Dite quello che volete: partitaccia, poco gioco, fortunati fatto sta che finalmente una milanese sbanca il San Siro “sintetico”. E’ ovviamente il Milan con doppietta di El Shaaraawy che sfrutta agilmente un assist di Montolivo prima e di Ambrosini poi dopo la sacrosanta espulsione di Daniele Conti per gomitata a Pazzini. Nel mezzo una traversa, sempre colpita dal faraone e almeno due altre nitide palle gol in mezzo ad una partita giocata comunque sottotono col Cagliari che ha avuto in mano il pallino del gioco soprattutto a cavallo dell’intervallo venendo comunque limitato a conclusioni unicamente fuori dallo specchio della porta.

Ci sono comunque miglioramenti rispetto alla partita di Udine dove, fino al rigore del 2-1, meritavamo quantomeno il pari segno che piaccia o non piaccia il vero Milan non è quello delle prime partite di stagione – non sappiamo ancora se quando cominceremo a giocare bene i problemi si risolveranno più in fretta: per ora possiamo solo sperarlo.

Torniamo dunque sui problemi da migliorare: da dove partiamo? Possesso palla: lo avevamo fatto notare già l’anno scorso, senza Thiago Silva la cosa si accentua. Nei primi 40 metri di campo molto spesso ci si incaponisce col passaggio al compagno: basta un attimo di pressing e si perde il pallone perché si preferisce non rischiare di perderlo buttandolo lungo. Calci piazzati: anche oggi le migliori occasioni avversarie sono arrivate lì. Non credo ci sia stata una punizione dal limite o un angolo (a proposito, bella la variante a due tocchi per la meta di De Jong) in cui uno dei nostri l’abbia presa prima degli avversari. Davanti il 4-3-3 funziona meglio del rombo anche se Pazzini non è Ibra e, infatti, non aggancia un pallone nemmeno a pagarlo mentre sia Emanuelson che El Sharaawy sembrano rendere meglio partendo larghi.

Per il centrocampo mi limito a riportare quanto ho detto a Luca Serafini su twitter: che venga individuato l’osservatore che ha raccomandato Traoré al Milan e venga radiato da qualsiasi attività interna alla FIGC con ignominia: mai visto un giocatore così scandaloso (e già l’avevamo notato al Trofeo Tim). Per il resto Montolivo prende un sei stiracchiato – ma unicamente per l’assist – in mezzo ad una gara dove ha collezionato più palle perse che palloni lanciati in avanti mentre quella di De Jong viene condizionata da una ammonizione dopo 10 minuti – certo, se i due venissero schierati nei ruoli a loro più congeniali sarebbe tutta un’altra cosa. Non facciamo finta che De Jong e Montolivo siano questi giocatori: hanno dimostrato in altre sedi di valere ben di più.

Per ora teniamoci i tre punti che ci fanno respirare fino alla gara di Sabato a Parma in attesa di capire il valore di questa squadra: la sensazione è che ampi margini di miglioramento ci siano e si stiano vedendo partita dopo partita. Certo, bisognerà evitare di regalare quaranta minuti agli avversari ogni volta.

Milan-Cagliari 2-0 (primo tempo 1-0)
MARCATORI: El Shaarawy al 15’ p.t. e al 37’ s.t.
MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Bonera, Yepes, Antonini; Traorè (dal 9’ s.t. Constant), De Jong, Montolivo (dal 31’ s.t. Ambrosini); Emanuelson (dal 20’ s.t. Robinho), Pazzini, El Shaarawy. (Amelia, Gabriel, Acerbi, Mexes, Mesbah, Nocerino, Bojan, Niang). All.: Tassotti (Allegri squalificato).
CAGLIARI (4-3-3): Agazzi; Perico, Rossettini, Astori, Pisano; Dessena, Conti, Nainggolan; Ibarbo (dal 26’ s.t. Ekdal), Pinilla (dal 38’ s.t. Nenè), Thiago Ribeiro (dall’8’ s.t. Sau). (Avramov, Ariaudo, Avelar, Casarini). All.: Ficcadenti.
ARBITRO: De Marco di Chiavari; assistenti Costanzo e Vuoto; IV uomo Paganesi; assistenti di porta Giacomelli-Mariani.
NOTE: Spettatori 28.005 (di cui 4.240 paganti e 23.765 abbonati) per un incasso di 761.896,95 euro. Ammoniti Pisano, De Jong, Pinilla, Pazzini, De Sciglio per gioco scorretto. Al 21’ s.t. espulso Conti per doppia ammonizione (proteste e gioco scorretto). Angoli 8-4. Recuperi 0’ p.t., 3’ s.t.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.