Up

I giornalai: ammettiamolo. Tutti galvanizzati dal pari interno della Juventus, mettendo lo Shakthar tra le big Europee per la vittoria dell’Europa League 2009. Sono rimasti spiazzati, quindi, quando i rossoneri hanno vinto (e in trasferta) su chi quella coppa l’ha alzata l’anno prima. Autogol.

Lo Juventus Stadium: dopo il grande pubblico visto a Torino nella gara di martedì cambia il motto dei bianconeri: da 30 sul campo a 30 in tribuna.

Adriano Galliani: sono le 23 nel momento in cui sto scrivendo questo post e l’AD del Milan non ha ancora parlato di DNA Europeo. Oh, ci stiamo preoccupando!

Down

Massimiliano Allegri: errare è umano, perseverare è diabolico. Ecco, però, mettere Montolivo a marcare l’uomo sul secondo palo sui calci piazzati, ci è sembrato un filino azzardato. Per dire, si potevano prendere scelte meno rischiose, tipo dare in mano un Boeng 747 ad un terrorista islamico.

Riccardo Montolivo: una grande partita dell’ex viola che ha ricordato a tratti, per vivacità, il miglior Ronaldo. Come sarebbe a dire “non giocava per lo Zenit?”

Luca Antonini: sfiora due volte l’autogol, in entrambe salva Abbiati. Poi capisce che la porta dove dovrebbe segnare è dall’altra parte.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

One Comment

  1. Cattivelo ‘Diablo 1990’! Se il Milan avesse perso saresti stato più velenoso di un aspide! Naturalmente il mio ‘buon cuore di tifoso’ tende a dare giustificazioni, in virtù del successo meritato sul campo, a tutti i giocatori del Milan. Tuttavia anche qui la pazienza ha un limite. Devo dire che nella lista dei cattivi manca Christian Zapata.
    Il colombiano continua a far danni e a mio avviso, ieri sera, non è entrato mai in partita. Per colpa sua abbiamo giocato in 10 uomini e se non c’era la straordinaria prestazione di Daniele Bonera, finiva veramente male. Infatti con l’ingresso di Yepes le cose sono diametralmente cambiate e non soltanto per la variazione di modulo effettuata da Allegri. Di Riccardo Montolivo ho già detto e per quel che riguarda Antonini io lo farei giocare a destra mettendo a sinistra il ‘baby stregone’ De Sciglio.
    Ergo nei down manca anche Abate che non è stato mai capace di incidere, come un vero terzino, sulla fascia!
    Per il resto come al solito ho fatto risate rilassanti e disintossicanti. Però ti segnalo che tra i down andava iscritto, in primis, Zapata senza alcun ripensamento di sorta.

Comments are closed.