milan-53744865Ci stiamo avvicinando alla fine di una stagione che definire strana è probabilmente riduttivo. Una stagione partita male, malissimo, anche a causa delle importanti cessioni e degli addii storici dei calciatori che hanno lasciato la maglia rossonera, che sta però finendo in un modo alquanto inaspettato dopo le prime partite. Mentre la lotta per il secondo posto sta per entrare nel vivo, bisogna iniziare a pensare a quello che sarà il Milan della prossima stagione, un Milan che dovrà puntare a ben altri obiettivi, data l’esperienza, per questa giovane squadra, maturata nella stagione in corso. Un Milan che nonostante tutto potrebbe affrontare nuovi addii, alcuni dolorosi, altri meno (e altri che forse faranno tirare un sospiro di sollievo a molti tifosi).

In scadenza ci sono diversi nomi: a partire dal capitano Ambrosini, fino al portiere Abbiati, passando per tre importanti nomi della difesa, vale a dire Zapata (prestito), Bonera e Yepes. In scadenza anche Flamini a centrocampo e da definire la situazione Bojan (anche lui in prestito). E poi c’è l’incognita Gabriel, anch’egli a fine contratto. Insomma, nomi di un certo livello e soprattutto giocatore di una certa importanza per questo Milan, dato che (escluso l’ultimo) sono stati tutti importanti per la stagione rossonera in corso.

Partiamo con ordine: i portieri. Attualmente in prima squadra ce ne sono tre: uno, forse il più “maltrattato”, Amelia, che è esente dal discorso sulle scadenza. Il primo e il terzo portiere, invece, ballano per ragioni diverse: Abbiati non convince (e sono stato gentile) e Gabriel è una vera e propria incognita: cosa se ne farà? Sarà lui il portiere del futuro o semplicemente uno dei tanti portieri “di passaggio” da girare poi ad altre squadre in modo alquanto discutibile (l’esempio Storari insegna). Personalmente spero che Abbiati possa finalmente salutare l’ambiente rossonero, lasciando spazio ad Amelia tra i pali, portiere che è stato utilizzato veramente poco e che non è riuscito quindi a trovare continuità nel Milan. Gabriel in panchina come secondo portiere in attesa della sua grande chance.

Per la difesa, invece, la situazione è più complessa: molto dipenderà da ciò che si vorrà fare sul mercato. Zapata penso che sarà riscattato, anche se sul campo non ha convinto in tutte le occasioni; Yepes dovrebbe rinnovare a mio avviso, dato che è l’unico centrale veramente esperto che abbiamo attualmente (Mexes lo è anche, ma a volte pecca di superficialità negli interventi… e sappiamo cosa accade subito dopo); Bonera è da discutere più degli altri, dato che nell’ultimo periodo ha giocato veramente poco e quando ha giocato non ha stupito, ne in positivo ne in negativo.

Andiamo avanti con il centrocampo: Flamini. Personalmente, viste le ultime apparizioni e l’impegno del giocatore, rinnoverei ad occhi chiusi a Flamini, ma capisco che la società stia pensando ad una cessione vista l’età ancora appetibile del giocatore e la possibilità di guadagnarci qualcosa dall’operazione. Tuttavia, come già detto, ci penserei due volte prima di lasciar andare un giocatore che in questi anni ha comunque dimostrato di saper giocare a calcio.

In attacco abbiamo Bojan, giocatore che piace molto ma puntualmente delude. Un giocatore che sarebbe in piena linea con la nuova politica young-based del Milan ma che, al tempo stesso, ha un cartellino spropositato per un riscatto dal Barcellona. Bisognerà provare a trovare un accordo con i blaugrana per un prezzo inferiore (e molto inferiore) in modo da tenersi stretti il giocatore, specialmente in previsione futura.

E poi non va sottovalutata anche la panchina, con Allegri sempre vacillante, nonostante i numeri, ormai, siano nuovamente dalla sua: è chiaro che a Berlusconi non piace più (sempre se è piaciuto in passato) e che si sta già pensando al dopo-Allegri per la stagione 2014-2015. Tuttavia non credo che l’addio sarà anticipato a fine stagione, anche perché questa voce è stata smentita direttamente dalla società. Sempre che le smentite della società abbiano ancora valore reale.

Posted by Andrea Cervone

18 Comments

  1. Conferme solo a Flamini (a questo ingaggio però) e Zapata (ma ci devono fare lo sconto). Abbiati a fare da secondo a non so chi.

    Tutti gli altri via, Ambrosini e Yepes con un ringraziamento, Bonera con infamia.

    Scambiare Nocmerdino con Dzemaili o Kucka e vendere Robinho, Boateng, Abate e Pazzini (?).

  2. E vendere Nini ovviamente.

  3. p.s: Amelia titolare non si può sentire.

  4. Ah cazzo la cosa più importante: Allegri.

    Come già detto il metodo è solo uno: guardare i risultati. Se per il secondo anno consecutivo si farà rimontare in campionato e perderà il posto Champions, DEVE necessariamente andare via ed essere ricordato come un allenatore fallimentare.

    Da terzo in su può restare, con mio grande dispiacere.

    Se qualcuno lo difenderà dopo una seconda rimonta subita in due anni sarà una vergogna, Camicia sappilo.

  5. se vendiamo Boateng sborro… arriva Saponara che già ora è più forte, in più può fare tutti quei ruoli lì (mezzala/trequartista/ esterno offensivo sia destro che sinistro).

    Al centro via Nocerino e Flamini se si può, daltronde può arrivare un Jorginho al posto del primo e un Kucka (o chi per lui) al posto del secondo, a prendere gli stessi soldi o forse meno del francese, senza rompere tanto i coglioni.

    In avanti via Robinho e Bojan (cazzo lo riscattiamo a fare) dentro Zaza.

    In difesa non ho nomi in entrata… dei nostri abbiamo Ely che sta facendo discretamente nella Reggina, è un ’93, ma forse ha bisogno di un altro anno di maturazione; se Galliani poi, rifiuta ancora 10 milioni per Abate, andiamo tutti quanti a scopargli la moglie… che negra perlopiù.

    1. concordo

      in difesa Ogbonna e Santon

  6. Avete presente che ringiovanire troppo vuol dire cagarsi in mano quando poi si va nei grandi stadi, no?

    1. Sì come il Borussia Dortmund al Bernabeu o al City of Manchester. Non mi sembravano proprio cagati.

      E poi di vecchi chi abbiamo? Ambrosini e Yepes sono scoppiati, Robinho sta facendo schifo e guadagna come un maiale..

      Io per il centrale sono anche a favore di un trentenne se c’è in giro..

      1. Io per il centrale sono anche a favore di un trentenne se c’è in giro.

        quotissimo.

        Ho letto per esempio che lo United, può svendere Vidic… Galliani stia in campana.

      2. Il City of Manchester è uno stadio privo di storia.

    2. quindi te credi che tenendo Boateng, Abate e Robinho, per dirne tre, questa squadra possa accrescere il suo livello di esperienza, anche se sono pippe (i primi due) o stronzi che non vedono l’ora di tornare in patria a bailare la samba??

      Preferisco avere talento e fame, piuttosto che queste tre fave in squadra…

      1. Boateng è un top player.

        1. … e io sono Banderas.

        2. … e Rosy Bindi è una bella donna

        3. … piacere, Napoleone Bonaparte.

        4. … ha pareggiato il Cesena (cit.)

  7. il rinnovamento andrà avanti , anzi gli ottimi risultati faranno accelerare tale rinnovo

    6/ 7 giocatori sono i più probabili vedi Traore Amelia Bonera Yepes Robinho Bojan Antonini ed Ambrosini a malincuore

    e poi ci sono i casi di quelli non felici al Milan vedi Abate Boateng Mexes e Nocerino anche qui a sorpresa qualcuno potrebbe essere ceduto

    arrivi sicuri un portiere , un centrale difensivo oltre al giovane Salamon , un terzino ed un centrocampista con la promozione di qualche giovane della primavera

    in attacco oltre a Saponara vediamo quale altre operazione alla Niang si inventano i vertici rossoneri

  8. Chiamate subito la neuro per queste affermazioni…

    – Amelia titolare (è nettamente il più scarso dei nostri 3 )

    – Tenersi Bojan (un vero pacco da non riscattare neanche gratis )

    – Yepes dovrebbe rinnovare (ma si, facciamolo giocare fino a 52 anni)

    – Saponara è più forte di Boateng ( vi vorrei ricordare che gioca in B nell’Empoli, non sono tutti El Sharaawy )

Comments are closed.