I piagnoni hanno vinto, ed hanno ottenuto tutto ciò che volevano. Mi riferisco naturalmente alla sorprendente sceneggiata messa su dagli juventini negli ultimi tempi, grazie alla quale sono facilmente passati da essere favoriti senza volerlo da arbitri e assistenti, ad essere favoriti punto e basta. Il pianto di Conte e Marotta dopo Parma ha infatti già avuto i suoi primi effetti positivi nella partita contro il Catania e da quel momento in poi sembra che arbitri e giudici sportivi abbiano paura di altri piagnistei.

La conferma della squalifica ad Ibrahimovic può a mio avviso essere inserita in quest’ottica di condizionamento, dato che i giudici hanno preferito confermare un’accusa già scritta piuttosto che ribaltarla dando adito a proteste e accuse di congiura inesistenti. La realtà e la giustizia sarebbero andate probabilmente da un’altra parte se Sabato si fosse giocata Milan-Siena o un’altra partita qualsiasi; invece il destino aha voluto legare strettamente la decisione alla posizione di una squadra che si ritiene danneggiata dalla condotta arbitrale degli ultimi tempi. E’ inutile dire che così non è stato, ma vallo a spiegare a persone incapaci di guardare oltre i 90 minuti e sempre pronte a tirare in ballo Calciopoli quando c’è qualcosa che non va dalla loro parte. Si sentivano vittime prima, si sentono danneggiati adesso: la musica sembra non cambiare mai, e i piagnoni vengono sempre più a galla.

Se vogliamo spostare il punto di vista sul Milan, secondo me la decisione del giudice non va a cambiare minimamente i piani di Allegri, che avrà sicuramente preparato la partita non contando sullo svedese. Le alternative ci sono e non è difficile pensare che da guaio la squalifica possa tramutarsi in vantaggio dato l’andamento delle due gare che abbiamo quest’anno disputato contro gli uomini di Conte. Ibra in quelle due gare non ha inciso e non ha nemmeno convinto, costringendo per di più il Milan al solito gioco scontato che contro squadre tatticamente ben organizzate come la Juventus ha fruttato poco o niente. Senza lo svedese i piani del Milan possono essere diversi: si può pensare di giocare in ripartenza e in velocità con l’ingresso di Pato o El Sharaawy accanto a Robinho oppure si potrebbe schierare Maxi Lopez fin dall’inizio come vera punta centrale. A mio avviso la decisione del giudice non influirà negativamente sulla prestazione del Milan e, spero, nemmeno sul risultato.

Ciò che desta maggiore preoccupazione è invece la condizione fisica di Boateng, lui si sempre più uomo chiave per il gioco di Allegri e per i movimenti dell’intera squadra. La sua assenza sarebbe molto più pesante di quella di Ibrahimovic per gli equilibri del Milan, vista anche la mancanza di sostituti all’altezza che porterebbe probabilmente il tecnico livornese ancora uno volta a schierare Emanuelson dietro le due punte: insomma una mezza promessa di suicidio. La speranza immaginaria è che una decisione compensi l’altra, portando il Milan al sacrificio di Ibrahimovic per avere Boateng a disposizione. Non resta che sperare in bene e lasciare la parola al campo, dove i piagnoni se la vedranno contro chi non fa drammi nemmeno con 13 infortunati, dove chi si lamenta al primo presunto torto subito affronterà chi di casi arbitrali non parla, anche quando bisognerebbe farlo. La palla passa al gioco reale, e stavolta a vincere non devono essere i piagnoni.

Posted by Nicco

Editorialista del blog. Responsabile degli approfondimenti sulla squadra immediatamente successivi alle gare italiane.

39 Comments

  1. La conferma della squalifica di Ibrahimovic è anche la conferma che purtroppo in Italia la giustizia, a tutti i livelli, sportiva civile penale, non è fondata sui codici, ma sull’aria che tira.

    LUCA SERAFINI

    Opinione che mi vede stradaccordo… poi oh, sono punti di vista.

    1. nicco RED_BLACK 24 Febbraio 2012 at 00:23

      Assolutamente d’accordo!!

  2. Non ci piove. Tra Boa e Ibra chi non può mancare è il primo. Speriamo in tutte le infiltrazioni del mondo. Domani ci deve essere.

  3. D’accordissimo anch’io con Serafini.

    Decisione vergognosa, giusto Patyq può essere d’accordo.

  4. Comunque giocherà Pato. Non so perchè, in base a quale merito acquisito dato che da settembre a oggi ha combinato il nulla più assoluto, ma giocherà lui.

  5. d’accordissimo con Serafini.

  6. Mettete dentro Inzaghi. Si merita di giocare più di Pato.

  7. Poco ma sicuro è più importante Boateng di Ibra

  8. http://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/ditelavostra/risultati/3115/ditelavostra.shtml

    la gente comincia ad avere una vaga idea di cosa sia il calcio

    1. No più che altro la maggioranza dei tifosi italiani è juventina

  9. Io giocherei con Robinho, Pato, El Sharawi

    1. nicco RED_BLACK 24 Febbraio 2012 at 16:33

      Sarebbe la soluzione migliore ed anche più spettacolare! Ma purtroppo utopistica dato che giocherà Emanuelson come ampiamente pronosticabile!

  10. Il Milan senza Ibra pratica un calcio, migliore, più spettacolare, più veloce ed imprevedibile. Inoltre è più probabile avere delle ripartenze.

    I risultati senza Ibra arrivano puntuali ergo l’ assenza di Ibra può non essere decisiva.

    Lo dicono i numeri, lo dice la qualità del gioco

    1. I numeri dicono che con Ibrahimovic si stravince lo scudetto a mani basse.

  11. ed aggiungiamo

    con il tipo di giocatori alti e lenti della difesa juventina , i veloci Pato Robinho ed il faraone possono metterla in seria difficoltà

  12. dimenticavo

    gran bel post diavolino

    1. Infatti non è suo….

  13. Sono d’ accordo con te Boldi al 200%. Inoltre Conte è una testa superiore. Una volpe che oltre tutto ha fatto la sua porca gavetta nelle categorie più basse, dove saper leggere i punti di riferimento della squadra avversaria conta più delle giocate spettacolari.

    Il Milan senza Ibra non da punti di riferimento quindi tendenzialmente è più facilitata nel mettere in crisi Conte. All’ Andata Conte ci ha fottuto. Ha stretto Ibra nella morsa dei giocatori lenti ma rocciosi e lo ha annullato, annullando il nostro gioco di conseguenza. Allegri che a Conte non gli allaccia nemmeno le scarpe gli è andata di lusso. Altrimenti sarebbe stata una fotocopia dell’ andata

    1. Vatti a fare una sega dna, prima di postare questa merda!

      Adesso mangio, poi rispondo a quel bamboccio poppante!

      1. Avevo altri programmi per stasera 😳

  14. Risparmiati la fatica e la solita menata su Ibrazingaroslavodimerda.

    Io sto con l’avvocato Grassani, solo un po’ meno diplomatico di quello che lui deve essere: http://www.milannews.it/?action=read&idnotizia=74193

  15. Può essere lpf. Tuttavia i numeri dicono anche appunto che se ne può fare a meno tranquillamente. E questo oggi non è più un Tabù.

    Il Mou è il Mou rimane sempre il migliore al mondo e poi non era per noi. Era per loro. Siate comprensivi con chi è più sfortunato

    1. Se era per loro, vaglielo a postare nella bettola!

      1. Rischiavo il linciaggio :mrgreen:

        Meglio dentro le mura amiche

  16. Non preoccuparti della mia fatica e fatti i cazzi tuoi!

    “La conferma della squalifica di Ibrahimovic è anche la conferma che purtroppo in Italia la giustizia, a tutti i livelli, sportiva civile penale, non è fondata sui codici, ma sull’aria che tira.”

    Questo serafini non so chi sia, ma le cose che dice le ho gia sentite da gente come previti, dell’utri, eccetera. Insomma, dal berlusca ed i suoi sodali!
    È troppo comodo fare il cazzo che ci pare senza volere le punizioni che ne derivano.
    Avete tanto criticato le merde interiste, ma voi site peggio. Molto peggio! Vergognatevi!

  17. se si può colpire berlusconi o le sue propietà lo si fa sempre, questo è un esempio chiaro….

    1. Questa minchiata non merita neanche risposta!

      1. tutte le cose che non ti piacciono le chiami minchiate!

        1. Cioà, fammi capire: il giudice che non ha fatto lo sconto allo zingaro è comunista?

        2. mica tutti quelli che vogliono il male di berlusconi sono comunisti, guarda fini… e affini….

  18. Mettiamola cosi, l’ ultima giornata di ferie senza Ibra me la godo giusta o sbagliata che sia.

  19. Sadyq, ma perdi veramente del tempo a discutere con un pidiellino?

    Va bene l’esercizio di retorica, ma è veramente una perdita di tempo

    1. anche discutere con un coglione come te è inutile, ma tutti lo fanno, ti diamo un po d’importanza e tu ti gasi… torna a cuccia su…

  20. importanza, di che?

    Dovreste ringraziare il buon diavolino che nonostante le pirlate che dite vi fa commentare ancora qui.

    Con quelli come te bisognerebbe applicare il fascismo che a te tanto piace…

  21. Cesc, chi te lo fa fare di perdere tempo con uno che sa solo dire inter merda juve cacca Seedorf cul… non voglio neanche dirlo guarda…un cavernicolo che parla a slogan…

    1. fin quando sopporta te siamo al sicuro noi….

      lpf hai ragione, parlare con i coglioni non porta utile ma un po ti diverti e capisci quando sei stato fortunato a non nascere come loro…

  22. Sadyq è fatto a modo suo ma so per esperienza che non è peggiore di nessuno di voi. Anzi è stato in molte occasioni quello che ne è uscito meglio. Quindi a cuccia tutti ed evitate d’ insultarvi gratuitamente.
    Milan Dominant qui non siamo su screwdrivers. Termini come pidiellino o altre cagate del vostro storico repertorio da bar sport qui non sono ammesse. Scordatevi inoltre di venire qui a fare le solite rissete. Ci sono in rete cessi pubblici attrezzati per questo. Grazie.

    E su una cosa Fabregas ha ragione. Non tutti quelli che vogliono il male politico di Berlusconi sono comunisti. Oltre a Fini ed affini ci rientrano anche tutti quelli che hanno più di 3 neuroni in testa. Ma il Milan è un altra cosa e se in questi anni abbiamo vinto tutto quello abbiamo vinto la maggior parte del merito è proprio di Berlusconi, come lo è del resto se vinceremo qualcosa visto che abbiamo la miglior rosa d’ italia e la terza migliore d’ Europa.

Comments are closed.