22 Ottobre 2001, va in scena il posticipo di A che vede l’Inter capolista affrontare in casa il Milan di Terim dopo la sonora sconfitta per 6 reti a 0 incassata nel maggio precedente. Tutto lascia pensare a una vendetta da parte dei nerazzurri. L’Inter arriva non solo da capolista ma anche da imbattuta (vi ricorda qualcosa, nel 2005?) mentre il Milan insegue a pochi punti. E’ il derby numero 250, cifra simbolica che però è chiamata a rappresentare, dato lo sviluppo della gara, la storia della stracittadina di San Siro.

Proprio come è accaduto nell’ultimo derby, quello di Supercoppa, da parte nerazzurra, Terim schiera una difesa a tre con Costacurta, Maldini e Laursen mentre Kaladze viene portato addirittura a fare il centrale di centrocampo in un improbabile 3-4-1-2. Il risultato è una difesa che soffre, soprattutto da sinistra, gli inserimenti di Ventola e Kallon. L’intenzione del Turco, allenatore del Milan, era quella di sfruttare la fascia mancina con Serginho ma Cuper riesce a contenere con Vivas e Zanetti. Il risultato è un’Inter che passa dopo 12′ con Ventola che riceve palla da un Guly che punta un Costacurta lasciato solo.

Ma come in un’altra celebre rimonta tre anni dopo è l’intervallo a risultare decisivo. Fuori Albertini, dentro Contra sulla fascia. Dietro Laursen scambia con Costacurta e Gattuso si porta in mezzo. Sono le mosse che faranno prendere al Milan il controllo assoluto del campo. L’inter si ritrae mentre il calabrese comincia a vincere i duelli contro di Biagio e Seedorf. La squadra nerazzurra viene quindi punita dal solito Shevchenko che dopo un quarto d’ora insacca su assist di Rui Costa. Segue poi il gol proprio del neoentrato Contra che insacca dalla distanza di 25 metri. Il terzo gol arriva sullo stesso copione del primo: fascia destra, fuga di Contra e Inzaghi insacca. Poker al 33′ con Serginho in fuga finalmente sulla fascia mancina che serve Shevchenko. Cuper manda dentro Okan, Adriano e Cristiano Zanetti riuscendo a trovare, troppo tardi, il gol nel finale con “nandrolone” Kallon. Il derby 250 conferma la storia già vista e scritta troppe volte: Milan vincente, Inter umiliata.

Inter – Milan 2-4
Inter (4-4-2): Toldo, Vivas, Cordoba, Materazzi, Georgatos (30′ st Okan), J.Zanetti, Seedorf, Di Biagio (24′ st C.Zanetti), Guglielminpietro, Kallon, Ventola (21′ st Adriano) (12 Fontana, 13 Simic, 24 Gresko, 8 Farinos). Allenatore: Cuper
Milan (4-3-1-2): Abbiati, Kaladze, Costacurta, Laursen, Maldini, Gattuso, Albertini (1′ st Contra), Serginho , Rui Costa (35′ st Brocchi sv), Inzaghi (21′ st Donati), Shevchenko (1 Rossi, 21 Pirlo, 19 Javi Moreno, 69 Simone). Allenatore: Terim.
Arbitro: Collina di Viareggio

Nel video tutti i 10 gol incassati dagli eroi nerazzurri nell’anno solare 2001

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.