casa-milanCome molti di voi sapranno mercoledì mattina è stata presentata ufficialmente la nuova sede dell’ A.C. Milan denominata semplicemente “Casa Milan”. Uno spazio di 9.000 mq dedicati al Milan e alla sua storia, che prenderà definitivamente il posto dell’ormai vetusta sede in via Turati. Questo cambiamento che a prima vista può sembrare solo motivato da scelte logistiche e di marketing, in realtà nasconde delle motivazioni più profonde e può essere visto benissimo come metafora del cambiamento generazionale che sta per concretizzarsi nella guida della società.

Un luogo dove  secondo le parole del “nuovo” Vice Presidente e amministratore delegato Barbara Berlusconi verrà forgiato il futuro dei nostri colori, dando così una prova concreta di quella volontà di rinnovamento che a lungo è parsa latitare. Sicuramente non è il tipo di “investimento” che la maggior parte dei tifosi rossoneri si auspicava, ma a conti fatti non può non essere considerato un passo avanti o almeno un tentativo di colmare tutte quelle  numerose mancanze che ci differenziano dai top club in tutta Europa. Il fatto stesso che della presentazione di questa nuova sede se ne sia occupata Barbara delegittima ulteriormente la figura di Adriano Galliani, che ormai proprio come la sede in via Turati appartiene ad un passato glorioso ma che difficilmente potrà ritornare. La “presidentessa” ha inoltre annunciato tra quelle che saranno le manovre anche la ricerca di nuovi soci , fino ad arrivare alla cessione di una quota di minoranza del 20-30%, operazione che si ritiene quasi inevitabile se si vorrà far fronte all’aumento del passivo nel bilancio 2015 dovuto soprattutto alla mancata qualificazione in Champions, e nello scenario più pessimistico, anche a quella in Europa League. Obiettivo quello della qualificazioni in Europa League che acquisisce ancora più importanza visto che l’ UEFA ha deciso che dalla stagione 2015/16 la squadra vincitrice sarà ammessa alla ben più prestigiosa Champions League. Va da se che nel caso in cui riuscissimo a qualificarci quest’anno per la prossima edizione bisognerebbe investire fortemente sull’organico in modo tale da puntare alla finale di Varsavia, visto che è ormai assodato che riusciamo a far meglio fuori dai confini nazionali.

Unica costante è l’assenza ingiustificata del vero “patron rossonero” Silvio Berlusconi, che ancora una volta ha perso un’ occasione almeno per mostrarsi vicino ai tifosi non solo con le parole ed i proclami ma con i fatti. Siamo stanchi di un presidente che non perde occasione di lamentarsi di quanto gli costi tutta la baracca e speriamo che il futuro porti aria nuova anche su questo fronte.

Posted by Angelo Raffaele Torre

Responsabile dei LIVE ed editorialista. @RaffoTorre on Twitter

20 Comments

  1. Caro Angelo Raffaele perche’ invochi la presenza del Presidente se ne sei stufo?E perche’Barbara Berlusconi delegittimerebbe Adriano Galliani? Lei e’ la proprietaria Lui e’ un dipendente quindi non vi puo’essere alcuna delegittimazione.A meno che le persone pensino di potere apprioparsi della proprieta ‘ altrui con mezzi diversi dall’acquisto sempre che il proprietario la offra in vendita.

    1. E’ un po’ la parabola dell’italietta, dove un dirigente capace in un’azienda deve fare posto al figlio di papà lì senza né meriti né referenze.

    2. Intanto caro Vittorio ti vorrei ricordare che dal 1994 sino all’inizio di questo campionato(un ventennio e questo forse porta male)le sorti del Milan sono state affidate ad Adriano Galliani. Le poche sortite di Silvio Berlusconi, su questioni tecniche inerenti la squadra, hanno sortito errori ancor più clamorosi, mancato approdo di Tevez al Milan, di quelli che si imputano all’ex Ad unico. Mi pare che al netto dei furti perpetrati ai danni del Milan, dalla ‘rubentus’, la conduzione di Adriano Galliani sia stata pressoché perfetta. Forse gli si può imputare una certa assoggettatone alla triade ‘rubentina’ che gli è costata moltissimo sotto il profilo morale e dell’immagine.
      Il passato da tifoso juventino? Io l’ho sempre saputo perché mio padre tifava Simmenthal Monza, ma ora sembra che sia stato cancellato. Galliani, ora, è milanista!
      Gestire gli uomini, soprattutto i calciatori viziatissimi di oggi, è un arduo compito. Galliani lo ha svolto in maniera egregia tenuto conto anche del fatto che ha dovuto far fronte alle ristrettezze economiche ed alle cessioni eclatanti di Shevchenko( è una balla che sia stato lui a volersene andare), Kakà(vedi Sheva) e soprattutto Thiago Silva ed Ibrahimovic. Per causa di forza maggiore Adriano ha sempre risposto a Silvio:- obbedisco-. Non ho pregiudizi. ‘Barbarella’ mi piace non solo esteticamente.
      Ma il Milan è la mia passione e nessuno è immune da critiche anche se dice di spendere 50 milioni di euro all’anno per il Milan.
      Peggio, questo significa, visti gli ultimi risultati, che forse la forzata convivenza, tra Galliani e l’erede designata, aveva creato una disarmonia di vedute e di spesa.
      Quindi io faccio il tifo per la permanenza di Galliani e spero che, quanto si legge dappertutto non siano solo parole al vento, ma siano una reale armonia d’intenti.

  2. Vittorione, quando vuoi, ti offro un caffè.

    Mi sei simpatico.

    1. Guarda chi si rivede! D’ora in poi puoi anche assentarti tranquillamente, abbiamo trovato il tuo degno sostituto! Adesso vediamo se ci saranno anche le leccate di culo. Qualcuna mi sembra sia gia partita, ma non ho voglia di leggerlo tutto!

  3. Se il figlio del proprietario e’ sciocco allora e’giusto che perda il suo denaro (proverbio cinese).ma questo lo devono dire i fatti.Se invece e’ piu’bravo del padre incrementa patrimonio e successo,ma anche questo lo debbono dire i fatti.Quello che dico io e’ a prescindere.Dico che la proprieta’ degli altri e’ degli altri e un dirigente anche se bravo deve rispettare il proprietari ed essere fedele.Ripeto,a prescindere.Poi gli estranei ai rapporti aziendali,quindi liberi da obblighi e doveri cioe’ noi tifosi possiamo dire e pensare quello che vogliamo e ci mancherebbe! Quello e’ il piu bravo,fanno male se lo perdono,oppure ultimamente le ha sbagliate tutte,oppure si e’ fottuta la testa e si sente il padrone con i soldi degli altri,oppure quello che ognuno vuole.Io vorrei che non ci fosse nulla di vero in quello che viene ampificato dai media e che i cattivi pensieri siano infondati e che regni la pace e ,sopratutto,che alla fine si veda che e’ stata solo una questione di incommensurabile sfiga,cosa anche possibile.Forza vecchio Milan!
    La Paura Fa 80,mi spieghi perche’ non fa piu’ 90 come una volta? Per il caffe’ la prima volta che vengo a Milano te lo faccio sapere.

  4. Barbara Berlusconi e’ la dimostrazione evidente che la proprieta’ e’ piu vicina che mai alla squadra.

    Diavolo non scherziamo. Barbara Berlusconi a livello di competenze gestionali Galliani se lo pappa a colazione. Galliani e’ solo piu potente nel sistema calcio ed ha piu peso con i procuratori.

    Barbara Berlusconi e’ il futuro del Milan. Appena ci sara’ un direttore sportivo non ci sara’ piu alcun bisogno di Galliani se non vorra’ assecondare Barbara.

    Ps la nuova sede e’ il vero grande acquisto della prossima stagione

  5. Comunque sottolineo che Barbara Berlusconi ha detto che lei e Galliani ora sono allineati dopo un duro confronto.

    Barbara Berlusconi si muove con efficacia e scaltrezza. A differenza di alcuni suoi sostenitori.

  6. Ma si può sapere questa barbara burlesconi, cosa ha mai gestito, che cosa ha mai diretto, che risultati ha ottenuto, per portarti, in continuazione a dire che “a livello di competenze gestionali Galliani se lo pappa a colazione” e che “si muove con efficacia e scaltrezza”? Perchè io non riesco a vederla tutta questa grandezza. Specialmente nel calcio. Che io sappia, è lei che è stata conuciuta a fondo da qualche giocatore, ma ha anche detto qualche minchiata in tema sportivo! Non lo so eh, ma se non ricordo male, Galliani qualcosina l’ha anche vinta. Non per volerlo difendere a tutti i costi, perchè anche io sono convinto che debba essere defenestrato, però la realtà dei fatti non la puoi cambiare ripetendo le tue continue minchiate all’infinito! Ne dovranno passare anni, prima di arrivare al pari. Anche se spero ne passino pochini!

  7. Barbara Berlusconi non si e’ laureata a coverciano. E’ un prodotto avanzato del management piu’ moderno e sofisticato prestato al calcio. Barbara Berlusconi non sara’ mai la figura da calcio mercato o da cose simili. Magari pero’ sara’ quella che rende il Milan appetibile agli investitori stranieri e ai fondi d investimento. Appena arrivata Barbara ha sistemato i conti della societa, in 2 anni ha tirato su una sede moderna che si presta a tante iniziative commerciali e entro 2 anni tirera’ su un nuovo stadio.

    Questo e’ management serio. Una sessione di calcio mercato ottimale e’ irrilevante rispetto a un progetto tecnico commerciale di lungo periodo che magari ci fa aumentare i fatturati di un terzo in 3 anni

  8. Che si muove con scaltrezza poi e’ evidente da come sta gestendo Galliani. Appena divenuta Amministratore dell’ area commerciale e’ entrata a piedi uniti sulla gestione tecnica silurando Allegri. Ora che invece sa benissimo che uno scontro con Galliani ora non servirebbe a nulla se non a fare danno se lo coccola amorevolmente.

    Insomma poche parole tanti fatti. Mica come i contestatori capaci solo di fare sterile polemica

  9. Sadyq, purtroppo (o per fortuna) tra lavoro e impegno politico mi rimane poco tempo per scrivere qui. E poi non mi piace la piega gallianiana che ha preso la direzione.

    Però leggo sempre e fa piacere vedere uno spiraglio di luce di tanto in tanto nei commenti di Vittorio.

    Victor, io sono LaPauraFa80 dai tempi di Dinho, in suo onore. Avercelo ancora, al posto di Boamerd e Merdhondà e Tababab..

    Quando vuoi, ti aspetto a braccia aperte. Caffè, cena, dopocena, quello che vuoi. Gli amici li tratto coi guanti.

      1. Si dovrà convincere la gente che Forza Italia che va nel PPE non farà i comodi della Merkel che di fatto gestisce il partito popolare europeo a suo uso e consumo…

        Ma Vaffanculoooooooooooo 🙂

  10. ” Magari pero’ sara’”

    Càntera, dopo tanti discorsi, ti sei anche risposto da solo! Tu scegli un obiettivo e comincio ad allisciarlo all’infinito, facendoci due palle come mongolfiere, senza nemmeno essere sicuro di quello che sarà. Poco importa che poi, alla fine ci faccia una cagata colossale, come è stato per leomerda. Tu troverai sempre un piccolo appiglio positivo con cui continuare a frantumarci i coglioni!

    1. Leonardo cagata colossale?

      AHAHAH. L’ unica vera merdata degli ultimi anni di Gallani che (poi di fatti gli è costato il posto) è stata Allegri.

      Barbara Berlusconi ha già portato dei risultati evidenti

      1. Minchia, tra tutto sei riuscito a rispondere soltanto su leomerda? Resto in attesa di una tua risposta a questo: “Ma si può sapere questa barbara burlesconi, cosa ha mai gestito, che cosa ha mai diretto, che risultati ha ottenuto?”

  11. “la nuova sede e’ il vero grande acquisto della prossima stagione”

    😀 … questa sembra uscita direttamente dalla boccuccia di Adrianone 😀

  12. Mi piacerebbe dire che il vero acquisto della stagione e’ un nuovo investitore straniero, ma ancora di concreto non c’e’ nulla e quindi in mancanza di altro la sede e’ il vero grande acquisto della stagione

  13. Ce la sbattiaml tra le palle la nuova sede! Preferivo restare in via Turati ed un centrale difensivo decente!

Comments are closed.