Atene, 18 Maggio 1994. Forse la più forte squadra italiana di sempre, forse addirittura la migliore di Club mai vista sul pianeta terra. Dopo la finale persa a Monaco dai dopati del Marsiglia. L’avversario è il peggiore possibile: il Barcellona di Johan Cruijff, secondo tutti la vera favorita della finale e dell’intera competizione. Lo stesso Olandese, forse già vedendosi con la coppa in mano sull’aereo di ritorno in catalogna il giorno precedente aveva definito il Milan “prosaico” e denigrato completamente i calciatori avversari, primo fra tutti Desailly definito un operaio del pallone senza tecnica calcistica.

A far pendere il pronostico dalla parte dei catalani anche le squalifiche di Baresi e Costacurta, due degli “intoccabili” che non hanno potuto affrontare un attacco che aveva tra le proprie file Romario. Ma è stata proprio la voglia di vincere del gruppo, la cattiveria negli occhi di Massaro, autore di una prestazione opaca l’anno precedente e di una doppietta nel primo tempo della serata greca, a fare la differenza. L’invincibile armata Catalana non riusciva a fermare i giocatori rossoneri e se li vedeva sfilare via da tutte le parti.

All’intervallo i catalani vanno negli spogliatoi già con la coda tra le gambe e la sensazione di una coppa che già se n’ andata via verso Milano. Ma la lezione di calcio vista quel giorno continua anche nel secondo tempo. Prima con Savicevic che dopo due minuti deposita un pallonetto delizioso alle spalle di Zubizarreta, poi, beffa delle beffe, proprio con il “prosaico” Desailly. Per i rossoneri è la quinta coppa dei Campioni, quella che permette di entrare nell’olimpo dei plurivincitori che hanno diritto a tenersi i trofei originali vinti e, dalla stagione 2000/01, ad indossare il badge celebrativo sulla manica, unica italiana ad avere tale onore. Atene rappresenta anche la conclusione del ciclo del Milan di Sacchi e Capello: dovranno passare ben nove anni prima che i rossoneri tornino ad alzare una coppa, in quel di Manchester contro la Juventus e chissà quanti prima di vedere nel mondo un’altra squadra all’altezza di quel Milan.

MILAN-BARCELLONA 4-0
MILAN: S. Rossi, Tassotti, Panucci, Albertini, F. Galli, P. Maldini (38′ st Nava), Donadoni, Desailly, Boban, Savicevic, Massaro. Allenatore: Capello
BARCELLONA: Zubizarreta, Ferrer, Guardiola, Baquero, Nadal, R. Koeman, Sergi (27′ st Quique), Amor, Romario, Stoichkov, Beguiristain (7′ st Eusebio). Allenatore Cruyff
Arbitro: Don (Ing)
Marcatori: 22′ e 45′ pt Massaro, 2′ st Savicevic, 13′ st Desailly
Note: spettatori 70.000

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

47 Comments

  1. Grande diavolo a proposito di vero Milan.

    Quello era il vero Milan con “campionissimi veri” e un grande allenatore. Altro che Ibrahimovic e Allegri.

    Lo dicevo nell’ altro post. Il Milan inteso come Milan per ora non esiste quindi tutto sommato va anche bene ora vincere qualche scudetto (sempre che questo non comprometta il nostro futuro come è in parte avvenuto) quindi ben vengano quelli che ci fanno vincere lo scudetto. Ma non spacciamoli a cazzo per quelli che non sono.

  2. Divagando (il primo commento te l’ ho fatto a tema diavolo quindi ora mi posso sbracare per questo post ??)

    c’ è una discussione in atto su face ve la ripropongo.

    Un mio amico si chiede se le donne in topless siano tendenzialmente più troie delle altre.

    Secondo me no e ho aggiunto che dei due sono più un patrimonio culturale che avvalorano i paesaggi

  3. Come ho scritto nell’altro post, ritengo però il Milan 88/89 superiore anche a questo Milan!
    Ma sono dettagli, erano due grandissimi Milan e chissà quanto potremmo riavere un Milan che si avvicina almeno ad uno dei due…

    Tornando al tema del post, nutrivo poche speranze per quella finale per la semplice ragione che mancavno i due perni centrali come Costacurta e Baresi, ma Panucci e Galli fecero la “partita perfetta” supportati da quella diga piazzata davanti alla difesa che rispondeva al nome di Desailly…

    Vidi la partita, come di consueto all’epoca, in un bar e poco prima che iniziasse un “gobbo juventino” a me ed un altro amico ci disse di “non sognare” perché il Barcellona ce ne avrebbe fatto minimo 4…

    Ovviamente alla fine durante i festeggiamenti lo ignorammo completamente e probabilmente per lui fu più difficile assorbire la botta…

    La presunzione di Crujff arrivò al punto tale che i giorni precedenti si fece la foto con la coppa. Ora non sono riuscito a trovarla su internet, ma vi assicuro che fu così…

  4. Desailly che diga immensa…quello si che era un campione vero!!!!

  5. quando torneremo a fare un risultato così con il barcellona?

  6. parliamo di preparazione. Sembra che la Juve abbia fatto una preparazione leggera rispetto ad Inetr e Milan per una partenza veloce. Dovrebbero pagare però a partire da fine ottobre

  7. Diavolo1990

    Magari molto presto… chi lo sa… mai partire battuti in ogni caso

  8. prima pensiamo a trovare un gioco decente poi penseremo a come usarlo con le avversarie serie….in questo momento il Barcellona ci gira in torno

  9. Diavolo1990

    A proposito di Trofeo Tim. Il bordocampista di Sport Mediaset, Paolo Bargiggia, ha spesso riferito durante la diretta di Canale 5 che l’Inter si lamentava per il laser verde che dagli spalti raggiungeva spesso i volti dei giocatori in campo. Pensate, era lo stesso laser che, il 14 Novembre 2010, in occasione del derby d’andata del Campionato scorso aveva negli occhi un certo Ibrahimovic al momento di calciare il rigore decisivo contro l’Inter stessa. Ma, un po’ come accade per le telefonate in cui si cerca di evitare danni e rogne con gli arbitri, l’Inter le cose le può fare. Gli altri no. E’ la regola, anzi è la legge. E che il presidente Della Valle non si permetta di eccepire…Anche lì, non si può. Non si può. Per di più nel tentativo, fino ad oggi sempre riuscito, di far valere la legge che più gli conviene lo stesso presidente interista ha diramato un comunicato che, subito al primo minuto, ovvero al primo paragrafo, contiene una vistosa contraddizione. Leggete con noi: “È difficile comprendere il senso delle ripetute richieste d’incontro che il signor Diego Della Valle, azionista di riferimento di ACF Fiorentina, avanza: la questione non è un fatto privato, da decidere facendo quattro chiacchiere intorno a un tavolo. È questione già decisa dagli organi istituzionalmente competenti e proprio il doveroso rispetto degli ambiti istituzionali consiglia a tutti di attenersi a quelle decisioni, come si conviene in un Paese civile”. Tutto chiaro, cristallino. Peccato che anche il Procuratore Federale, il dottor Palazzi, sia un organo istituzionale competente. Ma la sua relazione, un atto ufficiale, era stata definita dallo stesso Massimo Moratti un fatto inaccettabile. A proposito, Palazzi? Il Procuratore Federale era, non più tardi dello scorso mese di Luglio, “quella gente lì”. Per il dottor Palazzi, il procuratore che nel mondo del calcio di questo Paese decide i deferimenti così come avrebbe stradeciso i deferimenti Inter se avesse avuto le telefonate fra le mani del 2006, da parte del massimo dirigente nerazzurro non c’è stato nessun doveroso rispetto di un ambiente istituzionale. Come dire, io rispetto solo gli ambienti e le questioni che mi danno ragione. Le altre e gli altri no. E’ così che si stravince, avanti così

    Suma
    La SACROSANTA VERITA’

  10. Io evito appositamente tutto ciò che è Suma quindi di conseguenza faccio la tara a tutto quello che scrive anche alle cose che condivido

  11. Comunque per onore del vero devo ammettere un mio errore che poi è stato accompagnato da fregnacce spaziali degli analisti di tutto il mondo.
    Dissi che l’ Italia era solida e che non rischiava nulla. Cagata pazzesca. L’ italia è sull’ orlo del collasso, forse lo è già e che ci siano solo manovre contabili per salvare le apparenze. Ma non solo l’ italia. Il mondo intero come lo conosciamo non sarà mai più cosi. Il Capitalismo ha fallito cosi come ha fallito la politica e la democrazia. Prevedo cazzi molto acidi da qui in avanti

  12. D’accordissimo sul fallimento del capitalismo, molto meno su quello della democrazia. E’ proprio la carenza di democrazia che ha acuito la crisi del capitalismo. Il mondo è governato da organismi che nulla hanno a che vedere con una investitura popolare. BCE, FMI e WTO hanno un potere che travalica i poteri parlamentari nazionali, chi aderisce a questi organismi (praticamente tutto il mondo occidentale) si genuflette a decisioni prese da personaggi che hanno in mente solo il profitto personale e delle rispettive lobbyes. E’ il trionfo delle oligarchie, ma pagherà tutto il mondo.

    Tornando a cose meno angoscianti, cioè al post di Diavolo, vorrei far notare che nella formazione di quella indimenticabile finale non c’era neanche l’ombra di un attaccante puro, eppure abbiamo segnato 4 reti. Massaro nasce esterno di centrocampo, e nel Milan ha persino giocato da terzino sinistro in Coppa Campioni (se non sbaglio contro il Porto) risultando il migliore in campo. Savicevic era un trequartista, Boban un centrocampista, e Donadoni un’ala.

  13. caro max basten, la democrazia ha fallito dal momento che ha sbagliato clamorosamente a scegliere i suoi leader nella precedente mandata elettorale…

    in questo momento a governare i paesi ci sono le persone più sbagliate al mondo a fronteggiare questo momento e questa crisi deriva dalle minchiate politiche di questa classe.

    E ti posso assicurare che non hanno toppato solo i governi ma anche e soprattutto le banche centrali. Hanno fatto arosti incredibili. Ti assicuro che a Giugno, non 10 anni fa lavoravano su dati completamente toppati. E’ un petardo che gli è scoppiato in mano perché nessuno aveva capito quanto la miccia fosse corta e per mesi hanno falsato completamente l’ informazione.

  14. I governi nazionali sono a responsabilità limitata, poi che i premier e le loro compagini di governo siano poca cosa (o pessima cosa) è un altro discorso. Chi decide sono il Fondo Monetario Internazionale, l’Organizzazione Mondiale del Commercio e roba simile.

  15. il fondo monetario internazionale è nelle mani delle banche centrali. Fed, Bce e banca centrale svizzera tentano ognuna di tirare acqua al proprio mulino e sono responsabili ognuna per le rispettive cagate. E negli ultimi 3 mesi sono state abbondanti.

    Caso mai i veri responsabili sono i vertici del parlamento europeo, il presidente degli Stati uniti,le agenzie di rating. Poi i governi hanno le loro colpe. Le manovre sui debiti andavano fatti da anni cosi come le manovre per la crescita. Difficile stabilire chi sia stato più fallimentare. Tutta la classe politica attuale internazionale ha fallito. Poi oltre all’ incompetenza tecnica ci sono sempre i giochi politici fatti .

    Tutto questo casino mica sarebbe mai scoppiato se l’ omino nero alla casa biancastra non ci avesse messo tutto questo tempo a pronare il chapet ai repubblicani….cosi come non ci sarebbe stato se mamma Basty non avesse cazzeggiato sul caso Grecia a lungo. Come se poi avesse fatto un piacere agli altri….nemmeno sa che le sue nobili banche sono le principali intasate di merda e che un eventuale collasso loro gli costerebbe 10 volte tanto di qualunque salvataggio alla Grecia. Lei giustamente non lo sa e anche giustamente. Dovrebbe stare a fare il sugo ma è proprio cosi

  16. Banche centrali…un concetto aleatorio.
    Le banche – anche quelle centrali – sono organismi PRIVATI. Anche Bankitalia altro non è che una S.p.A. in mano ai principali gruppi bancari italiani (Unicredit, Intesa-San Paolo, Mediolanum…)
    Possono decidere cosa fare della moneta, e, dato che le banche sono tutte in mano ad un ristretto gruppo di famiglie affariste (Rotschild – Rockefeller e pochi altri…), si siedono a tavolino e giocano a Risiko. In una precisa occasione: la riunione annuale del Gruppo Bilderberg, nel segreto delle montagne svizzere.
    Tutto il resto – guerre, manovre politiche, manovre finanziarie – è un teatrino di burattini.
    I paesi più supini vengono favoriti, i paesi che cercano in qualche modo di smarcarsi vengono colpiti da grandi tentativi di speculazione. Non so se ricordi, nel 92-93, la grande crisi economica causata dall’azione speculatoria di Soros (quello che voleva comprare la Roma).
    Ma come fanno a tenere tutto il mondo sotto controllo? Facile a dirsi, col Signoraggio Bancario: la BCE, per esempio, stampa le banconote da 100€ al costo di 0.35€, prestandole a prezzo di costo pretendendo in cambio ciò che è stato prestato e gli interessi. Interessi che non esistono. Allora la magnanima banca centrale concede che si paghino solo gli interessi, e si viene così a creare il debito pubblico. Debito pubblico significa tasse sempre più elevate, è questo debito è per sua definizione IMPOSSIBILE da saldare.
    Tremonti, Merkel, Sarkozy, il calcio, la Formula 1, il cinema e tutto…tutto parte di questo grande sistema, di una cupola al cui confronto Moggi impallidisce (anzi, notizie come Calciopoli vengono montate ad arte per distogliere l’attenzione dei cittadini da roba più importante).
    Aprite gli occhi, gente.

    P.S. C’è un emendamento della Costituzione degli USA che permette allo Stato la stampa in via eccezionale di banconote. Due presidenti l’hanno fatto: Lincoln e Kennedy. Che fine hanno fatto?

  17. fabregas11 - Robinhood 20 Agosto 2011 at 18:54

    Aprite gli occhi, gente.

    è arrivato l’illuminato!

  18. Diavolo1990

    è arrivato l’illuminato!

    Si è illuminato prendendo la scossa :mrgreen:

  19. Digitate “Zeitgeist” su Google e … aprite gli occhi …

  20. Che partita questa: come Zullida, anche io avevo poche speranze, come si può vedere dalla formazione degli spagnoli. Invece è stato un vero capolavoro, impreziosito da uno dei gol più belli della storia!

    Max, quegli organismi che citi, sono proprio figli delle democrazie che stanno governando e rovinando tutto quel che toccano!

    Per curiosità, Bari 2020, ma tu come fai a ricordare l’accaduto degli anni 92-93? Mi risulta che a quei tempi tu fossi ancora nelle palle di un signore che hai conosciuto dopo poco!
    Forse hai letto …….. o qualcosa non torna!
    Concordo comunque col tuo discorso!

  21. Scusami Sadyq, ma io di democrazie al governo non ne vedo. Quegli organismi sono solo figli della deriva del capitalismo.

  22. Per curiosità, Bari 2020, ma tu come fai a ricordare l’accaduto degli anni 92-93? Mi risulta che a quei tempi tu fossi ancora nelle palle di un signore che hai conosciuto dopo poco!
    Forse hai letto …….. o qualcosa non torna!
    Concordo comunque col tuo discorso!

    Leggo, vedo, sento…m’informo.

  23. Ah bene, allora mi risulta giusto, il resto!

  24. Quella sera pensavo di prenderle di santa ragione … le assenze di Baresi e Billy mi lasciavano poche speranze, ma Cruijff (grandissimo giocatore) ha fatto il “Mourinho ante litteram” … ha dato troppe certezze ai suoi e stimolato l’orgoglio e l’animus pugnandi di un gruppo di campioni inimitabile pagandone a caro prezzo le conseguenze. A lui è rimasto in mano un pugno di mosche, a noi una delle vittorie più eclatanti e gratificanti della storia.

  25. Diavolo1990

    Chi ha fatto la spia sadyq? 🙂
    Non abbiamo mai dichiarato qui l’età di Bari2020

  26. Vedi otelma: ti tradisci da solo!
    Io non ho mica detto di averlo saputo da qualcuno, era un pò che avevo l’idea: non credo abbia più di 17 anni e, dovo davvero fargli molti complimenti, se è tutta farina del suo sacco!

  27. Diavolo1990

    Sadyq so che c’è stato un intenso scambio di mp tra te lpf e altri due tempo fa 🙂 non so se si è parlato anche di questo

  28. C’è stato, ma per tutto quello che è successo e per fare il piano di battaglia! Bari2020, non c’entrava una mazza!

  29. Diavolo1990

    Piano di battaglia?
    Ah non è solo boldini che gioca coi soldatini? :mrgreen:
    Bari2020 è l’origine delle cose, è il serpente di Adamo ed Eva :mrgreen: :mrgreen:

  30. Dai, devo spiegarti tutto? Il piano di battaglia per sputtanare i sotterfugi di Boldini!
    Che cazzo c’entra Bari, me lo devi spiegare!

  31. Diavolo1990

    Lpf lasciò quando scoprì la vera età di Bari2020 😀

  32. Questo non mi risulta e sarebbe una scusa idiota!
    Io e gli altri, siamo a conoscenza di motivi diversi!

    Ma stai ruzzando eh?

  33. Diavolo1990

    Questo fu il pretesto, i motivi diversi magari li avrà anche avuti. Non tolgo il dubbio che volesse levarsi dalle palle già da un pezzo e aspettava solo un evento per farlo.

  34. Ruzzi perchè sai che il vero motivo sei tu e cerchi di infilarci gli altri!
    Non rompere, che non ho voglia di scrivere!

  35. Diavolo1990

    A me ha detto che non aveva voglia di postare regolarmente ma quando gli pareva a lui… il vero motivo non dovrei essere io.

  36. Allora perchè dovrebbe essere l’età di Bari?
    Non c’entra una mazza!

  37. Diavolo1990

    L’ha usata come pretesto per non postare con lui… oh è una lunghissima storia di cui tu penso sai solo una parte

  38. Io so che, in tutto il discorso che abbiamo fatto, non è mai saltato fuori Bari2020, come scusa della fuga o per altri motivi. Se poi ne avete parlato voi due, io non lo so!
    Tu invece, eri sempre nel mezzo ….. eheh!

  39. Diavolo1990

    Allora può essere che non me l’abbia raccontata giusta… ti ricordo che prima di andarsene cancellò tutti i post di Bari2020 che poi io ho recuperato

  40. Il problema è che tu resti arroccato nelle tue stolte convinzioni, perchè anche per questo discorso ti chiese scusa dicendo che è stato solo un errore. Non ricordo come andò di preciso e non ho voglia di cercarlo, ma è stato un errore. E tu non vuoi crederlo/capirlo!
    Spero che almeno per Bari, non sia lo stesso!

  41. Diavolo1990

    Non voglio crederlo perchè ero su MSN con lui in quel momento e ho la testuale frase “ora cancello tutti i post di bari”
    Secondo me ti/vi ha abbindolato troppo 😉
    Ad ogni modo pare che ognuno per la sua strada ci abbiamo guadagnato tutti e due no?

  42. Pare a te!

  43. Diavolo1990

    Sadyq le visite sono le stesse se non addirittura leggermente superiori ad un anno fa
    Se poi c’è una banda di avvoltoi qui sopra che aspetta di mangiare le nostre carcasse o gente realmente interessata non lo so 🙂

  44. Perchè tu, Diavolo, continui a guardare le visite. Non sono quelle che contano in questi blog. O almeno questo è quello che penso io!

    Su quel “ci crediamo”, direi NO! fabrecazzo non ha mai pensato minimamente al Milan ed ha sempre avuto in mente di tornare a casa! Perciò, quei seghini del magazin, sono i primi a dover essere presi per il culo!

  45. Diavolo1990

    Bah io non penso che ci abbiano propinato 2 mesi di aria fritta su una trattativa inesistente. Ad ogni modo sul fatto che lo spagnolo abbia giocato sporco avevo qualche certezza.

  46. No, penso che il Milan abbia provato, ma non hanno mai avuto la minima possibilità!

Comments are closed.