28 maggio 2003, stadio “Old Trafford” di Manchester. Non è una semplice finale, a quel tipo di gare eravamo già abituati. Era Milan-Juventus, le due squadre più forti d’Italia che da anni si contendevano le vittorie dentro la Penisola, che si ritrovavano a sfidarsi per capire chi doveva diventare Regina d’Europa. Non sono passati tanti anni da allora, eppure a livello calcistico sembra una vita fa, per tutte e due le squadre. Basti pensare che la Juventus allora non era ancora mai scesa in serie B, cosa che poi avvenne qualche anno dopo a causa di Calciopoli. Il Milan, invece, era al massimo splendore ancelottiano, una delle squadre più forti di tutti i tempi, capace di far giocare nella stessa squadra fuoriclasse del calibro di Pirlo, Seedorf, Rui Costa e Rivaldo, bomber di razza come Shevchenko e Inzaghi, difensori dalla classe sopraffina come Nesta e Maldini.
I bianconeri partono con una grande assenza visto che Pavel Nedved è squalificato e non potrà prendere parte alla gara, e per sostituirlo Lippi mette in pratica un’idea che si dimostrerà disastrosa: Montero spostato terzino sinistro con Zambrotta piazzato sull’ala. Una scelta folle, che Ancelotti ovviamente sfrutta subito alla grande. Carletto chiede a Shevchenko di spostarsi sulla destra, e l’ucraino fa ammattire Montero per quasi 45 minuti. La fortuna per i bianconeri è l’infortunio di Tudor, che costringerà Lippi a inserire Birindelli e spostare l’uruguaiano nel suo ruolo naturale di difensore centrale. La partita è tesissima, nessuna delle due squadre vuole rischiare di buttarsi in avanti e le occasioni sono poche: dopo 8 minuti Shevchenko porta in vantaggio i rossoneri, ma il gol è annullato per un fuorigioco di Rui Costa su cui ci sarebbe molto da discutere, e nove minuti dopo un colpo di testa in tuffo di Inzaghi viene neutralizzato da un miracolo di Buffon. La Juventus si fa viva solo alla mezz’ora con Del Piero, che prova un tiro a giro da buona posizione senza centrare la porta.
Nella ripresa non accade praticamente niente, diventa una vera e propria partita a scacchi tra gli allenatori. Lippi mette subito Conte per Camoranesi spostando Zambrotta a destra, e poi inserisce a sorpresa Zalayeta per Davids a metà tempo. Ancelotti non si fa prendere dal panico e inserisce prima Roque Junior per un Costacurta non al meglio, poi Serginho per Pirlo e infine Ambrosini per Rui Costa. Mosse azzecatissime visto che i rossoneri caleranno alla distanza e saranno costretti a tenere il risultato. I tempi regolamentari si chiudono a reti inviolate, e i supplementari per i milanisti diventeranno un’agonia. Roque Junior si fa male, ma continuerà comunque a giocare visto che non ci sono cambi a disposizione. Carletto sposta Ambrosini in difesa sulla destra, Roque Junior viene messo sull’ala e fa quel che può, Seedorf e Gattuso tamponano al centro. E’ una prestazione eroica, con i rossoneri che riusciranno a tenere lo zero a zero fino alla fine senza passare grandi pericoli.
I calci di rigore sono la solita lotteria: sbagliano quasi tutti, ma il gol più importante, quello che determinerà la vittoria dei rossoneri, lo realizza Shevchenko, che dopo aver segnato corre da Dida e lo abbraccia talmente forte da scaraventarlo a terra.
E’ un tripudio rossonero, è il capolavoro tattico di Carlo Ancelotti ma anche la dimostrazione che il Milan aveva una squadra di eroi, pronti a sacrificarsi e a soffrire pur di vincere.

Juventus: Buffon; Thuram, Tudor (42′ Birindelli), Ferrara, Montero; Camoranesi (46′ Conte), Tacchinardi, Davids (65′ Zalayeta), Zambrotta; Trezeguet, Del Piero. Allenatore: Lippi
Milan: Milan: Dida; Costacurta (65′ Roque Junior), Nesta, Maldini, Kaladze; Gattuso, Pirlo (70′ Serginho), Seedorf; Rui Costa (87′ Ambrosini); Shevchenko, Inzaghi. Allenatore: Ancelotti
Sequenza rigori: Trezeguet (J) parato, Serginho (M) gol, Birindelli gol, Seedorf (M) parato, Zalayeta (J) parato, Kaladze (M) parato, Montero (J) parato, Nesta (M) gol, Del Piero (J) gol, Shevchenko (M) gol.
Arbitro: Merk

Posted by elbonito

63 Comments

  1. sabato prossimo, domani, va in scena a san siro un inutile trofeo berlusconi, a chi lo perde porta bene.

  2. quella finale di C.L. è considerata la finale più brutta di tutti i tempi.

  3. Diavolo1990

    Quando riguardo quei rigori c’è quasi la stessa tensione di quel tempo.
    Non si vinceva un cazzo dal 99, e prima dal 96 erano anni che si giocava per il terzo posto ma la squadra c’era.
    In campionato siamo finiti terzi, ma lì c’era la consapevolezza che quella sarebbe stata la partita più importante della storia del calcio italiano.
    E non c’era Moggi che tenesse con gol buoni annullati, anche lì. Ma l’abbiamo portata a casa noi. La cosa preoccupante è che 8 giocatori che quella partita l’hanno giocata sono ancora al Milan. A 7 anni di distanza.

  4. tutti a manchester tutti a manchester manchi solo tu merda neroblu!!!!!e aggiungerei io per una regola patetica dei gol in trasferta anche se fatti nello stesso stadio dove giochiate in casa cit.

    più importante di quelo di sheva per me fu il rigore di nesta, non certo un rigorista…

  5. giusto la sequela dei rigori poteva dare una pur qualche emozione, il resto della partita, quella giocata, fu il manifesto dell’anticalcio.

  6. A distanza di 7 anni anche adesso quando riguardo i rigori vado in tensione come se avessi paura….ricordo ke prima del rigore di sheva x la tensione x poco mi sento male, poi dopo il gol x 5 minuti nn ho un ricordo, xkè ero partito di testa 🙂
    Quanti anni dovranno passare prima di rivedere un milan protagonista in europa???? purtroppo se la politica della società è questa credo molti

  7. i derby tra squadre della stessa nazione in finale sono diversi da una finale normale, c’è più tensione, guarda caso anche l’ultimo derby giocato in una finale tra manchester e chelsea non fu un grandissimo spettacolo, e guarda caso arrivarono anche li ai rigori…

  8. e poi fu la finale tra le due squadre che rappresentano di più il nostro calcio, l’una con il numero di trofei in italia, l’altra in europa e nel mondo…

  9. insomma, 2 squadre che rappresentano la santa alleanza, bella roba

  10. tutta sta alleanza non la vedo, ma certamente è molto meglio di quelal vostra con la Lazio per vincere uno scudettino…

  11. apocal, quella partita non fu un brutto spettacolo, fu un capolavoro di tatticismo di due grandi allenatori.

  12. la santa alleanza, leggi moggi + galliani, è la mafia del calcio

  13. elbo, ricordo quella partita, fu l’anticalcio

  14. s’è visto il 2005 come eravamo alleati….

  15. Diavolo1990

    Moggi più Galliani?
    E ci alleiamo per fare 4 scudetti a 1 in 5 anni? 🙄

  16. diavolino, tra i mafiosi ci sono quelli più furbi e quelli più fessi, la santa alleanza era per ostacolare l’inter ma ne ha giovato praticamente solo la juve

  17. in effetti…. 😯

  18. grazie per la moderazio, vi ha dato fastidio la parola santa ❓ :mrgreen:

  19. mamma che rigore calazze

  20. La parola che mi viene in mente pensando a quella partita è tensione.
    Nel prepartita (era la mia prima vera finale) e durante. Ricordo che al gol annullato di Sheva scattai urlando sul balcone, da dentro però mi gridavano “annullato, annullato!” e io non sentivo.

    All’ultimo rigore mia madre disse “è troppo teso, lo sbaglia”, ovvero le stesse parole che aveva detto nel ’98 al momento del rigore di Di Biagio con la Francia ai mondiali.
    Lo sguardo di Sheva mi rimarrà sempre impresso, incancellabil.

    In effetti sì, era uno squadrone anche se l’apice lo toccammo negli anni seguenti.

    Bellissimi ricordi, pagherei di tasca mia per riviverli… 🙁

  21. Ah, Apocal, per inciso la parole che fa finire in moderazione automatica è “mafios*”.

  22. lpf, i gestori del blog sono bernardo provenzano e totò riina ❓ 😆

  23. Oriali attacca Mezzaroma: “Ha surriscaldato l’ambiente”
    Per la serie “senti chi parla” 😯
    Ma da che pulpito?

  24. mezzaroma è uno stronzo totale 😛

  25. mamma che rigore calazze

    Il solito entusiasmo di vuelle… 😀

  26. Concordo nel definirla una delle più brutte finali della storia, almeno a memoria ne ricordo poche di più noiose.
    Comunque per noi interisti non è mai facile tornare su quell’edizione di coppa, avevamo una squadra più che buona poi in semifinale siamo usciti per il vostro 1-1 “in trasferta”…vabbe, anche questo fa parte del gioco.
    Alla fine non ero neanche tanto dispiaciuto di come finì, sempre meglio il Milan piuttosto che la Rubentus.

    accusare un morto è una cosa da merde che puzzano, solo uno uno della bassezza di moggi poteva fare una cosa del genere.
    chi perpetua queste accuse è del livello morale di moggi.

    Quoto, apocal

  27. Nonostante fossi alle medie, di quella finale vissuta quasi in trance ho solo molti flash.
    Il taglio di capelli portafortuna prima della partita (fatto anche nel 2007, non nel 2005).
    Il gol annullato.
    Una traversa di Conte a metà del secondo tempo. (Mi presi paura).
    La grande prestazione di Roque Junior.
    Mio padre che si copriva gli occhi per non vedere i rigori.
    L’esultanza finale sul balcone.

  28. Altra cosa…le finali sono tendenzialmente bruttine, a parte alcune eccezioni. E’ normale, c’è moltissimo in palio, in quell’occasione ancora di più. Soprattutto per Carletto che fino ad allora aveva l’etichetta di eterno secondo.

    Non capisco che c’entri il fatto che sia stata brutta.

  29. Alex l’avesse fatta l’Inter l’avresti ricordata come una partita eroica.

  30. alex, occhio che totò riina modera anche te 🙄

  31. Alex l’avesse fatta l’Inter l’avresti ricordata come una partita eroica.

    Senza dubbio!

  32. lpf vedi che stai parlando con gente che vivrà la loro prima finale e le altre le hanno visto tutte gufando, comprendili…

  33. lpf, c’è chi ricorda i rigori, chi la partita. mi correggo, la partita non è stata brutta, è stata orrida, come direbbe mughini.

  34. fabre, io di finali vittoriose ne ho già vissute 2

  35. Apocal, nè più nè meno di altre finali.
    Non è che nel 2007 ad Atene ci sia stato tutto ‘sto spettacolo…

  36. n un’intervista al Corriere della Sera il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, ha parlato della situazione del mercato del Milan: “Ci vogliono troppi soldi. E’ un’epoca difficile. E’ un’epoca per petrolieri: non a caso investono gli sceicchi. E il nostro sceicco e’ Moratti”. In merito alla finale di Champions League, che l’Inter giocherà contro il Bayern il 22 maggio a Madrid, Confalonieri ha ricordato come “io andavo a vedere il Milan di Nordhal, con Silvio e suo padre: tram fino a piazzale Lotto, poi a San Siro a piedi. Ho seguito il Milan in B, ho visto la Cavese espugnare il nostro tempio. E vuole che tifi Inter? Il tifo e’ anche gufare. Riconosco pero’ che l’ultima campagna acquisti di Moratti e’ stata eccellente, e Mourinho e’ antipatico, ma bravissimo”. Sul toto-allenatore che impazza in casa Milan: “Io avrei tenuto Leonardo. Ma Silvio sa scegliere gli allenatori. Sacchi lo prese dal Parma. Capello lo chiamavano il maggiordomo di Berlusconi, e ora e’ il numero 1 al mondo”.

  37. lpf, mica dicevo che non concordo, le finali sono quasi sempre brutte, prevale la paura di perdere sulla voglia di vincere.

  38. Esatto Apocal, quindi non c’è bisogno di farlo notare anche per questa finale… 😀

  39. lpf, repetita juve

  40. Difficile che una finale secca sia anche bella. Combattuta magari, avvincente, emozionante (se si è tifosi di una delle squadre in campo), ma bella è difficile.

    A me parvero belle Milan- Steaua 4 a 0, e Milan-Barca 4 a 0, ma non credo che i tifosi avversari la pensassero allo stesso modo.

    La finale Germania Ovest-Olanda 2 a 1 ai mondiali del 74 la ricordo come una gran bella gara, ma lì c’erano i fenomeni olandesi che giocavano un calcio stellare e una Germania anch’essa piena di fenomeni che per di più giocava in casa (infatti era lievemente meno forte ma vinse).

  41. Istanbul fu una partita giocata in modo splendido da noi, ad esempio.
    Però chissenefrega del gioco se poi non la vinci…

  42. milan-steauauauauauaua 4-0 fu bella anche se non sono tifoso del milan

  43. Ho solo scritto che è una delle finali più brutte (se non la più brutta) che abbia mai visto, non sto mica togliendo meriti ai vincitori.

  44. nel calcio esiste anche una sua estetica non solo tifoseria

  45. Vorrà dire che ci penserà l’inter a dare spettacolo in finale… 🙄
    Magari come noi ad Istanbul…

  46. l’angolo del gufo

  47. ecco, ad instambool fu vero calcio-spettacolo, mi divertiiiii moooooolto

  48. Esteticamente parlando, fu una partita strepitosa del Milan… 👿

  49. peccato si dimenticarono che già a quell’epoca le partite duravano più di 45 minuti, credevano d’esse’ al trofeo birra moretti 😆

  50. Che poi in quella Champions giocammo partita bellissime col Real, col Bayern due volte, con l’Ajax fu una partita molto spettacolare (nonostante ho sofferto come un cane…)

  51. MILANELLO – Annuncio importante in apertura di conferenza stampa a Milanello. Adriano Galliani, al tavolo conferenza in sala stampa con Leonardo, ha lasciato la parola per primo al tecnico rossonero: ‘Siamo qui insieme per comunicare consensualmente che ci separiamo, in un modo tranquillo e sereno, come è sempre stato il nostro rapporto negli anni. Non c’è niente di sorprendente, è tutto molto chiaro, oggi come sempre. Siamo arrivati alla fine. L’obiettivo Champions, al quale io tenevo tantissimo, è raggiunto e stamattina abbiamo deciso di ufficializzare la scelta e l’abbiamo fatto in via Turati. E’ arrivato il momento di chiudere, ma in modo tranquillo’. *

    per la gioia di ELBONITOOO!

  52. UFFICIALE:
    “Siamo arrivati alla fine, abbiamo deciso di ufficializzare insieme questa cosa con Adriano Galliani, senza frizioni, in maniera naturale”
    Leonardo in conferenza

  53. ormai si sapeva…. peccato… 🙁
    grazie Leo….

  54. grazie di tutto Leo…

  55. Non per essere inopportuno, ma…grazie di che cosa? 🙄

  56. più importante di quelo di sheva per me fu il rigore di nesta, non certo un rigorista…

    fabregas11

    sn d’accordo cn te cesc….è stato il rigore della”svolta”…dopo una serie di 4 errori consecutivi…

  57. ciao grande dirigente.

    e ora chi arriva a fare figure di merda?

  58. alex ringraziamo leo per vareci portato kakà, pato e t.silva, per aver fatto giocar la squadra quest’anno meglio di come ci aspettavamo,e per aversi assunto delle responsabilità non sue…

  59. Secondo me grazie per aver portato una squadra di morti al terzo posto!

  60. la squadra era da terzo posto, punto.

  61. NUOVO POST

    (perdonami elbi per l’accavallamento, ma era doveroso)

  62. “Consensualmente comunichiamo che io e il Milan ci separiamo. E’ tutto molto chiaro, non potevo continuare la mia avventura consapevole di non essere voluto bene da Elbonito.”

  63. @apocal
    quando una partita finisce 0-0 vuol dire ke le 2 squadre hanno giocato bene, so ke dal punto di vista dello spettacolo non è il massimo ma un 4-4 spettacolare vorrebbe dire una marea di errori da parte di entrambe le squadre

Comments are closed.