CenearcoreSiamo finalmente giunti a quello che potrebbe essere un punto di svolta nel mercato rossonero per ora nella voce che più interessa ai tifosi ovvero quella degli arrivi vede poca carne al fuoco con Menez e Alex come “grandi nomi” ma che non possono soddisfare appieno l’appetito del rossonero, soprattutto dopo tutti gli sconvolgimenti che questa sessione di mercato estivo ci sta portando.

Giorno fatidico perchè proprio stasera ci sarà l’amichevole tra Milan e Monza in quel del Brianteo che vedrà presente in tribuna come “super-ospite” il presidente Silvio Berlusconi, sicuramente raggiante dopo l’assoluzione per il processo “Ruby” ottenuta in settimana: partita che avrà poco da dire dato che tutti i nazionali sono ancora fuori e che alcuni, come il sopracitato Alex, sono ancora fuori forma. La portata principale si svolgerà in serata quando lo stesso presidente ospiterà nella sua villa di Arcore Adrano Galliani e Filippo Inzaghi per un cena che ha evidentemente come scopo quello di fare il punto della situazione sul mercato e, come sperano in tanti, si concluderà con l’approvazione da parte del patron rossonero del grande nome di mercato, con relativo grande esborso economico. Ovviamente Silvio non agirà senza prima essersi confrontato con il nuovo allenatore su quali sono i suoi piani e soprattutto sugli effetti che ne rientrano o meno, ma cosa fondamentale si informerà sulle attuali trattative in uscita visto che il mantra della società in questi tempi di ristrettezza economica continua ad essere “vendere prima di comprare”.

Non è bastata infatti la cessione di Kakà a sbloccare il mercato, poichè chi gestisce la cassa ha ritenuto insufficienti l’entrate: ecco un motivo per giudicare come semplici illazioni di stampa la trattativa che vedeva il Milan gareggiare con la Juve per l’acquisto di Iturbe a cifre importanti, e perchè la Roma, una volta tiratisi indietro i bianconeri, ha avuto gioco relativamente facile nell’accaparrarsi le prestazioni del giovane argentino. Sempre più probabile è l’addio di Robinho che raggiungerebbe Kakà in MLS, ma dubito che il brasiliano possa portare quella liquidità in grado di permetterci l’acquisto di un top player senza gravare sul bilancio effettivo. Staremo a vedere come si muoverà la società in questi 40 giorni che mancano alla chiusura del mercato estivo visto che non c’è nessun tesoretto da cui attingere e la voglia di vincere di Inzaghi da sola potrebbe non bastare.

Posted by Angelo Raffaele Torre

Responsabile dei LIVE ed editorialista. @RaffoTorre on Twitter