Veramente è un tipo di domanda che vorrei fare io a lui o a loro, quella di cosa è successo a Calciopoli. Comunque a proposito della sua buona volontà, se è buona volontà, per il momento devo dire che non ho risposte da dare, perché mi sembra che quello che mi pesa di più sia ancora tutto quello che è successo allora contro di noi, quindi non vedo che tipo di giustificazione possa trovare io da quel punto di vista, ma il contrario

Non ci volevo più tornare, ma le parole del presidentissimo prescritto neroblu (autoassoltosi) mi costringono a riportare alla luce per l’ennesima volta la vicenda. Passi il cartonato non revocato, passi barricarsi dietro la figura di Facchetti per non dover giustificare il proprio deferimento per l’articolo sei. Passi inventarsi la prescrizione (penale per i tesserati, non sportiva per le società e comunque dopo l’assoluzione in appello) della Juve, scattata solo per i tesserati e due anni dopo l’assoluzione della società bianconera da parte del TAS (non capisco questo desiderio di rinnegare i gobbi prima e poi voler essere come loro), passi il vuoto normativo della UEFA (di cui anche loro hanno appena beneficiato), passi il reclamare uno scudetto in cui schieravano Recoba comunitario. Ma questo proprio no.

Non stravolgiamo il sistema. Calciopoli nasce dalla Juventus al fine di danneggiare il Milan. Che come le altre prova a difendersi. L’Inter non vinceva semplicemente perché era troppo più scarsa. Il Milan è coinvolto perché dal sistema provava a difendersi. Come l’Inter, come la Lazio, come la Fiorentina. Ma non è l’Inter la squadra più danneggiata da calciopoli, semmai quella che aveva l’organico all’altezza dei bianconeri, quella che voleva combattere Moggi e il suo pool di arbitri. Non permettiamogli di revisionare la storia. Loro non vincevano perché erano semplicemente scarsi, non dimentichiamocelo mai.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.