Fuorigioco di Pepe...

Ti aspetti di sentire i complimenti per la prestazione di Ibrahimovic tornato decisivo dopo un passaggio a vuoto. Ti aspetti almeno qualcuno che ti riconosca meriti per il primo posto in classifica. E invece no: tra gli argomenti del pomeriggio troviamo su tutti gli insulti a Vera Spadini da parte di Ibrahimovic, andati in onda dopo la “flash interview” sui canali di mediaset premium.

La Spadini ha pagato – per la verità – tutto il clima creato in settimana attorno allo svedese dai suoi colleghi, con le polemiche ad arte post Arsenal – Milan con tutte le critiche create ad arte da chi non aspettava altro che vedere una prestazione non insufficiente ma senza gol dello svedese per rimettergli addosso le solite etichette maturate all’Inter.

I numeri nella massima competizione europea dello svedese – parlano chiaro: da quando ha lasciato la seconda squadra di Milano i gol segnati dal gigante di Malmoe nel torneo del calcio che conta sono 13 in 24 gare – 0,54 gol/partita ben diversi dai 9 in 43 maturati tra Inter e Juventus. La mia sensazione personale è che si voglia continuare a fargli pagare questa etichetta per continuare a nascondere quelle che erano le colpe “storiche” dell’inter di Mancini, ovvero un organico inadatto alla massima competizione Europea. Nessuno infatti dopo la gara di martedì ha puntato il dito contro una prestazione inguardabile di Robinho, graziato forse perché – meno mediatico – di Ibrahimovic. Eppure l’avere compagni di squadra che corrono intorno a un campione non può non essere considerato nel rendimento del campione stesso – nessuno, e ripeto nessuno – a partire da Ricardo Quaresma fino ad arrivare a Lionel Messi può permettersi di giocare e vincere da solo: l’unico è stato Maradona al mondiale 1986 con la maglia di quella stessa nazionale che fa scomparire la pulce argentina relegandolo a giocatore normale ogni volta che la indossa. Il mio pensiero è abbastanza chiaro: giù le mani da Ibra – e finché continueranno a trattarlo così io sto con lui.

… ma sul Corsport appare così: viva i fotomontaggi!

La seconda parte del pomeriggio è invece stata rigorosamente riservata alle lamentele della squadra di Venaria Reale dopo la partita di Genova. Stavolta è stato silenzio stampa – il silenzio che fa rumore mediaticamente studiato a nove giorni dalla gara di ritorno di Coppa Italia contro il Milan in cui la Juventus si giocherà la propria stagione, così come mediaticamente erano state studiate le lamentele ingiustificate contro Siena e Parma rispettivamente a tre e dieci giorni dalle due gare di San Siro. Il proposito di “abbassare i toni” dopo il furto con scasso avvenuto solamente sedici giorni fa ai danni del Milan con il gol regolare di Muntari annullato sembra già essere stato dimenticato, così come il gol irregolare di De Ceglie contro il Chievo avvenuto solamente otto giorni fa: sembra, insomma, che abbassare i toni vada bene solo quando il torto viene subito dall’altra squadra. Ma del comportamento Mazzarriano dei parrucchini boys poco mi importa – mi importa più di come il fuorigioco di Pepe sia stato sbattuto tra le prime pagine di tutti i giornali online. Peccato che non solo non si veda il momento in cui parte il pallone ma anche che la “riga” non sia nemmeno parallela a quella dell’area di rigore. Ce ne si accorge immediatamente vedendo la foto postata in copertina di questo articolo e rappresentante la corretta posizione: come ha detto Marchegiani a Sky Calcio Show, il fuorigioco ci può stare – è il fotomontaggio che personalmente mi rimane indigesto.

La Juventus un suo personalissimo obiettivo l’ha comunque ottenuto: da Atalanta – Milan, valevole per la 17° Giornata di serie A, al Milan non viene più fischiato un calcio di rigore a favore ma nonostante questo viene tacitamente fatto passare sotto silenzio come il Milan sia stato favorito a causa dei numerosi tiri dal dischetto. Scopriamo però che i sei rigori del Milan sono una giusta media in una classifica guidata dal Catania con dieci, tra i sette del Napoli e i cinque di Inter, Lazio, Udinese e Fiorentina.

Parlando quindi di calcio giocato – e glissando velocemente sul rigore netto non dato al Genoa per il contatto Pirlo – Marco Rossi i punti sulla Juventus diventano quattro di vantaggio e il calendario dice Parma, Roma, Catania, Fiorentina, Chievo, Genoa, Bologna, Siena, Atalanta, Inter e Novara: nel girone d’andata in queste partite abbiamo realizzato 26 punti su 33 – se ci ripetiamo si arriva ad 83 punti, uno in più dello scorso anno e con lo scudetto probabilmente in tasca. In questo senso meglio guardare solamente in casa nostra e ai due scogli più duri che saranno rappresentati da Roma ed Inter. Anche perché per l’Europa – a sentire Collovati nella telecronaca di mercoledì – non abbiamo alcuna speranza: se c’è una squadra italiana che può eliminare il Barcellona quella è il Napoli: la prestazione scintillante al Camp Nou dei ragazzi di Mazzarri, infatti, ce la ricordiamo tutti.

Aspetto ramingo sulla mia sponda del fiume a sentire tributare i giusti complimenti ad una squadra che con 14 infortuni è prima in classifica e ai quarti di finale di Champions League – mentre nelle stesse condizioni proprio i nostri avversari diretti lo scorso anno arrivarono settimi. Ma il cadavere di quel nemico che continua ad insinuare la Juventus come a noi superiore per l’Italia e il Napoli per l’Europa potrebbe non passare mai. Siamo giustamente primi in classifica perché superiori alla Juventus – i media lo sanno, ed è proprio per questo che non lo dicono. Ci chiamassimo “Inter” o “Napoli” sarebbe tutta un’altra storia…

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

26 Comments

  1. Diavolo1990

    Nemmeno il tempo di scrivere questo articolo che corsport titola in prima pagina
    Juve hai ragione!
    Ma ci rendiamo conto?

  2. Ibra è in Italia da anni e sa di essere un grosso bersaglio ambulante verso il quale certa gente sfoga le proprie frustazioni.

    D’altronde è l’unico giocatore al mondo che fa discutere se in allenamento scherza con Strasser tirandogli un calcetto. E’ l’unico per il quale si invoca la prova tv per bestemmia, l’unico per il quale gli animalisti mettono manifesti e così via.

    Secondo me lui ormai lo fa apposta. Potrebbe aver imparato dal maestro di Setubal ad attirare l’attenzione su di lui e lasciare tranquilli gli altri. Chissà.

    Ciò detto, io che sono onesto e non parlo per simpatie e antipatie dico che ieri poteva starsi zitto. Così magari questa settimana si parlava di quanto cristo è forte Van Bommel o di quanti punti vinceremo vinceremo vinceremo il tricolor.

  3. reostato

    Editoriale bellissimo, lo condivido in toto . sono fiero di scrivere per questo sito.

    1. Portatemi un fazzoletto.. 😥 😥 😥

    2. Ahahahahahah

  4. Bitcha

    e ora facciamo partire i violini… 😆

    Assurdo quanto sta succedendo; quanto a Ibra, penso sia inutile soffermarsi anche noi sulla discussione avuta con la Vera Spadini (della quale amo le gesta e il fascino fin da quando era a Milan Channel, nonostante abbia una faccia che ricordi vagamente un trans), penso sia giusto invece dire come partite come quella di ieri ci ricordino di quanto sia bello averlo con noi.

    Sugli juventini, sul silenzo stampa e sul loro allenatore di merda mi limito a un semplice; PUUUUUUPPAAAAA!!!!!!!

  5. Ah, ma allora non sono il solo a pensare che Vera Spiedino non sia poi tutto quel pezzo di figa clamorosa che viene dipinto!!

    Non che sia un cesso sporco, ma esiste di meglio…

    1. Bitcha

      nono è un interessante donna che porterei a cena fuori, possedendola poi davanti a un camino bevendo del Passito di grande fattura… è chiaro però che quel viso un po’ emaciato la differenzia e la distacca dell’essere un pezzo di figa.

      1. Per carità, due botte si negano a poche, ma amici miei ne parlano in toni entusiastici mentre secondo me nella stessa redazione di Sky c’è di meglio.

        1. Molte di meglio.

        2. Bitcha

          nettamente, la Federica Lodi che c’ha il visino da collegiale americana, la Sara Benci che secondo me ce l’ha slabbrata, fino ad arrivare alla Lia Capizzi che mi da l’idea di una che gira col frustino sadomaso perennemente in borsa…

  6. Rispondo qui, perchè di la non lo leggerebbero gli interessati!

    Il discorso che ho fatto su Simoncelli, che avrebbe riso anche lui alla battuta, non voleva giustificare niente, ma era solo per far capire che lui aveva molto più il senso dell’umorismo dei moralisti del cazzo come voi!

  7. Diavolo1990

    http://sport.sky.it/sport/calcio_italiano/2012/03/12/ibra_zingaro_sospeso_consiglio_comunale_bologna.html?utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter

    Mi arrendo 😐
    Di fronte all’articolo su un post su Facebook “Ibra zingaro” a Bologna non so più cosa dire

  8. Perchè Ibra non è uno zingaro? E che siamo diventati razzisti?!

  9. Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all’esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. Così anche voi apparite giusti all’esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d’ipocrisia e d’iniquità.” Ci risiamo, ancora una volta. La juventus non accetta i risultati ottenuti sul campo prendendo di mira le decisioni arbitrali. E pensare che, dopo la rapina a S. Siro, eravamo tutti convinti di non udire più i pianti bianconeri, infatti…Silenzio stampa ordinato da Conte! Sono convinti che ci sia un complotto ai loro danni ma dimenticano, nella loro ipocrisia, di mettere sul piatto della bilancia gli errori arbitrali che li hanno favoriti. Si strappano i capelli, anche quelli finti, per un goal annullato ingiustamente, ma tacciono, pavidi, sui goal a loro asseganti ingiustamente, come il goal di De Ceglie contro il Chievo. Dimenticano, come se nulla fosse, la clamorosa svista di Romagnoli sul goal di Muntari e continuano, imperterriti, a reclamare a gran voce un diverso trattamento. Nostalgici di un tempo in cui, nel dubbio, si fischiava o non fischiava a loro vantaggio, non riescono ad accettare che un arbitro o un guardalinee gli arrechi uno svantaggio. La loro superbia e la loro arroganza li porta perennemente alla contraddizione verbale; si passa con un’intermittenza penosa da dichiarazioni del tipo :”Non parlo di errori arbitrali ma solo di calcio(Conte dopo la partita con il Milan)” a atti d’accusa contro tutto il sistema , reo di ostacolare il loro cammino verso le vittorie. Tutto il resto passa in secondo piano. La superiorità tecnica del Milan, la loro evidente flessione, i loro limiti che vengono a galla, il fiato che inizia a scarseggiare, niente di tutto questo sembra avere un peso…c’è, nelle loro menti offuscate dalla troppa voglia di rivincita, solo un problema: gli arbitri. Ah, dimenticavo…a proposito di contraddizioni imbarazzanti…Buffon, sul tentato pallonetto di Palacio a partita appena iniziata, indica con la mano il calcio d’angolo…che sia iniziato il cammino verso la beatificazione?

  10. nettamente, la Federica Lodi che c’ha il visino da collegiale americana,

    Esattamente…a lei pensavo, falsa pudica…mmmmmm

  11. Pensa che chi ha Premium si deve accontentare della Ferrajolo… :mrgreen:

    Diavolino invece è per le bbw.. 😀

  12. Ah, Lia Capizzi è il maschio di una coppia di lesbiche. Sono pronto a scommetterci.

    Sara Benci squirta.

  13. su le donne che lavorano a sky ha fatto un quadro perfetto bitcha.la benci e una gran porca vogliosa e la capizzi deve essere una da frusta molto sadomaso aaaaaaaaaa.grande !!

  14. in risposta a questo commento di sadyq:

    La prossima volta, mettitelo nel culo il soggetto!
    Cerca di non rompermi i coglioni almeno quando non ti cerco io e non entrare nelle discussioni in cui non sei tirato in ballo!
    E del fatto che nessuno mi caghi, non me ne frega assolutamente niente: dormo e mangio senza problemi!

    1 sei te che hai replicato ad un mio commento
    2 sei tu che ti senti tirato in ballo
    3 il soggetto che vuole seguire le orme di nonciclopedia è diablo!!!! quando voglio dire una cosa a te la dico, mica mi cago nelle mutande di fare il nome tuo!!!!!!
    4 posa il vino, non hai il fisico!!!!

  15. Diavolo1990

    Mp per boldi a breve

  16. No, io non ho risposto a te ed il tuo commento era subito dopo il mio, quindi, visto che potevi benissimo esserti riferito a me, ti ho solo chiesto se fosse così. Bastava un solo “no”!
    Se non è così, mi scuso!

    1. Ok.

  17. certo pensare che un tempo i leader nello spogliatoio erano:

    Baresi, Donadoni, Maldini, Tassotti, Costacurta, Albertini, Ambrosini, Kaka, Sheva e oggi siano tutti concentrati nella figura di Ibra….

    se fosse per me Thiagone capitano e i senatori sarebbero: Boateng, Ambrosini e Abate

  18. Il senatore è Seedorf. Speriamo che si affidi completamente al Milan lab cosi lo rivediamo a maggio…

Comments are closed.