KakàIl ritorno di Kakà merita una riflessione approfondita. In queste ore ho cercato di andare al di là della mia emozione, della mia gioia infantile nel rivedere quel sorriso, quella mano sul cuore e quel viso pulito che tanto mi è mancato in questi anni. Si perchè Kakà, il bambino d’oro, è il simbolo di un periodo vincente, di tante soddisfazioni, di bel gioco, di una vera squadra e di un vero allenatore. L’accoglienza ricevuta ieri dimostra che i tifosi sono pronti a riabbracciare il numero 22 come se niente fosse successo, come se tutto ripartisse da quel giorno del 2009, quel giorno in cui dal balcone della sua casa in centro a Milano promise amore eterno ai colori rossoneri. Una promessa poi non mantenuta, un torto che il popolo milanista ha cancellato, come dimostrano i 200 tifosi che hanno accolto Kakà all’areoporto, lo hanno poi seguito alla clinica Madonnina per le visite mediche, hanno occupato l’intera via Turati, poi chiusa al traffico, per acclamarlo sotto il balcone delle sede rossonera dal quale il brasiliano ha sventolato l’amata maglia.

L’entusiasmo dei tifosi mi ha dimostrato come nessuno abbia mai smesso di amare questo ragazzo, e ha dimostrato l’enorme impatto emotivo che il ritorno del brasiliano avrebbe scatentato. La società ne era pienamente consapevole e chi parla di acquisto mediatico non sbaglia e penso che lo dimostrerà anche la presentazione ufficiale organizzata giovedì a Milanello, così come la decisione di schierarlo in campo nell’amichevole di Chiasso. Ho cercato di mettere da parte la mia emozione e i miei ricordi, cercando di capire se realmente Kaka sia solamente un acquisto mediatico e niente di più. Credo che non sia solo questo. Credo infatti che oltre al fondamentale entusiasmo che il brasiliano ha scatentato nei tifosi, Kakà porterà degli indubbi vantaggi anche sul campo. Siamo tutti consapevoli del fatto che l’età non sia più quella degli inizi e che arrivi da 4 anni a Madrid molto difficili, costellati da infortuni, panchine e sostituzioni, anni di aspettative deluse e tanti rimpianti. Kakà sa che è questa la sua occasione per riscattarsi, per dimostrare di essere ancora in grado di trascinare una squadra.

Al Real è stato scavalcato da chiunque, da Ozil a Izco, ma è anche vero che in rossonero non esistono centrocampisti di tale caratura e credo che un Kakà anche solo al 50% valga molto di più di un Nocerino o di un Traorè. Tra un centrocampo senza Kakà e uno con il brasiliano penso che chiunque sceglierebbe il secondo: nonostante gli infortuni e le poche presenze, il talento e la classe sono rimasti immutati e mi considero fortunata se potrò assistere anche solo per poche partite a una delle accelerate del brasiliano. Nessuno si aspetta di ritrovare un Kakà come quello di 10 anni fa, ma è indubbio che il suo arrivo non potrà che aumentare il tasso tecnico della squadra. Sono in tanti a criticare le mosse di mercato della società, tra chi avrebbe puntato su un difensore, agli anti-Matri. Io credo che il Milan si sia comunque rafforzato, Matri sostituirà degnamente Pazzini fino a novembre e la difesa avrebbe forse avuto bisogno di qualche modifica, forse con l’arrivo di Astori avrei potuto definite il mercato estivo da 9. Vorrei però soffermarmi su un elemento decisaemtne positivo: la partenza da me tanto attesa di Boateng, di cui finalmente ci siamo liberati, guadagnando quei 10 milioni che, viste le prestazioni del ghanese, valgono come 100. E qui torno al punto di partenza: parte Boateng e arriva Kakà. Se me l’avessero detto qualche mese fa, non ci avrei mai creduto.

Posted by SG

Editorialista del blog

44 Comments

  1. con kakà il milan ne guadagna in tecnica, entusiasmo, carisma. il progetto giovani rimane immutato, tolto il prestito di petagna, i giovani migliori son rimasti, anzi sono arrivati saponara, poli e vergara con gabriel che ha guadagnato un paio di posizioni nella gerarchia dei portieri. chi si lamenta lo fa per partito preso. se i giovani dimostreranno di essere forti giocheranno, lo stesso kakà rubò il posto a rui costa e rivaldo.

    sullo “scambio” kakà- boateng non c’è nulla da dire,dentro un campione fuori un fotomodello.

    kakà acquisto mediatico, balotelli acquisto mediatico, ronaldinho acquisto mediatico, ibra e robinho acquisti mediatici; se gli acquisti di grandi giocatori li fa il milan sono acquisti mediatici, se li fanno altre società sono acquisti che migliorano il tasso tecnico della squadra e vengono definiti top players.

  2. Mi fa un po effetto Kaka a 31 anni. Avevo 19 anni quando l’ho visto al Milan per la prima volta. Quanti anni sono passati.

    Storicamente i ritorni al Milan non hanno portato fortuna però con Kaka può essere diverso. La cosa migliore che possiamo fare è dimenticarci di come era. Oggi è un giocatore diverso, probabilmente più attaccante che centrocampista. Non credo sia più in grado di partire in velocità palla al piede dalla metà campo, non credo che possa pressare e dubito possa dare una grossa mano in fase difensiva.

    Vicino all’ area di rigore invece dovrebbe poter fare ancora la differenza. Controllo, assist e tiro dovrebbero dei due essere migliorati.

    1. Ma non può avere i 90 minuti nelle gambe per tante partite. Insomma acquisto mediatico no. Può essere un rinforzo importante, ma l’ ideale sarebbe inserirlo a partita in corso. Con gli avversari più stanchi sarebbe facilitato. Anche Mourinho lo utilizzava spesso a partita in corso (se lo utilizzava) e talvolta partendo dalla panchina è stato decisivo

  3. Con cacà il Milan ci guadagnerà in entusiasmo e carisma. Per la tecnica si, ma si vedrà se sarà applicata. Per adesso sono soltanto supposizioni e speranze! Chi si lamenta è perché ha conosciuto gli altri “rientri” che non fanno presagire niente di buono! Il discorso sugli acquisti mediatici nostri e degli altri, bisogna solo guardare l’utilità degli stessi, non dico il periodo!

    1. non so se il campo terrà conto dei corsi e ricorsi storici, e poi se proprio vogliamo fare ipotesi future vale anche chi sotiene che per la legge dei grandi numeri prima o poi un ritorno non si rivelerà una flop.

      credo che il ritorno di kakà sia paragonabile al ritorno(mancato ma non per volontà dell’inter) di eto’o all’inter, però i discorsi dell’acquisto mediatico e del possibile flop si fanno su kakà e non su eto’o. (inoltre eto’o è anche più vecchio di kakà).

      p.s andate a vedere i numeri di eto’o in russia.

  4. Non c’è stato il ritorno di eto e comu que sia, denti msrci non ha bisogno di ritorni mediatici!

  5. ” Tra un centrocampo senza Kakà e uno con il brasiliano penso che chiunque sceglierebbe il secondo: nonostante gli infortuni e le poche presenze, il talento e la classe”
    tra un centrocampo senza Kakà e uno con Kaka meglio quello senza Kakà, tutta la vita.
    quale talento, quale classe? era, al meglio della condizione un cavallone sgraziato che correva veloce. un Berti con giusto un po’ più di controllo palla. che si perdeva ogni volta che si giocava con squadre che si arroccavano dietro. avevo detto che al real avrebbe fatto cacare e la mia facile profezia si è avverata. ora al Milan , in questa serie A, forse qualche golletto può ancora farlo. ma dio ce ne scampi da sto bidone, fanatico religioso, senza palle.
    con Astori sarebbe stato un mercato da 9? e se avessimo preso Bale e Isco, così per curiosità quanto avresti messo? 20? eri nato quando in un’unica sessione di mercato si prendevano Savicevic, Papin, Boban, Lentini, Eranio e De Napoli? credo proprio di no.

  6. Riccardino da quando è arrivato non smette di sorridere.

    Questa è già una vittoria, lui ci ha fatti contenti per anni, ora siamo stati noi (noi, Lui, mica paghiamo noi) a restituirgli il sorriso e la felicità.

    Ora aspetti che torni con Carolina, Luca e Isabella.

  7. Comunicazione di servizio: vorrei ricordare a RDV che in questo blog non è gradito da tempo, come tutti i troll. Inutile che prova a scrivere, tanto non lo pubblico.

  8. Bello quel “mica paghiamo noi”! Te lo ricorderai anche questo vero?

  9. Però io contro RDV… lo straccerei.

      1. @RDV per ora ti pubblico perché non hai insultato. Però non ti darò il piacere di avere una risposta dal sottoscritto. Sia perché ritengo le tue stime sbagliate sia perché ho altro da fare in questi giorni e riesco a malapena a scrivere e controllare i commenti

      2. Wow..

        Altrove pagherebbero per riaverti ed eleggerti di nuovo a icona del vero Milanismo. Salvo poi scaricarti quando si vince e poi riprenderti.

        Come va?

  10. Ahahah rdv, sei ancora vivo? Dai stocazzofa80, vediamo cosa sai fare!

    1. che cosa dovrei fare? a parte burlarmi di chi da voto 8 al mercato del Milan. già si prendono in giro da soli.

  11. Ecco, già sadyq si schiera dalla tua parte.

    Io comunque non ho dato 8 al mercato del Milan.

  12. Non mi sono schierato. Dove l’hai visto?

    1. Ma chi vuoi far fesso?

      RDV potresti ritornare ai vecchi fasti di un tempo, puoi fare l’esercito di RDV, i tempi sono maturi. Ziomerduccio, Milanrosicat e Sadyq sono i primi iscritti.

      Se vuoi vi concedo spazio sul mio blog acsilvio, “l’angolo dei dissociati”.

      1. Lui lavora da solo. Con quelli tendenzialmente ci litiga

  13. Ahahahah che blog hai tu?

  14. Purtroppo “che ho” è una parola grossa, non riesco a starci dietro come meriterebbe … mammamia da quanto non lo aggiorno … 🙁

    Chiedo scusa ai miei lettori, che erano davvero parecchi. D’altronde … che siamo tantissimiiiiiii

  15. Non ti preoccupa, fabregas capirà!

    1. in un momento cosi difficile per il Presidente la gestione di un blog, seppur dedicato a Lui, è secondaria. Bisogna fare il bene comune, magari firmando per i referendum promossi dai radicali; si sa difficilmente i magistrati corrrotti permetteranno la riuscita di questa raccolta firme( con mezzucci vari), ma ci proveremo…

  16. Di solito vado in comune a firmare qualche referendun, ma non ho voglia in questo periodo. Fa caldo per mettersi a far le file!

  17. Ciao RDV come stai? Non avrei creduto di rivederti proprio in questo blog. Si è vero su Kaka al Real ci hai preso. Sulle valutazioni di quando era al Milan no. Lo hai sempre visto te come un cavallone veloce con appena un buon controllo di palla. Kaka al Milan è stato in assoluto uno dei campioni più forti mai arrivati al Milan. Giocava semplice ma dal punto di vista tecnico era eccellente ed era sempre nella condizione di essere decisivo nell’ azione. Uno che riusciva a far sembrare veloce perfino il Milan di Ancelotti

    1. Ecco Cantera, il tuo amico scrive che Allegri ha fatto arrivare 3° un Milan da 7° posto….

      1. Si si…come no:mrgreen:

      2. ovvaimente non solo Allegri. anche “Meani”

    2. su Allegri e sulla valutazione complessiva del Milan degli ultimi anni invece no. Non ci hai preso. La rosa del Milan negli ultimi anni è stata superiore alla Juve per 2 anni ed inferiore solo alla Juve lo scorso anno. Tutto il resto compreso il gap esagerato dello scorso anno è demerito di Allegri

  18. “Kaka al Milan è stato in assoluto uno dei campioni più forti mai arrivati al Milan”

    sei Dna, vero? si riconosce dalle cazzate che scrivi. Kaka non merita neanche di stare tra i primi 50 giocatori della storia nel Milan. probabilmente neanche nei primi 100. proprio come Pato che tu dicevi, come Kaka, essere più forte di Messi e Cristiano Ronaldo….
    tre anni fa dissi che la Juve aveva fatto un’ottima campagna acquisti e tutti a prendermi in giro perché fece una stagione negativa. peccato però che con quegli stessi giocatori poi ha vinto due scudetti. Dna il Milan non solo ha una rosa nettamente inferiore alla Juventus ma pure ad altre 4-5 squadre in Serie A, come minimo. giocatori come Abbiati, Abate. Constant terzino, Zapata farebbero fatica a giocare in una squadra da decimo posto e da noi sono titolari. con questa zavorra e con un centrocampo non certo stellare dove vuoi andare? e poi quali sarebbero le colpe di Allegri? boh, non s’è mai capito. è riuscito a cavare il meglio da pippe come Boateng , Nocerino, etc…etc… lo stesso Balotelli. ma di che vi lamentate. ma svegliatevi su, che i tempi d’oro son finiti da un pezzo. che il Milan dell’85 a questo lo avrebbe goleato 10 partite su 10….

    1. Pensa che Allegri quando ha spinto per investire ben 12 milioni (più bonus) su Matri ha dichiarato che la difesa andava bene…un vero genio il tuo allenatorino. Non è che vi scrivete le battute a vicenda?

      1. Allegri ha fatto spendere per Matri solo una parte dei milioncini intascati per Boateng per Matri, visto l’infortunio di Pazzini e la non affidabilità di Niang. con quei soldi non si sarebbe potuto prendere Sakho, di cui si era parlato, forse Astori che però neanche lui è un fenomeno. il genio forse è galliani che spende 5 milioni di euro l’anno per un giocatore che ti costringe a cambiare modulo ma non ha una riserva.

    2. Con gli stessi giocatori non proprio ma la base c’ era. Vedi cosa vuol dire passare da un allenatore pippa a un allenatore forte? I risultati si vedono.

      La stessa rosa sembra magicamente diversa…averlo fatto noi un cambio in panchina…

      1. infatti quando passammo da Leonardo ad Allegri si vinse lo scudetto…. 😀

  19. Non è un mistero che sono DNA. O meglio ero.
    Abate è il terzino della nazionale (poi non dire che non lo avevo pronosticato per tempo già dai tempi del buon Leo). Adesso si è aggiunto pure De Sciglio. Zapata? Una colonna portante nella difesa dell’ Udinese che pure giocava a 3. Mexes è completo. Fa delle minchiate perché non sempre prepara bene la partita mentalmente (ma con Allegri cosa pretendere. Non sono tutti Baresi che entrano in campo con la giusta concetrazione indipendentemente).

    Abbiati è un portiere sul tramonto che fa ancora grandi cose. Non è lui il problema del Milan.

    Mi ricordo anche quando sfottevi i Paloschi, Albertazzi, aubameyang che io sostenevo. Kaka non lo hai mai capito. O meglio non lo hai mai voluto capire come giocatore. Come Inzaghi del resto. Del resto quelli che hanno fatto vincere il Milan sul serio ti stanno per lo più sulle balle.

    Allegri è un impiastro totale, quasi ogni volta che subiamo goal dipende da errori tattici più che tecnici (e l’ amico Tassotti certamente non aiuta). Balotelli è meglio di Ibra. Non che ci voglia molto ad essere meglio di Ibra ma insomma… Boateng è stato totalmente discontinuo. Alla faccia del cazzo. E dire che le doti tecniche e fisiche non gli mancavano.
    Pato lo ha rovinato Allegri e Milan Lazione. Ai tempi di Leo era un giocatore straordinario. Poteva stare ai livelli dei big.

    Francamente non mi fa impazzire Balotelli, come non mi faceva impazzire Ibra. A me i giocatori che fanno giocare la squadra su una porzione ristretta di campo non piacciono. Il gioco va allargato non ristretto. Allegri non lo ha mai capito fino in fondo i vantaggi di sfruttare profondità e ampiezza del campo. Nemmeno quando giocava con il 4-3-3 con El 92 e Niang attaccanti esterni tanto è scarso.

    Allegri è l’ allenatore ideale di chi sostanzialmente non capisce di calcio (o di chi come Galliani non vuole essere oscurato) . Idolo di chi ritiene questa rosa scarsa. La verità è che nonostante i difetti questa rosa offre tante soluzioni. Adesso ne offre di nuove. Allegri ha storicamente sfruttato un 65% scarso di questa rosa. Adesso la rosa è migliorata continuerà a fruttarla alla stessa maniera se non meno. Io ci metterei la firma per allenare una rosa come questa.

    La Juve in più di noi ha Conte e poco più. Con un 4-2-3-1 ce la giocheremmo quasi alla pari. E’ il gap fra i due allenatori che incide più di ogni altra cosa altro che rosa

    1. Milan lab

    2. Abate è convocato in nazionale perché non c’è un terzino destro italiano nelle prime 10 squadre manco a pagarlo oro. l’unico è Maggio che è più un centrocampista. o appunto De Sciglio. e la differenza si vede. Ebete è una pippa come gattuso e superpippa, pure loro nazionali (sic).
      Zapata è uno dei tanti che è passato dall’Udinese , dove ha fatto bella figura, per poi perdersi altrove. la colonna portante l’altra domenica ha cercato di contrastare Toni sul gioco aereo andando di ginocchio…
      Mexes sarà completo ma è l’eterna promessa che non matura mai. Buono per fare la riserva in un Milan che vuole vincere.
      Continuo ancora a sfottere Paloschi. di Albertazzi e Aubameyang non ho mai parlato. erano forse Antonini e Adiyah? SI PROPRIO LORO! 😀
      Kaka non l’ho mai capito. Come Mourinho e gli altri allenatori che ha avuto a Madrid.
      Inzaghi che ha fatto vincere? ti prego, già ti sei coperto abbastanza di ridicolo…
      Allegri ha fatto rendere bene come ali persino El Sharawy e Niang…
      La rosa offre tante soluzioni. Peccato che facciano tutte cacare.

  20. Ben Inteso. Con questa rosa Conte vincerebbe 3 scudetti di fila. Con la rosa della Juve Allegri come minimo si farebbe scavalcare da Roma e Napoli. Se gli gira pure dall’ Inter (altra squadra mediocre che nelle mani di un buon allenatore sembra quasi una buona squadra trainata da un Alvarez che sembra pure un giocatore)

    1. ben inteso con il presidentissimo che rompe i coglioni che vuole la difesa a 4 e il trequartista Conte al Milan non ci sarebbe rimasto neanche tre settimane. Allegri è stato bravissimo a muoversi negli angusti spazi che ha a disposizione con un materiale umano mediocre. l’Inter ha la migliore rosa del campionato .

  21. ” sei Dna, vero? si riconosce dalle cazzate che scrivi. ”

    Ahahahahah …….

Comments are closed.