Torno a fare il presidente del Milan“. Un annuncio che non può passare sotto silenzio. Berlusconi è oramai vicinissimo alla fine della sua quarta – e speriamo ultima – legislatura. Un annuncio che forse avrà fatto sperare qualcuno in nuove prospettive o nuovi investimenti, ma è un annuncio che se analizzato bene potrebbe tornare a rompere un giocattolino che sta funzionando.

1) No agli investimenti presidenziali. Il Fair play finanziario è ormai alle porte e diverrà effettivo già dalla prossima stagione. Con un ritorno agli investimenti pesanti si cancellerebbe in un sol colpo tutto il lavoro compiuto duramente da Adriano Galliani dal 2007 ad oggi, riducendo via via le spese e potendosi infine permettere (grazie ai soldi di Kakà) i due acquisti senza pesare sul bilancio. Il Milan non ha vinto – come qualche interista pensa – quando ha ricominciato a spendere ma è semplicemente tornata a vincere quando ha sistemato il proprio bilancio riportandolo in termini accettabili. Cosa che non ha fatto l’Inter arrivando alle conseguenze che oggi vediamo e rischiando seriamente di rimanere fuori dalla prossima Champions League, cosa che con l’incombenza del FFP rischia di costare carissimo alla seconda squadra di Milano, precludendogli forse un ritorno ad alti livelli per un periodo molto più lungo di quello 2007-10 che hanno dovuto soffrire i tifosi rossoneri. Insomma no ai capitali immessi nel bilancio ogni anno e all’aumento del debito societario – vorrebbe dire andare contro le nuove linee UEFA.

2) Chi arriva? E’ ovvio che eventuali acquisti potrebbero essere più legati al rilancio dell’immagine dell’ormai ex presidente del consiglio. Temo acquisti molto di propaganda politica e poco utili. Il mercato deve essere interamente gestito da Galliani e non da qualcuno che nemmeno sa i nomi dei propri calciatori (ricordate Zigone?). A questo Milan non servono i Ronaldinho (o i Drogba) solo per il colpo ad effetto del grande nome ma gli Aquilani e i Nocerino colpi che solo Adrianone sa portare a termine sfruttando le molte distrazioni del presidente.

3) E’ importante invece avere un uomo come Berlusconi per i rapporti di facciata coi media. Se veramente vuole interessarsi della propria società potrebbe diventare finalmente la carta utile per farsi rispettare (a colpi di querele) sulla carta stampata. Per fare questo occorre quel presidente dedito al Milan al cento per cento, impegno che mi aspetto da tempo e che ci manca. Spero sempre un giorno di vedere un Berlusconi a un De Laurentis o alla Zamparini dedito alla squadra e lontano dalla politica, ma in questo momento mi pare pura utopia.

Insomma, in questo momento il giocattolo funziona e modificarne i meccanismi potrebbe essere molto pericoloso. Lasciate fare a Galliani: di Adrianone mi fido, del suo capo meno.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

15 Comments

  1. buongiorno

    con il ritorno di silvio vorei che si costruisse uno stadio nuovo , una casa del Milan

    così aiuterebbe lo stadio di proprietà a ridurre il divario economico con le altre big europee

    perchè Galliani che a parole auspica la costruzione di stadi nuovi , per il Milan non c’è nessun progetto ?

    1. Boldi, io voglio San Siro.
      Uno stadio di proprietà da 40.000 posti francamente mi farebbe pena. E mi farebbe ancor più ribrezzo vedere a San Siro giocare solo quelli là, per la storia che ha il nostro stadio.

  2. condivido, la prima cosa di Ilvio da presidente del Milan deve essere ripulire San Siro dalla puzza di merda.

    Ha in mano i giornali e possiede fior fior di avvocati, che li usi per qualcosa di serio.

    Seconda cosa: querelare quel chiccchierone di De piagnonis così magari la smette di credersi Dio in Terra e torna a strisciare nel fango da cui si è sollevato

  3. No agli investimenti presidenziali

    Ma che stronzata!
    Il proprietario è lui e farà il cazzo che gli pare no? Sta a vadere che si preoccuperà di cosa scrivi ne tuoi post!

    Con un ritorno agli investimenti pesanti si cancellerebbe in un sol colpo tutto il lavoro compiuto duramente da Adriano Galliani

    Cazzo, “duramente”?
    Galliani? Quel coglione? Quello che ritirò la squadra nella vergogna di Marsiglia?
    Quello che si innamora di giocatori e allenatori e continua a rinnovargli i contratti all’infinito e suon di miliardi?
    Quello che si è ritrovato campione senza alcun merito ma solo per grazia ricevuta?
    Accidenti al meglio lì dentro!

    1. Sadyq lo vuoi capire che il calcio va verso questa direzione? Le società devono camminare con le proprie gambe, se vuoi fare le coppe no a megadebiti e sceicchi.

      Su marsiglia come ho già detto nessuna vergogna, se fosse stata data la vittoria a tavolino (vedi alemao) sarebbe stato un colpo di genio

  4. Ma se le vuoi vincere, le coppe, i soldini li devi spendere, bene ma devi spenderli. Cercando di tenere i migliori. Dimostrato eh!
    Non provi nessuna vergogna perchè tu hai il paraocchi!

    1. Adesso sì, ma devi spendere guardando al bilancio. Non come City, Barcellona e Real. Tra un paio di anni sarà diverso.

  5. C’è più da vergognarsi – ad esempio – ad aver intercettato tutte le squadre e nascosto le intercettazioni

  6. Perchè ci metti sempre dentro gli altri? Non riesci a guardare in casa tua, senza confrontare le minchiate che vengono commesse?
    Non è mica una gara!
    Non è che se io faccio una minchiata più grande, la tua si annulla automaticamente eh!

    1. La nostra minchiata è stata commessa quasi 20 anni fa ma ancora viene usata per rinfacciare.
      Le minchiate le fanno tutti. C’è chi ne fa di più e più grosse.
      Tra l’altro la UEFA non ebbe il coraggio di applicare il regolamento – l’avessero fatto era 3-0 a tavolino

  7. Ma ebbe il coraggio di squalificarci dalle competizioni europee per un anno!

    20 anni o 20 giorni, sempre di una cosa vergognosa si tratta ed io non voglio rinfacciarti niente, sono Milanista come te. Volevo solo dire che dell’antennista non c’è da fidarsi molto!

    1. L’altro ha mandato a puttane l’italia.
      Di galliani mi fido, avrà fatto le stronzate ma migliori in giro non ne vedo

  8. Ma che cazzo vuol dire quel (UTC 1 ), accanto all’ora del commento?

    1. Fuso orario.
      Ma apocal che fine ha fatto?

Comments are closed.