[match id=1819]

[liveblog]

DOPO LA VITTORIA COL GENOA SI TORNA SUBITO IN CAMPO, IL MILAN VA A PALERMO IN CERCA DELLA SECONDA VITTORIA CONSECUTIVA SU UN CAMPO CHE SI E’ PERO’ RIVELATO TRADIZIONALMENTE OSTICO AI ROSSONERI. SEGUITE CON NOI L’ANTICIPO DELLA DECIMA GIORNATA DI SERIE A, MARTEDI’ SERA, DALLE ORE 20.45, SU ROSSONEROSEMPER!

Posted by reostato

Editorialista e responsabile dei LIVE insieme ad Anonimoabusivo

10 Comments

  1. A scanso di equivoci e minimi malintesi e sul principio di “meglio prevenire che reprimere”

    Decisione preoccupante: Palermo Milan affidata a Nicola Rizzoli!

    A Nicola Rizzoli, arbitro della sfida che aprirà il decimo turno di Serie A,Palermo-Milan, è stata affidata la sfida del Barbera. L’arbitro designato è reduce dalla prova, da quarto uomo in Catania-Juventus, aberrante poiché da molti è stato indicato quale responsabile dell’annullamento del gol valido, al Catania, di Bergessio.
    Rizzoli è per il Milan un arbitro inquietante! E’ quello che dopo aver assegnato un rigore dubbio alMilan(nel derby della passata stagione) poi ne ha concessi due ancor più dubbi(tuffo del cascatore Milito e fallo di mano, dopo che la palla aveva sbattuto sulla gamba, di Nesta). E’ anche l’arbitro di Milan – Napoli che decreta l’espulsione di Ibrahimovic per la sceneggiata invereconda di De Santis ed Aronica senza essersi minimamente reso conto delle bravate del ‘guappo e pregiudicato’ palermitano . Un arbitro juventino e tenacemente anti milanista.
    Il fischietto è nato a Mirandola (MO) il 5 ottobre 1971. Ha esordito in Serie A il 14 aprile 2002 in occasione di Venezia-Perugia e vanta ben 150 direzioni di gara nella massima serie. Sono 28 i suoi precedenti con il Milan con un bilancio di 15 vittorie, 4 pareggio e 9 sconfitte. Sono 19, invece, i precedenti con il Palermo, con 5 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte.
    La penultima gara(scandalosa in rapporto al rigore netto negato a Robinho oltre all’espulsione di Ibra) diretta ai rossoneri è stata Milan-Napoli, 0-0 del 5 febbraio 2012.
    LA PAZIENZA E’ SCADUTA!

    1. L’archivio completo è nel menù in alto 🙂

      1. Ok grazie mi piace parecchio anche la moviola. Un piccolo consiglio…chiedi a SKY, ma dovrai tacitare Bergomi e Caressa, di farti rivedere, al ralenty, come Maggiani ha
        ha condizionato Damato facendolo rientrare dalla decisione di aver concesso il sacrosanto penalty al Milan(rigore confermato da tutte le moviole). Confrontala con la identica sceneggiata di Catania e poi dimmi se l’anno scorso al Milan non hanno confezionato un bel biscotto ordito e portato avanti dagli amici leccesi di belli capelli!

  2. piterdabrescia 30 Ottobre 2012 at 22:23

    Bella rimonta, speriamo per questi ultimi 10′

  3. Peccato per il primo tempo assurdo!

  4. altri due punti buttati nel cesso, complimenti mister. bella la difesa a tre, bello far giocare flamini e nocerino che non ne hanno beccata una. bella merda!

    nocerino e abate fate come boamerd : MANDATE IL CERTIFICATO MEDICO E RESTATE A CASA!!!!!!!!!

  5. Gol su rigore e una papera del portiere: di chi è la colpa?

    1. Di Allegri che ha schierato male la squadra. Comunque il postpartita è fuori

    2. il primo di quel coglione di abate che dopo partite di merda ancora gioca!!! il secondo più che papera di mani di merdadue amelia è colpa di mexes che dorme… eh minchia chisà come ha strigliato i suoi allegri all’intervallo, sono entrati più piatti del primo tempo….

  6. Io avrei visto questa partita ma notoriamente non capisco nulla di calcio!

    Il nostro commento
    Il Milan scende in campo compassato e tiene il pallino del gioco lasciando spazio alle ripartenze del Palermo. Pato salta un fermo Donati ma mette in mezzo in maniera maldestra lasciando spazio al rinvio difensivo del Palermo. Sempre Alexandre imbeccato da uno stupendo assist di Montolivo si lascia anticipare in recupero da un difensore. Si chiude qui la partita del Papero e con essa anche le speranza di una facile vittoria. Pato questa sera ha dimostrato di essere lontano da una condizione accettabile per partire titolare dal primo minuto in questo Milan. El Shaarawy è febbricitante ed il suo apporto è condizionato da questo handicap fisico mentre anche Flamini è lontano da una accettabile condizione fisica per poter essere titolare nel Milan. La difesa a tre conta incertezze dovute anche all’ammonizione gratuita rifilata da Rizzoli a Bonera. Il peso di questo cartellino sarà decisivo nell’azione del rigore, Daniele in anticipo non rischia il fallo perchè verrebbe prontamente espulso dal nostro ‘amico’ Rizzoli che compie anche la bravata di concedere un calcio di rigore per un fallo di braccio da zero metri simile a quello di Gastaldello che Banti non giudicò da rigore in Milan Sampdoria. Credo sia questa l’uniformità di Braschi e Nicchi nei confronti soltanto del Milan. Mentre per le avversarie dei rossoneri si concedono penalty non appena vi è anche la minima possibilità di darli.
    All’inizio della ripresa Allegri fa entrare Emanuelson in sostituzione di Flamini. Urby sta ancora cercando la miglior posizione sul terreno di gioco che, patatrac, prendiamo il solito gol da ‘pirla’ ed andiamo sotto 2- 0. Allegri si ricorda di aver lasciato in panca giocatori come Bojan e Pazzini e li fa entrare in sostituzione di Pato e Yepes. Le cose migliorano da subito grazie alla verve di Bojan Krkic ed al ritorno al modulo offensivo del 4-2-4. Il Milan inizia a dominare cancellando il Palermo ed accorcia le distanze con il suo miglior giocatore: Riccardo Montolivo! Esiste una sola squadra in campo: il Milan! Il pareggio è nell’aria ed allora chi segnerà se non lui, il Faraone, il fenomeno venuto al mondo in Liguria da mamma ligure e papà egiziano. Lui l’uomo che sta tenendo in piedi, con i suoi gol, la squadra!
    Il Milan potrebbe vincere ma Rizzoli non vede falli commessi su Stephan e non espelle giocatori del Palermo meritevoli di seconda ammonizione, Emanuelson, B.Krkic e El Shaarawy parlano la lingua dei fuoriclasse. Una lingua sconosciuta in molte squadre, esclusa la Roma, in Italia. Questo trio quando avrà a disposizione il miglior Alexandre Pato farà sfracelli in Italia ed anche in Europa. Questo ci ha detto l’ultima mezz’ora di stasera, il derby, l’ultima mezz’ora contro la Lazio e soprattutto la partita di San Pietroburgo. Se dobbiamo gettare alle ortiche il bicchiere mezzo vuoto dello scialbo approccio alle partite citate, a parte quella in terra di Russia, gustiamo il bicchiere mezzo pieno riempito dal profumo di classe dei nostri giocatori, classe arbitrale permettendo, che altri possono soltanto invidiarci!

Comments are closed.