San Siro, ore 21.00. Era un freddo pomeriggio del 13 gennaio di due anni fa, quando alle ore 15.00 di un mercoledì di un normale pomeriggio lavorativo si affrontavano in un San Siro pressochè vuoto Milan e Novara per gli ottavi di coppa Italia con i piemontesi che ribaltando ogni pronostico si confermarono l’unica squadra di C1 negli ottavi di finale degli ultimi anni. Il Novara ha poi confermato quanto fatto vedere di buono in quell’ottavo guadagnando la serie A, anche se adesso rimane forse la squadra materasso del campionato. Si gioca quindi oggi in gara secca anche una anteprima della gara di domenica dato che si sarebbe dovuto giocare, su richiesta del Milan, questo ottavo in dicembre qualora si fosse qualificato il Catania ma i piemontesi si sono opposti e hanno preferito questa collocazione – che comunque garantisce quantomeno equilibrio tra le due squadre nel prossimo turno di campionato, cosa che non sarà invece in caso di qualificazione al prossimo turno dato che la Lega Calcio ha gentilmente concesso alla Juventus due giorni in più di riposo rispetto ad un eventuale Milan – Lazio nei quarti di finale (a proposito di gobbi, com’è che sui due rigori netti negati al Cagliari la stampa ha glissato e nascosto tutto?), gli ottavi invece si chiuderanno domani con la sfida, sempre a San Siro tra la metà meno nobile di Milano ed il Genoa (ed è strano non aver sentito Paolillo gridare al complotto per dover giocare 24 ore dopo il Milan sullo stesso terreno, ma si sà gli interisti morirebbero piuttosto che affermare che quella polemica del 2010 era priva di qualsiasi fondamento…)

ALLEGRI, IL POST DERBY E LE CRITICHE – Sarà il Novara anche la prova per vedere la reazione della squadra al pessimo risultato visto nel derby e, come nel derby, troveremo contro di noi una provinciale che si chiuderà. Non approvo invece il salvare, come spesso avviene, l’allenatore dalla pessima figura fatta in campo domenica sera sul piano tattico. Ormai non è un segreto che la maggior parte dei milanisti si divida in filosocietari e antisocietari e che per questi ultimi l’allenatore sia una sorta di semi-dio da venerare per tutto quello che subisce dalla dirigenza cui le scelte vengono imposte. Tuttavia negare che ci fossero due modi di perdere domenica sera, sul piano tecnico perché si è incontrata una squadra più forte o sul piano tattico perché si è sbagliato tutto e che di questi due sia andato in scena il secondo rasenta il livello della malafede. Sappiamo tutti che questa rosa è incompleta, ma non più incompleta delle altre in Italia – ove si era tutti d’accordo di essere a livello tecnico i favoriti per il titolo. Diverso è il discorso di un eventuale mercato per tornare competitivi a livello Europeo e qui il caso Tevez ha mostrato tutte le lacune e la mancanza di comunicazione tra proprietà, dirigenza e guida tecnica – ma per approfondire questo servirebbe un ulteriore articolo a parte, e vi ho già tediato abbastanza.

FORMAZIONE – Avrei personalmente schierato Pato per vedere se è in grado di ripetere una prestazione deludente anche contro quella che è in questo momento la peggiore squadra delle 20 di Serie A. Allegri ha confermato Nesta (è squalificato domenica), Mexes, Antonini, Bonera, Ambrosini, Emanuelson, Nocerino, El Shaarawy, e Inzaghi – dal primo minuto o a gara in corso. Giocherà Amelia in porta dato il nuovo infortunio ad Abbiati che lo terrà lontano dai campi da gioco per 15-20 giorni mentre staranno sicuramente fuori anche Clarence Seedorf (febbre) e soprattutto Kevin Prince Boateng per un nuovo infortunio che lo terrà lontano dai campi da gioco per un altro mese. Torna invece in rosa Merkel, anche se non giocherà immediatamente – è un buon ritorno ma non può essere lui il centrocampista che ci serviva e tutto questo mercato di gennaio sembra un voler continuare a rattoppare le falle col chewing-gum sperando che la nave arrivi in porto (sperando che il capitano non sia come Schettino – altrimenti non arriviamo nemmeno lì): prima o poi occorre smettere di rimandare e cominciare a ricostruire lo scafo. Dove sono Fabregas, Tevez, De Rossi e Montolivo?

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

16 Comments

  1. fabregas11_robinhood 18 Gennaio 2012 at 10:10

    schettino no stettino….

  2. A che ora? Che canale? E il Clasico a che ora?

    1. 21.00 su Rai Due il Milan, 22.00 su Sky Sport 1 il clasico

      1. C’è Real – Barca??? Coppa del Re???

        Fico!

        Visto che stasera mi tocca stare a casa me la sparo!

        Proprio utili e belle queste partite a metà Gennaio di Coppa Italia,sia per i giocatori che per i pochi che vanno a vederla è meraviglioso e salutare giocare o star fermi sotto lo zero!!!!!

        Ma non avrebbe un leggerissimo maggior senso giocare di pomeriggio????

        1. Beh questa due anni fa la giocarono di pomeriggio e lo stadio era vuoto, a parte i pochi della curva che vedi nella foto.
          Piuttosto l’idea geniale è stata far giocare due partite a roma settimana scorsa e due a milano questa di fila.

        2. Cioè secondo me per valorizzare la coppa va giocata di sabato/domenica (e si tirano anche più soldi su di diritti TV) più che al mercoledì pomeriggio

  3. fabregas11_robinhood 18 Gennaio 2012 at 12:55

    se mettevano il milan la settimana scorsa volevo proprio sentirti, la lega che favoriva l’inter, che galliani non si lamenta mai… ecc….

  4. Per valorizzare al meglio la Coppa Italia, servirebbe copiare pari pari la FA cup. Parti a fine agosto, tutti insieme, squadre di A B C. Senza nè teste di serie, nè andata e ritorno. Sarebbe uno spettacolo, vedere squadre blasonate contro squadrette di periferia. Proprio come succede in Fa cup.
    Ma poi penso che ciò sia inrealizzabile, sarebbe impensabile in Italia, far giocare il Milan piuttosto che la Juventus o l’Inter in campi tipo Pergocrema o Lumezzane. In Italia queste squadre hanno stadi al limite della decenza, tali da non poter permettersi il lusso di ospitare le grandi. Quindi al momento dobbiamo accontentarci di questo formato. E è già tanto che abbiano almeno spostato le gare alla sera.

    1. La fa cup per le squadre di A e B parte solo a gennaio eh..
      Seondo me comunque il segreto della fa cup non è nella formula ma nel giocare nei weekend
      Già fecero nel 96 se non erro un tentativo di copiare la formula e andò male

  5. Blatter è un idiota,ma continuo a credere che la sua proposta di dare un posto in Champions alla vincintre della Coppa nazionale fosse una buona idea,un modo per incentivarla e renderla competitiva,visto che in tutti gli altri paesi del mondo ci tengono a questa Coppa,mentre da noi serve solo a far turnover….quello che ha detto adler è giusto,ma purtroppo la FA Cup è incopiabile per la questione stadi e pensare che in Inghilterra giocano pure la Carling Cup.

    Una volta era tutto più bello: la Coppa dei Campioni,la Coppa Uefa era una cosa seria perchè vi partecipavano squadre molto ben piazzate in campionato e poi c’era la fantastica Coppa delle Coppe.

    1. In Inghilterra ultimamente non si filano più manco la fa Cup comunque… ho visto qualche partita in stadi mezzi vuoti del terzo turno
      La carling se la cagano meno della coppa Italia
      La UEFA non vuole le vincenti delle coppe in cl per non rischiare di trovarsi squadre di serie B in Champions league

      1. Si,però poi in CL ci vanno Zilina e Otelul Galati e non mi sembra che il livello tecnico sia tanto più alto.

        1. Matto guarda che non è quello che penso io la cosa della B ma è stata la risposta della UEFA alle richieste di dare il posto Champions. 🙂

  6. Ragazzi come avete detto anche voi secondo me il problema della coppa Italia resta da un lato la formula della competizione e dall’altro l’incentivo a vincerla.
    Le partite sembrano buttate lì nei ritagli di tempo del calendario, ed effettivamente la competizione viene usata solo per dare spazio ai panchinari senza nessun incentivo a vincere. Quindi il risultato finale sono partite giocate a metà settimana senza motivazione senza pubblico e senza titolari.
    Poi ognuno fa le sue proposte come questo giornalista http://bit.ly/xr5IzH che propone di giocarla nella pausa natalizia tipo final eight. L’unica cosa certa è che al momento fa schifo.

    1. Uh ancora le stronzate di Fabrizio bocca 🙂 ma quante ne spara quell’uomo?

      1. Più che altro sembra quasi una provocazione però sicuramente la formula attuale non funziona, bisogna che si inventino qualcosa di nuovo!

Comments are closed.