C_3_Media_1810566_immagine_ts673_400Non basta il cuore, non basta l’orgoglio, non bastano i goal insperati di Matri e Silvestre che hanno provato a raddrizzare la partita. Ormai non basta più niente, perché i piatti della bilancia sono troppo sbilanciati. Da un lato queste ed altre qualità più o meno passeggere, dall’altro Allegri, con la sua incompetenza cronica, la sua eterna astensione dal ruolo di allenatore.

Parma è solo l’ennesimo capitolo, un’altra prestazione orrenda e ancora punti persi in trasferta. A dire le solite cose alla fine si passa per ripetitivi, ma che colpa ne abbiamo se quel tizio fa sempre i soliti imperdonabili errori? Come sempre, primo tempo completamente regalato, con due goal imbarazzanti subiti da una squadra che non sa difendere. E non parlo di difesa soltanto, ma di fase difensiva; questa squadra è terribilmente disorganizzata e questa confusione la paga tutta sia in fase offensiva che, sopratutto, in fase difensiva, dove prendiamo goal a non finire da parte di qualunque squadra. Tocca, anzi toccherebbe, a lui il compito di mettere in campo una squadra decente, una squadra che sappia semplicemente cosa fare e come farlo. Questo non avviene mai, e non capisco che cosa debba fare di peggio per essere cacciato a pedate.

A proposito di questo, chi dovrebbe cacciarlo si arrampica sugli specchi, parlando di errori arbitrali ed episodi dubbi quando di dubbio c’è solo la capacità di analizzare la situazione attuale del Milan. Lo ripeto e lo ripeterò ancora: non può e non è una questione di rosa. Siamo dietro a squadre con una rosa inguardabile se confrontata con la nostra, eppure nessuno lo fa notare; sento parlare di rinforzi, sento Allegri invocare gli arrivi di Rami e Honda, come se due innesti possano cambiare di colpo tutto. Mancano le basi, mancano le idee, manca il direttore d’orchestra…11 strumenti che suonano per conto loro fanno solo un gran baccano, producendo un risultato orrendo.

È inutile dirlo, la situazione è già terribile dopo sole nove giornate, con la Roma che non perde un colpo, Napoli e Juve che inseguono ( a proposito: in Italia i ladri possono fare quello che vogliono, e si vede!!!) e l’Inter che tiene il ritmo, quell’Inter senza società, con una mezza squadretta ma con un allenatore che sa il fatto suo. Quanto mi manca un allenatore, uno con la A maiuscola…e non vedo l’ora che questo incubo possa finalmente terminare. Ridateci la dignità, ridateci il calcio! 

Posted by Nicco

Editorialista del blog. Responsabile degli approfondimenti sulla squadra immediatamente successivi alle gare italiane.

37 Comments

  1. ‘A proposito di questo, chi dovrebbe cacciarlo si arrampica sugli specchi, parlando di errori arbitrali ed episodi dubbi quando di dubbio c’è solo la capacità di analizzare”
    Non concordo assolutamente anche se sono condivisibili le critiche all’allenatore!

    E’ già il fallimento della squadra che doveva emergere nell’anno zero?

    Nelle note negative che si sono intravviste a Parma, emerge quella che secondo noi è la più negativa di tutte: Mario Balotelli! Il bresciano comincia ad essere un problema quasi irrisolvibile, non soltanto per il Milan ma anche per Prandelli!
    Il ragazzo ha male interpretato quello che potrebbe essere il ruolo di leader nel Milan e di protagonista, come arebbe voluto il Ct della nazionale italiana di calcio.
    Già martedì avevamo visto un Balotelli avulso dal gioco di squadra che, fino al momento del suo ingresso in campo, era stato interpretato egregiamente dal Milan.
    La dimostrazione palese, all’occhio critico di vecchi tifosi, si è avuta quando Muntari non ha passato il pallone a Mario che avrebbe consentito un facile gol, al nostro centravanti, e forse anche la vittoria sul Barça.
    Ieri Galliani, con più di qualche motivata ragione, è sbottato contro la direzione arbitrale ed in generale contro il ‘palazzo’.
    Antichi tifosi milanisti ricordano sia gli scudetti, rapinati al Milan sin dai tempi di Rivera, sia quanto accaduto nell’occasione della rete non concessa a Muntari a seguito di una svista che è negli annali come ingiustizia tra le più eclatanti di sempre!
    Ma è forse tardi per lamentarsi dopo che ‘il latte è stato versato’ poiché questo inizio di stagione è caratterizzato da episodi negativi che partono dalla presunta non meritata partecipazione, conseguita nello scorso torneo, alla Champios League!
    Allora a Parma si rivede, in salsa parmigiana, la riedizione di quello che noi avevamo definito ‘Renatino De Pedis dell’arbitraggio, che così avevamo definito dopo il derby perso, sia a seguito dell’annullamento di una rete regolarissima di Montolivo che alla mancata espulsione di Juan Jesus e, dulcis in fondo, del mancato rigore non concesso su Robinho!
    L’errore determinante in questo inizio di stagione si è prospettato sin dalla partita di Verona dove al Milan sono stati negati due evidentissimi rigori su Balotelli(in un caso lo ha ammesso persino Albertazzi).
    Ma questa tregua di facciata sia tra il team Milan che la classe arbitrale e soprattutto con i ‘palazzi del potere romano’, secondo noi, è anche a causa del fatto che il Milan è la squadra di Silvio Berlusconi.
    I giocatori sono dei professionisti che potrebbero guadagnare, anche più lautamente, in moltissime altre società soprattutto al di fuori dei limitati ed anacronistici confini nazionali.
    Quindi si spiegano i comportamenti, sia di insofferenza nei confronti di giocatori presuntuosi, che di una società che non tutelando gli interessi del club fa mettere a repentaglio anche l’incolumità dei giocatori a partire da Mario Balotelli.
    Speriamo che siano soltanto riflessioni amare di tifosi delusi poiché noi pensiamo che la partecipazione alla Champions League, peraltro avvenuta eliminando un team molto quotato come il PSV, sia stata strameritata sul campo.
    In questo inizio di torneo mancano al Milan, non soltanto per colpa del team, sette otto punti che avrebbero consentito di restare la dove sia il potenziale del parco giocatori che il blasone competono di diritto al Milan!

    1. Tutto giusto…intendevo dire che non mi va giù che si parli solo di errori arbitrali (seppur il Milan non viene sicuramente favorito dagli arbitri nelle varie partite, e non potrei mai contestare una opposizione a questo “sistema”) e mai delle responsabilità oggettive di quel tizio, che è stato difeso e stradifeso in questi anni e che ci sta portando sul fondo come mai prima. Mi scuso se mi sono espresso male!

      1. Chido io scusa a te perchè ognuno ha il diritto di esprimere le proprie opinioni l’importante e potersi confrontare. Mi pare che nella diatriba sull’allenatore avesse perfettamnte ragione il ‘patron’ del Milan. Gli allenamenti mancano d’intensità e le partite vengono preparate malissimo. Ma l’ostinazione dell’Ad nella difesa del livornese comincia a farmi dubitare di cose che, se espresse ora, potrebbero esse fantascientifiche.
        Un abbraccio da milanista addolorato ad altro ‘fratello di dolore ‘. Spero che si cominci a criticare il comportamento di tutto il team e non soltanto dell’allenatore!

  2. Segnalo questo semplice pensiero

  3. diavolino è inutile pensare che sia solo colpa di Allegri

    il principale protagonista del disastro è Galliani ha voluto allegri lo ha difeso ed ha fatto un mercato disastroso

    ma dove vuoi andare con parametri zero e scarti delle grandi squadre e acquisti come Constant e Zapata per non parlare dei rinnovi assurdi di Bonera Robinho dai

    anche il prossimo mercato si annuncia fallimentare Rami e Honda non risolvono nessun problema di fondo , non sono due fenomeni

    un ex difensore del Milan mi ha detto questa mattina ” forse Allegri dovrebbe provare De Sciglio difensore centrale ” ed ha aggiunto il miglior acquisto al momento è il rientro di De Sciglio

    e poi si cerca di spostare la rabbia dei tifosi milanisti contro allegri e società spostandola sugli arbitri vergogna

    Allegri e Galliani via da Milanello Silvio cacciali

    1. Zapata e constant c’erano anche l’anno scorso quando sei arrivato terzo. Zapata equivale tranquillamente a un Benatia o un Castan. Io di fenomeni in serie A non ne vedo.

      Questa squadra se fosse allenato da Rudi Garcia, uno che in francia ha vinto lo scudetto col LILLE, arriverebbe davanti.

      O vogliamo credere che la Roma sia superiore come organico?
      O vogliamo credere che l’allenatore non conta quindi siamo campioni d’Italia 2011/12, giusto?

      1. mmmmmmm….

        De Santis – Gabriel: meglio De Santis, Gabriel si farà.
        Abate – Maicon: ahahaahahahahaha!
        Mexes – Benatia / Zapata – Castan: in valore assoluto saranno anche simili, ma siccome la Roma ha preso 1 gol…
        Constant – Balzaretti: Balzaretti
        De Rossi – De Jong: De Rossi
        Pjanic – Montolivo: Pjanic
        Poli – Strootman: Strootman

        sebbene Montolivo e De Jong siano buoni giocatori

        Balotelli – Totti: confronto poco sensato per ruolo e caratteristiche, ma Totti fa fare il salto di qualità alla Roma, Balotelli ancora no al Milan.
        Gervinho – Robinho: Gervinho
        Florenzi – Kakà (sebbene le posizioni siano diverse): Kakà.

        Per cui si, la Roma ha un organico superiore al Milan, così come Juventus e Napoli. Il Milan se la gioca con la Fiorentina al completo e resta superiore all’Inter sebbene altri miei compagni di tifo neroblu non siano d’accordo.

        Poi intervengono le capacità dell’allenatore e infine tutte quelle cose aleatorie che influenzano un risultato come culo, arbitri, squalifiche ed infortuni.

        1. Hai messo solo i titolari e li hai messi come ti fa comodo… facile così.

          Ovviamente per Gervinho-Robinho conta il momento attuale, per Abate – Maicon la storia.

          Montolivo peggio di Pjanic non si può leggere.

        2. Se vuoi mettiamo anche le panchine, ma sinceramente non so se ti convenga.

          Non li ho messi minimanete come mi fa comodo: entrambe giocano con una difesa a 4, entrambe hanno un centrocampo a 3, entrambe danno il meglio con il 433 e ovviamente il confronto, per essere sensato, deve essere prima basato sulla formazione titolare.

          L’unica differenza di quest’anno sta nel fatto che post incontro estivo di Arcocre. Silvio ha ordinato il ritorno al trequartista e in quel ruolo ci ho messo Kakà giudicandolo ovviamente superiore sebbene anche per lui “parli la storia”.

          Per Abate e Maicon non parla la storia, parla il gioco del calcio, se poi si vuole diventare risibili sostenendo il contrario basandosi sul nulla, amen.

          Su Montolivo io non ho scritto che è peggio di Pjanic anzi, ho specificato e detto più volte che Montolivo è un ottimo giocatore che mi piace molto.
          Pjanic però gioca nella stessa posizione, è un po’ più prolifico in zona gol e ha più doti di regista di Montolivo, sebbene Montolivo aiuti di più in fase difensiva.
          Sono due ottimi giocatori; la mia preferenza è basata sul fatto che Pjanic (di sei anni più giovane) sembra più “completo” e con maggiori margini di miglioramento.

          È come scegliere tra crema e cioccolato: sono ottime entrambe, questione di gusto e cmq senza che tra le due ci sia un abisso.

      2. Diablo però, sull’allenatore, cominciamo ad entrare nello specifico. Che sia scadente ed indifendibile lo hanno capito anche le collinette adiacenti Milanello.
        Boldi ha ragione; “Allegri e Galliani via da Milanello Silvio cacciali” ad una condizione l’Ad non deve più appiattirsi sulle presunte qualità di un personaggio che, al Milan, in quattro anni, non ha dimostrato nulla. Faccio un nome che mi viene il voltasomaco soltanto ad indicarlo: Antonio Conte! Guarda come è entrato a gamba tesa contro i presunti torti ricevuti dalla ‘sua’ squadra! Guarda come viene difeso a spada tratta non soltanto dalla famiglia proprietaria ma da tutto il team , Ad in testa! Il Milan ha più stile e più classe, di tutte le altre squadre della serie A italiana, da sempre, Sin dai tempi di Trabattoni, poi di Rizzoli ed ultimamente di Silvio Berlusconi(volutamente ho tralasciato qualche ppresidente magnaccione oppure di dubbie capacità imprenditoriali).
        Ma quest’anno il ‘palazzo’ sta mortificando il team rossonero al di la dei propri demeriti(in primis aver confermato Allegri)

        1. Galliani?

          Galliani è quello che fa in modo che i soldi investiti da Berlusconi non diventino negli nani 90 come i soldi investiti da Moratti.

  4. C’è un spiraglio per l’esonero.

    Se perdiamo contro la Lazio, la Fiorentina, il Barcellona e poi facciamo un punticino a Verona col Chievo, durante la sosta ci sarebbe spazio per cambiare la MERDA con un allenatore. Peccato che con Lazio e Fiorentina giochiamo in casa dove abbiamo un rendimento migliore di quello in trasferta.

    Per poi ripartire senza Allegri e sperabilmente senza gli Allegriani.

    Basta volerlo.

    1. Il bello degli Allegriani è che quando c’era Leonardo sulla nostra panchina lo hanno difeso fino all’ultimo minuto salvo poi gettargli merda appena è andato di là. Faranno lo stesso pure con acciuga?

    2. Sperare nelle sconfitte è terribile….ma in questo caso sarei più che disposto a fare un sacrificio!!!

  5. lamerntarsi della punizione battuta più avanti è da terza categoria.

    Galliani boia allegri la tua troia!

  6. Gervinho — Robinho: Gervinho

    Vabbè però… cazzo come siete volubili.. Gervinho dopo due giornate gli ridevano dietro tutti perchè s’era mangiato 3 gol, ora sembra che sia la versione forte di Neymar cazzo…

    Benatia, buon difensore, ma ad Udine ha avuto i suoi periodi in cui non ci capiva uno stracazzo di niente.. tipo un anno tornato dalla Coppa Africa.

    Castan lo scorso anno era un bambolotto addormentato.. minchia dopo 10 partite descrivete Castan-Benatia come Nesta-Cannavaro..

    Noi a sx abbiamo DE SCIGLIO che a Balzaretti gli caga sulle ginocchia.

    1. Robinho gli ridono dietro da 3 anni, non da tre giornate e sono più sessioni di mercato che il Milan cerca di sbolognarlo al Santos senza successo.

      Robinho è un ottimo giocatore, tanto talento e sinceramente sembra trovarsi meglio senza Balotelli.

      Il fatto è che per un motivo o per l’altro non ha mai fatto in più anni il salto di qualità.

      Questo significa sprecare il proprio (tanto) talento.

      Se vuoi possiamo cambiare termine di confronto e ci mettiamo quel Ljaijc che avete cercato di prendere per mesi prima che andasse proprio alla Roma e che per l’appunto doveva sostituire Robinho potendo fare sia l’attaccante esterno (433) che la seconda punta (4312).

      Tutto torna.

      1. Non ho detto che Robinho è più forte di Gervinho, ho detto che è ridicolo che Gevinho nel giro di otto giornate sia passato da bidone a fenomeno.

        Allora due anni fa Nocerino era un campione.

        Io sono sempre molto cauto, sono mediamente tutti buoni giocatori, chi più chi meno, e nel contesto giusto possono esaltarsi o fare delle merde.

        Ritengo realistico pensare che Zapata possa fare la stagione della vita e diventare un muro (per un anno, non di più) e sicuramente Benatia vivrà la sua stagione in cui non ne beccherà mezza. Come è successo a Bonucci, a Ranocchia, a Castan, a Chiellini, a Paolo Cannavaro, a Paletta e via dicendo.

        Se uno dice che in assoluto Castan-Benatia sono nettamente meglio di Zapata-Mexes è un folle. Sono meglio quest’anno, con questa formazione, questo allenatore, questo centrocampo e quest’aria che tira.

        1. La volubilità è data dal fatto che ora si dà della pippa a Silvestre ed un anno fa Galliani era un criminale per averlo lasciato andare all’Inter

  7. lamerntarsi della punizione battuta più avanti è da terza categoria.

    Manco l’avessero battuta sul dischetto del rigore.. 😳

    Questa è peggio dei fari di Marsiglia.

  8. Segnalo a Cantera che alle 18 pubblicherò la sua lettera dal titolo “Vogliono veramente farci credere che non sia solo colpa di Allegri“?

  9. Ancora: il confronto Constant-Balzaretti, aspettando DeSciglio, l’anno scorso l’avrebbe vinto Constant.

  10. Non perchè Constant è buono, ma perchè sono due merde e ad anni alterni uno è più merda di un altro.

  11. Scusate la divagazione al tema, siccome come già ho ampiamente dimostrato, nel caso della designazione di Rocchi per Juventus Milan, apprendo ora questa ulteriore chicca:

    Il nostro commento alla designazione

    Ancora una volta l’ineffabile duo residente nel ‘Granducato’ ha fatto una designazione per certi versi sconcertante! Damato è l’arbitro che, a Roma, prima concesse un penalty e poi su segnalazione ‘dell’ultrà juventino Manganelli’, annullò quella decisione, innervosendo tutto l’ambiente milanistae che alla fine comportò l’immeritata sconfitta dei rossoneri che avevano stradominato, fino a quel momento, la partita!
    Ora questi due sic… signori li ritroveremo mercoledì sera a San Siro!
    Nell’unico precedente di San Siro, con la Lazio, arbitrato da Damato, si verificò la quasi ‘uccisione’ di Legrottaglie compiuta, a nostro modo di pensare, da Kozak che venne soltanto ammonito. Legrottaglie subì un trauma cranico che non gli consentì di continuare il suo rapporto di collaborazione con il Milan.
    Riteniamo questa designazione, al pari di molte altre avvenute in questa stagione, quanto meno inquietante. A completare la nefandezza della designazione ci sono anche il citato Manganelli e quello che noi acvevano definito: ‘Ban(di)ti’ a Milano!
    Tutto ciò è a dir poco sconcertante!!!!!

  12. è colpa degli arbitri se prendiamo tre gol con il parma , 2 con il torino di barreto e meggiorini, 3 con il bologna di laxalt e cristaldo….

    1. Le accuse ad Allegri sulla conduzione tecnica del Milan non le ho mai messe in dubbio…anzi…. Rispondendo anche a ‘diablo’ ritengo che oltre agli stragrandi meriti imprenditoriali, l’Ad ha preso qualche topica colossale(Olivera per arrivare a Ronaldinho) e speriamo che queste topiche non si estendano anche a Mario Balotelli che, per ora, ha stancato tutto lo ‘spogliatoio milanista’! Per quel che concerne gli arbitri dico a fabregas di rivedersi la direzione di Rocchi in tutte le Juventus-Milan o Milan Juventus arbitrate dal ‘mostro’ di Firenze.. Ma non soltanto quelle…in particolare Rocchi trova sempre il modo di danneggiare, scientificamente, il Milan(me lo ha anche confidato un ex importante arbitro di cui non posso fare il nome perché lo negherebbe).

      1. se te lo ha confidato un ex arbitro, ci credo.

      2. Si… puoi brontolare degli arbitraggi contro la Juve (come l’esempio tuo), contro l’Inter, contro il Napoli e quest’anno lo si potrà fare anche contro la Roma, perchè comunque si presuppone ci sia una sfida tra squadre di un certo livello e che ambiscono ad una certa posizione in classifica.
        Ma non ci si può nascondere dietro agli arbitraggi contro il Parma… sulla carta, al momento in cui è stata tirata la punizione decisiva avremmo dovuto essere già sul 5 a 0 per noi, porca vacca. Come avremmo dovuto massacrare anche Bologna, Verona, Torino ecc…
        11 vacche al pascolo c’erano in campo ieri e nessuno sembrava sapere che cavolo fare.

  13. News dal movimento 5 acciughe: sono passati all’attacco con post su twitter pieni di insulti e privi di qualsivoglia contenuto. Per questo blog “ci vorrebbero censure cinesi, tanto con 4 commentatori in croce non se ne accorgerebbe nessuno”

    Più di 5700 followers su fb contro 100 scarsi
    Più di 1400 like su fb contro 104

    Ci sarà un motivo, no?

    Nessuno che abbia le palle di venire qua, sa che sui contenuti da me, LPF, Giangi, Nicco o Cantera sarebbe sbranato vivo. Meglio buttarla in vacca col #colpadiallegri

    1. Nessuno che abbia le palle o nessuno che abbia la pazienza di star dietro alle tue mistificazioni?

      Già questo commento è un emblema delle continue e minuziose correzioni, rimozioni, intepretazioni che fai delle parole altrui, poiché io ho parlato di commentatori, non di followers o like.

      Se poi proprio dobbiamo parlare di fatti legati al calcio, già ci fu la minchiata di martedì sera in cui le tue piccole, patologiche ossessioni (se non anche la tua incompetenza calcisticia) hanno portato te (o chi gestiva l’account RNS su Twitter, non saprei dire chi nel caso) ad attribuire l’errore individuale di Zapata a un errore dell’allenatore e della disposizione in campo.

      Un altro esempio di piccola ma rilevante mistificazione c’è stata anche stamattina, quando hai commentato, sempre sull’account Twitter, il recente post pubblicato su Diavoltaire senza badare al fatto che si parlasse di responsabilità societarie e di operazioni di mercato – e il confronto tra operazioni di mercato era quello là, esattamente quello descritto in quel post.

      Quarto esempio del fatto che non ti conviene parlare di convenuti è il piccolo svarione in cui sei incorso (tu o chi gestiva l’account) ieri sera dicendo che Zapata era arrivato terzo con l’Udinese mentre Benatia no, quando invece è il vero contrario. Ti è stato fatto notare e l’hai buttata in vacca parlando di Borja Valero, Rodriguez, Allegri. Sempre a parlare d’altro, sempre a parlare delle fissazioni tue e di chi segue questo carro.

      Ma voglio concederti un beneficio: a differenza tua, che attacchi e pungoli e irriti e irridi gli altri accusandoli a ogni pie’ sospinto di malafede, sono pronto a concedere, invece, che tu sia in buonissima fede ma abbia seri problemi di comprensione del testo, cosa di cui non ti faccio una colpa particolare perché capita di essere iscritti a una scuola elementare mediocre, inoltre l’analfabetismo di ritorno è problema piuttosto diffuso in Italia.

      Concludo dicendo che ho considerato solo gli ultimi sei giorni, pensa quante castronerie mi è capitato di leggere nell’arco di settimane e mesi, una metodica o involontaria procedura di distorsione impercettibile ma alla lunga rilevante di fatti, avvenimenti ed opinioni altrui solo per dimostrare di aver ragione sempre (e qui mi viene in mente il detto: “La ragione è dei fessi”). Questo non sarebbe in sè un problema, perché il vizio è comune e, insomma, le castronerie le diciamo tutti. Il punto è che quello che pontifica e, per dirla in francese, rompe i coglioni con piccole e misere campagne editoriali sei proprio tu.

      E qui passo e chiudo bello mio, mica so’ ebreo che mi metto a parla’ coi muri.

      1. Giusto: un blog che ha 9 redattori che si commentano i post a vicenda, a casa mia, ha zero commentatori.

        Quel post l’ho letto ed è quanto di più vergognoso si possa scrivere. “uno scudettino di fortuna ogni tanto” proprio come sta facendo la Roma del genio Sabatini.

        Non so tu, ma io una laurea, ciccio, ce l’ho.

        Chi sta facendo campagne da quattro anni, si, anche quando si vinceva, valutando al ribasso la rosa, non sono io.
        Chi pensa che l’allenatore sia un baluardo antisocietario e difendere i giocatori vuol dire difendere la società, non sono io.
        Chi proprio per questo sosteneva Leonardo a spada tratta fino ad un minuto prima dell’esonero, non sono io.
        Chi va contro i bookmakers e tutte le argomentazioni dei maggiori quotidiani ed esperti sportivi pur di parare il culo all’allenatore, non sono io.
        Chi inneggia alla chiusura di blog solo perché dan fastidio, non sono io.

        Io non faccio campagne editoriali. Io tengo al bene del Milan, voi solo a quello dei vostri pozzi di malcontento dove vi siete circondati di altri tifosi ruffiani e mistificatori come voi.

        E sì, Benatia = Zapata a parità di allenatore.

        1. Ma d’altronde voi siete quelli che col Villareal ci è retrocesso solo Zapata e non Borja Valero e Gonzalo Rodriguez, guai a chi li tocca – non son mica del Milan.

  14. Se venissero qui almeno avvisassero che mi prendo del tempo libero per massacrarli ben bene.

    Comunque io sono un battitore libero, lo metto in chiaro da subito, non mi metto in team ma porto avanti in solitaria i miei ideali. Allegri e Galliani colpevoli entrambi, giù le mani da Berlusconi, chi Lo tocca divento una iena, che sia di una o dell’altra fazione.

    Sono un cane sciolto, senza padroni, combatto la mia battaglia di Libertà, sono un Lealista. Non faccio squadra.

    Il team non serve, che quando crede di avere il miglior team possibile salta fuori l’AlFini di turno e il Cicchetto e ti vogliono inculare.

  15. AlFini e Cicchetto: io non dimentico.

  16. Ehi, Merdado.. vieni qui a fare il professore che l’ultima te ne sei tornato col cazzo nel culo? Ahahah, avevi provato a farmela a me.. ti è andata malissssssimo.

    Vabbè..comunque non ho capito un cazzo del tuo discorso.. follower, like, commenti, DIavoltaire, twitter.. ho capito solo che c’hai buontempo da perdere dietro a minchiate.

    SUCALO.

  17. Vabbe’, pero’ Berlusconi li potrebbe pure cacciare a calci in culo a quei due, ma non lo fa.
    E allora ?

Comments are closed.