Up

La grafica Rai Sport: si può prendere i primi due loghi trovati su Google, non cambiare nemmeno lo sfondo lasciando quindi quello di Malta completamente nero e, peraltro, prenderlo completamente sgranato? Ebbene, la Rai ci ha dato la risposta ieri sera: .

Emiliano Mondonico: “Bonucci mi ricorda il primo Baresi”. “Sono onorato del paragone”, ha commentato Beppe.

Andrea Pirlo: partita incolore, pressato perde spesso palla non si trova mai nel centrocampo a quattro, non tira un pallone uno avanti costringendo Marchisio a fare il regista. Ma con 4-5 finte con dribbling su un difensore da Lega Pro, salva il pallone d’oro.

Emanuele Giaccherini: si rivela con Malta il finalmente migliore in campo nel suo ruolo, quello di Mascotte.

La grafica di Rai Sport, da dilettanti

Down

Sebastian Giovinco: litigio con Prandelli dopo la partita per averlo schierato a 10′ dalla fine. Aveva chiesto espressamente di andare a dormire presto, dato che domani ha scuola.

Cesare Prandelli: spiegato il motivo del cambio con cui ha inserito Insigne a metà partita. Il Napoletano gli ha detto di essere Giaccherini.

Domenico Criscito: dopo le ultime vicende giudiziarie ancora problemi per il terzino dello Zenit a trovare posto in questa nazionale: è incensurato.

Leonardo Bonucci: dopo aver sentito che la vittoria di Malta era quotata a 71 durante l’intervallo è stato il migliore in campo. Per Malta.

Il logo pixelato di Malta

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

One Comment

  1. Borgofosco

    I tifosi presenti allo stadio hanno invocato scosse, non telluruche, e neppure che tenessero i fari accessi( figuraccia di Casarano peggiore di quella di Marsiglia), bensì nell’orgoglio di una squadra apparsa reduce da una ecatombe e non da un secondo posto nell’ultimo europeo!
    Gli sportivi emiliani si risollleveranno prima di chi ha dimostrato di non avere i giusti attributi. gli azzurri, scesi in campo insulsi ed inconcludenti, in quel di Modena!
    Della Rai mi chiedo sempre perché si debba pagare un canone per ascoltare dei ‘partigiani’i che ‘sproloquiano’ su tutto ed anche sul calcio!

Comments are closed.