Avrei voluto parlare di calcio, ma oggi non si può. Non si può vedere l’impresa di una squadra che stava uscendo indenne dallo stadium venire cancellata da un rigore inesistente a tempo strascaduto. Non si può vedere l’ennesima partita in uno stadio dove sono applicati due pesi e due misure, dove una squadra può giocare a tuffarsi ad ogni minimo contatto subito, prendere falli e caricare di gialli gli avversari che devono guardare inerti. Non se ne può più della complicità mediatica che continua ad accompagnare queste partite ed i loro esiti falsati.

Mi spiace per voi, oggi non farò l’analisi della partita. Perché quello che si è visto non è calcio, è l’ennesima dimostrazione di un potere mafioso di una società arrogante che manda ogni settimana i tesserati a parlare delle altre società. Di un giocatore, Dybala, che ad ogni tuffo si butta facendo actor studio e viene premiato in continuazione. Di una banda di giocatori che fa capannello per intimidire ad ogni decisione mentre Romagnoli, in diffida, viene ammonito perché ha detto che non c’è un calcio d’angolo. 

Basta con queste PORCATE. Basta con questa società che continua a falsare campionati, figlia di un sistema a loro servo che hanno costruito giorno dopo giorno. Ecco come si fanno 31 vittorie consecutive in casa: con partite come queste, con vittorie come queste. Vittorie sporche, figlie di una società che le vittorie sporche le ha nel DNA. Questa è una squadra che non dovrebbe nemmeno più esistere e che invece verrà retta dal solito sistema mediatico che giustificherà e nasconderà tutto sotto il tappeto. E dai milanisti complici del sistema che diranno che dobbiamo stare zitti perché la Juventus meritava di vincere.

Siete una cosa vergognosa. E oggi abbiamo vinto perché non siamo e non saremo mai come voi. Una banda di furfanti con una tifoseria a cui è stato fatto il lavaggio del cervello. Noi abbiamo perso una partita, voi avete perso per l’ennesima volta la faccia. VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA. E speriamo che prima possibile un’altra calciopoli vi spazzi via.

JUVENTUS-MILAN 2-1 (primo tempo 1-1)
MARCATORI: Benatia (J) al 30′, Bacca (M) al 43′ p.t.; Dybala (J) su rigore al 52′ s.t.
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Barzagli (dal 1′ s.t. Lichtsteiner), Bonucci, Benatia (dal 33′ s.t. Rugani), Asamoah; Khedira, Pjanic; Dani Alves, Dybala, Pjaca (dal 44′ s.t. Kean); Higuain. (Neto, Audero, Alex Sandro, Marchisio, Lemina, Rincon). All. Allegri.
MILAN (4-3-3): Donnarumma; Zapata, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Pasalic (dal 25′ s.t. Poli), Sosa, Bertolacci; Deulofeu, Bacca (dal 9′ s.t. Kucka), Ocampos (dal 45′ s.t. Vangioni). (Storari, Plizzari, Antonelli, Calabria, Gomez, Mati Fernandez, Lapadula, Suso). All. Montella.
ARBITRO: Massa di Imperia.
NOTE: espulso Sosa (M) per somma di ammonizioni; ammoniti Pasalic (M), Benatia (J), Ocampos (M), Pjanic (J), Khedira (J) per gioco scorretto, Deulofeu (M) per simulazione, Romagnoli (M) per proteste.
Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.