Finalmente è fatta per davvero. Finalmente è stato firmato un preliminare senza ulteriori rinvii. Finalmente sono caduti quei parafulmini che da anni venivano usati come ogni genere di scusa per nascondere prestazioni indegne sul campo. Il Milan dal 1° gennaio sarà spacchettato ed in mano principalmente allo stato Cinese, con un nuovo AD (Fassone) ed un DS che potrebbe essere Ausilio o Sabatini. Nomi che non intrigano e non sono di spessore internazionale ma in questa prima fase bisognerà, evidentemente, accontentarsi di ciò che passa il convento. 

Detto questo un po’ ci dispiace per chi negli ultimi 5 anni si è costruito personaggi basati unicamente sull’odio verso il Milan, chi ha destabilizzato dal primo giorno l’ambiente arrivando anche ad attaccare delle bandiere rossonere per il solo fatto di aver accettato una panchina. Tutti questi personaggi non avendo più un nemico comune dovranno innanzitutto dimostrare coerenza dimostrando di essere vigili su società, acquisti e bilancio come lo erano prima – poi saranno costretti a parlare di calcio e dubito fortemente ne siano capaci.

Coerenza non dimostrata nemmeno nei ringraziamenti a Berlusconi a cui si augurava la morte fino a cinque minuti prima. E a chi minacciosamente ha ricordato che non dimenticherà questi ultimi cinque anni. Come se fossero questi a caratterizzare il Milan e non i precedenti venticinque per annullare i quali non bastano cinquant’anni in serie B. Tutti questi loschi, meschini figuri si sono finalmente dimostrati per quello che sono – vergognosi populisti che sono andati dove tirava il vento per acchiappare like e retweet sulle spalle del Milan.

Il nostro augurio per la nuova stagione è che finalmente si possa parlare di calcio come noi su rossonerosemper abbiamo sempre fatto in questi anni. Se non si sanno fare due passaggi di fila la colpa non sarà di Galliani ora e di Fassone poi. Se si vedono giocatori fuori ruolo, idem. Qualcuno nella sua guerra donchisciottiana dove era più importante controllare se una foto di una firma conteneva effettivamente il contratto o un foglio bianco lo ha dimenticato. Abbiamo visto molti superare la soglia del ridicolo, costruendo personaggi e acquisendo consenso basandosi sull’odio contro il Milan. Abbiamo visto chi non ci stava e chi continuava a parlare di calcio denigrato ed emarginato dai suoi stessi tifosi. E siamo stati sempre più orgogliosi di distanziarci a testa alta dal gregge di pecore.

Ora è importante ripartire. E’ importante che a San Siro non si giochi più in trasferta, cosa che ci è costata da 8 a 10 punti l’anno. E’ importante se si subisce un torto arbitrale mettere pressione mediatica e non nasconderlo sotto il tappeto nel nome dell’odio verso SB e AG per poter godere del fatto che non si è vinto col Carpi. E’ importante non fischiare Bertolacci o Montolivo al primo passaggio sbagliato per fini politici. Se tutto questo succederà allora si, potremo rientrare in Champions League – o perlomeno provarci – già da subito. E ora che non avete più scuse, parlate di calcio, sempre che ne siate capaci.

Che l’alba di un nuovo giorno sorga, e quelle filosofiche notti ad Ibiza tornino finalmente nelle tenebre e nel dimenticatoio.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.