stephan-el-shaarawy2Con l’arrivo di Kakà e di Matri, e con la permanenza di Robinho e Niang, si prospettano problemi di sovrabbondanza per l’attacco rossonero. E chi probabilmente finirà per subire maggiormente le conseguenze di questo possibile turnover, soprattutto dal punto di vista mentale, potrebbe essere Stephan El Shaarawy, precipitato al quinto posto in attacco nelle gerarchie del tecnico rossonero. Da insostituibile e punto cardine dell’attacco milanista, da gennaio in avanti è diventato man mano una sorta di fardello di cui liberarsi.

Dopo il suo disastroso girone di ritorno, non solo per la quasi assenza di reti, ma anche per prestazioni totalmente incolori, la società si era convinta che la soluzione giusta fosse quella di sfruttare l’onda dell’entusiasmo prima che si facesse troppo tardi e quindi incassare: nelle fantasie di Galliani già si pensava a rimpolpare le casse rossonere con un bel gruzzolo grazie alla vendita di questo ragazzo, innegabilmente bravo ma che nessuno crede possa diventare un grande campione. La grande offerta, però, giunse solamente da un club mediocre, e il Faraone, giustamente, non se la sentì di lasciare la serie A per finire relegato nel decisamente meno prestigioso campionato russo. Quella dell’Anzhi è infatti rimasta per tutta l’estate l’unica offerta concreta: il Milan ha dovuto così accettare la volontà del giocatore di restare a Milano.

Il vero intento della società era quello di venderlo, ma nessun club si è realmente presentato con un’offerta degna: anche le voci sui 30 milioni offerti dal City per il Faraone non sono mai state confermate, perché probabilmente non sono mai esistite. Quindi che ci risparmino i classici: “El Shaarawy è un incedibile”, “Elsha futuro del Milan”, “Il Faraone non è in vendita”, perché non è così. Giustificare la mancata cessione e il successivo abbandono di tutte le strategie di mercato dipendenti dai soldi della vendita di El Shaarawy, con questioni di cuore è abbastanza ridicolo. Credo che il futuro di El Shaarawy non sarà al Milan, che sta solamente attendendo l’offerta giusta: lo dimostrano i giudizi non proprio esaltanti sul Faraone espressi nelle ultime settimane: da pupillo dei giornalisti, Stephan si è improvvisamente trasformato in giovane che deve trovare la sua strada e che deve crearsi il suo spazio, dimostrando il carattere e la voglia assenti nelle ultime apparizioni. Un segnale che indica inevitabilmente un allontanamento tra l’italo egiziano e i colori rossoneri: fino a poco tempo fa El Shaarawy era un intoccabile e c’era addirittura chi si scandalizzava sentendo parlare di cessione e di momento di calo.

Ad oggi Prandelli cerca ancora di proteggerlo, ricordando la sua tenera età: ormai è palese come Elsha abbia un problema soprattutto a livello mentale, come soffra la concorrenza e il digiuno da reti. Uno stato d’animo da cui non riesce ad uscire ormai da troppi mesi e l’arrivo di un attaccante in più di certo non lo aiuterà. È proprio per questo che credo che le voci di un forte interesse del Borussia Dortmund per il Faraone siano fondate: a gennaio infatti potrebbero arrivare offerte più che interessanti e credo che questa volta il Milan darà una risposta molto diversa. Anche se non credo che cederlo sia realmente la cosa giusta da fare.

Posted by SG

Editorialista del blog

37 Comments

  1. Una follia pure, una onta bestiale, l’ ennesimo fallimento dell’ allenatore se venisse messo da parte.

    Nel girone di ritorno El Shaarawi ha fatto molto bene sulla fascia pur segnando meno. Questo lo dicono persone che capiscono di calcio veramente che pure allo stadio ci sono state.

    In campionati molto più evoluti del nostro gli attacanti esterni giovani e forti sono considerati un patrimonio inestimabile e vengono valutati a peso d’ oro. Da noi per colpa di questo allenatore mediocre rischiamo di mettere fuori uno come El Shaarawi.

    Pato lontano da Allegri è tornato al goal con continuità, non s’ infortuna da molto tempo ed ha pure ritrovato la nazionale Brasiliana.

    Basta a questo scempio di giovani campioni. Non sono loro che se ne devono andare ma Allegri

    1. Tutto vero, ma precisiamo che in Brasile pure io segnerei con regolarità.

      Comunque aspetterei a vedere quanto sia sceso nelle gerarchie, la volta scorsa ha giocato Robinho perché tre giorni prima ElSha era in campo. In due-tre giornate vedremo dove e quanto gioca e potremo fare valutazioni.

      1. assolutamente si, ma non mi piace il Tam Tam mediatico che si sta creando attorno al ragazzo. Dal momento in cui il Milan ha tentato di cederlo sono iniziate intorno al ragazzo delle pressioni subdole ed esagerate.

        Già il solo farlo sentire in disparte è sbagliato. E poi è assurdo fare la squadra sulle caratteristiche di uno di 31 anni che nemmeno ha i 90 minuti nelle gambe

  2. Ne avevamo già parlato di questo ragazzo e, come sapete, io sono molto cauto.

    Perchè non stravedo per lui e perchè, anche se mi piacesse, non ha obiettivamente dimostrato abbastanza per dover essere considerato inamovibile ed intoccabile.

    Se un allenatore e mezzo su un allenatore e mezzo (uno Prandelli, mezzo Allegri) lo panchinano ripetutamente potrebbe esserci una ragione.

    Il discorso è sempre quello di qualche mese fa: per 30 milioni vendo anche mia madre figurarci Shaarawy, ora il mercato è chiuso e vediamo se da qui a gennaio cresce di testa e come giocatore. Al mercato si penserà a gennaio.

    1. concordo in pieno LPF

      se Prandelli lo convoca e non lo fa giocare , vuol dire che il talento c è ma in questo momento è spento per varie ragioni che non conosciamo

      certo che poi il cambio di modulo lo penalizza come NIang , due attaccanti esterni adatti al 4 3 3

  3. Il punto è semplice: Balotelli è un campione, El Sharaawy no. Così come Ibra lo era e Pato no.

    Costruendo la squadra su Balotelli hai tenuto il ritmo della Juve, costruendola sul faraone eri quinto.

    Questo è un buon punto di partenza a cui si aggiunge il fatto che un calciatore che fa sempre la stessa finta, incapace di adattarsi ad ogni schema di gioco diverso dal suo non è un campione e 30 milioni per lui sono anche tanti.

    Perché la squadra dovrebbe essere costruita su di lui? Cos’ha più di Balotelli?

    1. Questo genere di post mi fa salire il nazismo.

      Da quando in qua è merito solo di Balotelli se siamo arrivati terzi? Da quando in qua Balotelli ha siglato sedici gol TUTTI SU AZIONE? Da quando in qua si può paragonare Pato, uno che non è mai riuscito a prendersi la squadra sulle spalle, con uno che l’ha trainata per un girone intero quando sembrava finita?

      Da quando in qua El Shaarawy e Balotelli si autoescludono quando sono due giocatori completamente diversi per tattica? Le due partite con il PSV non vi hanno insegnato nulla?

      Ma sopra ogni cosa, e non prenderò in considerazione alcuna replica che non citi questo punto: il Bayern ha problemi a far coesistere Ribery e Robben? Il Barça ha problemi a far coesistere Messi e Neymar? Il Real con Ronaldo e Bale come fa? E il PSG con Ibrahimovic e Cavani (e questo mi pare un caso molto più critico di “hurr durr balo > faraopippa”, visto che sono due PUNTE CENTRALI)? Lo United con Rooney e RVP? Il City con i quindici attaccanti di classe mondiale in rosa? Noi stessi come facevamo con Kakà e Seedorf? E ora ci facciamo problemi perché El Shaarawy è insidiato DA CHI? Da MATRI? Ma stiamo scherzando? Quale grande squadra al mondo fa girare il proprio gioco intorno a un solo giocatore?

      Ah, giusto, il Napoli che pensava che Cavani essendo il più grande centravanti del mondo sarebbe bastato. Ricordami quante ne ha prese dal Plzen?

  4. non vedo il motivo per cui non si possa costruire una squadra su entrambi… uno non esclude l’altro, anzi per me si completano.

  5. Per me è totalmente sbagliato costruire una squadra attorno ad un giocatore, ma la cosa normale sarebbe costruire una Squadra! È la capacità di suonare insieme che fa un’orchestra, non la bravura del singolo violinista! Il Milan di Sacchi che ha cambiato l’idea del gioco del calcio, il concetto di casa e fuori, il fatto che fossero gli avversari a doversi adattare e non il Milan e la presenza nella squadra di almeno 15 giocatori che sarebbero stati titolari fissi in qualsiasi altra società, sono l’esempio lampante!
    Certo, oggi non ci sono più, ma si può certo costruire una squadra che giochi in armonia. Ma bisogna volerlo. Dall’alto, invece di cercare le occasioni finali e progetti che servono soltanto per gettar fumo negli occhi!

  6. Non capisco perché mentre in tutta l’Europa giocano sulle fasce noi rimaniamo sul 4 3 1 2, offre maggior copertura a centrocampo ma sprechiamo gli esterni che abbiamo (El Shaarawy ed Emanuelson che sarebbe un’ala). Poi non capisco perché l’anno scorso nel girone di ritorno se la sono tutti presi con lui, gli esterni non fanno mica tutti gol, vedi in Inghilterra Hazard, Lennon e persino Ribery. Gli unici che fanno tanti gol sono Ronaldo e Bale e guarda a caso li han pagati più di 90M… Bisogna vedere come si adatterà da seconda punta, ma se non dovesse farcela giusto venderlo perché abbiamo bisogno di seconde punte.

  7. Meno chiacchiere e più fatti.

    Riconquisti il posto nel Milan e nella Nazionale, se è questo gran popò di giocatore.

    A gennaio tiriamo la riga (non quella riga) e vediamo cosa è meglio fare.

    Che le compagne pro-Pato ai tempi me le ricordo ancora … e poi …

    (quei 4 mesi l’anno scorso sono stati la sua rovina, doveva fare il percorso di Insigne o Gabbiadini)

    1. Meno chiacchiere e più fatti.

      sono gli altri (giornalisti vari) che però che ogni giorno parlano di lui. tante parole da lui non le ho sentite.

      che poi io con il psv non l’avevo visto cosi male, anzi.

  8. la maledizione di Nini… si son rotti Abate e De Sciglio…anche silvestre non scoppia di salute. e bonera è ancora rotto( per fortuna)

    in poche parole zaccardo titolare fisso per qualche partita, a sinistra emanuelson o constant in mezzo zapata e mexes con vergara prima alternativa 😯 😯

    1. li ho visti bene Vergara e Zaccardo a Chiasso , sono moderatamente ottimista

      mi dispiace per Silvestre mi era piaciuto anche lui , incrociamo le dita ,

      tutti questi infortuni in questi mesi con tanti impegni tra coppa e campionato non promettono nulla di buono, finiremo per spremere troppo i titolari

      1. vergara è troppo acerbo per reggere la pressione( con il city fece disastri)… zaccardo è bravo ma in questo periodo dovrà giocare ogni tre giorni….

        1. incrociamo le dita ,

          ma quanto staranno fuori Abate e De Sciglio ?

          non è chiaro se è uno strappo che è il caso più grave o cosa per Abate

        2. de sciglio un mesetto minimo…. abate tra 10 giorni avrà altri controlli quindi come minimo un paio di settimane… silvestre affaticamento, bonera sta recuperando ma ci vuole ancora del tempo….

        3. .. ma non ho capito.. solo Baresi si rimodellava i menischi in dieci giorni?! Si, si lo so.. de Baresi ce n’è uno solo.. uff…

  9. alla fine per il bene del Milan e del faraone speriamo che a gennaio si separino ,

    il guadagno sarebbe per entrambi , il Milan avrebbe un gruzzoletto per completare la rosa ed il faraone troverebbe una squadra disposta a scommettere ed investire su di lui e ce ne sono dal City al Borussia ,

    semmai non alle cifre chieste dal Milan , siamo onesti chi ti da 30 mil per il farone ? nessuno ma a 20 è possibile , abbiamo visto con Boateng che non chiedendo la luna si vendono i giocatori , semmai se poi dovesse esplodere definitivamente da qualche parte rimmarrà il rimpianto ma questo è un altro discorso , sono scelte societarie e dell’allenatore

  10. Certo, magari col ricavato potremmo prendere quagliarella eh? Io spero che le strade del Faraone e del Milan si separino tra 15 anni, guardaunpò!
    Porca puttana, ma un pò di pazienza no eh!

  11. “li ho visti bene Vergara e Zaccardo a Chiasso , sono moderatamente ottimista”

    Quindi col Chiasso ci abbiamo già giocato, adesso arriverà qualche squadra più seria eh? Vedremo come la metteranno, tanto siamoappostocosì!

  12. E poi c’è Allegri, la colpa è sua!

  13. Bhè, mica l’ha detto mia madre che voleva un attaccante perchè in difesa siamo numericamente a posto e poi torna Bonera (cit.). L’ha detto Allegri.

    sono gli altri (giornalisti vari) che però che ogni giorno parlano di lui. tante parole da lui non le ho sentite.

    Sì sì, mi riferivo soprattutto agli Shaarawyiani che rompono i maroni. Non è che è vietato cambiare modulo perchè un ragazzino di vent’anni ha giocato bene 4 mesi con uno schema diverso.

    Lui non ha parlato e quando parla, parla bene. Su questo niente da dire, anzi solo che potrebbe smetterla di giocare con quella faccia di uno che ti sta facendo un favore perchè un giorno gli vado a tirare due schiaffi.

  14. Minchia quanto bugie che dite però.. Allegri è sempre in sede e ci sono le immagini, si limona Galliani che ha ammesso di amarlo, non si schioda da qua anche quando potrebbe e voi dite ancora che non influisce un cazzo. Siete pessimi.

  15. Peggio della merda proprio.

  16. Si tu!

    Che “siamo numericamente a posto in difesa”, io non gliel’ho mai sentito dire ad Allegri, ma a Galliani si!

    1. che serviva più matri che un difensore lo ha detto però.

  17. Io non l’ho mai sentito dire questa cosa e se difensori no vogliono comprarne, avrà scelto quello che voleva.

  18. Menti sapendo di mentire!

    Perchè non serve un centrale difensivo? Abbiamo fatto valutazione sulla squadra e i numeri danno conferma perchè l’anno scorso da gennaio abbiamo preso solo 12 gol. Oltretutto abbiamo la coppia centrale titolare fra le migliori del campionato. E poi conta soprattutto il lavoro della squadra. Poi credo che difensori centrali se ne trovino pochi almeno che non si vada a riprendere Thiago Silva. I prossimi 2-3 mesi saranno determinanti per la Champions e per il campionato, e non potevamo affrontarli con il solo Balotelli come centravanti; per questo abbiamo preferito prendere un attaccante.

    http://www.areamilan.it/notizie/art-2910/conf-stampa-allegri-ecco-perche-non-serve-un-difensore.html

  19. Io non mento! Non lo avevo mai sentito. Non sono come voi che ascoltate tutto. Io mi limito alla partita ed a cinque minuti di interviste subito dopo!

  20. Quindi:

    Abbiamo  fatto valutazione sulla squadra e i numeri danno conferma perchè l’anno scorso …..”

    Bene, a me basta così! Tu di pure tutto quello che ti pare!

  21. D’altra parte sappiamo tutti benissimo ed è stato ricordato più volte anche da qualcuno di voi leccaani, che nel Milan l’allenatore non ha alcun potere decisionale. Specialmente uno senza personalità come Allegri!

  22. “Abbiamo”, certo, lui e il geometra, vera coppia di fatto.

    Infatti è insostenibile la posizione di Diavolino, fan del geometra ma oppositore del livornese.

  23. Che poi, noi chiedevamo un centrale, mentre qua le situazione grave è che si stanno spaccando i terzini.

    Sciglio, rimettiti in fretta, per favore. <3

  24. Di Sciglio verrà operato al menisco, per un pò scordatevelo!

  25. Bé, visto che sono tutti rotti (arrivano le maledizioni di Antonini…) io il faraone pure a terzino lo metterei… può far peggio di Costant?

Comments are closed.