Allegriani in riunione

Ci eravamo già occupati, tempo fa, del milanista incontentabile. Oggi è il momento di analizzare un’altra figura che aleggia minacciosa nell’universo Milan: la setta degli Allegriani.

Non si conoscono ancora le origini di tale setta, pare abbia avuto inizio a Cagliari, dove l’attuale allenatore rossonero si è affermato prima di essere cacciato – giustamente – a calci in culo da Cellino. Sono invece chiarissimi i punti del loro credo – che riepiloghiamo per voi qui di seguito:

1.) Massimiliano Allegri ha fatto un miracolo nella vittoria dello scorso scudetto, vittoria imputabile esclusivamente ai suoi meriti tecnici: guai a chi dice che aveva una squadra immensamente più forte delle altre. Allegri 8, Società 6. E non sono stati invertiti per errore i due voti come dovrebbero essere se si valutasse come obiettività.

2.) Se Massimiliano Allegri non riesce a vincere attualmente è perché “la differenza la fanno i campioni – che l’anno scorso c’erano e quest anno no“. Il soggetto non ragiona quando gli si fa notare che nei cambi Taiwo-Jankulovski, Mexes-Legrottaglie, Aquilani+Nocerino-Pirlo (mai usato) il Milan si è rafforzato ulteriormente.

3.) Se la squadra perde è colpa esclusivamente della società, se la squadra vince è esclusivamente per meriti di Massimiliano Allegri – a cui va assoluta devozione per aver trombato Ronaldinho, pupillo della società ma soprattutto concorrente per il posto da titolare del profeta di Massimiliano Allegri in campo: Clarence Seedorf, sconfiggendo così il prescelto da Satana dai dentoni sporgenti e di Mefistofele Federico Buffa.

4.) Massimiliano Allegri non sbaglia: è dotato del dono dell’infallibilità pontificia. Se Massimiliano Allegri per caso sbaglia è perché qualcuno della società l’ha sedotto tentandolo nel deserto dove Massimiliano Allegri si è auto-esiliato per 40 giorni per scontare i peccati dell’uomo. Qualora Massimiliano Allegri sbagli ulteriormente la colpa è solo e solamente della società che ce lo ha messo lì.

5.) Se un giocatore non viene schierato in campo da Allegri è una pippa ed è colpa solamente della società che lo ha acquistato – indipendentemente dal fatto che possa essersi espresso ad alti livelli in altri campionati. Vale la variabile “non è funzionale al modulo” qualora uno di tali giocatori venga erroneamente e malamente schierato fuori ruolo – ma non sanno obiettare sul fatto che il modulo si può cambiare – come Allegri stesso ha già fatto lo scorso anno. Se Massimiliano Allegri fa giocare un giovane fa bene perché punta sui giovani – ma se una settimana dopo lo manda in tribuna fa ugualmente bene perché è scarso. Insomma Allegri non sbaglia mai la formazione, nemmeno quando fa giocare Bonera terzino e si perde puntualmente.

6.) Se la squadra sbaglia la preparazione atletica l’allenatore non ha alcuna colpa di tale fatto. La colpa è unicamente dell’età anagrafica dei giocatori. Il fatto che sembrino i cugini scarsi di quelli di sei mesi fa non è imputabile in alcun modo allo staff tecnico, al massimo è colpa dei giocatori stessi o della società.

Il post è dedicato a nonciclopedia

7.) Sostiene a grandi linee che la squadra non è la più forte a causa del centrocampo – ignorando che non esiste altra squadra in italia con un reparto difensivo forte la metà di Yepes-Mexes-Thiago Silva-Nesta e un reparto offensivo forte un terzo di Ibrahimovic-Pato-Boateng-Robinho-Cassano. Il centrocampo diventa la scusa per elogiare il genio del tecnico toscano – invece di ignorare che – almeno in Italia non ci sono e non ci dovrebbero essere rivali e se ci sono la colpa è esclusivamente di una pessima gestione tattica e delle energie. Emblematica la frase: “Se lo vinciamo con questa squadra il livello del calcio italiano sarà sceso a livelli mai scesi” – anche qui ignorando gli scudetti interisti nel periodo post calciopoli. Attenzione: la scusa del centrocampo vale anche quando non si vince con squadre che presentano tale reparto con una rosa più scarsa.

8.) Se Massimiliano Allegri non ha una rosa adatta come descritto al punto 7 è solo per le scelte sbagliate della società. Paragona quindi erroneamente le società calcistiche italiane a quelle inglesi e spagnole ignorando che vi sono regole diverse di mercato. E’ un po’ come se la San Pellegrino volesse far concorrenza alla Coca Cola.

9.) Le competenze motivazionali non spettano in alcun modo ad Massimiliano Allegri. Se i giocatori scendono in campo demotivati (vedi Bari) la colpa è del comitato, o della società, o del primo spettatore che passava di lì. Ma non di Allegri.

10.) Massimiliano Allegri non ha alcun potere contrattuale sul mercato e non avalla nessuno degli scarsi – a loro dire – acquisti che arrivano nelle sessioni di mercato. Glieli dà la società e basta: unico caso in tutta Europa. Fa niente se mister x lo inventò proprio lui a Milan Channel.

Il rimedio? La visione di partite di calcio vere, di squadre allenate da gente che esprime il calcio ai massimi livelli come Lippi, Capello, Guardiola, Hiddink, Ferguson ma anche Guidolin. E il capire quanto potrebbe rendere veramente questa squadra – per alcuni sfruttata al 120% dall’allenatore – per altri – come il sottoscritto – a uno scarso 55-60%. Vediamo se batterà un record – quello di essere uno dei pochi allenatori a smentire il detto “il campionato lo vince la squadra più forte”

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

27 Comments

  1. ottimo post diavolo.

    Essenzialmente chi sostiene Allegri non capisce niente di calcio quindi hai usato il termine corretto setta.

    Non è cattiveria è statistica. Se te parli con 100 Allegriani 92 non capiscono di tattica, non capiscono di sviluppo, non capiscono di managerialità, non capiscono di gestione di gruppo e sono limitati nelle idee.
    Poi magari su 100 ne trovi 8 un minimo sofisticati che però sono perseguiti dai loro dirizzoni. Vedono il calcio in un modo solo e tutto quello che esula dalla loro visione ristretta non esiste.

    Se si prende in esame gli allegriani nei blog la statistica forse è anche peggio. Hai mai sentito parlare un allegriano di tattica? Difficile da camisa in la il vuoto assoluto il che conferma che chi sostiene Allegri ha una visuale ristretta quando è in buona fede e politicizzata quando è in mala fede.

    Allegri è un allenatore modesto, eccessivo per il cagliari e per qualunque altra squadra. L’ unico motivo per cui è al Milan secondo me è perché è un grande yes man.
    La società Milan ripudia da anni allenatori veri. Leonardo aveva osato tirarli fuori e lo hanno mandato via. Per ritrovare uno con i coglioni si va a zac 99 o a Capello 94.

    E io mi chiedo sempre. Perché Galliani appoggia questi allenatori che con il grande calcio non centrano nulla e che nemmeno infiammano il pubblico?

    secondo perché con un allenatore vero probabilmente non potrebbe mai rinnovare alle mummie o imporre formazioni o cazzate varie.

    Al Milan l’ allenatore deve essere una bambola. Deve essere elegante e deve avere i capelli curati. Non deve capire di calcio, non deve capire di tattica, non deve sviluppare la squadra, non deve fare la formazione. Galliani per me ha bisogno di allenatori scarsi per non sfigurare perché un tecnico vero lo offuscherebbe. Allegri da quest punto di vista rappresenta al meglio questo tipo di allenatore. nemmeno riesce a fare analisi azzeccate a fine partite (sentire parlare buffa e Allegri sembra che parlino di due sport diversi)

    peccato che le squadre serie facciano di tutto per avere i migliori tecnici.

    Ho visto una registrazione di un amico da cellulare dello stadio della Juve. Pieno e scatenato per 90 minuti grazie a Conte.

    Quando mai si vedrebbero tifosi tanto assatanati con Allegri? Io mi addormento quasi sempre per dire.

    Peccato che ha far gestire il milan a un non allenatore cosi ci sputtaniamo anche gli sponsor e di questi tempi non è il massimo. Immagino contento flay emirates di sponsorizzare una squadra che fa le figure dell’ altra sera e offre lo spettacolo triste delle partite del Milan.

  2. esempi classico di allegriano: l’ altro giorno prima che lo sfanculassi palpatine mi aveva ripreso perché avevo parlato di calcio con camisa in un commento entrando un minimo nel dettaglio. Mi ha detto di non fare lo sborone. ahahahahahhah…per dire che se uno capisce un pochino più della media è già un alieno per alcuni.

    Gli allegriani sono anti calcio, se ne salva qualcuno ma sono degli anti calcio…e sono pure permalosi con quelli che non sono anticalcio come loro

  3. nel senso che camisa è l’ unico Allegriano che conosco che un po chiappa di tattica…il resto baratro totale

  4. infatti camisa non è un allegriano

  5. ma chi è palpatine???? :s

  6. Su 5 commenti mi avete evocato 4 volte… Mi sa che mi tocca dire qualcosa.

    Il post è simpatico, un po’ eccessivo, ma simpatico.

    Secondo me sbagliate l’approccio, poichè i milanisti non si identificano per l’allenatore che stimano… Ma per il fatto di essere milanisti.

    A me la famosa distinzione Sacchiani vs Capelliani mi ha sempre disturbato.

    Io sono milanista, punto!

    In ogni caso, non sarò “Allegriano”, ma ho una discreta stima per lui, il suo modo di allenare, il suo modo di gestire la squadra.

    Questo non comporta in me l’impossibilità di criticarlo laddove grossolanamente sbaglia.

    L’inizio di stagione è stato negativo, perchè non dirlo!?!

    Basta evitare pregiudizi.

  7. Faccio la premessa che io sono un tifoso del Milan. Milan e solo Milan. Passano gli allenatori, passano i giocatori e passano le società.

    1.) Massimiliano Allegri ha fatto un miracolo nella vittoria dello scorso scudetto, vittoria imputabile esclusivamente ai suoi meriti tecnici: guai a chi dice che aveva una squadra immensamente più forte delle altre. Allegri 8, Società 6. E non sono stati invertiti per errore i due voti come dovrebbero essere se si valutasse come obiettività.

    Allegri non ha fatto un miracolo ma ha fatto la sua buona parte. Insieme alla società. Ha trovato la giusta quadratura alla squadra, ha rimediato agli errori fatti in partenza ed è stato capace di mettere a sedere, ma anche mandare fuori dalle balle, i mamma santissima. E qui si vede quanto tu sia in malafede che parli di obiettività. Tu che per anni hai criticato la società per la non risoluzione dei contratti, tu che hai mandato merda addosso ai Pirlo, ai Seedorf, ai Gattuso, ora parli di rosa più forte. Così siam bravi tutti. Banderuola.

    2.) Se Massimiliano Allegri non riesce a vincere attualmente è perché “la differenza la fanno i campioni – che l’anno scorso c’erano e quest anno no“. Il soggetto non ragiona quando gli si fa notare che nei cambi Taiwo-Jankulovski, Mexes-Legrottaglie, Aquilani+Nocerino-Pirlo (mai usato) il Milan si è rafforzato ulteriormente.

    Oltre ad essere banderuola, sei anche falZo(cit.). E se non sei falzo, stai sotto effetto di sostanze stupefacenti. “la differenza la fanno i campioni – che l’anno scorso c’erano e quest anno no“ ma chi l’ha detta questa puttanata? Si vede che è una frase concepita dalla tua mente malata. I campioni assoluti da noi sono solo 2: Ibra e Thiago. Stop. Con Taiwo, che dobbiamo ancora valutare, e Mexes ci abbiamo sicuramente guadagato. Con Aquilani e Nocerino, non credo. Nocerino,innanzitutto, non è un titolore, e chi lo afferma è o un stolto o è un bugiardo (cit.). Nocerino è stato preso come riserva visto gli infortuni. Ed è stato preso dalla società in quanto tale, e non come titolare (personalmente ora come ora lo metterei titolare, tanto Gattuso e Amrosini non possono fare di meglio). Aquilani è Mr.X e lo ha confermato Galliani. Bene, Aquilani che è stato il “colpo ad effetto” per il centrocampo, è un giocatore di sufficiente qualità. Di sicuro non è colui che ti fa fare la differenza. Quindi sostenere che la rosa sia stata rafforzata ulteriormente, e tu alludi in qulità, è una stronzata perchè la rosa è come quella dell’anno scorso con un anno in più sulle spalle, con dei ipotetici titolari in più (Aquilani e Taiwo) e panchinari in più (Nocerino,Mexes. ed El Sharawi). Quindi la rosa non è stata migliorata in qualita ma allungata in numero. Poi è bello sentire parlare solo di rafforzamento della rosa, e non sentire parlare dell’avanzamento dell’età dei Gattuso, degli Ambrosini, dei Seedorf, dei Van Bommel, dei Nesta, degli Abbiati… e sei tu a sostenerlo, e lo ripeto ancora, che sparavi a zero contro questi giocatori. Banderuola.

    3.) Se la squadra perde è colpa esclusivamente della società, se la squadra vince è esclusivamente per meriti di Massimiliano Allegri – a cui va assoluta devozione per aver trombato Ronaldinho, pupillo della società ma soprattutto concorrente per il posto da titolare del profeta di Massimiliano Allegri in campo: Clarence Seedorf, sconfiggendo così il prescelto da Satana dai dentoni sporgenti e di Mefistofele Federico Buffa.

    E si, già che ci siamo non dobbiamo farci mancare niente. Siamo in tema di cazzate, e spariamone a più non posso. Ronaldinho gicava, ad inizio stagione scorsa, come attaccante esterno nel 4-3-3. Poi si è passati al 4-3-1-2 e li come attaccante ha perso il posto, visto che davanti gli partivano Ibra,Pato e Robinho, come trequartista invece aveva davanti Boateng,Robinho (provato molte volte in quel ruolo) e come terza possibilità, ripeto terza, Seedorf. Quest’ultimo sia nell’iniziale 4-3-3 che nel 4-3-1-2 giocava da mezz’ala, e il trequartista l’ha fatto solo quando mancavano Boateng e Robinho che gli erano preferiti in questa zona del campo. Bene, in base a questo mi devi dire come è possibile che Ronaldinho poteva essere considerato diretto concorrente di Seedorf. Puttanata atomica.
    “Se la squadra perde è colpa esclusivamente della società, se la squadra vince è esclusivamente per meriti di Massimiliano Allegri”. In questa frase basta cambiare i termini “società” e “allenatore”, e abbiamo il tuo motto personale. Personalmente parlando, Allegri non è mai stato messo sotto una campana di vetro. E’ stato criticato ad inizio campionato scorso quando sbagliava clamorosamente e tutti lo volevano fuori dai coglioni, poi sappiamo come è andata a finire, e lo critico ora che non ci sta capendo un emrita minchia sia nel mettere gli 11 iniziali, sia nei cambi e sia nelle convocazioni.

    Massimiliano Allegri non sbaglia: è dotato del dono dell’infallibilità pontificia. Se Massimiliano Allegri per caso sbaglia è perché qualcuno della società l’ha sedotto tentandolo nel deserto dove Massimiliano Allegri si è auto-esiliato per 40 giorni per scontare i peccati dell’uomo. Qualora Massimiliano Allegri sbagli ulteriormente la colpa è solo e solamente della società che ce lo ha messo lì.

    Un punto per allungare il brodo del post. Sugli errori commessi da Allegri vedere il punto precedente.

    5.) Se un giocatore non viene schierato in campo da Allegri è una pippa ed è colpa solamente della società che lo ha acquistato – indipendentemente dal fatto che possa essersi espresso ad alti livelli in altri campionati. Vale la variabile “non è funzionale al modulo” qualora uno di tali giocatori venga erroneamente e malamente schierato fuori ruolo – ma non sanno obiettare sul fatto che il modulo si può cambiare – come Allegri stesso ha già fatto lo scorso anno. Se Massimiliano Allegri fa giocare un giovane fa bene perché punta sui giovani – ma se una settimana dopo lo manda in tribuna fa ugualmente bene perché è scarso. Insomma Allegri non sbaglia mai la formazione, nemmeno quando fa giocare Bonera terzino e si perde puntualmente.

    Sulla prima parte di questa punto, ti riferisci ad Emanuelson. E’ chiaro il riferimento. Bene, per questo giocatore non puoi cambiare il modulo. Una chiavica atomica che non sa fare niente eccetto una corsa sterile. E tu, sommo tattico, vuoi cambiare il modulo per codesta chiavica atomica. Emanuelson può giocare in un 4-4-2 o in un 4-3-3 come esterno d’attacco. Ma per cambiare modulo bisogna avere gli interpreti giusti, e noi le ali/esterni di centrocampo, eccetto quella chiavica atomica, non ne abbiamo; e in più se giochi sugli esterni, vuol dire che punti anche sul mettere palloni in mezzo per un attaccante d’aria di rigore. Attaccante d’aria di rigore che noi non abbiamo, e non mi venire a parlare di Ibra che, anche se teoricamente può far la prima punta, in quella posizione non ne vuole sapere di stare. Nel 4-3-3 schierare Emanuelson significa levare il posto ad un attaccante. Follia.
    Sulla seconda parte ti riferisci ad ElSharawi. Allegri ha sbagliato a non metterlo in panchina con la Juve. Questo è evidente a tutti ed è un grave errore, gravissimo.
    Parentesi Bonera. Ha sbagliato a metterlo. Si poteva provare Taiwo (che in molti già hanno bocciato, quindi non immagino le critiche con lo stesso risultato e il nigeriano in campo), ma provare un giocatore ancora non rodato in una squadra che non gira, perdipiù contro una Juve a 1000, è un rischio ancora più grosso. C’è Antonini? E’ leggermente migliore di Bonera, ma è un merda anche lui.
    Bene, credete che con Antonini/Taiwo al posto di Bonera ed El Sharawi al posto di Cassano o per assurdo, visto che alcuni sommi tattici lo vedono trequartista quando l’egiziano non ha mai ricoperto questo ruolo, al posto di Boateng, sarebbe cambiato qualcosa? Utopia.

    6.) Se la squadra sbaglia la preparazione atletica l’allenatore non ha alcuna colpa di tale fatto. La colpa è unicamente dell’età anagrafica dei giocatori. Il fatto che sembrino i cugini scarsi di quelli di sei mesi fa non è imputabile in alcun modo allo staff tecnico, al massimo è colpa dei giocatori stessi o della società.

    La preparazione atletica è la stessa dell’anno scorso. La stessa che ci ha fatto vincere uno scudetto. La stessa che ti ha fatto avere attacchi da sindrome mestruale ad inizio stagione scorsa, e nel periodo Milan-Bari e Palermo-Milan. “Abbiamo perso lo scudetto uè uè!” (cit.) La preparazione non la puoi giudicare ora, è troppo presto.

    7.) Sostiene a grandi linee che la squadra non è la più forte a causa del centrocampo – ignorando che non esiste altra squadra in italia con un reparto difensivo forte la metà di Yepes-Mexes-Thiago Silva-Nesta e un reparto offensivo forte un terzo di Ibrahimovic-Pato-Boateng-Robinho-Cassano. Il centrocampo diventa la scusa per elogiare il genio del tecnico toscano – invece di ignorare che – almeno in Italia non ci sono e non ci dovrebbero essere rivali e se ci sono la colpa è esclusivamente di una pessima gestione tattica e delle energie. Emblematica la frase: “Se lo vinciamo con questa squadra il livello del calcio italiano sarà sceso a livelli mai scesi” – anche qui ignorando gli scudetti interisti nel periodo post calciopoli. Attenzione: la scusa del centrocampo vale anche quando non si vince con squadre che presentano tale reparto con una rosa più scarsa.

    Sul reparto difensivo, concordo ma ci torniamo dopo. Sul reparto offensivo, quasi. Dico quasi perchè, secondo me, Cavani, lavezzi, Hamsik sono veramente forti. Ma ritroniamo sulla difesa. Avere la difesa forte, non sgnifica avere una fase difensiva forte. L’anno scorso la difesa era aiutata dal centrocampo e anche da alcuni giocatori offensivi (vedi Robinho e alcune volte Boateng). Quest’anno questo non avviene per diversi motivi. La cocciutaggine di Allegri a schierare ceti giocatori (vedi l’ostinazione nel mettere il duo Seedorf/Van Bommel quando almeno Seedorf poteva essere cambiato, Van Bommel no mettere ambrosini ora è un suicidio), ma anche la lunga serie di infortuni con il conseguente ritardo di condizione (vedi Boateng e Ambrosini) e l’intervento appena sufficiente della società sul mercato. In più aggiungiamoci un Nesta che è quasi alla fine e un Abbiati da ricovero… e il gioco è fatto.
    Se sei l’unico stupido che non si rende conto della decadenza del calcio italiano, non ci posso far niente. E’ sotto gli occhi di tutti. E nessuno si è lamento per lo scudetto vinto l’anno scorso, anzi lo abbiamo tutti ampiamente festeggiato.

    8.) Se Massimiliano Allegri non ha una rosa adatta come descritto al punto 7 è solo per le scelte sbagliate della società. Paragona quindi erroneamente le società calcistiche italiane a quelle inglesi e spagnole ignorando che vi sono regole diverse di mercato. E’ un po’ come se la San Pellegrino volesse far concorrenza alla Coca Cola.

    Innanzitutto nessuno paragona la situazione italiana a quella spagnola o inglese. Questa è una cosa che fai sempre tu come atto di cortiginaeria per mettere le mani avanti. Ma veniamo a noi.
    Se giocano sempre Van Bommel e Seedorf, ed entrambi non vengono cambiati la colpa è di Allegri. E’ evidente come cosa. Se El Sharawi va in tribuna, è Allegri che sbaglia e su questo non si discute. Ma se le dighe di centrocampo sono i 35enni logori Van Bommel e la riserva Ambrosini, la colpa di chi è? Di Allegri? No, della società. Se le mezz’ali sinistre a disposizione sono un 35enne che può farti solo 10 partite ad alto livello,Seedorf, e un centrocampista sufficiente, presentato come Mr.X, che non ha mai fatto la differenza nelle squadre dove ha giocato,Aquilani, la colpa di chi è? Di Allegri? No, della società. I rinnovi a cazzo e gli stipendi a cazzo? Chi li decide Allegri? No, la società. L’eterna riconoscenza? sempre la società.

    9.) Le competenze motivazionali non spettano in alcun modo ad Massimiliano Allegri. Se i giocatori scendono in campo demotivati (vedi Bari) la colpa è del comitato, o della società, o del primo spettatore che passava di lì. Ma non di Allegri.

    Altra stronzata per allungare il brodo. Certo che è colpa di Allegri. Come è merito d’Allegri quando vinci il Derby della vita 3 a 0. O come è colpa di Allegri quando non vedi fare più di 3 passaggi contro la Juve. Solo che tu vedi solo colpe. Fazioso.

    10.) Massimiliano Allegri non ha alcun potere contrattuale sul mercato e non avalla nessuno degli scarsi – a loro dire – acquisti che arrivano nelle sessioni di mercato. Glieli dà la società e basta: unico caso in tutta Europa. Fa niente se mister x lo inventò proprio lui a Milan Channel.

    Giustamente come punto finale, si propone la michiata finale. Negli ultimi anni quale è stato l’allenatore che si è visto esaudire le proprie richieste? Nessuno. Ne Allegri, ne Leonardo, ne Ancelotti. Nessuno. Mr.X lo ha inventato Allegri?Si. E chi ha parlato di regalo per lo Scudetto? Banderuola.

    Il rimedio? La visione di partite di calcio vere, di squadre allenate da gente che esprime il calcio ai massimi livelli come Lippi, Capello, Guardiola, Hiddink, Ferguson ma anche Guidolin.

    Giustamente, mica potevi chiudere senza fare ultimo colpo di coda. Fortunatamente non siamo l’Inter che cambiamo allenatori così manco fossero mutande sgommate o eiaculate. Poi bellissimi i candidati. Lippi, portatelo a casa tua e tienitelo caro. Capello, Guardiola, Hiddink,Ferguson e Guidolin… tutti allenatori liberi.

  8. gran bel post diavolino

  9. Cioè juan fammi capire, ti sei messo a rispondere mezz’ora punto per punto a un post ironico? 😯

  10. Tra l’altro scrivendo una boiata peggio dell’altra.

    Se sei l’unico stupido che non si rende conto della decadenza del calcio italiano, non ci posso far niente.

    La decadenza c’è dal 2005. Ma la si fa notare solo quando vinciamo noi. E ritengo gli scudetti dell’inter giocati contro un livello tecnico più basso del nostro.

    I rinnovi a cazzo e gli stipendi a cazzo? Chi li decide Allegri? No, la società.

    ALT!!!!!
    Tu pensi che veramente l’allenatore non abbia avuto alcuna voce in capitolo sui rinnovi?
    Pensi che li abbia dovuti subire e basta?
    In nessuna parte del mondo funziona così.

  11. E l’acquisto dello scudetto si è tentato di farlo. Non ci hanno cagato nè Fabregas nè Hamsik. Cosa devono fare prendere un altro giocatore non nei piani solo perché qualche bimbominchia se no piange?

  12. sono abbastanza d’accordo con il post.
    Concedo ad Allegri le attenuanti di un calendario assurdo affrontato con troppi infortunati.
    Andare a Napoli senza Ibra, Robinho, Boateng oltre ai vari Gattuso ambrosini ecc. non è facile. Vediamo il Napoli contro di noi ,in formazione titolare, senza Cavani Hamsik e Lavezzi.
    Però anche lui sta sbagliando, Conte e Mazzarri lo hanno surclassato tatticamente e la gestione dei nuovi non sembra delle migliori a cominciare da Taiwo.
    Roberto

  13. Ironico… ironico…ironico.

    Questa tu la consideri ironia? Se quello era il tuo intento, ti dico che hai toppato. Soprattutto perchè quei dieci punti sono il tuo credo. Li hai sempre ripetuti durante la stagione passata, e anche ora. Altro che ironia…

    Tra l’altro estrapoli solo ciò che ti conviene ma spari comunque minchiate.

    La decadenza c’è dal 2005. Ma la si fa notare solo quando vinciamo noi. E ritengo gli scudetti dell’inter giocati contro un livello tecnico più basso del nostro.

    Ma certo che il calcio italiano non è in decadenza solo da ora. Ma almeno allora c’era qulache top player in più. E comunque nessuno ha detto che gli scudetti dell’Inter valgono di più di quelli del Milan. Ma è la tua immaginazione malata a farti pensare che qualcuno lo possa fare. La tua solita immaginazione che riteneva la rosa del Milan più forte della rosa dell’Inter del triplete. Ma lasciamo stare, che quando parliamo di Inter perdi anche quell’ultimo lumicino di ragione che hai.

    ALT!!!!!
    Tu pensi che veramente l’allenatore non abbia avuto alcuna voce in capitolo sui rinnovi?
    Pensi che li abbia dovuti subire e basta?
    In nessuna parte del mondo funziona così.

    Nessuna voce in capitolo, no. Ma di sicuro LA voce in capitolo, no. I rinnovi screanzati, ad eterna riconoscenza, vanno avanti da molto prima. E’ una strategia che va avanti da Atene. Seedorf quest’anno si è messo d’accordo con Galliani non con Allegri, anzi quando rinnovò non ci parlò priprio con l’allenatore ma fece tutto con la società. Pirlo, che non voleva il contratto di durata di un anno, ha lasciato in accordo con la società. Sempre su Pirlo abbiamo tutti visto chi non l’ha fatto partire in passato. Il nome, anzi il cognome, comincia con la B e finisce con la I. Inzaghi ha rinnovato grazie alla società, e ne è testimonianza l’esclusione dalla lista Champions. E possiamo andare a ripescare altri rinnovi fatti a cazzo.

    E tu di questi rinnovi vuoi dare la colpa ad Allegri? FalZo e fazioso. E ci aggiungo anche arrampicatore di specchi.

    Qui se qualcuno sapra minchiate di certo non sono io.

    E l’acquisto dello scudetto si è tentato di farlo. Non ci hanno cagato nè Fabregas nè Hamsik. Cosa devono fare prendere un altro giocatore non nei piani solo perché qualche bimbominchia se no piange?

    Tentando dove? C’eri tu quando hanno fatto l’offerta? Eri con quell’altro cialtrone di Ruiu che saprava cazzate di gusto? Per Hamsik non si è fatta nessuna offerta, vista anche la dichiarata incedibilità. E comunque il suo nome usciì a fine maggio, ed è risaputo che il Milan quando fa un grande colpo non lo annuncia mai, figuriamoci a Maggio. Fabregas è stata invenzione da giornalai. L’unica offerta fatta è stata quella per Diarra.

    E qui la chiudo perchè come tuo solito, girerai la pappardella come sempre hai fatto e cambierai posizione come una banderuola come hai sempre fatto.

  14. Meglio banderuola che come voi. Come sempre si nega sempre ogni offerta e se non arriva il giocatore si nega tutto dicendo che non è mai esistito nulla. Come sempre quando le cose vanno bene si sta zitti e quando vanno meno bene si sparge merda ad un unico livello. Quelli come voi hanno rovinato il Milan. E non sarò mai come voi.

    Ma almeno allora c’era qulache top player in più. E comunque nessuno ha detto che gli scudetti dell’Inter valgono di più di quelli del Milan. Ma è la tua immaginazione malata a farti pensare che qualcuno lo possa fare. La tua solita immaginazione che riteneva la rosa del Milan più forte della rosa dell’Inter del triplete

    AHAHAHAHAH l’inter del triplete. Una delle squadre più soprravalutate di sempre che ha vinto per una buona dose di culo e una combine coi laziali. Che ha fatto gli stessi nostri punti in campionato. E che l’anno scorso abbiamo asfaltato. Il livello basso si è avuto nell’inter dei 97 punti che lottava con la Roma. Quello è stato il punto più basso.

    Torna a trollare di là con i tuoi amichetti – che questo post manco era per te. Ma chissà perché ti senti sempre chiamato in causa

  15. Ah grazie per la stronzata che Allegri non ha avuto voce in capitolo per i rinnovi.
    Parategli il culo ancora di più, dai!

  16. Come già detto prima, non continuo la discussione visto che stai continuando a parlare senza argomentare con fatti, come tuo solito. Ma ci tengo a precisare quel “voi”. Io non faccio parte di nessuna combricola ma, soprattutto, non porto avanti nessuna battaglia. Al contrario tuo o di qualcun’ altro ,non ho pregiudizi e critico tutto e tutti (per altro Allegri non è nemmeno il mio allenatore preferito).

    Sull’essere Troll non ho bisogno nemmeno di risponderti. Non mi sono sentito tirato in causa, ma ho semplicemente voluto rispondere ad un post. in my point of view, pieno di buffonate. E ora torna pure a smanettarti con il tuo amichetto di fiducia.

  17. Però anche lui sta sbagliando, Conte e Mazzarri lo hanno surclassato tatticamente e la gestione dei nuovi non sembra delle migliori a cominciare da Taiwo.

    Ecco appunto
    Prima metta una squadra tecnicamente e tatticamente perfetta poi – eventualmente – si discute l’organico campione d’italia in carica e che a detta di tutti un paio di mesi fa poteva rivincere lo scudetto facile.
    E il problema non è certo che la diga sono Ambrosini Gattuso e Van Bommel – diga che per il tricolore peraltro basta e avanza.
    E anche io critico tutto – ma in percentuali diverse e forse più ragionevoli

  18. Tendenzialmente d’accordo, ma sono contrario all’esonero.
    Non siamo una squadretta qualunque: siamo il Milan e NON DOBBIAMO ADEGUARCI AL BECERO PENSIERO DI MASSA che tutti i problemi del mondo siano causa dell’allenatore.
    Il nostro Presidente non è un carneade dall’esonero facile.

  19. Già che ci sei non è che domani posteresti tu? 🙂
    Son abbastanza nella cacca 😀

  20. Allegri ha silurato Ronaldhino, Pirlo a lui la fantasia gli fa cagare, e si che da giocatore non lavorava mai, va be ha into lo scudetto ma gli è andata anche bene vi ricordo che non è che abbiamo vinto con 20 giornate di anticipo ma alla terzultima, e tutti a dire cosi è più bello vincere si soffre fino all’ultimo, per me sono cazzate ed il faraone che cazzo di fine ha fatto?mah…ho riso tantissimo caro diavolo alle tue riflessioni davvero ironiche e divertenti, solo gli allegriani potevano incazzarsi di brutto va bhe…adesso arriva Novembre il banco della verità!

  21. Bah Juan… Il post puó piacere come non piacere (a me piace in parte), ma l’intento era chiaramente satirico.

    A volte mi sembra che prendiate Diavolino troppo sul serio e lo usiate quasi come punching-ball!

    La sua opinione (udite udite!) vale come la nostra, anche quando magari sostiene pervicacemente fesserie.

    Qua le cazzate le scrive solo DNA… 🙂

  22. Io ho una percezione tutta mia dell’ essere milanista, molto similare a quella che gli ultra nazionalisti hanno della propria nazione.

    Capelliani e Sacchiani. Bei tempi. Oggi la spaccatura è fra gli ancellottari e quelli della setta di Allegri….

    Anti calcio contro comunisti.

  23. Te l’avevo deto in tempi non sospetti diavolino

    Stare con DNA nuoce gravemente alla salute, ma vedo che perseveri

    Continuate pure a difendere la società e che con la nostra rosa, ma soprattutto il nostro centrocampo, potremmo vincere qualsiasi cosa in Europa.

    Tornerò quando Allegri non sarà + allenatore del Milan (spero presto) e la società avrà fatto un mercato degno di tale nome.

    Nel frattempo saluti

  24. nessuna italiana ora può vincere in europa e la colpa non è della società ma delle regole diverse. a meno di non sculare come l’inter 2010.

  25. Diavolo darei oro per averti al posto di Galliani.

    Come sai fare fuori te le pippe nessuno mai. A questo ritmo al Milan ci eravamo sbarazzati dei vari cariatidi da mo.

    dubito che gli faccia male la mia presenza. Da quando lo conosco è fatto un ometto. Più obbiettivo, più raffinato nei gusti, le manda a dire di meno ed è molto più brillante nei post e nei giudizi ed è in miglioramento costante.

  26. Camisa…

    da questo blog c’ è passato di tutto. Rosiconi, comunisti, Ancelottari , Allegriani…amici di screwdrivers….

    insomma la peggio teppa l’ abbiamo raccattata tutta…se nel mezzo a questo marasma passo io per quello che da solo spara stronzate quasi quasi ne sono contento…. :mrgreen:

Comments are closed.