https://i1.wp.com/www.corriere.it/Hermes%20Foto/2004/01_Gennaio/06/sheva--550x300.jpg?resize=327%2C1786 GENNAIO 2004, stadio Olimpico. Siamo agli albori di quello che poi diventerà un Milan da leggenda. E’ quello di Carlo Ancelotti, che ancora tentenna e in quella stagione deve ancora inseguire la Roma, squadra da tutti considerata la più forte del campionato.

In quell’anno il 4 febbraio nasce Facebook, mentre ad aprile l’ostaggio italiano Fabrizio Quattrocchi viene ucciso con un colpo alla nuca in Iraq. A luglio, infine, la Grecia vincerà tra lo stupore di tutto il mondo il suo primo Campionato Europeo di calcio.

Tra i rossoneri è scoppiato il grande talento di Kakà, giovane sconosciuto fino a pochi mesi prima, e Carletto è sempre costretto a scegliere fra il giovane brasiliano e il grandissimo Rui Costa, titolare inamovibile fino a quel momento. Ma il genio dell’allenatore milanista lo porta a presentare una novità che segnerà un’epoca nella storia del Milan: l’albero di natale, con Kakà e Rui Costa dietro l’unica punta, Shevchenko. L’idea si rivelerà vincente visto che il Milan domina la gara dall’inizio alla fine. Shevchenko porta in vantaggio i rossoneri con l’attaccante ucraino, che firma il suo 13esimo gol stagionale sfruttando uno splendido assist di Seedorf. Il pareggio dei giallorossi, inaspettato, arriva però nel recupero della prima frazione di gara con Cassano, sugli svliuppi di un angolo battuto però quando l’arbitro avrebbe dovuto fischiare la fine delle ostilità.
La squadra di Ancelotti rientra in campo ancora più carica e schiaccia gli avversari, fino ad arrivare al gol del vanrtaggio ancora con Shevchenko (magnifico assist di Rui Costa). Cassano sfiora due volte il pari, ma anche il Milan potrebbe realizzare il terzo gol. Vittoria strameritata per i rossoneri, in una partita che non solo segnerà l’inizio del cammino triofnale in quel campionato, ma che disegnerà quella che sarà la squadra degli anni successivi.

ROMA: Pelizzoli 6; Panucci 6, Samuel 6.5, Chivu 5.5; Mancini 6, Emerson 6.5, Dacourt 6, Lima 5.5 (1′ st Candela 5.5); Totti 5.5; Cassano 6, Carew 5.5 (1′ st Delvecchio 5.5). In panchina: Zotti, Zebina, Tommasi, De Rossi, Dellas. Allenatore: Capello
MILAN: Dida 6; Cafu 6 (36′ st Simic sv), Maldini 7, Costacurta 6.5, Pancaro 6; Gattuso 6, Pirlo 6, Seedorf 7 (42′ st Redondo sv); Rui Costa 6.5 (45′ st Brocchi sv), Kaka’ 7; Shevchenko 7.5 In panchina: Fiori, Borriello, Laursen, Serginho. Allenatore: Ancelotti
RETI: 24′ pt Shevchenko, 49′ pt Cassano, 13′ st Shevchenko
ARBITRO: Paparesta

Comunicazione di Servizio:
Negli ultimi giorni sono stati troppo reiterati i commenti da ambo le parti sull’ambiente della seconda squadra di Milano. Ricordo che questo è un blog Milanista e l’argomento dovrebbe essere soprattutto il Milan.

Posted by elbonito

137 Comments

  1. Partita meravigliosa, all’epoca non avevo SKY e la vidi da mio zio.
    La Roma era fortissima, dopo quella sera però non era la più forte.

    Carletto ha fatto tutto perfettamente, con quell’intuizione andammo a vincere lo scudetto, nonostante Berlusconi volesse le due punte e al derby del 3-2 in rimonta tirò le orecchie ad Ancelotti.

    E poi i campioni in campo…Sheva è il numero uno, i due assist di Seedorf e Rui Costa sono due gioielli.
    Grande squadre, grande partita.

    1. domando, possiamo andare tutti a cedere sgai da tuo zio

  2. Diavolo1990

    Nemmeno io avevo Sky lo feci l’anno dopo (peraltro da quando l’ho fatto a livello italiano non si è più vinto un cazzo).
    Si andava di radioline.
    E’, di fatto, l’ultimo scudetto VERO prima delle farse Juve, e Inter poi.
    Una squadra fortissima. Lì Moggi capì che per batterla doveva agire diversamente, come poi fece.

    1. da ciò si evince che sgai porta sfiga.

  3. Negli ultimi giorni sono stati troppo reiterati i commenti da ambo le parti sull’ambiente della seconda squadra di Milano.

    Reiterati?
    Mi pare che Eg abbia parlato solo una volta della seconda squadra di Milano …la primavera dell’Inter! 🙄

  4. Diavolo1990

    Sindrome Inter: hanno abboccato tutti tranne Kakà

    L’inesorabile legge dei vasi comunicanti, essendo sintesi di fisica e matematica, produce ineluttabili risultati. Uno dei due vasi si svuota, l’altro si riempie. I milanisti hanno rosicato per 4 anni, da quando Gherardo Colombo mise il Milan sul piano della Juve, da quando il processo di Calciopoli stralciò la compromessa posizione dell’Inter (intercettazioni, cene coi designatori, pedinamenti, sfoghi telefonici alla Meani fatti da tesserati nerazzurri): sbaragliata la “concorrenza”, cioè fatte fuori 4 delle prime 6 squadre classificate nella stagione 2005-2006, Moratti si trovò nella condizione di banchettare sui resti della Juve – all’epoca l’acquisto di Ibra dall’odiata rivale non lo disturbò quanto l’acquisto di Ibra che il Milan ha prelevato dal Barcellona – e di dare un senso ai suoi 1639 miliardi di vecchie lire, spesi nei 10 anni precedenti per la lusinghiera conquista di un solo Portaombrelli Uefa. Vinse il campionato in Italia (2007) senza avversari, con il gomito fuori dal finestrino abbassato, potendo così sentire più chiaro il rombare nel cielo l’aereo del Milan che volava da Atene a Montecarlo fino a Yokohama, spazzando via ancora una volta (come nel 1989) lo scudettino gentilmente regalato dagli avversari del Presidente del consiglio. Tra vari colpi di tosse (gol di Balotelli in assenza di Ibra nel 2008, tutta gente che ha “amato” la maglia, come Mourinho che – 2010 – consegna la Coppa dopo mezzo secolo e fugge a cena col Real per definire il suo futuro spagnolo); esonero di Mancini cacciato dopo l’esclusione dalla festa-scudetto sempre nel 2008; sviste arbitrali clamorose nel 2010 contro Chelsea, Barcellona e Bayern.
    Nel frattempo, il Milan aveva rassegnato le dimissioni da grande squadra, mettendo a segno in 3 stagioni 2 soli grandi colpi: l’acquisto di Ronaldinho e la svendita di Kakà. Il disamore del Presidente, il disorientamento di Galliani, l’ammiccamento di arabi russi e albanesi su una fetta di torta, i camminamenti pinnati di Ancelotti e Leonardo su acque antiche e un po’ torbide hanno via via gettato sconforto tra i tifosi rossoneri, fetta stimabile in un 3% dell’elettorato. Su cosa ci sia di male (niente) ad avere un impulso politico per rimettere mano al portafoglio per il Milan, abbiamo già disquisito una settimana fa. L’aspetto nuovo è che il rosicamento è travasato: masticano male gli interisti avendo perso il milanista Balotelli senza averlo sostituito, masticano aragosta i milanisti avendo preso l’interista Ibrahimovic e Robinho (come Sneijder, un ex madridista che promette faville) promettendo di riportare scudetto e magari Champions là dove avevano antica cittadinanza.
    Dovrebbe essere roba da tifosi, roba da bar. Il “Corriere dello sport” capisce e cavalca, in maniera geniale: butta lì “Inter, idea Kakà” e Moratti abbocca. Abbocca anche Galliani che rilancia: “Un giorno Balotelli al Milan mi piacerebbe”. Abboccano tutti. Tranne Kakà, che dice “all’Inter mai”, resterà dov’è o – al massimo – se proprio dovesse fare le valigie, raggiungerebbe Carlo Ancelotti a Londra. Il resto, appunto, è bar.

    Luca Serafini – Milannews.it

  5. Dov’è che Kakà ha detto di no? Non ho letto niente in proposito…
    Dai cazzo, vorrei vederlo in nerazzurro!

  6. su twitter pare abbia scritto all’inter mai!

  7. E allora un pochino di dignità la conserva… 🙄

  8. kakà se va via dal Real va da Carletto al Chelsea

  9. Ancora con sta puttanata di Kakà all’Inter? 😯 😯 😯
    Sono due anni che si trascina dietro problemi fisici anche gravi e dovrebbe venire all’Inter per vedere se li ha smalititi in cambio di oldi (…………………) o addirittura con uno scambio (Maicon-Kakà) (……………………………………………………………………………………………………….)?
    Solite cazzate giornalistiche fatte per vendere minchiate alla gente.
    Io resto sempre più convinto che l’affare l’abbia fatto il Milan e non solo sul piano economico,ma proprio e soprattutto su quello calcistico.
    Magari quando sarà guarito,Kakà dimostrerà che mi sbaglio,ma ne dubito fortemente.

  10. Scusa, ma a inizio estate Ibrahimovic al Milan mica era una puttanata tale e quale a questa?
    Non capisco…

    Secondo me può starci, perchè il Real non mi pare abbia tutta ‘sta voglia di tenerlo, a Moratti checchè ne possiate dire voi, un po’ il culo brucia per l’affare Ibra, quindi non vedo così inverosimile un suo arrivo.
    Con la stessa cifra di Ibra (24 mln) secondo me viene via.

    Anzi, io tifo perchè arrivi. Ma penso che non succederà, più per la sua volontà di non macchiarsi l’immagine che si è creato qua, che per altri motivi.

  11. Benchè come esperimento sociologico possa interessarmi e che l’assistere ad una nuova ondata di suicidi (sportivi) da parte dei cacciaviti possa dilettarmi, credo che l’operazione sia molto diversa da quella Ibra.
    Il Nasone da voi faceva ridere come idea non per il suo passato interista ma per le cifre che avrebbe comportato un affare del genere. Che il Barca potesse svenderlo ad un terzo del valore e che lui si abbassasse lo stipendio (si, ho controllato in Spagna non erano 9+3 di bonus ma 12 più i premi) era francamente incredibile.
    Che avrebbe indossato senza problemi una nuova maglia non desta alcuno scalpore.
    Kakà, benchè non abbia disedegnato di prendervi grassamente per il culo, dubito abbia il coraggio di tornare in Italia. Un conto è scapapre all’estero, altro è tornare sul luogo del delitto.

    Seconda differenza: a voi Ibra serviva, a noi Kakà no.

    Certo, se Moratti si volesse prendere lo sfizio di frantumare un’altra schiera di fegati avrebbe tutto il mio appoggio. Però spero lasci perdere.

  12. Una volta per tutte: IL MILAN HA PRESO IBRA DAL BARCELLONA,NON DALL’INTER.
    Ergo,il “rosicamento”,al massimo,dovrebbe partite dalle Ramblas e non dalla Pinetina.
    L’Inter CON Ibra ci ha guadagnato 3 scudi e una Supercoppa più un bel po’ di divertimento (ho amato e strastimo Ibra come calciatore); DA Ibra ci ha guadagnato 50 milioni,Eto’o,uno Scudo,una Supercoppa,una Coppa Italia,una Champions League.
    Direi quindi che il concetto di “culo che tira” vada un po’ ridimensionato…..anche perchè,il lato umano dello svedese,è noto.
    Paura calcistica nel vederlo al Milan? Certo.
    Rosicamento? Ma non scherziamo,specie dopo le due semifinali di Champions:essere al Camp Nou in quella pazzesca partita e vederlo uscire sommerso da 90000 fischi con la squadra che doveva rimontare NON HA AVUTO PREZZO.
    Moratti non deve fare un acquisto di ripicca al Milan.
    Il Milan ha fatto un’operazione eccezionale di suo,chapeau.
    L’Inter deve pensare a quello che serve all’Inter e dubito che questo Kakà sia quello che serve.
    Il Corsport ci prese su Ibra solo perchè Galliani si mosse non appena vide l’acquisto di Villa; l’operazione poi era già nell’aria da prima quando Raiola fu più volte visto nella sede del Milan.
    Kakà poi è troppo intimamente legato all’ambiente Milan e non credo verrebbe mai all’Inter.
    In conclusione,il calciomercato fatto per ripicca è una cosa puerile che non porta da nessuna parte.
    Come ti avevo scritto l’altra volta ci sono solo due nomi che corrispondono ai desiderata di Moratti: Forlan e Schweinsteiger.

  13. Ripeto: le difficoltà dell’operazione stanno tutte nel fatto che a Kakà non conviene tornare, altrimenti comprometterebbe l’immagine di bravo ragazzo col Milan nel cuore che si è creato negli anni e che, ahimè, è ancora viva in molti tifosi.

    A me, non creerebbe fastidio proprio per nulla, anzi…direi che se arrivasse si annullerebbero i pianti delle vedove. Alle vedove non so, proprio per questo sarei curioso di vederlo da voi.

    1. Poi sai,non si posso trascurare anche altre componenti.
      Metti pure che Kakà recuperi BENE dall’infortunio (può anche essere per quanto riguarda il ginocchio,ho più dubbi invece sulla pubalgia),ma che però Mourinho non lo veda molto preferndogli Canales e Ozil relegandolo quindi in panchina e che contemporaneamente spinga sull’Inter per avere Maicon il quale,rompendo un po’ le balle in casa, agevolerebbe di fatto la propria cessione….allora sì che si creerebbero le condizioni per un’operazione del genere.
      A me tutto questo sembra assai improbabile; mi sembrerebbe invece molto più logico uno scenario in cui Kakà,se messo sul mercato,decidesse di andare in Premier e più di preciso nel Chelsea del suo mentore Ancelotti.
      Ecco,questo avrebbe molto,molto più senso.

  14. Tizio, è inutile snocciolare tutti i vostri successi e piazzamenti. Si conoscono. E per me, non centrano nulla col tiraculo di Moratti.

    A Moratti tirò il culo con Ronaldo (e lo si vide al derby) quando arrivò da noi che era già un ciccione che giocava da fermo, destinato al viale del tramonto.
    Con Ibra non c’è quell’affetto umano, ma rischiare di perdere il primato dopo anni proprio a causa di Ibra, a mio modesto parere, gli crea un po’ di bruciore.

    Il fatto che non lo crei a te, così come a me l’arrivo di Kakà farebbe solo ridere, non significa che non possano averlo altri. Leggo in altri blog di interisti che gli augurano infortuni e malanni (grande stile, a proposito). Questo si chiama tiraculo, al di là di quello che si possa dire.

    1. Parto dalla fine.
      Caro LPF,al tempo in cui Ibra e Balotelli giocavano nell’Inter ho letto “auguri” sulla salute fisica dei due sia in blog rossoneri che bianconeri da far accaponare la pelle……non è una questione di stile,è una questione di educazione personale.
      Io ce l’ho,tu ce l’hai,magari qualcunaltro no. Vediamo dunque di non generalizzare.
      Su Ronaldo ti do perfettamente ragione. È l’ultimo giocatore che ho veramente amato. Vederlo al Milan dopo la squallida intervista del 2002 dopo Mondiale mi contorse il fegato in un rosicamento misto odio e nervoso che neanche ti dico.
      Così credo anche a Moratti.
      Io insisto nel dirti che con Ibra è diverso,perchè Ibra è umanamente noto e perchè ha avuto l’intramezzo del Barcellona,anno in cui ci siamo presi una bella rivincita “umana” oltre che sportiva sullo svedese dopo le sue dichiarzioni dell’estate 2009 per lasciare l’Inter.
      I casi Ibra e Ronaldo sono dunque molto diversi.
      Però calcisticamente Ibra lo conosciamo bene e certo che vederlo al Milan fa “paura”.Nel contesto del campionato italiano è un Dio e non temerlo è da sciocchi.
      Magari a qualcuno tira il culo,magari ad altri no.
      Di certo ora è un altro Milan e fa paura; altre cose,quelle che riguardano l’aspetto umano,dopo un po’,perdono di valore e d’importanza.
      Dopotutto stiamo parlando di un calciatore professionista,non di un amico,un parente,un fratello etc etc etc…..faccia quel cazzo che vuole dunque,chi se ne frega!
      Io aspetto con ansia di vederlo con indosso la maglia del Real o del Manchester dichiarando che quella è la più bella maglia del mondo!
      D’altronde,se uno c’è nato con la faccia come il culo,non può farci niente.

  15. io posso capire pellegatti,bartolomucci eccetera ma uno tanto fazioso non dovrebbe stare nella redazione sportiva di uno dei primi canali televisivi in italia….uno a cui evidentemente brucia ancora il culo e parecchio…odioso: faccia da pesce lesso,saccente e fazioso da fare schfo,un leccaculo stile emilio fede.

    mi faccia capire serafini,l’inter ha vinto perchè gliel’ha lasciato fare il presidente del consiglio….ora,come dice lui,il milan tornerà a vincere sempre perchè lo vuole il suo burattinaio…ops..il suo presidente

    la storia del campionato 2007 non l ho mai capita…totalizzati 97 punti giocando contro 18 squadre che ci sarebbero state anche senza calciopoli…mettiamo che ci fosse stata la juve e,ammesso che ci avesse battuto in entrambe le partite,che sarebbe successo???i 91(al minimo) sarebbero diventati 50 punti???

    non ce la meni con la storia di banchettare sui resti della juve…il milan aveva praticamente acquistato ibrahimovic che per il preliminare(o forse perchè berlusconi voleva far vincere l’inter) venne all’inter…la differenza dove sta????ce lo dica quello pseudo giornalista a forma di panzerotto…

    è scandaloso quello che si sta verificando…i milanisti si sentono già lo scudetto in mano,e magari pure la champions,perchè hanno ibrahomovic e non solo ce la menano con la storia dei più forti e dei favoriti si stanno impegnando strenuamente nella (tentativo)di distruggere,di negare ciò che è accadauto…la verità è che a parecchi tifosi milanisti la nostra champions ha fatto troppo male,qualcuno non si è ancora ripreso,qualcuno (tra cui serafini) si sentiva l’unico destinato a certe vittorie e reputava l’inter la barzelletta che non ci sarebbe mai arrivata(ricordiamo la cit di diavolino ‘finchè ci sono man utd e barca non la vinceranno mai ‘)….è successo fattene una ragione caro serafini ed evita di scrivere certe stronzate per sentirti sollevato nel tuo ego di tifoso…

    1. Diavolo1990

      ce la menano con la storia dei più forti e dei favoriti si stanno impegnando strenuamente nella (tentativo)di distruggere,di negare ciò che è accadauto…

      Cosa è accaduto?
      Che avete vinto una coppa stile porto 2004 e un campionato contro una squadra in annata di transizione.
      Niente di che.

    2. Il Porto è quella stessa squadra che per andare in finale eliminò il Deportivo che vi aveva rifilato 4 barette???
      Che eliminò il Manchester e che perse una sola partita nel corso di tutta la Champions?
      No perchè non ricordo bene…….
      E se quest’anno l’Inter è in fase di transizione perchè non ha fatto investimenti (stessa cosa che hai detto tu per giustificare TRE ANNI,NON UNO) di zeru tituli,qualunque altra squadra vincesse il Campionato avrebbe vinto un campionato da “niente di che”????
      Lo vedi che ogni commento che fai smentisci te stesso????
      Ma la coerenza,dove sta di casa?

    3. Tizio, ti sei dimenticato di aggiungere che noi abbiamo incontrato solo campioni nazionali uscenti od entranti.
      Così, tanto per dire.

  16. Diavolo1990

    Ma io vorrei capire perché gli interisti sarebbero convinti di rosicamenti di fegato di Milanisti in caso di Kakà all’Inter.
    Kakà è stato ceduto quando non poteva più dare nulla al Milan.
    Kakà ha fatto una stagione di merda al Real.
    Kakà a detta di tutti è stato un affare già da Novembre
    Capisco che l’Interista ha una concezione per cui anche se l’aiuto-magazziniere dell’inter passa al Milan è per fargli un torto ma non è così.
    Se l’Inter acquista un ex-campione che ha dato il meglio 3-4 anni fa e che oggi non vale il Diego della Juve contenti loro, contenti noi e contenti tutti.

    1. E allora tu spiegami perchè sei convinto che io rosiki per Ibra al milan.
      Ibra è stato ceduto quando non aveva più nulla da dare all’Inter.
      Ibra è stato scaricato miseramente dal Barca.
      Ibra, in pochi vogliono ammetterlo, è stato un affare a Maggio, quando conta!
      In compenso Ibra non ha mai baciato la nostra maglia e non se la è mai battuta sul petto al balcone urlando che sarebbe invecchiato all’Inter.

      Capisco che l’Interista ha una concezione per cui anche se l’aiuto-magazziniere dell’inter passa al Milan è per fargli un torto ma non è così.

      Questa è una concezione tua. Ti do atto che se su 3 giocatori due fossero il Ronaldo e il Vieri che avete preso voi, anche a me verrebbe il dubbio che il pelatone abbia solo voluto fare un dispetto.

    2. E stavolta applausi per Balabam.
      Parola per parola,ti ha stroncato su tutta la linea.

  17. Alle vedove non so, proprio per questo sarei curioso di vederlo da voi.

    Io mi immagino la conferenza stampa di presentazione:
    Un attimo prima che Kakà afferi la maglia nerazzurra, suma che parte correndo dal fondo della sala stampa con una cintura di tritolo per impedire che il misfatto si compia!! 😀
    Sarebbe incredibile!

    Sapete che a furia di ripeterlo mi state facendo venire voglia di vedere il ringoboys all’Inter.

  18. mi sembrerebbe invece molto più logico uno scenario in cui Kakà,se messo sul mercato,decidesse di andare in Premier e più di preciso nel Chelsea del suo mentore Ancelotti.

    Appunto!
    “Decidesse”…lui.
    Non che l’inter non ci provi.

  19. Diavolo1990

    E allora tu spiegami perchè sei convinto che io rosiki per Ibra al milan.

    Mi spiegate quando mai l’ho detto????
    Gli interisti non sono nervosi per Ibra al Milan.
    Gli interisti sono nervosi perché ci serviva, perché sanno che non sono più strafavoriti.
    Che sia Ibra o Drogba la reazione sarebbe stata la stessa.

    1. non voglia mai dio che il milan faccia flop quest’anno…diavolino,serafini e parecchi altri non si riprenderebbero prima dei 90 anni

    2. E per par condicio a te l’esaltazione ti è venuta fuori perchè l’Inter non ha fatto calciomercato…..
      Avessimo preso,che ne so,Fabregas perchè “ci serviva” (cit.) ti saresti andato a buttare dalla finestra….
      Ma tu pensi davvero che noi fossimo convinto che una Società come il Milan stesse per sempre frema sul mercato?????? 😯 😯 😯 😯 😯 😯
      Ma tu credi davvero che noi si sia convinti di poter vincere per sempre????? 😯 😯 😯 😯 😯
      Sono 4 anni che comandiamo,non 4 giorni!
      Mi sembra un periodo logico in cui altre Società cerchino di resuscitare!!!
      Ci avete provato con Ronaldo,ci avete provato con Ronaldinho,ora ci provate con Ibra.
      Mi sembra che sia tutto normale visto che parliamo del Milan!!
      In più l’Inter è stata completamente ferma.
      Ora siete i più forti? Vincete e vi faremo i complimenti!
      Non vincerete una sega? Pazienza,riproveret un’altra volta!
      Vinceremo di nuovo noi? Allora ti toccherà rassegnarvi.
      Si chiama calcio questa cosa.è così che funziona!

  20. tizio,balaban ma una domanda : ma solo a me quell’articolo di serafini ha dato il disgusto???io leggo tutti i giorni fonti ‘nemiche’ ma secondo me è andato davvero oltre

    1. Serafini è uno di quelli che fino al 25 Agosto stava MUTO o che al massimo cercava di criticare “con stile” la Società.
      Non appena è atterrato Ibra a Milano ha vestito subito il ruolo del tifoso esaltato riemerso dalla fossa.
      Sono cose normali che mi lasciano del tutto indifferente.

    2. Eg, che ci vuoi fare?
      E’ prostitusione intellectuale.
      Così fa il sommo nano, paga qualcuno perchè riscriva la Storia (maiuscolo) e poi attacca l’altoparlante perchè la ripeta sempre più forte. Finchè le coscienze si anestetizzano e la sua storia (minuscolo) appare quella vera. Perchè nessuno ha più la forza di ricordare. E perchè chi ancora ne ha non è in grado di urlare abbasatanza forte.
      Ed i milanisti (voglio restare nel discorso sportivo) dicono che Calciopoli non sia mai esistita…ma scordano che proprio nanusconi chiese per se i due scudetti tolti alla giuve.
      Parlano dei soldi spesi da Moratti …ma tralasciano il fatto che il loro sommo vate(r) ne fece girare altrettanti se si aggiungesse il nero (parte di questo certificato dai tribunali della Repubblica).
      Chiamano portaombrelli la Uefa (quella vera, quella che era un trofeo serio) e si dimenticano che due anni fa la uefa (quella farlocca, la sticazzileague) era il loro grande obiettivo …e vennero eliminati ai puttanesimi.

      Per quanto riguarda me, che sono dietrologo, questa di ibra/kakà è l’ennesima operazione in “berlusca stail”: fai ripetere ai tuoi che agli interisti rode il culo per l’acquisto di Ibra finchè agli interisti non rode il culo veramente. Poi dire ai tuoi che l’Inter vuole rispondere con l’acquisto di Kakà. Finchè agli interisti non viene veramente voglia di comprare kakà. Alla fine, visto che il brasiliano non ha la minima intenzione di andare all’Inter, comunichi il gran rifiuto. E fai ripetere ai tuoi che i nerazzurri si sentono cornuti e mazziati …finchè non si sentono veramente cornuti e mazziati.

  21. Caro Diavolino,tu mi sembri ossessionato dall’Inter.
    Non c’è post o commento in cui non ci tiri in mezzo.
    Sei quasi più felice di una sconfitta dell’Inter che di una vittoria del Milan.
    Sembra che la tua vita sia Inter-centrica.
    Se tu vedessi Moratti che fa una carezza ad un bambino lo andresti a denunciare per pedofilia.
    Ragazzo mio,tu devi cambiare prospettiva,perchè nella vita ci sono cose più importanti.
    Ora hai una supersquadra,siete fortissimi,noi un po’ meno,per cui goditi il momento e goditi la tua squadra!!!
    Sminuire,denigrare,gettare fango su quello che gli altri fanno/vincono è veramente una cosa un po’ sciocca che non capisco che soddisfazione ti dia.
    Ci dicessi contro un Inter merda! ci faremmo due risate tutti quanti; invece sempre e solo toni denigratori.
    Bon,ok,dopotutto è sempre divertente leggerti,solo che non capisco che soddisfazione tu ne tragga.

    1. concordo,anche quando scriveva i post per il mondiale era un’indecenza…7 riferimenti(forzatissimi) anti inter in 10 righe

    2. Diavolo1990

      concordo,anche quando scriveva i post per il mondiale era un’indecenza…7 riferimenti(forzatissimi) anti inter in 10 righe

      Hai pensato che magari la realtà non è quella di bausciacafè / internews / inter1908.it?

    3. ah diavolino mi sa che questa non te l’ho mai detto.mi credi se ti dico che questo è l’unico blog che frequento?mai andato in blog interisti mi credi?questo lo beccai per caso e mi piace lo spirito competitivo 🙂 per quanto riguarda i bauscia cafè mi spiace ma x studio sto sempre a napoli e di bausciacafè non ce ne sono fidati 🙂

    4. Si,ma magari neanche quella di milanchannel,milanews,screwdrivers,sportmediaset o rossonerosemper……
      Se si cercasse di essere un po’ più sereni ed obiettivi invece di ragionare solo in base ai colori del proprio tifo,si eviterebbe di dire un gran numero di sciocchezze.
      È quello che cercavo di dire a boldi l’altro giorno: sarebbe come se io,in quanto interista,dovessi per forza dire che Pato è una merda,mentre Muntari è un Dio del centrocampo….e solo per logica di tifo.
      Tu non te ne rendi conto,ma in molti tuoi post o commenti dimostri lo stesso atteggiamento a colori invertiti.
      Io non capisco dunque a che pro.

  22. Tornando all’argomento del post: io di quell’anno ricordo solo che mi toccò di tifare pure per zaccheroni.
    Certo, in confronto all’era lippi potrei considerarla addirittura una boccata d’aria fresca ma fù un brutto rospo da ingoiare.

  23. Tizio, figurati non voglio generalizzare. Solo che mi son sorpreso a leggere certi commenti su Ibra e Balotelli. Ho letto delle cattiverie che vanno ben oltre l’augurio di infortunio e che, sinceramente, su un blog milanista non ho mai letto indirizzate a giocatori dell’inter.

    Per quanto sono il primo a dire che se Sneijder si rompe non ci piango, anzi…
    E’ la cattiveria gratuita che mi fa pensare che a molti tiri il culo, eccome.

  24. Tornando all’argomento del post: io di quell’anno ricordo solo che mi toccò di tifare pure per zaccheroni.

    Io mi ricordo due grandi derby 😉
    Il secondo in particolare, la prima partita che ho visto a casa mia con SKY. Una goduria.

    1. Di quel derby ricordo uno dei gol olimpici (nel senso che ne fa uno ogni 4 anni) di Zanetti.
      Per il resto fu una grande beffa.
      Come emozioni secondo (ovvio, perchè negativo) a quello che vincemmo con Adriano durante il recupero l’anno dopo.

    2. MI HAI FATTO RICORDARE UN BEL DERBY SONO ANDATO A VEDERLO SU YOUTUBE,MI HA MESSO DI BUON UMORE…POI HO PRESO UN COLLEGAMENTO DI MARTINS,HO VISTO CONCEICAO E L’UMORE è TORNATO PESSIMO

  25. Io invece non mi sono mai deciso se sia meglio quel derby o quello che sembrava Wimbledon (cit.), lo 0-6.
    Forse il secondo.

  26. E sono molto legato agli euroderby del 2005…sia andata che ritorno.

    1. io,forse perchè ancora bambino e malato di ronaldo,mi sono emozionato di più per il 3-0 simeone-ronaldo-simeone…l’ho rivisto e credo che maldini stia ancora cercando ronaldo :9

  27. Interessante la conferenza stampa di Allegri.
    Praticamente ha detto che un allenatore deve essere bravo nella lettura della partita, perchè oggi cambi sono più importanti della formazione iniziale.

    Mi fa piacere, con Ancelotti i cambi erano ritardatissimi, dal 75′ in poi. Con Leo erano quasi sempre i soliti, anche per scarsezza della panchina.

  28. conferenza stampa di allegri
    ha detto :

    1) Pato è una seconda punta , prima punta ibra o Inzaghi

    2) probabile turnover nella partita di coppa tra Pirlo e Sedorf

    3) durante le partite non esclude l’utilizzo dei 4 attacanti

    4) i quattro centrocampisti disponibili giocheranno tutti a Cesena e quello che va in panchina giocherà uno spezzone di partita

    5) Nesta problemi alla schiena ritorno forse in coppa

  29. la cosa più preoccupante è l’inizio di stagione con un Nesta a mezzo servizio !

    meno male che abbiamo preso Papa e Yepes perchè quest’anno chissa quante partite giocherà Nesta?

    Fa inpressione vedere la panchina che abbiamo quest’anno, varie alternative in tutti i settori del campo !

    di un utilizzo nelle prossime due partite dei giovani vedi Strasser Allegri sembra averlo escluso !

  30. grande max, si sta dimostrando ancora un ottimo allenatore anche nelle dichiarazioni. seedorf-pirlo turn-over, niente 4 punte dall’inizio. le cose giuste, insomma

  31. si però niente giovani e Nesta già a mezzo servizio !

    Così vediamo subito se papa è un giocatore da Milan !

  32. compagni di fede milanista intervenite perchè questo blog stamattina era infestatato solo da amici di fede interista ! non va bene !

    1. e manco io eh! :mrgreen:

      Ma tornerò, si che tornerò! vero lpf? 🙄

  33. questo blog è rossonero boldi, i milanisti nche lo frequentano sono quelli più accaniti di tutta la rete, i merdazzurri lo sanno che sono ospiti ….

  34. In effetti Nesta già fuori è preoccupante.
    Non resta che sperare nel Papa, accanto a Drago Silva è sicuramente più facile giocare, c’è riuscito con buoni risultati pure Beppe Favalli…

  35. comunque a gennaio arriva il centrale nazionale uruguagio Coates anni 21 , una pertica di 1,95

    forse si sta già pensando al dopo Nesta e Yepes !

    Mi hanno detto che la vendita della Roma è imminente roba di un paio di mesi ed il cav ha fatto un piacere a Unicredito proprietaria della Roma con la vendita di Borriello !
    Insomma alla base del trasferimento ci sono motivi extracalcistici !

    1. Come quelli che hanno fermato la campagna acquisti dell’inter…l’accordo Berlusconi-Gheddafi contro Moratti. 😀

    2. lpf

      ho riferito quello che gira intorno all’ambiente della famiglia del proprietario !

      quell’altra cosa che dici tu NON E’ VERA !

    3. Come no? Lo dice Alex! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    4. Io non ho mai detto che c’è stato questo accordo con Gheddafi, ho solo detto che ogni volta che si parla di Silvio Berlusconi non si può escludere niente, conoscendo la sua genialità.

  36. comunque ho nuove notizie di mercato martedi magari nel post ne indichiamo qualcuna !

  37. Comunque la società Roma ha una valutazione secondo me assurda solo 100 /120 mil mah

    considerando anche il centro sportivo di trigoria va a finire che quello squalo di Preziosi se la compra !

  38. comunque a gennaio arriva il centrale nazionale uruguagio Coates anni 21 , una pertica di 1,95

    1.95? Che nano 😕

    1. alex

      l’ho visto giocare titolare al mondiale e non mi è dispiaciuto però non è detto che poi nel contesto Milan sia all’altezza !

      non mi piace il suo procuratore Paco Casal ! e voi interisti mi dovreste capire !

  39. si ma a gennaio il botto lo fa l’Inter , poi non si sa se arriva a gennaio o a giugno !

  40. le previsioni di MOGGI :
    Vincerà il campionato il Milan, la Roma arriverà seconda, mentre l’Inter chiuderà terza. Se non ti sbilanci non c’è gusto, io lo faccio con piacere e provo a fare in anticipo le carte al campionato. Questa è la mia griglia di partenza per la stagione che sta per entrare nel vivo. Può sembrare assurdo, eccessivo, ma credo che l’estate appena trascorsa abbia assolutamente rivoluzionato i rapporti di forza ai vertici del nostro calcio. Stesso discorso anche per le squadre chiamate ad inserirsi immediatamente dopo le tre di testa. Il Palermo si è indebolito, ha perso Bresciano ed altri buoni giocatori, ad esempio Kjaer che mi piaceva molto. Vedo molto più avanti Juventus e Genoa, anche se non nascondo che per i bianconeri limitarsi ad una qualificazione in Champions sarebbe un fallimento assoluto, a maggior ragione se dovesse chiudere quarto. A Torino si lamentano se arrivi secondo, figurati quarto. La dirigenza bianconera ha costruito una squadra da provinciale di lusso, costata fior di milioni. Quando tu compri giocatori di 27 o 28 anni come Martinez, e vai a vendere Diego che ne ha 25, vuol dire che non hai ben chiara come sia la situazione di un club di massimo prestigio. Per quanto abbia reso poco, la classe del brasiliano era ben altra cosa rispetto all’uruguayano arrivato dal Catania. Per quanto riguarda il centrocampo, sulla mediana noto che finalmente anche la dirigenza juventina si è resa conto dell’equivoco Sissoko. Si parla di cessione a gennaio, comprensibile. Il maliano è stato il grande problema di Melo e viceversa. Mi spiego, sono due giocatori indisciplinati tatticamente, la cui frenesia finisce per creare buchi difficilmente colmabili. Il confronto con Cambiasso e Stankovic, piuttosto che con De Rossi, o con i “miei” Emerson e Vieira è improponibile.
    Ad essere totalmente cambiata, è anche la mentalità a livello economico in casa Juve. Hanno speso 70 milioni in due anni, mentre a nostri tempi non spendevamo nulla e non è un modo di dire. Avevamo anticipato il fair play finanziario di almeno una decina d’anni! Nel 2001, per esempio, rivoluzionai la squadra pagandola con la cessione di Zinedine Zidane. Scelsi Nedved per il suo contributo di qualità oltre che di quantità assoluta. Vi racconto un succoso retroscena: noi prendevamo regolarmente gol da Pavel ogni volta che giocavamo a Roma, il nostro obiettivo fu dunque quello di indebolire una diretta avversaria come la Lazio rinforzandoci con un uomo che rispecchiava, a tutti i livelli, il nostro ideale di campione assoluto. Con la cessione di un giocatore di 31 anni rifeci l’intera squadra. Arrivarono Buffon, Cannavaro, Thuram e tanti altri. La stessa cosa che l’Inter avrebbe dovuto fare con Milito, quest’anno. Io avrei venduto l’argentino, mentre invece mi sarei tenuto stretto Balotelli, seppur ci volesse tanta pazienza. Anche per vendere, però, serve un lavoro alla base. Mi ricordo quando mi ritrovai a trattare Zidane con Florentino Perez. Ho invitato tante di quelle volte il Presidente del Real a casa mia a Napoli che non avete idea. Dalla mia finestra si vede il mare, e tra una portata e l’altra di pesce, il prezzo aumentava di 10 miliardi alla volta. Si vende bene anche così! Fu un’operazione da 150 miliardi di lire, la più succosa per la storia del mercato italiano.
    Parlando di Milan, permettetemi di ribadire tutta la mia perplessità per l’acquisto di Robinho. Il brasiliano è un bel giocatore ma non è un campione, ed io penso che per i rossoneri sia un sovrappiù. Non sarà titolare, e sono convinto che ad Allegri sarebbe servito molto di più un nuovo centrocampista: Ambrosini e Pirlo sono avanti con l’età, Gattuso è a mezzo servizio, dunque mi sembra evidente che le necessità avrebbero riguardato la zona nevralgica del campo. Peccato per i miei amici Galliani e Braida, avrebbero potuto concludere un mercato perfetto. Ma va bene così, basta il mago di Ibra!
    Capitolo a parte merita invece il complesso rapporto tra De Laurentiis e i tifosi napoletani. L’attrito deriva principalmente dalla cessione alla Juventus di Quagliarella. Da parte mia mi trovo assolutamente d’accordo con il presidente azzurro. Tra Cavani e Quagliarella la poca differenza che c’è è in favore dell’attuale numero 7 partenopeo, e la grande quantità di denaro offerta dai bianconeri non poteva essere rifiutata. Ottimo affare.
    Chiudo parlando dell’Italia, commentando l’eccessivo ottimismo di questi ultimi giorni. La Nazionale ha fatto due partite, che non voglio classificare come test attendibili. Contro l’Estonia, lo stesso Cassano è stato idolatrato per un semplice colpo di tacco, mentre la gara di Firenze non si può ovviamente considerare a causa di un’indiscutibile e manifesta inferiorità da parte degli avversari.
    In queste partite si è vista una spinta mediatica tutta favorevole agli azzurri, come per screditare l’operato di Lippi. Perfetta testimonianza dell’ingratitudine del nostro Paese. Il fallimento del Mondiale è dipeso dall’assenza totale di uno zoccolo duro di qualità. L’Inter di oggi rappresenta la Juve dei miei anni, ma la Nazionale non può attingervi perchè ci giocano solo stranieri: da qui derivano i fallimenti della nostra rappresentativa; questo ha fatto la differenza con la rassegna tedesca che ci ha visti Campioni del Mondo. Gli stessi problemi di Lippi, li avrà anche Prandelli, ne sono sicuro.

  41. qualcuno vuole commentare le parole di Moggi ?

  42. Tutto sommato non dice stronzate, a parte il pronostico iniziale.
    Di calcio ne capisce abbastanza.

  43. Sadyq, PVT

  44. lpf

    già a fine agosto , per primo ho detto pubblicamente che vinciamo il campionato !

    non ho cambiato idea ma sarà comunque durissima perchè l’Inter è fortissima !

  45. FLP, risposto.

    1. Ciao sadyq ben tornato!

    2. Ciao Melito! Grazie.

    3. Ah Melito, ma il matrimonio? Se c’è già stato, tanti auguri!

  46. Condivido molto di cio che dice Moggi, tranne che il suo parere su inter e palermo. I merazzurri sono sempre i più forti, i siciliani sono secondo me da quarto posto…

  47. Bravo Elbonito: concordo! Lui si sbilancia contro l’inter, perchè gli sta sul cazzo.

  48. Io invece non mi sono mai deciso se sia meglio quel derby o quello che sembrava Wimbledon (cit.), lo 0-6.
    Forse il secondo.

    Posto che il secondo di cui parli l’ho rimosso 😳 , secondo me una vittoria all’86° è sempre più goduriosa di una vittoria senza partita. Non a caso io ho tralasciato gli ultimi derby (anche se in 10 contro 11 ha sempre il suo bel perchè).

    qualcuno vuole commentare le parole di Moggi ?

    Solo in presenza di un avvocato …il suo.

  49. Diavolo1990

    Oh ma Benitez ci ha messo poco ad adeguarsi all’Inter Style eh?

    1. una mourinhata…bravo rafa fatti valere…a me a fatto ridere,a voi un pò meno ma capisco 🙂

  50. secondo me una vittoria all’86° è sempre più goduriosa di una vittoria senza partita.

    Non lo metto in dubbio, dato che sei interista 😉
    Io preferisco vincere nettamente, senza dare possibilità agli avversari di accampare scuse.

    1. Io preferisco vincere nettamente, senza dare possibilità agli avversari di accampare scuse.

      Non lo metto in dubbio, dato che sei milanista …vi piace vincere facile.
      Quando il gatto non c’è i topi ballano.

  51. Ho sentito che è la squadra favorita per vincere tutto. Lo si diceva anche a Istanbul, ma dopo il primo tempo qualcosa è cambiato…”
    (Cicciobombo Benitez)

    Quello non sa manco come cazzo ha fatto a vincere quella Champions League. Ha preso la più grossa lezione di calcio della sua vita ed è stato salvato da qualcosa di sovrannaturale.

    1. no…la lezioni di calcio(base) e di vita l’avete ricevuta voi…Traorè :”a fine primo tempo sentivamo i loro cori,stavano già festeggiando,qualcosa in noi è cambiato…” DO YOU REMEMBER?

  52. Non lo metto in dubbio, dato che sei milanista …vi piace vincere facile.
    Quando il gatto non c’è i topi ballano.

    Ma io mi riferivo ai derby…
    Tra vincere un derby all’ultimo e vincerlo piallando gli avversari, scelgo il secondo.
    Anche perchè fino ai tre gol di scarto sareste in grado di trovare scuse :mrgreen:

    1. lpf VOI avete trovato scusa anche su 4 gol di scarto dello scorso agosto…

  53. no…la lezioni di calcio(base) e di vita l’avete ricevuta voi…Traorè :”a fine primo tempo sentivamo i loro cori,stavano già festeggiando,qualcosa in noi è cambiato…” DO YOU REMEMBER?

    Carlo Ancelotti e Paolo Maldini, non due stronzi a caso, hanno sempre smentito i cori e i festeggiamenti. Posso immaginare che l’atmosfera fosse rilassata, ma…grazie al cazzo!
    E la lezione di calcio è proseguita sino alla fine, tolti i fottuti 6 minuti.

    lpf VOI avete trovato scusa anche su 4 gol di scarto dello scorso agosto…

    Prego?
    Dire che eravamo una squadra senza capo nè coda è un dato di fatto e lo dimostrano i risultati successivi e la classifica alla sosta di ottobre.
    La lezione di calcio, tuttavia, resta.

    1. Traorè rivela: «Nell’intervallo il Milan festeggiava già. E’ stata la svolta » (Gazzetta dello Sport)
      « Esultavano. Ci siamo arrabbiati ».
      Djimi Traoré ha la sua versione. La carica del Liverpool, sostiene il terzino sinistro francese, è partita dal Milan. Un Milan che già si sentiva campione sul 3 0 dei primi 45 minuti. >« Quando siamo tornati nello spogliatoio — afferma — abbiamo sentito i giocatori del Milan che erano usciti dal loro, e stavano festeggiando la conquista della Champions. Celebravano come fosse già finita, come fossero loro i campioni. E questo ci ha fatto girare le scatole. Ci ha fatto ritrovare la fame, la voglia di riscossa » .
      « E’ stata dura stare a sentire il nostro tecnico, nell’intervallo, spiegare come avremmo dovuto cercare di riprenderci, di trovare il gol. Sinceramente non credevo fosse possibile. Tuttavia il Milan ci ha dato una mano, ci ha svegliati con quelle celebrazioni in anticipo. Dopo il nostro primo gol, i rossoneri hanno avuto paura, hanno abbassato la difesa. L’ingresso in campo di Didi Hamann è stato decisivo. Il nostro centrocampo ha acquistato spessore, grazie all’esperienza e alla tenacia di Didi, e ha cominciato ad arginare il Milan, a far saltare i suoi schemi. Benitez ce lo aveva detto: se segnate entro i primi 5’ della ripresa, il Milan accuserà il colpo » .

      chissà perchè ma tendo a credere a traore che non avrebbe motivo di dire bugie,maldini e ancelotti sì,e parecchi

  54. Molto meglio vincere una Champions stile Liverpool 2005 o Manchester 99 che nettamente, le finali che passano alla storia sono quelle. Ovvio che un bel po’ di fortuna il Liverpool la ebbe ma il Milan e i tifosi che già esultavano all’intervallo (mi ricordo bene i clacson 🙄 ) ricevettero una bella lezione

  55. Djimi Traorè andò a caccia di popolarità.
    Se permetti, non ho motivi di dubitare della serietà di Ancelotti, Maldini, Seedorf, Pirlo, Nesta, Shevchenko, Crespo eccetera.

    1. ah il giorno dopo la partita andava a cerca di gloria?

  56. Ah Melito, ma il matrimonio? Se c’è già stato, tanti auguri!

    Sadyd, mancano 4 giorni, ecco perchè non riesco a seguire bene le discussioni qui.
    Grazie per gli auguri comunque.

    1. auguroni melito

  57. ah il giorno dopo la partita andava a cerca di gloria?

    Chi cazzo è Djimi Traorè? Chi se lo caca? Ha sfruttato il momento per cercare popolarità…altrimenti gli occhi sarebbero stati su Hamann, Gerrard, Xabi, Baros, Cissè, Benitez.

    Ci sono due “verità”: quella di Maldini e Ancelotti e quella di questo miracolato.
    Io non ho motivo di dubitare della professionalità di quella squadra. Immagino che l’atmosfera fosse bella serena, ma ti sembra il caso di farne una colpa?
    A cori, champagne e quant’altro non credo proprio.

    1. e quindi traore si inventa la storiella per farsi luce…capisco…vabbè punti di vista…come al solito del resto

  58. Molto meglio vincere una Champions stile Liverpool 2005 o Manchester 99 che nettamente, le finali che passano alla storia sono quelle

    Chissà perchè ma non mi aspettavo altro da te. D’altronde, bastava guardare il tuo precedente avatar…

    1. Quindi la Champions del 99 del Manchester è di cartone perchè il Bayern al novantesimo era sopra 1-0 e aveva giocato molto meglio per tutta la partita?
      Ma no, le finali storiche sono quelle

  59. Auguri Melito!

  60. Quindi la Champions del 99 del Manchester è di cartone perchè il Bayern al novantesimo era sopra 1-0 e aveva giocato molto meglio per tutta la partita?
    Ma no, le finali storiche sono quelle

    Oh mio dio…non stavo assolutamente dicendo questo 😯 😯 😯
    Si stava parlando di vincere in maniera netta o all’ultimo, con fortuna magari.
    Quella dell’avatar era una battuta, perchè hai scelto proprio lo scudetto vinto non giocando… 🙄

    1. Beh abbiamo semplicemente due mentalità diverse, tu sei per il 6-0, io sono per una partita emozionante e combattuta fino all’ultimo. Poi è chiaro che in partite del genere spesso chi vince lo fa più per fortuna che non per merito e in effetti a Istanbul è andata così

  61. e quindi traore si inventa la storiella per farsi luce

    Sfrutta il momento, dicendo ‘sta puttanata…esatto.

    Ripeto: io Maldini, Ancelotti, Seedorf e compagnia che brindano all’intervallo non me li immagino.

  62. non sono interista, però pure io preferisco le gare tirate fino alla fine.
    le mie preferite in assoluto milan-ajax 3-2, milan-inter 3-2, psv-milan 3-1.
    per fare esempi più recenti posso citare pure milan-chievo 1-0, chievo-milan 1-2 e catania-milan 0-2.
    goduria, specialmente quando si tratta di vittorie meritate.

    1. Parlavo soprattutto di derby. Lì, per non sentirli parlare, ci vuole la vittoria larga.

    2. sì, nel derby più li purghi e meglio è.

  63. Grazie ragazzi, poi vi posto una foto di me in abito da cerimonia…rigorosamente nerassurro!

  64. qualcuno mi spiega sta troiata dello sciopero dei calciatori?

    1. Ho capito solo che si fanno capitanare da Oddo… :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
      Maledetti…propongo la campagna: “cazzo ti scioperi, milionario?”

    2. ecco, proprio questo non capivo…che cazzo c’entra oddo coi calciatori?

  65. già la finale di Istambull

    una delle più grandi vergogne mai subite da un allenatore nella storia del calcio.

    Io fossi stato Ancelotti avrei stracciato il patentino di allenatore…

    che allenatore….fra lui e Lippi ho difficoltà a scegliere il migliore…

    e non ditemi delle due coppe vinte che 2 ce le ha fatte perdere….perchè La Coruna e Istambull hanno lo stesso denominatore…

    allenatore scarso

    1. Ahia…mi sa che adesso LPF e elbonito ti aggrediranno…

  66. Diavolo1990

    Forse Benitez non ricorda che quella partita il Times l’ha classificata nei 10 più grandi furti della storia del calcio dato che nel primo tempo ci fu annullato un gol netto più inventato un fuorigioco su Crespo in posizione regolare ed il rigore del 3-3 fu totalmente inventato 😉
    Nonchè tutti i rigori in cui Dudek si muove in avanti sulla linea di porta da regolamento andavano ripetuti 😉
    Pazienza. Quel Milan è stata la squadra più forte del decennio.

    1. vero,la squadra più forte del decennio,molto più forte dei 2 milan vittoriosi in champions

      il rigore su gerrard c’era però 🙂

      per il resto sai,in una situazione del genere è difficile dire dove iniziano i demeriti di ancelotti e dove iniziano i meriti di benitez…io sono per dare addosso ad ancelottti in quella situazione

    2. aspetta…avevo dimenticato il barca del 2009…

  67. Ahahah quel Milan la squadra più forte del decennio…che poi nel rigore del 3-3 Gattuso affossa Gerrard, se non è rigore quello…

  68. Melito: una manciata di riso beneagurante!

    1. Diavolo1990

      E il gol e il quasi gol ingiustamente annullati?

      rossonera ultrà compagnoni? Quello che 2 anni fa in Udinese – Milan disse ogni 4 secondi del secondo tempo “Se finisce così l’Inter è campione d’Italia” e che in Siena – Inter con una dose notevole di faccia tosta ripetè “Quinto consecutivo” almeno 20 volte?

  69. Quella partita nacque sotto una pessima stella, non c’è altro da dire. Il Milan dominaò il Liverpool e il 3 a 3 fu una questione di Fato avverso!

    Benitez parla a vanvera. Lo capisco: si sente sotto pressione, deve fronteggiare il ricordo di Mou e cerca di ingraziarsi i suoi.

    Ma quanto ha vinto sulla panchina del Liverpool?

  70. Ha ripetuto “quinto consecutivo” perchè l’albo d’oro dice così, mi spiace per te che non ti vada bene. Ma tanto ce lo revocano no? Quando ce lo toglieranno dirà quattro così sarai contento. Per il resto lui e Altafini fecero una telecronaca alla Milan Channel (giustamente eh).
    Sul gol annullato a Sheva nel primo tempo: è vero, era regolare. Ma non puoi dire che il rigore era “totalmente inventato” perchè era nettissimo (tanto che anche Gattuso e i giocatori del Milan non protestarono neanche).

    1. Diavolo1990

      Ha ripetuto “quinto consecutivo” perchè l’albo d’oro dice così, mi spiace per te che non ti vada bene. Ma tanto ce lo revocano no? Quando ce lo toglieranno dirà quattro così sarai contento. Per il resto lui e Altafini fecero una telecronaca alla Milan Channel (giustamente eh).

      Visto com’è andato quello scudetto si può ripetere una sola volta e basta alla fine. Non reiteratamente come fece. Ci sono telecronisti obiettivi che durante la stagione hanno preferito dire “sarebbe il quarto consecutivo più quello a tavolino del 2006” frase più simile alla realtà.
      Se poi vogliamo basarci su pezzi di carta si faccia pure, ma chi lo fa di solito lo fa per nascondere la realtà

  71. il milan in quella finale pagò il mazzo avuto contro il psv,eliminato ingiustamente a mio avviso…in olanda la squadra di hiddink dominò in lungo e in largo per 90 minuti..all’andata prese un gol fesso nel recupro

  72. aspetta…avevo dimenticato il barca del 2009…

    Hai dimenticato una squadretta :mrgreen: In Spagna la considerano una delle 5 più forti di tutti i tempi. Sicuramente dal punto di vista del gioco lo è, in sostanza non so. Di sicuro è la squadra del decennio.

    1. ammetto l’imperdonabile dimenticanza

  73. Beh nel 2005 Benitez derubò Lui in semifinale con un gol non gol molto più non gol che gol. Questo va detto. Ma tutte le squadre che poi vincono la CL hanno dei vantaggi, per cui fu abbastanza normale.

  74. Diavolo1990

    Il Barça del 2009? Contro Nesta e Stam, quelli veri, non sarebbero andati da nessuna parte.

    1. non sono andati da nessuna parte manco contro samuel e lucio e contro alex e terry l’anno prima…ma che discorsi sono…il barca del 2009 è un’altra cosa dai…

    2. Diavolo1990

      eg
      Quanti scontri diretti ha perso quella squadra nel suo ciclo.
      – Deportivo: suicidio con ancora oggi ombre di doping.
      – Liverpool: già detto
      – Barcellona: contro il Barça più forte (perchè quello del 2006 era più forte del 2009) ci annullarono un gol di Shevchenko ma dopo aver perso sfortunatamente in casa siamo stati per 90 minuti padroni del campo a Barcellona.

  75. Visto com’è andato quello scudetto si può ripetere una sola volta e basta alla fine. Non reiteratamente come fece. Ci sono telecronisti obiettivi che durante la stagione hanno preferito dire “sarebbe il quarto consecutivo più quello a tavolino del 2006? frase più simile alla realtà.
    Se poi vogliamo basarci su pezzi di carta si faccia pure, ma chi lo fa di solito lo fa per nascondere la realtà

    uh dio santo sto ragazzo è davvero ossessionato dall’inter

  76. diavolino il milan 2005 non era il barca 2009…poi pensa quel che ti pare ma è una delle tue proverbiali vaccate…

    deportivo 4 milan 0….possono avere pure il team medico dei ciclisti ma non puoi prenderne 4…puoi correre di piu ma non imparare a giocare…

    e poi basta…e col liverpool l’hanno rubata,e il deportivo te l’ha rubata,e il marsiglia era dopato,e l’inter di herrera era dopata,e la juve di moggi rubava, e l’inter postcalciopoli ha rubato e vinto a fortuna…hai fatto una strage di 50 anni con uno denominatore : il tuo fanatismo sfrenato

    1. Diavolo1990

      deportivo 4 milan 0….possono avere pure il team medico dei ciclisti ma non puoi prenderne 4…puoi correre di piu ma non imparare a giocare…

      Eg ti sembra NORMALE che una squadra cancellata dal campo 8 giorni prima poi giochi così????
      Senza considerare l’inchiesta doping che venne fuori dopo eh…

    2. diavolino è lo stesso principio per cui il milan 8 giorni prima volava e al ritorno era a terra…che stai dicendo? 😯

    3. Io non do mai giudizi sulle partite dell’inter, perchè non lo guardo. Mi rifiuto di farlo!
      Ma tu hai visto le partite del Milan contro il Deportivo? Hai mai visto giocare il Milan del 2004? Lo sai che era la Squadra che si avvicinava di più alla migliore Squadra di club dal mondo: il Milan di Sacchi ed il primo Milan di Capello?
      Se ricordi, devi ammettere quello che dico, altrimenti sei una di quelle prostitute che piacevano al merdone portoghese e sei sportivo zero. Come otelma!

  77. Diavolo1990

    Sul Liverpool come al solito a chi devono farla vincere danno favori. Sta alla forza della squadra averli in una o averli in sei partite 🙂

  78. te l ha detto anche tizio oggi che con quest’approccio non vai da nessuna parte…

    l’inter è cattiva ha vinto per gli arbitri,il milan è buono e quando ha vinto ha stravinto per strameriti suoi,quando ha perso c’erano 3 opzioni per spiegare la sconfitta : culo,doping,arbitri

    EDDDDDDAAAAI

    1. L’ Inter quando ha vinto ha fatto porcherie come le ha fatte il Milan e la Juve prima…

      si potrebbe comunque discutere sul volume delle porcherie fatte dalle rispettive squadre e metterle a confronto.

      La Juve aveva il vizietto di avere certi rapporti con gli arbitri.

      Cosi come il Milan che fra le altre aveva anche qualche giocatore al nero o il calcio scommesse.

      La cosa che stona è che Milan e Juve hanno sempre pagato.

      L’ Inter ne è semrpe uscita candida pur essendo forse la più sporca.

      Passaporti falsi, transazioni ad minchiam come quella di Suazo, intercettazioni senza dimenticare il come l’ Inter abbia ripianato i debiti di 10 anni in una notte grazie ad un emissione fasulla delle azioni Saras con azioni gonfiate di circa 2 punti ripetto il loro reale valore…

      Ci sarebbe dovuta essere stata giustizia e confiderò sempre ci possa ancora essere. Ad essere precisi

  79. Ognuno ha le sue croci e delie.

    Io sono stato innamorato di Ancelotti i primi anni…poi l’ amore mi è passato e si è trasformato prima in astio e poi in intolleranza.

    L’ allenatore che più di ogni altro mi ha letteralmente fatto innamorare veramente è stato Leonardo. Amato dal primo giorno di allenamento fino al’ ultimo giorno. Nel dopo partita contro la Juve veramente a stento ho trattenuto una lacrimuccia…

    Allegri per ora non mi dispiace ma Leonardo era un altra cosa

    Certo che da quando Ancelotti se ne è andato grosse cagate tecnico tattiche non le ho più viste…credo che mai più vivrò tanto intensamente l’ allontanamento di un allenatore. Per me è stato come essere stato liberato dalle catene. Non lo sopportavo. Più. Mi metteva il malumore ogni volta che lo vedevo…era diventata una cosa insostenibile

  80. E comunque Alex credo che mi capisci abbastanza bene…anche te critichi chi ti ha fatto vincere tanto 🙂

    ognuno ha le sue massime.

    Ancelotti era la mia

  81. Salva-Milan (2002). Col decreto 282/2002, convertito in legge il 18 febbraio, il governo Berlusconi consente alle società di calcio, quasi tutte indebitatissime, di ammortizzare sui bilanci 2002 e spalmare nei dieci anni successivi la svalutazione dei cartellini dei giocatori. Il Milan risparmia 242 milioni di euro.

    ovviamente ne ha beneficiato pure l’inter ma questo vi fa capire che parlate e parlate ma il vostro padrone è uno al di sopra di tutto,anche della legge.Quando c’è bisogno lui arriva e tappa i buchi.quindi figuratevi se per calciopoli vi hanno condannato per le telefonate innocenti di un cuoco

    Io nella vostra posizione strai sempre zitto…è come se il figlio di Toto Riina si mettesse a parlare di
    etica e di onestà

    PARLIAMO DI CALCIO CHE VI CONVIENE

Comments are closed.