Boateng riflette su quanto abbia fatto pena

E ora è forse il caso di farsi sentire in federazione. Non si può perdere un derby in questo modo – non dopo aver creato 20 nitide occasioni da gol contro le sole due dell’Inter nei primi cinque minuti di gara. All’Inter regaliamo infatti l’ennesimo gol su calcio piazzato (e questo dovrebbe far suonare, come minimo, qualche campanello d’allarme in panchina) ma dopo i primi cinque minuti e un calcio di rinvio sbagliato da Milito l’Inter è risultata praticamente inesistente in campo.

Il Milan comincia infatti a giocare dal 5′ del primo tempo fino alla fine del recupero, non trovando un gol che avrebbe ampiamente meritato e, che a dire la verità, aveva anche trovato con Montolivo. Qui Valeri tira fuori un coniglio dal cappello che nemmeno Tagliavento col gol di Muntari annullando una prodezza del centrocampista e inventandosi un fallo di Emanuelson sul portiere nerazzurro – Emanuelson che al momento dell’uscita di Handanovic era fermo e di certo non poteva scansarsi. La serata del signor Valeri continua proprio allo scadere del primo tempo quando, per non cacciare Juan Jesus, anziché il fallo e la conseguente ammonizione fischia la fine del primo tempo facendo conseguentemente avvenire lo stesso, quindi, fuori dal tempo utile e graziando i nerazzurri. Da registrare nei primi minuti anche un contropiede di El sharaawy interrotto non dando vantaggio ma, la più clamorosa arriva nel finale quando viene negato un rigore netto per contatto di Samuel su Robinho (che Bergomi prima nega, poi, più avanti nella cronaca si tradisce parlando di azione del rigore) da ritiro del patentino di Valeri.

Fallo di Emanuelson. Sì, non stiamo scherzando

Rimane comunque un buon Milan a livello di gioco e prestazione che meritava forse (anzi quasi sicuramente) un punto se non tre nella gara di oggi. Da capire se è un problema il non aver segnato nemmeno un gol nonostante l’enorme mole di gioco prodotta oppure un continuo segno di una crescita per il futuro. A centrocampo non si può non notare la crescita di Montolivo, centrocampo di cui ha preso le chiavi che gentilmente De Jong gli ha concesso (dall’olandese mi aspetterei più intraprendenza invece di delegare i passaggi) – l’attacco è stato però sempre guidato dalle incursioni di Emanuelson sulla fascia sinistra (sia da laterale che da terzino) troppo poco per inserimenti senza palla che ancora mancano e non vengono nemmeno cercati con giocatori come Robinho, Bojan ed El Sharaawy che hanno le qualità per farli: non abbiamo segnato anche e soprattutto perché si è rinunciato ad attaccare dal lato destro e perché Boateng ha, ancora una volta, pensato più a se stesso che alla squadra. Rimane ancora una volta l’ennesima delusione per essersi dimostrati superiori, come già accaduto con Sampdoria ed Atalanta, e aver portato a casa punti zero.

Capitolo Allegri – non è il principale artefice e ci mancherebbe, ma mi scuserete se non riesco a fare finta di nulla. Schierare Bonera a dx e De Sciglio a sinistra è da esonero. Cambiare El Sharaawy per mettere Pazzini è direttamente da denuncia penale così come non approfittare subito della superiorità numerica mettendo troppo tardi un altro attaccante contro un Inter che ormai aveva rinunciato ad attaccare. Un passo alla volta: stasera, se riguarderà la partita, potrebbe – ripeto, potrebbe, aver scoperto che Emanuelson rende meglio da terzino sinistro (cosa che noi sapevamo da circa un anno e mezzo). Capitolo società: non farsi sentire dopo una gara del genere è da idioti – senza usare mezzi termini. Se con l’Atalanta si erano viste delle avvisaglie continuate poi nelle successive giornate è chiaro ed evidente che se potranno ostacolarci lo faranno: è quasi più grave essere arrivati a contare politicamente zero che aver ceduto Ibra e Thiago Silva e questo lo dobbiamo tutto al sig. Galliani Adriano.

MILAN-INTER 0-1 (primo tempo 0-1)
MARCATORI Samuel (I) al 3’ p.t.
MILAN (4-2-3-1) Abbiati; Bonera (dal 5’ s.t. Abate), Mexes, Yepes, De Sciglio (dal 12’ s.t. Robinho); Montolivo, De Jong; Emanuelson, Boateng, El Shaarawy (dal 26’ s.t. Pazzini); Bojan (Amelia, Antonini, Acerbi, Zapata, Ambrosini, Nocerino, Flamini, Constant, Niang). All. Allegri.
INTER (3-4-1-2) Handanovic; Ranocchia, Samuel, Jesus; Zanetti, Gargano, Cambiasso, Nagatomo; Coutinho (dal 1’ s.t. Guarin); Cassano (dall’8’ s.t. Pereira), Milito (dal 26’ s.t. Palacio). (Castellazzi, Belec, Silvestre, Jonathan, Bianchetti, Mudingay, Obi, Duncan, Livaja). All. Stramaccioni.
ARBITRO Valeri; guardalinee Manganelli e Maggiani; giudici di porta Rizzoli e Guida; quarto uomo Giallatini.
NOTE Spettatori 73.736 per un incasso di 2.892.037,53 euro. Ammoniti Mexes, De Jong, Montolivo, Ranocchia, Yepes per gioco scorretto, Juan Jesus e Pazzini per proteste. Al 3’ s.t. espulso Nagatomo per doppia ammonizione. Angoli 5-3. Recupero / p.t.; 3’ s.t.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

30 Comments

  1. Magari, quel coglione che pronosticava una sconfitta con 5/6 gol, si sarà suicidato. Speriamo!

  2. certo che si può perdere un derby in questo modo. anzi, meglio perdere così (che almeno si può recriminare) piuttosto che perderlo per 4-2 nonostante un gol di Cambiasso non visto e un rigore regalato.

  3. Nicco

    Questa partita hanno voluto che la perdessimo…niente di più! Le stronzate di Valeri sono troppo colossali per essere solo delle sviste.
    Per quel che riguarda il Milan, poco da dire a parte la solita ingenuità sui calci piazzati. Bene montolivo e anche Bojan.

    Allegri: condivido le cose dette da Diavolo…la sua mano io continuo a vederla sempre di più sulle cose negative che in positivo…spero in un cambio in panchina che non avverrà!!!

  4. La cosa davvero incredibile e che sky e lo stesso stramaccioni siano sulla stessa linea d’onda… Non si può non considerare che Gli errori del signor Valeri hanno condizionato l’intera partita. Il Milan avrà sicuramente sbagliato sulle uniche due palle concesse all’Inter ma le tre barra quattro Situazioni Chel arbitro non ha visto ci hanno Penalizzato !! Oltre a essere presi per il culo dall’Inter anche la grande beffa, Un gol regolare un’espulsione non data un rigore che se veniva dato non moriva nessuno non potevano non essere visti ! Dopo tagliavento Ecco Valeri !! Per ultima cosa Cassano uomo di merda , Sei un ingrato Non meriti nulla dalla vita!!

  5. … Non voglio parlare di allegri ma di sicuro mi piacerebbe capire , perché nn fa giocare emanuelson terzino sx di cui sarebbe l unico a essere mancino , e mette desci a dx quando nn c’è abate ! Il cambio poi di pazzini con elsharawi nn si capisce !!! Levate il numero 10 al boa si sente un dio vuole solo fare la bella giocata ma non serve un cazzo , basterebbe fare le cose semplici basta guardare il mito di ci manchi super Pippo Inzaghi !!!!!!

  6. Borgofosco

    “Se con l’Atalanta si erano viste delle avvisaglie continuate poi nelle successive giornate è chiaro ed evidente che se potranno ostacolarci lo faranno: è quasi più grave essere arrivati a contare politicamente zero che aver ceduto Ibra e Thiago Silva e questo lo dobbiamo tutto al sig. Galliani Adriano.”

    Caro ‘diablo 1990’ quello che abbiamo visto sino ad oggi mi riporta al Milan di Giussy Farina che venne retrocesso in serie B. Se vi prenderà vaghezza di rileggere quel periodo storico vi accorgerete che le squadre ‘padrone’ erano e sono sempre le stesse.
    Sia gli arbitri che la federazione si comportarono con il Milan esattamente come stavano facendo in questo periodo.
    Alla fine Luciano Castellini portiere del Napoli(a fine carriera militò a lungo nell’Inter come preparatore dei portieri) compì uno scempio sportivo, ampiamente documentato dalla cronaca dell’epoca e riportato anche in alcuni libri sul calcio marcio.
    Se questo si confermasse sarebbe il caso di dire: accidenti come stiamo andando velocemente verso il baratro!

  7. Ce la siamo giocata più che alla pari anche in 11 vs 11.
    Quindi più che perdere il Milan ha perso ancora una volta chi diceva che la rosa dell’inter è nettamente più forte.

    Il rigore su Binho per me non era rigore.

    Quindi resta il gol del Monto (partitasso) e l’espulsione di Gesù. Ma se fosse stato espulso Gesù (a parte tutto, tu avresti il coraggio di espellere Gesù?) Nagatopo sarebbe stato più attento.

    Domandine per Acciuga:
    1) I calci piazzati difensivi rientrano nel discorso “nel calcio non contano gli schemi, non è basket”?
    2) Cosa deve fare l’sceno Boateng per essere sostituito?
    3) Abate con quali compiti è entrato? Passeggiare fino al 90esimo?

    Infine un consiglio: se proprio vuole fare il gradasso davanti alle telecamere parlando dell’arbitro, almeno si faccia scrivere un testo. Se va a braccio non si capisce nemmeno quello che sta dicendo e fa una figuraccia.

    1. Diavolo1990

      Sette gol su nove presi da calcio piazzato sono da esonero in qualsiasi squadra indipendentemente da presidente, rosa, allenatore, nazionalità, campionato e tifosi

      1. E religione e orientamento sessuale.

        Concordo, ma queste cose gli Acciughiani non le vedono.

        1. Diavolo1990

          Orientamento sessuale dipende. Se ti piace prenderlo in culo lo tieni 😳

  8. da quando abbiamo come disegnatore Braschi (dal 2009 ) noi subiamo un trattamento diverso rispetto a Inter e Juve che lo hanno votato

    sulla partita che dire non si capisce :

    1) perchè abbiati gioca ancora titolare ? quante altre partite dobbiamo perdere prima che lo rimuovano ?

    2) perchè la fine del primo tempo viene fischiata 12 secondi prima del 45 ?
    è evidente dalle immagini che fischia il fallo poi quando l’arbitro ha realizzato che il difensore era già ammonito e con il secondo giallo avrebbe dovuto espellerlo ha fischiato dopo un paio di secondi la fine dell’incontro.
    Una cosa così non lo aveva mai vista , ma dopo il gol di Muntari ……
    e adesso ATTENZIONE quante giornate di sospensione riceverà l’arbitro ?scomettiamo nessuna così un’altro suo colloga sarà autorizzato in futuro a farci lo stesso trattamento tanto quelli non contano nulla

    perchè Allegri non ha tolto Boateng ?

    cmq alcuni dei nostri erano inguardabili da Abbiati Mexes a Boateng , ad Abate e Pazzini , semmai il cambio da fare era fuori Boateng dentro Nocerino

    Pazzini mi ricorda Gilardino capace di segnare solo con le squadre piccole , e DE JONG non mi convince ,

    bisogna sottolineare l’ottima prestazione di Montolivo e la buona prestazione di Bojan

    1. Borgofosco

      Concordo Boldi. Aggiungo che ha fischiato prima. I 12 secondi anche nel calcio sono importanti. Poi l’ennesimo fallaccio dello scarpone brasiliano avrebbe dovuto essere sanzionato. Ergo andava espulso. Per quando riguarda il ‘mostro’ giapponese era meritevole di espulsione diretta sin da quando tentò di gambizzare Yepes! Mancano all’appello i falli non sanzionati a Cambiasso, terribile il calcio nello stomaco che ha rifilato al Boa, mi hanno detto che si è sentito l’impatto sino in p-za Duomo. Poi al primo impatto, dopo pochi secondii dall’inizio della partita, il macellaio(Samuel) ha rifilato un calcione, sempre al Boa, che in altri campionati sarebbe stato passibile di espulsione. Juan Jesus, Nagamostro, Cambiasso e soprattutto Samuel hanno picchiato come dei fabbri ferrai. Il rigore su Robinho era lapalissiano ma contro Samuel non li fischiano proprio ma a meno che non sia la ‘giuve’. Caro Marco il fallo era da difensore esperto, ma ha sbilanciato Robinho impedendogli la realizzazione. Alla ‘giuve’ ne davano tre di quei rigori ma al Milan, spiegatelo a ‘belli capelli non li hanno quasi mai concessi! Vi siete dimenticati che il primo gol è anche un po’ colpa di Allegri che ha fatto la sceneggiata con l’arbitro permettendo a Samuel di guadagnare la posizione che poi ha fruttato il gol ed ha distolto la concentrazione nei difensori del Milan soprattutto De Sciglio. Su Abbiati… ma quando lo pensionano?

  9. Penso a tutti quelli che hanno nel loro aramadio la maglietta di Boateng.

    La maglietta più venduta degli ultimi 3 anni. 😐
    E io ve lo dicevo: non compratela, date retta a me, state attenti…

    Come se un tifoso del Cagliari si comprasse quella di Larrivey..

    A sto punto è più dignitosa la mia di Cassano.. 😳
    A proposito, vado a bruciarla.

    1. dai non mischiare la merda di boateng con la cccolata di el bati larrivey!!!!

      merdateng e i suoi paladini tipo milanogattonerorosicat se ne vadano via, mi viene il vomito!!

  10. Concordo sulla prestazione da stupro di boateng, che tuttavia risulta essere cmq migliore di una qualsiasi del cazzaro del suriname degli ultimi 3-4 anni

    detto questo non penso alle vergogne arbitrali, non penso allo scarsume di squadra…

    Non riesco a togliermi dalla testa che siamo il barcellona 2.0 e che siamo i campioni del bilancio!!!

    l’anno prossimo saremio anche campioni della serie Bwin

    1. Borgofosco

      Bhe si! Se i deiegnatori continueranno a mandare Banti, Tagliavento, Orsato, Celi, Rizzoli e Valeri etc. il Milan rischia realmente di giocare il campionato Bwin.
      Una cosa molto positiva per certi signori che vedranno aumentare il loro budget grazie all’incremento delle scommesse nel campionato cadetto.
      Qui si avvalorerebbe la tesi mutuata da un famoso attore di calciopoli:- meglio comprare un arbitro piuttosto che comprare Maradona-
      A San Siro non abbiamo capito che questo motto è sempre pià d’attualità?

  11. piterdabrescia
    piterdabrescia 8 Ottobre 2012 at 14:57

    Io tutta sta prestazione buona di Bojan non l’ho vista, oltre al resto della partita che era discreto e nulla più (mossa ripetuta decine di volte: ricevere il passaggio e darla a Emanuelson) la cosa più oscena l’ha fatta proprio lui cadendo su quel pallone in area dell’Inter, se fosse stato Pazzini (anche lui non scherza con quella palla a porta vuota) o Boateng mi immagino già le critiche. Prima gran partita di Montolivo che vedo man mano migliorare, sarebbe ridicolo l’arbitraggio se non fosse che ci smeniamo noi. La squadra maschio-che-si-spaccia-per-femmina vince una partita oscena con il primo tempo che dura 44’50” per evitare un’espulsione, riceve da Valeri un’invenzione degna di Pirlo quando non è appena appena marcato sul gol del Monto e poi sempre Valeri completa l’opera su Robinho. La famigghia Lo Bello, Ovrebo e Byron Moreno non avrebbe saputo far di meglio. Detto questo, mettete subito Amelia o Gabriel in porta perchè Abbiati è diventato come l’ultimo Dida. Si sarebbe potuta vincere tranquillamente nonostante l’arbitraggio, ma gli schemi sui piazzati sono pessimi e davanti Pazzini=Gilardino, ma non nel senso che segna solo con le piccole, nel senso che non segna proprio.

  12. Milanrosicat non ti permettere mai più di fare questi paragoni, idiota di un cretino!

    Dai, lo capisco che ti sei innamorato di Boamerd, i suoi muscoli e i suoi tatuaggi, a tante bimbeminkia come te piace, però sei in tempo per redimerti.

    Metterlo nel stesso commento con Seedorf è come mettere Antonini con Maldini o Traorè con Pirlo. Perciò smettila e ammetti di aver sbagliato idolo, bimbaminkia!

    1. che poi merdateng dovrebbe essere abituato a lottare per la salvezza, a cacciare le palle e invece puff… si cagazza sotto ahahahahahah

      ora che ci penso quasi tutte le sue ex squadre nel periodo in cui lui militava li o son retrocesse o si son salvate a culo….

      merdateng porta sfiga peggio di milanogattonerorosicat, minchia! siamo rovinati!!!!!

  13. Il pensatore Materazzi ha parlato: http://www.milannews.it/?action=read&idnotizia=93109

    Ma vai a cagare macellaio!

    1. Diavolo1990

      Ah, sa parlare?
      Ormai è un regime mediatico.

    2. Borgofosco

      Scusate se mi permetto questa intromissione.

      Raglio d’idiota non sale in cielo!

      Fra le tante amenità lette e viste nel dopo derby certamente la perla di ‘colpetest-a-Zidane’ è quella che non lascia sconcertati.
      Nella sua natura di simulatore indefesso e di picchiatore incallito ed impunito, questo energumeno non poteva che esprimere e trasmettere, al popolo interista ed agli ex compagni di merende, il suo verbo. Stupirsi sarebbe persino banale.
      I milanisti, che non siedono gratis tra gli ospiti della tribuna rossa, hanno visto altra partita e l’abbozzo di un grande Milan.
      Hanno percepito che forse senza ‘Renatino da Roma’ sarebbe finita in goleada per il Milan.
      Ma tant’è le opinioni degli idioti contano per quel che valgono!
      Se il famoso ‘mostro di Perugia’ parla di calcio…non può che parlare agli emigrati sull’altra sponda del Naviglio Grande!

  14. Bhè, quando Materazzi dice: è la squadra più lineare e facile da affrontare secondo me. …insomma mica ha tutti i torti..

  15. Non discuto il contenuto.

    Discuto solo il fatto che Materazzi si permetta di discettare di calcio e di Milan.

    1. Alla gazzetta evidentemente avevano bisogno di gente perbene, forbita ed imparziale.

      1. Cioè..credo collabori sempre con la gazzetta.. non vorrei dire una stronzata però.

        1. poi dicono che il giornalismo( anche se non è un giornalista vero e proprio) italiano fa cagare….

          bufalino che categoria del cazzo che siete!!!

        2. Michele Bufalino 8 Ottobre 2012 at 18:04

          Ti dirò Fabregas, sono d’accordo in parte con quanto dici.
          Questo mestiere si sta continuamente squalificando. Pensa che in una TV di Pisa, un famoso conduttore, per fare lavorare il figlio, sfrattato da una radio, ha fatto acquistare diritti delle dirette delle partite per permettergli di fare le telecronache. Risultato: il figlio lavora, ma il resto della redazione è finito in cassa integrazione. Che vergogna…
          Ormai non ci sono più i soldi neanche per piangere. Però ci si aspetterebbe che grandi colossi come certi gruppi editoriali facessero approfondimenti un po’ più mirati, ma non voglio entrare oltre nel profondo della questione…
          Comunque sia odio generalizzare. Ci sono giornalisti buoni e giornalisti cattivi, fannulloni e gente che sa fare il proprio dovere, così come ci sono poliziotti che sono teste calde e magari per colpa loro la categoria viene sempre offesa. E allo stesso modo alcune frange del tifo violente, coi loro comportamenti, contribuiscono a dare alla categoria quell’associazione di idee: Tifo=violenza. Cosa che non è assolutamente vera, ma tant’è.
          Se imparassimo a generalizzare di meno, sarebbe più facile individuare certi comportamenti sconsiderati, senza che ci siano le classiche invettive che vanno a toccare intere categorie di persone, portando a cose come la tessera del tifoso, che colpisce tutti e non serve a niente. Mi rendo conto che sto andando fuori tema, ma ci sarebbero talmente tante cose da dire, partendo dalla tua frase, che potrei continuare fino a domani..

          Preferisco risparmiarvi il pippone però :mrgreen:

        3. bufa cazzo un altro po e facevi un romanzo… cmq io dico solo che a molti dovrebbe essere vietato di scrivere, altro che libertà di stampa!!!!

  16. Borgofosco

    Per la libertà di pensiero e di espressione darei la vità! Quindi caro amico anche gli ‘idioti’ come nel caso del ‘macellaio interista’ hanno diritto di parola- Il contenuto di quel che ha detto è certamente in linea con il personaggio mediatico che il pubblico conosce! Io ricordo materazzi in un Perugia-Milan il resto della sua carriera è sopportazione di un incapace totale! Ma questa è la democrazia! W LA LIBERTA’

Comments are closed.