Domenica 17 aprile, ore 20.45, Stadio Luigi Ferraris. Dopo i 2 punti in 5 partite con l’esonero di Sinisa Mihajlovic, ecco la prima di Cristian Brocchi sulla panchina della prima squadra; si parte in casa dell’altalenante Sampdoria di Montella.

Calendario sulla carta in discesa per Brocchi: dopo la Samp, sarà di scena il quartetto Carpi-Verona-Frosinone-Bologna, e all’ultima una Roma che però potrebbe lottare ancora per il secondo posto (il Napoli è caduto ieri e i giallorossi vogliono recuperare 3 punti già oggi). Ma visto che il Milan ci ha abituato alle prestazioni pessime con le squadre in fondo alla classifica, vedi i 5 punti in 4 gare con le quattro avversarie in fila, niente è scontato: dalla formazione, per cui Brocchi vorrebbe passare a un 4-3-1-2 come a inizio stagione, o al 4-3-3 che usava nella primavera – ma niente è scontato, appunto – all’impatto che avrà in campo questo cambio in panchina. Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Montolivo, Bertolacci; Bonaventura; Bacca, Balotelli l’undici probabile del Milan. 

Risponde la Samp con Viviano; Diakitè, Moisander, Silvestre; De Silvestri, Krsticic, Fernando, Dodò; Soriano, Alvarez, Quagliarella. 3-4-2-1 o 3-4-1-2 a seconda della lettura tattica scelta e del ballottaggio Cassano-Alvarez. Negli anticipi, l’Inter ha battuto il Napoli che ormai sembra aver mollato mentalmente dopo la caduta di Udine; vincono anche il Torino (a Bologna) e il Carpi ai danni del Genoa, marcando 3 punti importantissimi per la salvezza; oggi spicca Verona-Frosinone proprio in quella zona, mentre il Palermo è impegnato in una sfida senza storia allo Juventus Stadium. In programma anche l’anticipo Atalanta-Roma e Fiorentina-Sassuolo per l’Europa; completano il tutto Udinese-Chievo e Lazio-Empoli, al di fuori delle sfide “che contano” per i vari verdetti.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014