Doni urla il risultato concordato con Erodiani

Atleti Azzurri d’Italia, ore 15.00. Seedorf, Ambrosini, Aquilani, Gattuso e Flamini. Non è la formazione di oggi ma la lista degli infortunati per la trasferta di Bergamo trasferta che vale come il derby e non solo perché al netto della penalizzazione gli atalantini avrebbero gli stessi punti in classifica dei prescritti. Si va a Bergamo con tante incognite, di formazione e soprattutto di preparazione. Lo scorso anno si ripartì a rilento riuscendo ugualmente a spuntarla a fine anno contro la Leomuntada – quest anno data l’importanza degli scontri che si alterneranno consecutivamente in calendario da Lazio-Milan in poi questo non sarà possibile.

La partita può forse ricordare quindi quella di un anno fa a Cagliari, alla ripresa della sosta, con gli infortunati da recuperare (Ibra a dire la verità fu assente per squalifica), una pessima prestazione e tre punti portati a casa col gol di Strasser. Oggi sarà probabilmente lo stesso date le scelte obbligate a centrocampo (Van Bommel, Nocerino e Boateng nel ruolo di Aquilani), i due primavera in panchina e le non buone prestazioni del reparto messe in evidenza nelle ultime gare, Bologna su tutte. Per una volta sarà forse necessario turarsi il naso, lasciare da parte il “bel giuoco” e tirarla ad Ibra sperando che la metta – cosa che non si è fatta proprio nella gara con i felsinei insistendo sul gioco palla a terra.

Emergena che continua anche in difesa con Zambrotta e Bonera che dovrebbero partire entrambi titolari – il primo sulla sinistra e il secondo sulla destra mentre sarà confermata la coppia centrale Nesta-Thiago Silva. Davanti è ballottaggio a tre per due posti: Emanuelson e Robinho per il ruolo di trequartista, Robinho e Pato per quello di spalla di Zlatan Ibrahimovic. Per lui sfida contro Denis per il titolo di capocannoniere, in un campo molto difficile dove abbiamo vinto una sola gara nelle ultime quattro (con gol di Kakà) e dove Inter e Napoli sono già state fermate: è ancora troppo presto per pensare al derby di Milano nonostante quelli là abbiano appena spezzato le reni nientepopodimeno che al Parma e si sono riportati a -5. Guardiamo piuttosto alla Lazio sconfitta a Siena – vincendo oggi dovremmo definitivamente scrollarcela di dosso.

L’ultimo paragrafo del post è invece dedicato ai grandi successi che abbiamo raccolto sui social Network. Nella giornata di ieri abbiamo infatti raggiunto 1000 followers su twitter e 100 “mi piace” sulla nostra pagina Facebook di più recente formazione. Un grazie a tutti coloro che ci seguono!

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.