Rashed Stadium, ore 16.30. Erano passati pochi minuti dall’inizio di Milan – Lazio quando Rino Gattuso uscì dal campo per quello che risultò poi essere una infiammazione al nervo cranico. Oggi torna in campo, nell'”Emirates Challenge” aspettando Cassano. L’avversario è il PSG di Ancelotti che debutta sulla scottante panchina di Parigi proprio contro la squadra che lo ha reso grande. E’ forse un antipasto di Champions League, non gli ottavi ma la prossima con i francesi decisi a puntare ad uno dei primi tre posti del campionato nazionale e ad ottenerla probabilmente in tempi brevi al contrario delle fallimentari spese già viste in Inghilterra con il Manchester City.

Allegri ha dichiarato che formerà due squadre distinte, una per tempo. Ci sarà quindi spazio per tutti, anche per El Shaarawy, Inzaghi e l’insoddisfatto Pato (a lui decidere, crescere e giocarsi un posto da titolare nel Milan o prenderselo nel PSG finché non trova qualcuno di più forte) – rimarranno fuori solamente Seedorf (rientro nel derby del 14), Abate, Boateng e Roma non ancora disponibili per ammissione dello stesso allenatore rossonero. Curiosità personale invece il vedere in quale ruolo verrà schierato Emanuelson, che negli ultimi spezzoni di gara di fine stagione si è alternato tra la mezzala e il trequartista senza mai una prestazione all’altezza.

In palio come sempre il milioncino messo in palio dagli Arabi (ci si compra due volte Nocerino, eh!) e la possibilità di succedere a noi stessi nell’albo d’oro del torneo (oltre all’invito automatico per giocarci un altro milioncino la prossima stagione) dopo il trionfo dello scorso anno contro l’Al-Ahly e quello del 2009 contro l’Amburgo, vincitore dei primi due titoli (nel 2010 non si è disputata) – ovviamente freno a mano tirato: col derby alle porte se si dovesse infortunare qualcuno di importante, sarebbero dolori.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

12 Comments

  1. Diavolo1990

    Branca vola domani a Manchester per rompere le palle su Tevez.

    1. Entriamo nel mondo fantastico dei milanisti che credono che l’Inter si intrometta negli affari del Milan dopo che ad esempio giocatori come Kakà,Pato e Thiago Silva hanno amesso che sarebbero stati dell’Inter se non fosse intervenuto Leonardo a cambiare direzione a quelle operazioni di mercato;alla faccia del concetto di operazione di disturbo….

      Dicevamo: Branca vola a Manchester (ahahahaahhaahahahhahahh!!!!! – che orrore di città,Marco-) per rompere le palle su Tevez (ahahahahahahaahahahahahahahh!!!!!!) senza aver avuto l’ok di Moratti (ahahahahhaahhaahahahahah!!!!) e soprattutto senza aver avuto contatti con l’agente di tevez come oggi confermato (ahahahahaahahahahahh). Ma vabbè,proseguiamo.

      Dal momento che l’offerta del Milan è nota,per intavolare un’operazione di disturbo (ahahahaahahahaahhaahahahhaahahah!!!!!!) bisogna quantomeno pareggiarla,cioè,ALMENO,l’Inter dovrebbe offrire 25 milioni per il riscatto,3 milioni di ingaggio fino a Giugno e almeno 5 milioni l’anno per i prossimi tre anni! (ahahaahahahahhahaahahhahahahaahha!!!!!!!!!!!!!!!!) e questo solo per pareggiare l’offerta del Milan!!!!! (ahahahahahahaahahah!!!)

      Il tutto ovviamente evitando di ricordare che Moratti ha deciso di non fare più spese importanti e soprattutto evitando di ricordare anche che a Giugno se ne andrà pure Sneijder e solo allora si avrà qualche soldino per un po’ di restyling ammesso e non concesso che già quest’estate non si rientri nei parametri Uefa del FPF.
      Postilla finale: non solo quindi l’Inter non può e non vuole fare più certe operazioni,ma soprattutto ha un allenatore che espressamente ha chiesto un esterno sinistro ed un centrocampista e si cercherà di accontentarlo in quel senso.

      Se poi qualcuno crede che all’Inter siano impazziti del tutto e decidano di paventare un affare da oltre 50 milioni solo per rompere le balle al Milan (……………………………………………??? a che pro oltretutto essendo ottimi i rapporti tra le due Società????) lo facia pure per solo spirito di pura ed infantile polemica.
      Un’operazione del genere sarebbe assurda e mortifera per le casse societarie.

      1. Diavolo1990

        Thiago Silva ancora ancora….
        Kakà e Pato all’Inter senza l’intromissione del Milan? Fumo pesante?

        L’unico motivo per cui avete Nagatomo è perché lo abbiamo cercato prima noi – tanto per citarne uno
        http://www.rossonerosemper.com/la-seconda-squadra-di-milano/farsopoli/5906/inter-pessimismo-e-fastidio/
        Vogliamo ricordare tutti gli affari estivi?

        1. La cosa di Pato l’ha confermata Pato stesso in un’intervista recente tant’è che il calciatore piaceva tantissimo a Mancini,ma l’Inter non se la sentì di spendere quella cifra.
          La storia di Kakà ha un retrooscena che non tutti conoscono: il primo ad arrivare su Kakà fu…Corioni del Brescia! Ebbene sì,non è uno scherzo,sebbene osservatori dell’Inter in Brasile avessero già visionato Kakà (che era giovanissimo senza impressionarli in occasione di una partita del San Paolo in cui Kakà fece letteralmente pena).
          Corioni chiese aiuto economico a Moratti per prenderlo cmq tenendolo un anno a Brescia per poi averlo l’Inter l’anno successivo. Era un’operazione tra i 5 e i 6 milioni di euro.
          Non se ne fece nulla e sul giocatore arrivò Braida che lo portò al Milan.

          La storia di Nagatomo fa ridere i polli e non merita neanche risposta. Poteri citarti quella di Nesta di contraltare.

        2. Michele Bufalino 4 Gennaio 2012 at 12:39

          ah magnifico articolo eehehheh lo scrissi col cuore 😀

          grazie della citazione

  2. A parte che quella dell’inter su Tevez mi sa tanto di fandonia giornalistica nella speranza che qualcuno abbocchi (e diavolino non se lo fa ripetere due volte), ma se anche fosse, sarebbe ne più nè meno quello che facemmo noi ai tempi con Suazo…anzi, forse fu ancora peggio dato che l’accordo tra le società (Cagliari-inter) allora c’era, mentre in questo caso ancora no.

    1. Diavolo1990

      Con Suazo non si capì mai perché Palazzi non indagò sul fatto che il giocatore aveva già un contratto firmato, cosa che poi Moratti usò per ricattare il Cagliari e costringerlo a firmare per l’inter, mentre non aveva ancora l’accordo con il giocatore.

      @matto
      Se attualmente Nagatomo gioca per l’Inter è solo perché noi lo abbiamo cercato. Nesta è arrivato al Milan dopo che l’Inter si era inserita sulla trattativa per portare Cannavaro al Milan (quella estate il Milan cercava Cannavaro, non Nesta – Nesta fu un “ripiego”)

  3. fabregas11_robinhood 4 Gennaio 2012 at 13:01

    nagatomo??? meglio che si inserì moratti…

  4. adler

    L’Inter e Moratti possono fare le trattative che vogliono, nel mercato si agisce come meglio si crede. Quello che però far girare e sentirsi dire da Moratti in persona, che spendere quella cifra per Tevez, in questi tempi di crisi, è un’assurdità. Lui poi è ……(1,8 al litro)………
    E dietro lui la solita stampa, che appena saputa l’opportunità del Milan di prendere Tevez, giù a criticare l’immoralità di spendere quella cifra in questi tempi. Come se mantenere 3 allenatori contemporaneamente, giusto per lo sfizio di cacciarli dopo qualche difficoltà, fosse più morale.
    Ma il bello arriva ieri, appena si sà della presunta offerta intavolata da Moratti (allo quale peraltro io non credo) ecco là, sul Corriere dello Sport, i grandi della stopria interista elogiare la forza dell’argentino, e congratularsi sull’ottimo affare. Complimenti alla coerenza! aha già ma poi siamo noi ad avere il controllo dei mass media.

    1. Diavolo1990

      Purtroppo la maggior parte dei mass media sportivi italiani sono in mano a inter e juve. A noi restano Milannews e la pagina sportiva de “il giornale” che valgono meno di 0.

  5. Diavolo1990

    Probabili formazioni
    1° tempo Abbiati; De Sciglio-Nesta-T. Silva-Antonini; Aquilani-Van Bommel-Nocerino; Robinho; Pato-Ibrahimovic
    2° tempo Amelia; Zambrotta-Mexes-Bonera-Taiwo; Gattuso-Ambrosini-Valoti-Emanuelson; El Shaarawy-Inzaghi

Comments are closed.