contatore visite free

Milan – Fiorentina 2-1: ciapa su e porta a cà

Una botta di culo tremenda al termine di una partita giocata malissimo contro un avversario che come sempre si è dimostrato antisportivo e scorretto ed è lasciato stato picchiare senza colpo ferire dà i tre punti all’ennesimo Milan orribile del 2022. Un Milan che nonostante tutto si trova subito in vantaggio grazie al recupero di Giroud e al gol di Leao ma che successivamente scompare dal campo in maniera ignobile fino al meritato gol del pareggio della Fiorentina. Ci vuole l’intervallo perché Pioli inizi a fare qualche correttivo togliendo Diaz (altra gara ignobile), Thiaw (imbarazzante e incapace di giocare il pallone da dietro) e purtroppo inserendo Origi che si rivelerà inutile e dannoso.

Dest entra bene anche perché nel secondo tempo la partita lo chiama poco a difendere che è il suo tallone d’Achille – abbiamo un paio di occasioni con Giroud e soprattutto Leao inconcludente nel tiro da fuori e finalizzazione finché la partita sembra ferma sull’1-1 con due squadre spezzate in due in cerca dell’episodio. Paradossalmente entra malissimo Rebic ma è lui a propiziare l’autogol del 2-1 che ci regala tre punti – è entrato invece molto bene Vranckx che ha forse dato un po’ d’ordine ad un centrocampo dove Tonali non aveva brillato.

La partita chiude un mese orribile con un rinnovo di contratto arrivato troppo presto e con una squadra che forse per incapacità, forse per stanchezza, si è rivelata incapace di produrre quel bel gioco corale dello scorso anno. La partita di oggi è l’ennesima fotocopia di una partita con la parte bassa della classifica in cui si è dovuta fare troppa fatica per quella che è la squadra campione d’Italia in gare del genere e si è arrivati con giocatori che hanno più pensato alla gloria personale al mondiale che al club che gli paga lo stipendio.

Continuo a pensare che qualcosa non vada e che la cosa non venga affrontata per troppa presunzione in dirigenza, panchina e parco giocatori. Uno scudetto vinto per due punti ha fatto sentire arrivata troppa gente e stiamo pagando e vedendo questo in campo e fuori dal campo. Ho paura che con Furlani (che voleva Maldini fuori dalle palle e sta trattando Dybala) possano succedere poi sorprese e casini ai piani alti visto che comunque Gazidis aveva fatto un buon lavoro di mediatore tra Elliott e la parte sportiva.

Per fortuna arriva quindi la sosta visto che non ne potevo più di vedere sta roba. A chi di dovere rinforzare la squadra e tornare a giocare bene provando che quanto visto lo scorso anno non è stata fortuna. Non sarà facile perché giochiamo contro un avversario a cui regalano un rigore a partita ed è spinto dall’entusiasmo e dalla stampa.

MILAN-FIORENTINA 2-1
Marcatori: 2’ Leao, 28’ Barak, 90’ aut. Milenkovic.

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Kalulu, Thiaw (dal 56’ Dest), Tomori, Theo Hernandez; Tonali (dal 86’ Rebic), Bennacer; Krunic (dal 75’ Vranckx), Diaz (dal 55’ Origi), Leao; Giroud. A disp.: Mirante, Jungdal, Ballo-Touré, Adli, Bakayoko, Kjaer, Pobega, De Ketelaere. All. Pioli.

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Dodo (dal 18’ Venuti), Milenkovic, Igor, Biraghi; Barak (dal 74’ Terzic), Amrabat, Mandragora (dal 66’ Duncan); Ikone, Cabral (dal 66’ Jovic), Saponara (dal 75’ Kouame). A disp.: Cerofolini, Gollini, Malen, Ranieri, Venuti, Martinez Q., Bianco. All. Italiano.

Arbitro: Sozza di Seregno.

NoteAmmoniti: 21’ Diaz, 49’ Barak, 51’ Saponara, 63’ Mandragora, 74’ Jovic. Recupero tempo: 3‘1T, 4’2T.