Sono bastati 45 minuti per questo Milan per fare quattro gol alla Spal che poco tempo fa su questo campo aveva fermato l’Inter per 1-1. E’ un risultato forse bugiardo, è un risultato che non esprime appieno il fatto che dopo il primo tempo la Spal avrebbe forse meritato il pareggio. Proprio forse lo sforzo del primo tempo ha portato la Spal a crollare nel secondo dove è stato il Milan e solo il Milan a fare la partita.

La prima notizia è che il Milan ha finalmente trovato un centravanti. Basta con Kalinic, basta con André Silva che ad Udine ha giocato su pressione della società pi che su scelta dell’allenatore. Ad oggi e fino alla fine del campionato se Cutrone sta bene gioca Cutrone – punto. Non risolveremo con lui i problemi nel ruolo di centravanti sicuramente, ma ad oggi è la miglior soluzione compatibilmente con l’attuale organico.

Per il resto è chiaro che non abbiamo 90 minuti nelle gambe allora ricorriamo alla Allegriana tattica di far sfogare l’avversario per poi provare a colpire, anche aiutati da un gol segnato subito così come ad Udine. La notizia è che stavolta non siamo rimasti in dieci e forse ci è andata anche bene visti i rimpalli che han favorito Cutrone e Biglia (che rende buona una partita da 5,5-6 fino a quel momento). La principale differenza rispetto agli ultimi mesi continua ad essere forse il recupero di Calhanoglu al posto di Borini e la scelta di una coppia centrali titolare.

Ora torniamo alla situazione di un girone fa e si vedrà se questo lavoro sarà servito o meno col livello degli avversari che inizia a salire e le partite che giocandosi ogni tre giorni necessiteranno per forza una maggior rotazione dell’organico a disposizione. Il giallo a Kessie in questo senso non è nemmeno troppo male: lo sfrutteremo in Europa League e non lo perderemo per Roma ed Inter. Magari che Sky non ci mandi Marocchi a cui dopo il gol del 2-0 è sembrato fosse morto un parente stretto.

SPAL-MILAN 0-4 (primo tempo 0-1)
MARCATORI: Cutrone al 2′ p.t.; Cutrone al 20′, Biglia al 28′, Borini al 45′ s.t.
SPAL (3-5-1-1): Meret; Simic, Salamon, Felipe; Lazzari, Everton Luiz (dal 9′ s.t. Paloschi), Viviani, Grassi (dal 17′ s.t. Schiattarella), Mattiello Mattiello (dal 39’ s.t. Dramé); Kurtic; Antenucci. (Gomis, Marchegiani, Vaisanen, Costa, Dramé, Konate, Vitale, Bonazzoli, Floccari). All. Semplici.
MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Abate, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessie (dal 39′ s.t. Borini), Biglia (dal 30′ s.t. Montolivo), Bonaventura; Suso, Cutrone (dal 32′ s.t. André Silva), Calhanoglu. (A. Donnarumma, Guarnone, Bellanova, Musacchio, Zapata, Antonelli, Gomez, Locatelli, Mauri). All. Gattuso.
ARBITRO: Mariani di Aprilia.
NOTE: ammoniti Kessie (M), Simic (S), Biglia (M), Bonucci (M), Mattiello (S), Schiattarella (S) per gioco scorretto
Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.