Quattro è uno più di tre, il numero perfetto.
Quattro è il numero risolutore, il numero dei punti cardinali, delle stagioni
Quattro secondo i Maya è il numero perfetto
Quattro è il numero da cui ripartire, con quei quattro, dopo un quattro a zero
per riportare il calcio come quattro anni fa.

DALLO STADIO DINO MANUZZI CESENA-MILAN: I FANTASTICI QUATTRO

https://i1.wp.com/www.forzacavallasca.it/wp-content/uploads/ibra.jpg?resize=301%2C209Non vincere. Stravincere. Questo dovrà essere l’imperativo stasera per prevenire gli articoli di certa stampa che con quei quattro là davanti, è già pronta ad attaccare in caso di 1-0 striminzito.

Ho visto la conferenza di Ibrahimovich l’altro ieri e mi è piaciuta. Finalmente quelle dichiarazioni scomode che mai in 7 anni di regime Ancelottiano abbiamo mai sentito. L’anno scorso sono stati persi molti punti per problemi psicologici. Penso alle gare contro il Livorno o quella con l’Atalanta o per l’appunto a Bologna, dove almeno quest anno, lo 0-0 non l’abbiamo fatto noi.

Sarà importante questo quest anno. La squadra non dovrà scomporsi alla prima avversità. Dovrà andare in campo sapendo sempre di essere la più forte. Finché si vince sarà facile. Vedremo dopo le sconfitte, che arriveranno. Guardi il calendario e vedi che l’Inter vincerà probabilmente facile con l’Udinese e la Roma farà lo stesso a Cagliari. Ma, nel caso tutti se ne fossero dimenticati, queste squadre ci sono già dietro. C’è quindi la forte possibilità di andare in testa, da soli, almeno per una notte come ai vecchi tempi. Non buttiamola via come fatto l’anno scorso a Napoli.

Ma parliamo di stasera. Allegri mi piace sempre più ogni giorno che passa. Ha capito quello che tutti i tifosi, almeno con un minimo di tattica in testa: mai i fantastici quattro insieme. Giocherà Ibrahimovich unica prima punta a cui paradossalmente dovremo accendere un cero sperando che non si rompa mai dato che l’unica riserva è Inzaghi. Giocherà Pato, mai visto così forte e così in forma reduce dalla crescita di 8 cm in un anno che l’ha fatto infortunare la scorsa stagione (sperando sia finita se no di sto passo a 25 anni è 2,20 e deve cambiare sport…), giocherà Dinho, ogni giorno che passa sempre più vicino a quello di Barcellona. A centrocampo Gattuso e Ambrosini. Il buon filtro davanti a Pirlo anche se avrei preferito Flamini. Fuori Seedorf e la cosa mi piace. Ah manca Nesta. Un anno fa sarebbe stato un problema. Oggi, per il breve periodo, abbiamo addirittura due buone riserve.

PROBABILI FORMAZIONI:

CESENA:
Antonioli, Ceccarelli, Pellegrino, Von Bergen, Nagatomo, Appiah, Colucci, Parolo, Schelotto, Bogdani, Giaccherini. (All. Ficcadenti)

MILAN:
Abbiati, Bonera, Papastathopoulos, Thiago Silva, Antonini, Pirlo, Ambrosini, Gattuso, Ronaldinho, Ibrahimovic, Pato. (All. Allegri)


Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.