Due anni fa...

Due anni fa…

Bisogna ammetterlo, la partita con la Juve di domenica sera non sarà un big match, avendo perso ormai quel sapore da grande incontro di un tempo. Non è solo per i punti in classifica che ormai non si contano più, ma proprio la qualità degli uomini e del gioco che, è da ammetterlo, non è più paragonabile. Pensare che solo 2 stagioni fa il Milan regalava uno scudetto quasi vinto ai bianconeri sembra fantascienza: il gap tra le due squadre ad oggi sembra incolmabile. Non tanto a livello di uomini, ma soprattutto a livello di gioco. Tutto ciò non vuole essere né una previsione né una sentenza di condanna in vista di domenica: nel calcio tutto può succedere e non sempre la squadra più forte porta a casa i tre punti. Soprattutto dopo aver visto una Juve piuttosto scarica nelle ultime uscite.

Ma visto che domenica non ci giocheremo nulla, che purtroppo questo Milan -Juve non ha nulla a che fare con lo scudetto, vorrei rivedere il (quasi) bel gioco visto contro Atletico e Samp, quelle triangolazioni e passaggi di prima che mancavano da un po’ a San Siro. Vorrei vedere una squadra che lotta, che ci crede e che dimostra di tenere a questa maglia. Mi auguro che Seedorf chiarisca in fretta i suoi dubbi, soprattutto quello a centrocampo, visto che la soluzione non mi pare difficile: l’indecisione dell’olandese sarebbe tra Poli e Honda. Poli o Honda? Bisogna anche pensarci?

Contro l’Atletico e contro la Samp, Poli ha dimostrato di poter essere quel giocatore che mancava al nostro centrocampo, un giocatore in forma, che corre, recupera palloni, che è riuscito a diventare quell’asse, quel collante tra difesa e attacco che tanto era mancato nel girone di andata. Potrebbe essere un’arma in più contro un centrocampo solido e di classe come quello juventino. Un centrocampo che non può che mettere in difficoltà uno come Honda, ancora nettamente in ritardo sulla preparazione, lento, confuso, nonostante i piccoli miglioramenti visti a Genova. Sto ancora cercando di capire la motivazione che ha spinto la società all’acquisto del giapponese, presentandolo come il salvatore della stagione: per ora l’unica risposta che mi ha convinto è “marketing”.

SG

Posted by SG

Editorialista del blog