“Io sono tranquillo, i nostri accordi sono molto chiari, tutta la gente sa come sono arrivato quì. C’è una politica stabilita, se il presidente mi chiede di farmi da parte, basta una parola. Io non ho nessun problema, se andiamo avanti, però,  serve la tranquillità. Io cerco per la squadra la tranquillità. Nel caso, non ci saranno neanche costi perchè non ho problemi di contratto ma la squadra va difesa perchè ha fatto molto, più di quello richiesto in alcuni casi. La squadra ha prodotto un bel gioco per lunghi tratti, queste cose vanno difese”.

Com’è che era? Leonardo “l’aziendalista“. Leonardo lo “yes man“. Tutte cazzate. Oggi in conferenza stampa Leo si è ribellato alla parole (assurde) che il Presidente aveva pronunciato in settimana. Senza tanti giri di parole il nostro allenatore ha messo le cose in chiaro: lasciaci lavorare, e torna a occuparti degli affari tuoi. A noi ci pensiamo noi, ormai ci siamo abituati a convivere con un presidente assente. Poi se a fine stagione ci sarà qualcuno che deve pagare allora Leo sarà pronto ad assumersi le  responsabilità sue e soprattutto quelle di Silvio stesso. Ma adesso no, adesso la squadra deve lavorare in pace per cercare di non rovinare quanto di buono è stato sin qui fatto.

Perchè, chiariamo, ciò che è stato fatto fino a oggi è qualcosa di assolutamente buono. A inizio stagione si parlava di zona Europa League, non di scudetto. Si parlava di retrocessione, non di Champions. Siamo andati oltre le aspettative e lo abbiamo fatto giocando anche per un paio di mesi ad alti livelli, divertendo e divertendoci. E Lei ovviamente, Presidente, queste cose le sa, giusto? Perchè Lei le vede le nostre partite, giusto? E quindi saprà anche per un mesetto e qualcosa in più abbiamo più o meno realmente cullato il sogno scudetto, vero? E saprà anche che se il sogno scudetto è sfumato è perchè qualcuno in estate ha pensato che non fosse opportuno comprare un sostituto di Nesta o Pato o un paio di terzini, sbaglio? E lo stesso discorso vale per il Manchester. Se il povero Favalli è costretto a giocare contro avversari più giovani e forti di lui, di chi è la colpa? Di Favalli stesso, di Leonardo che deve scegliere tra lui e Jankulovski o di chi ha messo Leonardo nella condizione di dover scegliere il “meno peggio“?

Altra cosa che le sfugge, Presidente: nessuno le ha dato ascolto. Nessuno crede che questo Milan possa competere per il campionato o la Champions. Siamo tutti con la squadra, siamo tutti con Leonardo, ancora di più dopo la risposta di oggi. Yes Man un cazzo.

Posted by LaPauraFa80

20 Comments

  1. Dimenticavo: fermo restando che Leo sbaglia in certe circostanze (Dida e Gattuso su tutte), ma sbaglia come sbagliano Ancelotti, Ferguson, Lippi e compagnia. Tranne Mourinho, ovvio.

  2. come godo come godo…grande leo.

    ATALANTA – CHIEVO 1-0 doni
    BARI – MILAN 1-1 barreto – ronaldinho
    BOLOGNA – JUVENTUS 1-2 zalayeta – del piero,amauri
    CAGLIARI – PARMA 2-1 matri,nenè – crespo
    FIORENTINA – LIVORNO 1-0 gilardino
    GENOA – UDINESE 1-0 mesto
    INTER – SAMPDORIA 2-1 milito,stankovic – pazzini
    PALERMO – LAZIO 0-1 zarate
    ROMA – CATANIA 1-1 vucinic – lopez
    SIENA – NAPOLI 1-1 ghezzal – denis

  3. siete sicuri che a Berlusocni arriverà questa risposta…..???

  4. Bel post, bravo LPF.
    A inizio stagione la dirigenza, l’attuale dirigenza, lo aveva incensato e osannato. Leo è partito in punta di piedi, ha fatto le sue scelte strategiche in merito al modulo da adottare in base ai giocatori a sua disposizione. Ha chiesto acquisti mirati che gli sono stati negati. Sono stati acquistati giocatori solo a parametro zero, escluso il sosia di Alciato, il quarto portiere (????) che è scomparso, in poche parole “Il mercato dell’usato”.
    Sono stati esaltati gli acquisti dei giovani calciatori, facendo capire che la programmazione va in quella direzione. Non basta.
    Le Società hanno sempre acquistato giovani, ma non ricordo li avessero fatti passare come acquisti di cartello.
    Mi hanno sfinito, non sopporto più le loro espressioni facciali, le loro dichiarazioni false e spudoratamente capziose, la loro ostinazione nel negare l’evidenza e nel farla passare per qualcosa d’altro.
    Ho smesso di dargli credito. Quando vedrò che si impegneranno veramente a ricostruire il mio Milan, se ne riparlerà.
    Da oggi, solo “Forza Ragazzi, Forza Leo”. Avanti, guardiamo avanti.

  5. Vuelle, fammi la cortesia di leggere nel forum della redazione, la colonna pronostici, e di fare ciò che è scritto.
    E questo per chiunque voglia partecipare al gioco dei pronostici! Grazie.

  6. Ghost, tu parli di “società”, non sono d’accordo.
    Penso che Galliani sia con Leo, per il resto fa quel che può con quello che ha disposizione. Rimane però incomprensibile la scelta del rinnovo a Gattuso, se non per questione d’affetto che comunque non sarebbe una scusa.

    Però da come ne parla, credo che Galliani riconosce i grandi meriti di Leo.

  7. LPF parlo di dirigenti e società, perché anche il sig. galliani non difende il suo operato e quello di Leo dalle critiche dello “smemorato di Arcore”.
    Se mi avessero dato solo 4 fagioli e 2 cipolle, chiedendomi di preparare la torta margherita, sai dove li avrei mandati???????

  8. Non è mica facile dopo trent’anni fianco a fianco.
    Ci sta che faccia il pompiere, ci sta che non vada a rispondergli a mezzo stampa per evitare di alimentare tensioni.
    Galliani è tra due fuochi, in questo momento sento di dare tutte le colpe a Silvio e basta.

  9. Evviva LEO! Ora SB non ha pià alibi. 😀

  10. Naturalmente più e non pià

  11. ribadisco la mia proposta: leonardo responsabile del mercato e allegri allenatore….a quel punto SB e AG possono anche rimanere presidente e amministratore delegato, non me ne frega niente.

  12. Diavolo1990

    Balotelli intanto placa le polemiche: dopo essersi recato in tribuna a Milan – Manchester United si reca in tribuna, per par condicio, anche a Inter – Sampdoria.

  13. mamma mia adesso immaginate quanto si lamenteranno questi qua…..ahahaha

    tra l’altro espulsioni di samuel e cordoba giustissime…. e poi non si capisce perchè è stato ammonito pazzini che senza guardare è andato addosso a lucio…..

  14. che poi cazzo, questi qua hanno praticamente già vinto lo scudetto, sono nettamente i più forti, dovrebbero giocare in scioltezza e tranquillità con la consapevolezza che tanto il gol arriva con i campioni che hanno. e invece sono sempre in tensione, mourinho fa la vittima un giorno si e l’altro pure, il milan anticipa una gara e loro gridano il complotto….cazzo ma possibile che non capiscano che se rimangono sereni vincono tranquilli????

    io mi ricordo il milan di capello, quando vincevamo sempre. ricordo una sola partita polemica, tra l’altro proprio a genova contro la sampdoria. per il resto sempre tranquilli, tanto il gol arrivava sempre prima o poi con i campioni che avevamo.

    i cugini-merde hanno sempre da imparare 😀

  15. Secondo me, anche l’atteggiamento strafottente, sempre polemico di muorigno, non aiuta certo a tranquillizzare il gruppo. Poi, questa ricerca continua del complotto, anche gli arbitri, si saranno rotti!

  16. bravissimo sadyq, mi hai tolto le parole di bocca.
    ma se ne stessero sereni che non hanno rivali in italia e vincono per inferiorità manifesta degli avversari.

    possibile che non sono in grado di capirlo? ma cosa hanno in testa?

  17. Ormai quella mentalità ce l’hanno radicata da anni. È difficile cambiarla!

  18. cazzo eto’o si è buttato ed è stato ammonito….COMPLOTTO!

    ahahahaha

  19. avete visto lintervento di milito?

    ecco, è uno scandalo che l’inter non sia in 8….

Comments are closed.