZINO Emanuelson. Quello che quando gioca terzino riesce anche a fare assist.

      1. No, per niente. Si parlava di Emanuelson così come lo impiega Allegri.
        Sai, non ci si perde la faccia ad ammettere di aver cannato completamente il giudizio su un giocatore. Piuttosto la si perde tentando di aggiustare continuamente il tiro.

        1. Emanuelson trequartista????
          Tu sei pazzo…manco mi passava lontanamente per l’anticamera del cervello che potesse finire laggiù. Emanuelson come terzino, tutt’al più jolly in uno schieramento diverso del 4-3-1-2 e in quel caso ho toppato miseramente perchè non immaginavo che Allegri non conoscesse altro modulo.

          Io sono onesto e lo dico quando sbaglio: ho sottovalutato spesso il Principe Milito per fare un esempio. Però ad esempio avevo visto bene su Boateng con un anno di anticipo.

          Dove sono quelli che piangevano quando non prendemmo Krasic? Eh?

          Mica faccio i salti mortali per difendere una posizione pretestuosa assunta per motivazioni politiche come fanno tanti allegriani.

  8. Bitcha

    il carro di Emanuelson c’è, ci sarà e persisterà ancora…

    mi auguro che diventi fondamentalmente il nostro terzino sinistro titolare, anche se la cosa principale per quanto riguarda Urby, è che deve tirare fuori le palle… è forte, lo ha dimostrato quest’anno in più di un occasione, ma in alcune situazioni si caga sotto manco fosse il peggior Pato, e forse per quello da trequartista ha fatto bene solo quelle 3/4 partite, pur dimostrando di poter far bene anche in quel ruolo, che non è il suo.

    1. Bitcha, tanto per fugare ogni dubbio, anche io sono convinto che Emanuelson NEL SUO RUOLO possa fare bene. Non sto dicendo che sia una pippa. Il senso del mio commento era un altro…

      Ah, e tanto per dirne un’altra, due anni fa erano tutti galvanizzati dall’arrivo di Allegri. Tutti. Ora leggo critiche che vanno al di là di quello che ha fatto vedere negli anni in rossonero. Leggo critiche che porrebbero le persone che le muovono in una posizione più che ottimale per aver potuto giudicare il mister anche all’epoca, nello stesso identico modo in cui lo giudicano ora. Se gli si imputa il non-gioco, non capisco il perchè di tutto quell’entusiasmo due anni fa. L’avrà mica perso in giro per Cagliari il gioco, no?
      Andare dove tira il vento è sempre troppo facile. E di gente che sa di calcio ce n’è sempre meno.
      Le critiche VERE contro Allegri devono essere ben altre.

      1. Bitcha

        il Mister quest’anno ha fatto un bel po’ di errori, con la sorte che non gli ha dato una gran mano, anzi diciamo che lo ha praticamente mandato in culo…

        Non è un grande allenatore, e ci mancherebbe altro dato che in giro di grandi allenatori ce ne sono forse 5 (in rigoroso ordine Mourinho, Capello, Ancelotti, Ferguson e Heynckes, che ridendo e scherzando può vincere la sua seconda Champions), quest’anno si è dimostrato più cocciuto di un mulo e in diverse occasioni l’ha pagato.

        Il prossimo anno capiremo definitivamente se potrà diventare un allenatore di livello, o un semplice allenatoruccio come tanti, tipo Mancini, uno che ha avuto sempre la fortuna di allenare squadre talmente forti tali da mascherare la sua scarsezza.

        1. Sono d’accordo. Deve semplicemente maturare come allenatore, e alla fine vedremo cosa ne esce fuori. Io personalmente non lo butterei via ora. E non credo che sarebbe un rischio così grande come vogliono farlo apparire. Un altro anno, e poi si tirano le somme. In fondo ha vinto un campionato su due, e in Champions abbiamo purgato l’Arsenal all’andata, e anche il Barcellona è sembrato molto più vicino del previsto sia nei gironi, sia nei quarti dove sembrava veramente già tutto scritto.

          Io poi non voglio creare troppi alibi, perchè se perdi un campionato a 20 squadre, in cui al massimo puoi preoccuparti di 5-6 avversari e puntualmente quei 5-6 ti purgano, allora è inutile parlare all’infinito del gol di Muntari e dei gol sistematicamente in fuorigioco della Juve. MA esiste anche la matematica, e quella dice che se gli arbitri avessero fischiato giusto, quest’anno saremmo ancora campioni, NONOSTANTE un’infermeria costantemente piena di titolari. L’anno scorso abbiamo vinto pur avendo giocato parte del campionato con qualche primavera, ma i miracoli non accadono sempre.

  9. Ah, e tanto per dirne un’altra, due anni fa erano tutti galvanizzati dall’arrivo di Allegri.
    Embè? Se uno fallisce non può essere criticato? Se domani arriva CR7 mi faccio una sega, se poi gioca di merda non posso criticarlo?

    Il gioco a Cagliari ce l’aveva. E’ questo che rende il tutto ancora più grave.

    1. Bitcha

      man posso dire una cazzata talmente grossa, gigatescamente putrida, a costo di passare da allegriano verace, e puoi chiamarmici quanto ti pare (lo sai <3)???

      …..a Cagliari il gioco c'era perchè non c'era Ibra. :mrgreen: :mrgreen:

      1. Mmmmmmmmm…

        Io ho visto (poche) discrete partite in questi due anni con Ibra in campo. Quella fase in cui Ibra giocava molto a centrocampo, tipo partite contro Palermo, Catania, Parma io me le godicchiavo le partite…

        L’anno scorso la fase del filotto ottobre-dicembre si giocava discretamente. O meglio, si giocava tecnicamente male perchè c’erano i 3 mediani duri e puri (Rino-Ambro-Flamini) ma si capiva cosa fossimo in campo a fare: rubare palla nei primi 30 metri e andare dentro.

        Quindi non concordo. Un gioco con un’idea lo abbiamo avuto anche con Ibra, ma è durato due mesi l’anno scorso e un mese quest’anno (anche per l’infortunio di Cassano).

        Love u.

        1. Bitcha

          Ibra lo vorrei in squadra in questa vita e anche nell’altra, chiaramente….

          il mese in cui abbiamo giocato meglio, prima dello stop di Cassano, eravamo anche bellocci da vedere, anche per il fatto che in quel periodo potevamo vantare il miglior Aquilani possibile immaginabile (e AquaAlberto se gioca bene, è un giocatore pazzesco, pochi cazzi), non il gemello scarsissimo che è stato da dopo l’infortunio in poi.

          t’ho detto quello perchè ho notato che in alcune situazioni quest’anno in cui Ibra non c’era (Juve, Cesena, l’ultima mezz’ora di Udine, ma anche il ritorno in Coppa Italia con la Juve), sembravamo proprio il Cagliari di Allegri, quello del bel giuoco; Maxi-Robi-Ema erano Matri-Jeda-Cossu, e anche lì eravamo bellini da vedere, anche col Faraone al posto di Robinho, per esempio.

          <3

  10. Le critiche VERE contro Allegri devono essere ben altre.

    Sarei curioso di sentirle.

    Perchè il non-gioco non va bene dato che a Cagliari va bene.
    Se dico che non sa motivare mi dicono che l’allenatore non è uno psicologo (però vorrei capire com’è che i ragazzi di Conte entravano con la rabbia di rinoceronti).
    La preparazione non la cura.
    Negli infortuni non mette becco (infatti Thiago Silva l’ho rischiato io).
    Non cambiare MAI modulo anche quando logica dice il contrario non sembra essere una colpa.
    Giochi strani sui calci piazzati ho letto addirittura che siano libere iniziative di Seedorf ( 😯 ) manco la buttassimo dentro quando non c’è Clarence.
    Emanuelson trequartista era un obbligo.
    Boateng trequartista un’illuminazione divina.

    Chisà cosa gli imputi a questo allenatore…sono curiosone…

    1. Più o meno ho scritto in italiano…Allegri mi ha mangiato qualche parola, però il senso si capisce.

      1. Per risponderti a quello che hai detto prima, se arriva CR7 e gioca male ci possono essere millemila motivi diversi, ma non di certo quello BASILARE, cioè che non sa giocare a calcio. Idem per Allegri, gli si può imputare tante cose (e ora ti rispondo) ma non il “non-gioco”, perchè appunto quello ce l’aveva eccome.

        Non so chi ti abbia detto che l’allenatore non deve motivare, ma di certo non sono stato io. Semplicemente ci sono casi in cui l’allenatore è anche un motivatore, e casi in cui non lo è. Se l’allenatore non fa anche il motivatore, allora bisogna trovare quest’ultima figura e inserirla all’interno dello spogliatoio (che poi, io mi chiedo anche quale ulteriore motivazione deve avere una persona che per vivere gioca a calcio, guadagna come un petroliere, si scopa modelle su modelle e quando ha successo individuale o collettivo diventa famoso come un attore di hollywood… ma vabbè, è un mio pensiero). Insomma se Allegri non sa motivare di sicuro non è un punto a favore per lui nella concezione più evoluta di allenatore, ma di certo non può penalizzarlo, nel senso che il suo mestiere in senso stretto è appunto allenare tatticamente, tecnicamente e atleticamente la squadra.
        Sulla preparazione sono d’accordo, e questa è la prima critica che accetto. Gli infortuni… cosa vuoi che ti dica, la cagata su Thiago l’ha anche ammessa. Ha azzardato e gli è andata male. Se poi aggiungi che il rischio era per un tipo di infortunio, e poi s’è rotto per un altro motivo, quella è sfiga. Sul non cambiare il modulo sono abbastanza d’accordo, e siamo a due. Calci piazzati, siamo a tre.
        Io ci aggiungo l’incapacità di gestire i cambi a partita in corso. Sia nei tempi, sia nelle scelte.
        Tu dici Boateng illuminazione divina… ma spiegami perchè se Allegri fa una cosa buona è solo culo, e se sbaglia è un coglione… non capisco.

        Allegri non è scarso, e non è vero che è fautore unico e solo del non-gioco. E non è un fenomeno di allenatore, per ora. E ripeto, per ora.

  11. il carro di emanuelson è intatto, te lo dice uno dei fondatori!!! emanuelson è un terzino/ala se gioca da trequartista e non rende al meglio non è colpa sua…. quando è stato in condizione ha fatto anche ottime partite li o a centrocampo( cesena, parma, palermo, arsenal all’andata) ma il suo ruolo è un altro.

    si sta andando verso il rinnovo di flamini a cifre più basse, speriamo!

  12. per una volta sono d’accordo con fabregas

    Emanuelson è un ottimo terzino/ ala sinistro 😐

    per un anno ci hanno detto (Allegri) che non era un terzino sinistro , per poi scoprire che non era così

    che poi il giocatore abbia accettato di giocare in tutti i ruoli del centrocampo per giocare è un altro discorso 😐

    1. ma nemmeno poteva rifiutarsi di giocare, sarebbe stato mandato via immediatamente, si è cmq voluto giocare le sue carte e secondo me non è stato cosi penoso…

      ultimamente cmq vedo tantissimi pseudotifosi che iniziano a salire anche sul carro di sulley, ehm… era una pippa, era uno scarto e alla fine ha retto la baracca come pochi… fosse stato in lista champions….

      1. Bitcha

        vero, li hai visti sì come rincorrono il carro, tutti affannati e col dolore alla milza???

        scandalosi!!!

        Ripeto che se Sulley era con noi dall’inizio rasentava la doppia cifra di gol….

        Peraltro in telecronaca Caressa e Bergomi tra tutti e due a sparargli merda addosso; “eeh non doveva dire quelle cose su Branca!!!” oppure quando Sulley esce e accarezza la maglia “i giocatori devono evitare queste cose, come Ljaijc con Delio Rossi… i giocatori devono evitare!!” MA VAI IN CULO FABIO VAI!!!!

        1. caressa, dal mondiale in poi pensa di essere il vangelo…. che doveva fare un che veniva fischiato da tre quarti di stadio??? ha avuto una reazione simile a quella di borriello quando venne per la prima volta da avversario a milano….

          muntari e nocerino sono molto simili secondo me, in un milan in formazione tipo si dovrebbero alternare, ma in mancanza d’altro entrambi hanno giocato e dimostrato di potersi meritare questa maglia.C4

  13. spero che siamo tutti concordi nel ritenere che Ancelotti Sacchi Capello erano di un altro livello rispetto ad Allegri o no ?

    Allegri lo vedo sullo stesso livello di Zaccheroni

    1. Assolutamente vero, quei tre sono su un altro livello. Ma da qui a dire che Allegri è pippa…

      1. Bitcha

        mmmmh….

        Zaccheroni al primo anno ebbe intuizioni discrete, ma approfittò del suicidio della Lazio che aveva uno squadrone pazzesco; l’anno dopo, perse la Supercoppa col Parma, in Champions uscì AI GIRONI contro squadre tipo Galatasaray e Hertha Berlino e arrivò TERZO in Campionato, con una squadra più forte e uno Sheva in più, peraltro subito capocannoniere….

        Ergo Allegri per risultati ha già fatto meglio di Zaccheroni, ma anche un botto di più.

        1. Bitcha

          che poi puttana eva è assurdo….

          ma quale individuo con un cervello anche parzialmente integro, può azzardarsi a paragonare Allegri a Capello, Sacchi e Ancelotti???

          Io mi tasto checcazzo…

        2. Diavolo1990

          Ma Allegri lo scudo l’ha vinto con la squadra più forte e soprattutto l’ha perso con la squadra più forte. Zaccheroni no.

        3. Bitcha

          Zaccheroni ha vinto con squadra meno forte, con suicidio della Lazio…. proprio come noi quest’anno, perchè alla Juve glielo abbiamo consegnato.

          Anzi ti dirò di più… nonostante avessimo una squadra meno forte nel ’99, Zaccheroni volle subito Helveg e Bierhoff, e tac, il Presidente glieli portò subito… oggi invece per se gli chiedi un Hamsik, non se lo può permettere.

          Per cui ripeto Zaccheroni vinse con merito, ma lo scudetto lo perse la Lazio (che aveva Vieri, Nedved, Nesta e via discorrendo, una squadra fortina per usare un eufemismo)… la stagione dopo con una squadra competitiva sul serio, si fece sbattere fuori dalla Champions dall’Hertha Berlino di gente tipo Wosz, Dardai e Van Burik, non proprio gente indimenticabile…. e in Supercoppa perse contro il Parma, a San Siro.

          Per cui Allegri ha fatto meglio di Zaccheroni, è un dato di fatto, puoi scrivermi qualsiasi cosa, non regge.

  14. Si ma se la squadra più forte passa tutta la stagione con (mediamente) il 50% dei titolari e delle prime riserve in infermeria… il livello REALE della squadra in campo si abbassa di parecchio. E come ha detto Bitcha, Zac ha avuto dalla sua parte il suicidio della Lazio e alcune botte di culo allucinanti (vedere goal di Ganz contro la Samp).

  15. Volete un esempio di cosa intendo per motivazione?

    Bene, torniamo sempre a Lui, Mourinho.
    Mourinho se giochi male, ti prende dopo 45 minuti, ti leva e il campo non lo vedi per un mese e mezzo. Così chi gioca tiene alta la guardia sempre, chi sta in panca si tiene pronto perchè sa che da un momento all’altro può trovarsi titolare per un mese.
    E’ successo con Coentrao e Marcello, con Khedira, Lass e Granero, Ozil e Callejon e in parte Kakà, Higuain e Benzema e via dicendo.

    Conte: non so come, non so perchè, ha ottenuto quello che voleva alternando ora Matri, ora Borie, ora Alex, ora SfogliatellaQuagliarella.
    Per non parlare di Pepe titolare per mesi e mesi poi finito in panca senza fiatare e che quando veniva schierato sputava sangue. O Caceres/Lichtsteiner, chi gioca gioca fa comunque miracoli. O Estigarribia titolare per la prima volta a Napoli o a Roma o dove cazzo era comunque una gara difficile giocata muy bien.

    Allegri: Robinho gioca di merda, sta in campo fino all’87’ entra Maxi Lopez che sa che ha 5 minuti per segnare due gol altrimenti la partita dopo si siede ancora in panca e gioca Robinho. O El Shaarawy quando gioca sa che è solo per una partita, poi tornerà Binho per altre 5…

    1. straquotone

      ci vorrebbe proprio il Mou 😀

    2. mou lo fece anche nell’anno del triplete…. eto’o dopo la coppa d’africa faceva panchina a balotelli e pandev, muntari fino a catania giocò quasi sempre eccc… a noi al massimo si alternano van bommel e ambrosini, bonera con antonini e abate, mexese e yepes con nesta… bah a robinho son bastate due partite in tribuna per giocare di nuovo a buoni livelli, maxi non vede il campo da bologna..

  16. intanto traorè annuncia che giocherà nel milan l’anno prossimo!

    1. Bitcha

      ha visto qualche videino su Youtubo del maliano tra l’altro… non malaccio, da quel poco che ho visto, sembra uno alla Muntari, o alla Nocerino, non uno alla Van Bommel per intenderci; a questo punto però, con uno con queste caratteristiche, cazzo ce ne facciamo di un Flamini??

      Ipotizzo eh…

    2. Ad occhio credo possa essere quello col cazzo più lungo di tutto lo spogliatoio.

      Comunque ora mi sovviene questo video di Antonio Conte, quelle parole valgono per qualche tifosotto dei nostri. Non sei d’accordo Diablo?

  17. Bitcha

    sembra un vecchio incazzato con un ragazzino che non gli ha dato il posto in metro…

    1. La versione integrale è ancora più esaltante: difendo il mio lavoro perchè è un grande lavoro e ringraziate che c’è Conte a Siena.

      1. Bitcha

        bocciato in Psicologia Del Mourinho, bocciatura senza rimorsi…

        avrei voluto gli facessero un video anche mentre mandava in culo gente sugli spalti a Bergamo, a partita in corso, mentre la sua squadra perdeva…. un uomo di una pochezza immane!!!

  18. chi vuole copiare mourinho perde in partenza

  19. Borgofosco
    Mario De Magistris 10 Maggio 2012 at 15:35

    Ritengo abbastanza superficiale addossare tutte le responsabilità ad Allegri e Galliani. Un vecchio detto toscano recita: -senza lilleri non si lallera- . Il Milan non è stato adeguatamente rinforzato per affrontare sia la Champions che il campionato. L’illusione di vincere, a mani basse, il torneo 2011/2012 è stato tragico almeno quanto la delusione d’aver mancato l’obiettivo. Seguo anche la Primavera e nella ‘cantera’ ci sono potenziali futuri campioni(se non si disperdono così come può essere successo a Beretta). Per quanto io possa capire di calcio affermo che mai e poi mai lascerei andar via, a cuor leggero, Strasser e Merkel. Il futuro lo si costruisce, come da sempre è stato tradizione nel Milan, sui giovani provenienti dal vivaio. Credetemi ce ne son di buoni e di molto buoni. Poi bisognerà risolvere l’equivoco Alexandre Pato e non cedere assolutamente Thiago Silva. Per il resto se FantAntonio ritroverà la pienezza dei mezzi atletici ed El Shaarawy maturerà ulteriormente, il Milan tornerà ad essere competitivo in Italia. Per l’Europa servono almeno due top player.

  20. andreapersempre 24 Giugno 2012 at 13:01

    Finalmente un giudizio equilibrato su Pirlo, ti faccio i miei complimenti!
    Per il resto convengo con te totalmente sulla inidoneità di Allegri, uno scudetto letteralmente gettato alle ortiche.

Comments are closed.