“Voglio una squadra che gioca sempre per vincere, i nostri avversari devono tornare ad avere paura del Milan. Voglio dare coraggio e grinta ai ragazzi che ho già sentito e mi hanno dato tutti una grande disponibilità. Quella con il Milan sarà una bella esperienza e una bella sfida perché sarà stimolante far cambiare idea agli scettici.”

Inizia così l’era Mihajlovic al Milan, con una frase banale ma pur sempre vera.
Un serbo, dal cuore interista che sederà sulla nostra panchina presumibilmente due anni.
Un interista dentro, che da giovane si sarebbe rifiutato di allenare quel Milan tanto odiato, quei colori così nemici.
Purtroppo, o per fortuna, nella vita si cresce e si distinguono i nemici dalle opportunità lavorative (remunerative o meno) ed è quello che ha fatto il saggio Sinisa, attratto da un progetto di rinascita, da un possibile mercato e da una voglia di riportare in alto dei colori che tempo fa avrebbe sognato solo di battere.
Insomma, siamo qui a scrivere un’altra nuova storia di una nuova era, di un nuovo ennesimo inizio.
Un inizio che probabilmente con il sì di Carletto sarebbe stato diverso, almeno per quello che mi riguarda.

Miha (come è chiamato dai giornalisti e da noi tifosi) non è mai stata la mia prima scelta quando si parlava di futuro allenatore: ovviamente la mia prima scelta era e resta Carletto, uno dei pochi per cui spenderei l’anima a riaverlo.
La seconda scelta era Donadoni: sono sempre stata un Team Donadoni dalla Nazionale, l’ho sempre reputato bravo, intelligente e soprattutto uomo dentro.
Non a caso è un ex milanista.
E mi sarebbe piaciuto vederlo all’opera in questo momento del Milan, con qualche innesto e tanta pazienza: è uno dei pochi tecnici attuali italiani (tolto Ancelotti sia chiaro) per cui stravedo.
Da sempre, e non da ieri. E la vicenda Cassano e la vicenda Parma mi ha solo confermato che uomo è, che allenatore è e che dispiacere provo a non averlo!

Comunque, bando alle ciance e ai sogni mai realizzati: inizia l’era Sinisa e avrà il mio supporto nonostante tutto.
Nonostante il cuore, nonostante la squadra per cui tifa, nonostante il passato.
Spero sappia farsi rispettare da questa branca di incompetenti (e non parlo solo di società in generale ma soprattutto dai giocatori), che li sappia mettere in riga e che gli faccia sputare sangue, quello che hanno tenuto da parte in tutti questi anni di leggera merda.
Il carattere non gli manca di certo e a noi serviva un sergente di ferro a comandare questi indegni così come spero che faccia una bella piazza pulita per quanto riguarda alcuni elementi presenti a Milanello.

Ora sotto con il mercato, quello vero, quello che piace a Sinica (e già c’è Bertolacci, magari anche Bacca…).
Quello in cui non ci risparmiamo per riprendere Campioni, come Ibra, che ti cambiano la squadra.
Un mercato degno del nome Milan e che aiuti Sinisa a tornare in Champions: grinta, giocatori, voglia e sudore.
Lavoro quotidiano, allenamenti e polmone in partita e chi non vuole stare a queste regole la porta la conosce.
Ripartiamo da quei valori base che abbiamo sempre avuto anche se in panchina ci sarà un interista questa volta.
Addio alla storiella del ‘Milan ai Milanisti’ e prendiamoci una rivincita sul campo e sul mercato perché di derisioni ne abbiamo subite fin troppe. Anche sul mercato attuale.
#ForzaMilan

Posted by MargheritAxen

25 Comments

  1. Margherita forse non saprai che io ero e sono un accanito tifoso di Roberto da Cisano Bergamasco. Conservo i suoi poster ed ho la sua fotografia con dedica. Ma credo sia stato giusto che la scelta sia stata a favore del sergente di ferro Sinisa Mihajlovic(Milanovic). Sia Seedorf che Inzaghi hanno dimostrato che un ex giocatore non può allenare ex compagni di squadra di quando era giocatore. Troppe incertezze nel prendere le giuste decisioni e fare le doverose strigliate quando necessarie. Poi io sono un pochino più fortunato e sto assistendo allo scoppiettante ritorno del Milan in tema di acquisti. Carlos Bacca è un centravanti che da tempo avrei voluto vedere vestito di Rossonero. Poi Baselli e Josè Mauri… per non dire di Laporte oppure Godin… Veramente una fase scintillante almeno quanto entusiasmante. Mancano la ciliegina Defrel ed il sogno di un centrocampista di peso. Ma Montolivo sembra perfettamente guarito. Il Milan di ‘Milanovic’ prenderà forma quando il nostro sergente di ferro avrà torchiato, nella preparazione, la super abbondante rosa che ha a disposizione. Oggi, se le notizie sulla campagna rafforzamento si concretizzeranno… come non essere orgogliosi di questo?

  2. Per ora massimo scetticismo su Bacca poi vedremo se rivedere al rialzo le aspettative

  3. Però c’ è da dire che l’ acquisto di Bacca sarebbe enormemente valorizzato dall’ acquisto di un giocatore fisico come Luiz Adriano che comunque ha un basso costo di cartellino. Stiamo a vedere

  4. Sia Seedorf che Inzaghi hanno dimostrato che un ex giocatore non può allenare ex compagni di squadra di quando era giocatore.
    Veramente Capello e Ancelotti lo hanno fatto benissimo.
    La mia preferenza era Conte, ma l’alternativa non poteva essere che Sinisa.
    Sembra, finalmente, che le scelte di mercato siano condivise con l’allenatore. Fosse vero!

    1. Su Bacca non vorrei perdere la mano, come Muzio Scevola, ma la tentazione di rischiarla è fortissima! E sono in sintonia con te su Luiz Adriano. A meno che non arrivi un certo Ibrahimovic.

    2. Hai dimenticato che Capello sostituì Liedholm e portò il Milan in coppa Uefa dopo uno spareggio con la Samp. Poi non venne confermato e fece esperienza in altri settori sportivi di Mediolanum. Berlusconi, dopo Sacchi e fra mille polemiche, lo volle allenatore del Milan.Quella volta, a differenza di quanto avvenne con Seedorf, non sbagliò. Per me Mihajlovic vale Conte e forse ha maggiore esperienza in campo europeo!

    3. Lo sono dalla cessione di Thiago Silva ed Ibra. Vedi Matri.

  5. “Un mercato degno del nome Milan … “

    Ma parli di qualche decennio fa, vero? Perché finora abbiamo comprato bertolacci e bacca, che se li sento un’altra volta sarà la seconda eh?
    Però sono costati uno sbocco di sangue, saranno bravi … Boh!

  6. Bacca è una potenziale fenomenale macchina da gol e Bertolacci è uno degli interni più promettenti, se non il più promettente, tra le nuove leve del calcio italiano. Poi mi aspetto anche l’arrivo di Josè Mauri e Baselli. Ciliegina sulla torta Defrel! Questo Milan sarà rivoluzionato rispetto a quello dello scorso campionato!

  7. Ha dilapidato i trequarti del tesoretto comprando due panchinari . E’ peggio della peste e nessuno lo ferma . Caro Borgofosco ci giova ben altro ma i soldi li ha fatti sparire .

  8. Vedremo!

  9. Leggendo in giro quel che scrivono molti tifosi ( non tutti per fortuna ) mi convinco sempre di piu’ che valuano il mercato in funzione di quanto si spende e non della qualita’ di quello che si compra .
    Vedendo quello che sta combinando Galliani ne deduco che gli conviene assecondare questo tipo di tifosi .
    Gli uni e l’altro se ne fottono del Milan , di Berlusconi e fam. din Bee e dlla sofferenza di quelli che abbiamo capito perfettamente come si stia scivolando nel baratro , QUESTA VOLTA PER SEMPRE .

  10. Mettiamola così. Non si possono spendere 30 miioni per un giocatore di 29 anni che per lo più si è imposto in Coppa Uefa.

    Avesse avuto 22 anni sarebbe stata una valutazione sopravvalutata ma almeno avrebbe avuto un senso.

    1. Aggiungi che Bertolacci vale pressapoco i soldi di Bonaventura .
      Sono circa venti milioni buttati : si compra Ibra .
      Ma sono buttati anche gli altri trenta perche’ nonmsono i giocatori che servivano .
      E’ un disastro , Cantera , ricordati queste parole .
      E non capisco il tono pacato , quasi addormentato , delle critiche .
      Per molto meno ci sono stati i comunicati della curva . Per molto meno sono volati insulti ed invettive . Oggi , proprio perche’ ci sono finalmente i soldi e ci saranno una sola volta , vorrei sentire urlare di rabbia i tifosi .FERMIAMOLO !

  11. Anche il tono delle mie critiche è pacato per un motivo sostanziale.

    Bacca e Bertolacci possono comunque essere funzionali ed essenziali al progetto tecnico e quindi pongo l’ accento critico soprattutto sulle cifre (totalmente esagerate, con 50 milioni ci si prendono 5-6 ottimi giovani di 22-23 anni)

    Il punto è che a noi serve come priorità fisicità a centrocampo e in attacco e ne Bacca e e ne Bertolacci hanno quelle caratteristiche.

    1. Bacca è un giocatore che ha fatto 35 gol l’ultimo anno. Riserve? Funzionali? Questo nella Colombia in Copa America panchinava Martinez, eh.

  12. Si ma noi di giocatori abbastanza precisi sotto porta in grado di fraseggiare sullo stretto e di svariare abbiamo già Menez ed Elshaarawi che oltre tutto sono più veloci di Bacca. A noi in attacco serve un attaccante di peso e fisicità per sotituire Destro e Pazzini.

    Poi c’ è la questione della valutazione. 30 milioni per uno di 29 anni sono tantissimi. Basta un infortunio di qulche mese perchè si svaluti del 50%.

    Bertolacci è diverso perchè in effetti non avevamo incursori all’ altezza e il nostro centrocampo era troppo orizzontale, ma resta il problema della valutazione elevata. Ok che è nel giro della nazionale ma 20 milioni sono veramente tanti

    1. I soldi sono stati spesi quasi tutti . Le speranza sono state calpestate . Ci troviamo altri due giocatori che non faranno alcuna differeza ed il nostro parco goicatori cresce a dismisura senza nessun fuoriclasse . Lo ha capito anche Diavolo che e’ amico di Galliani ma da persona intelligente appare prudente e perplesso . Io voglio fare uno sforzo per sollevarmi il morale e mi illudo facendo qualche ipotesi :
      1) Si vendono Abate , Poli , Honda , Pazzini , Alex , Zapata , Rami , e si recuperano all’incirca i soldi spesi . Si compra Ibrahimovic , un grande leader di centrocampo ed un grandissimo difensore . E BASTA . Non occorre altro .
      Capito Galliani ?

      1. I soldi spesi quasi tutti? Oggi? Ma per favore.

        Pazzini non lo vendi perché scade. Abate ha rinnovato.

        1. Scusa Diavolo , Galliani ha detto che aveva 75 milioni . Ne ha gia’ spesi 50 .Abate ha rinnovato e quindi si puo’ ricavare di piu’.
          8 milioni ?

        2. No, no. Galliani ha detto che avrebbe potuto spendere quei 75 milioni, ma sono parte del budget – non tutto il budget.

        3. Saranno parte , forse , speriamo . Ma lui di quelli ere ed e’ in
          disponibilita’ oggi . Ci manca Ibra ( o il nuovo Ibra ) , il nuovo Rajkard ed il nuovo Nesta .Se vogliamo fare sul serio . Se vogliamo continuare a penare allora ” va tutto ben , madama la marchesa …”

  13. Diego Lopez. ( altro )
    De Sciglio , NUOVO NESTA , Mexes , Antonelli ( Paletta , altri giovani )
    De Jong , NUOVO RAJKARD , Bertolacci. (Bonaventura, Montolivo,giovani)
    IBRAHIMOVIC Menez. ( El Shaaravi , giovani )
    Bacca. ( uno o due giovani )

    Mi piacerebbe sentire commenti e , sopratutto , veementi appelli .

  14. Milanforever 1 Luglio 2015 at 11:33

    Non so, ma mettere insieme Ibra e Menez non mi sembra tanto semplice.

    1. Ibrahimovic prediligeva avere accanto Ronaldinho ma quella capra non capiva un cazzo…..
      Poi prediligeva Cassano . Perche’ no con Menez?

Comments are closed.