https://i0.wp.com/www.televisionando.it/img/superquark_ascolti-14-luglio-2011.jpg?resize=350%2C270

In collaborazione con Superquark

Abbiamo adescato, tra le specie della blogosfera rossonera, un particolare diffondersi di una nuova razza di tifoso: il milanista incontentabile. Ne riportiamo, qui di seguito, le caratteristiche per permettere a voi lettori di riconoscerli facilmente.

  1. Vede la squadra sempre come vecchia e si precipita subito a criticare il reparto di centrocampo, sebbene possa contare su due giocatori come Emanuelson e Boateng (non certo vecchietti), più il recente acquisto di Aquilani. Ignora totalmente Thiago Silva e Pato punti di forza di difesa e attacco.
  2. Critica qualsiasi acquisto venga fatto, a prescindere. Se è un giovane è un bidone, se è un parametro zero è rotto o è scarso, se è un top player è uno scarto. Critica inoltre le grandi spese per il calciomercato, ma critica anche se queste non vengono fatte.
  3. Critica qualsiasi non acquisto etichettandolo come una trattativa inventata dal club, a sfondo elettorale, mai esistita e con poche possibilità di concludersi, nonostante sia stato smentito dai fatti con il colpo Ibrahimovic
  4. In contrasto aperto al punto 2, comincia a riempirsi la bocca di belle parole come “giovani“, “programmazione” e “progetto. Ignorando i numerosi prestiti di primavera e che attualmente giocano in prima squadra Abate (vivaio), Thiago Silva e Pato (presi giovani e sviluppati in casa)
  5. Tende alla facile rimozione mentale dei trofei vinti, sia presenti che passati e a vedere sempre qualcun altro come squadra da battere, a volte a torto, anche qui riempiendosi la bocca con la bella frase fatta “conta solo il presente
  6. Tende a rendere merito sempre alle vittorie avversare e mai alle proprie, classificandole a volte come botte di culo (cit.) come è accaduto per lo scudetto numero diciotto.
  7. Tende conseguentemente ad errate valutazioni nei confronti di giocatori di squadre avversarie, valutandoli ben più di quello che in realtà si mostrano e ad errate sottovalutazioni dei propri, nonostante ottime prestazioni
  8. Tende ad apostrofare come “filosocietario” o “berlusconiano” tutto ciò che si oppone alle proprie idee, facendo, lui sì, del Milan politica.
  9. Tende a realtà utopistiche, citando più volte il modello del Barcellona, non volendo sentire scuse quando gli si spiegano i validi motivi (fiscalità, debiti) per cui tale modello non può essere emulato ora in italia e pensando che tale squadra possa ancora mantenersi a lungo su questi livelli. Ciononostante vuole essere competitivo anche in Europa ignorando che lo stesso Milan di Ancelotti partiva dietro 2-3 squadre, ma vinceva ugualmente.
  10. Tende a dimenticare la propria storia, non accettando che non si può rimanere ad alti livelli per pochi anni e rimuovendo il periodo di inizio anni 90, preferendo altre squadre a quella che ha dominato l’europa e il mondo, in una applicazione storica dei punti 6 e 7.

Un consiglio per evitare questa realtà che ha destabilizzato la squadra negli ultimi quattro anni rischiando di rovinarla e che sembra quasi raccapricciarsi delle nostre vittorie: la scritta “il club più titolato al mondo” è la loro criptonite.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

52 Comments

  1. Intanto sono andato a rileggermi questo post dell’ottimo boldi di un anno fa
    http://www.rossonerosemper.com/2010/09/09/k-p-boateng-il-titolare-del-futuro/

    Perché lui come me aveva già l’occhio lungo… 🙂
    E anche il sottoscritto quando diceva che Maicon, Milito e Cambiasso andavano venduti la scorsa estate tirando tre bei pacchi (e capitalizzando, male che vada cioè che non prendi nessuno, non vendevi eto’o quest anno perché avevi soldi)

  2. Dal mio punto di vista la cosa più orribile sono i prestiti a cazzo dei giovani e il fatto di ritrovarmi fra i coglioni ancora Seedorf e Gattuso. Ma di questo non incolpo solo Galliani ma pure Allegri. Anche perché si sa come vanno a finire i prestiti a cazzo. Un vortice di merda senza fine in cui nella migliore delle ipotesi spendiamo per riportare a casa i nostri talenti. Vedi Borriello o Paloschi.
    Sul resto concordo abbastanza e a questi livelli rischiano di diventare scusanti per l’ allenatore.

    Concordo sul fatto che anche il Milan di Ancelotti partiva dietro ad alcune squadre e poi ha vinto anche se aveva un certo Kaka e i senatori 3-4 anni di meno

  3. Comunque i tifosi fanno bene a lamentarsi per le prese di culo e soprattutto per il fatto che la nostra organizzazione societaria faccia pena.

    Dove sono le idee e gli investimenti per aumentare i fatturati? E tutti i prestiti a cazzo?
    E mister x e mister y. E’ bene puntare i piedi su alcune questioni

  4. Dna
    Vedo molte letture e pochi commenti
    Che qualcuno si sia sentito tirato in causa?

    Mister X non se lo è inventato la società.

  5. però Diavolo scusa ma su mister x la società in due me si nn ha fatto nulla neanche per smentire

    la retorica del “club più titolato al mondo” è un pò stucchevole perchè il tifoso medio nn vive solo del passato e perchè il tifoso senza i paraocchi è consapevole che fuori dal ns campionato il barcellona. real e le inglesi ce le suonano

    sulla politica dei rinnovi a certi giocatori poi meglio stendere un velo pietoso

    insomma: la situazione nn è catastrofica ma un certo ridimensionamento rispetto al milan che fu è innegabile

  6. @markuska
    Io ripeto che il paragone va fatto col miglior milan. E’ ovvio che il Milan degli anni 90 con questi se la gioca probabilmente vincendo. E’ altrettanto ovvio che ora l’italia in europa è in un momento di basso e non si può competere.

  7. si è vero….rimpiango i fior di milioni che abbiamo buttato e stiamo buttando anche quest’anno per i contratti in essere con giocatori sul viale del tramonto o già tramontati

    soldi che si sarebbero potuti investire

    peraltro lo stesso Braida ha affermato oggi: il milan nn compra, al massimo cerca un giocatore in prestito

    soldi nn se ne spendono 🙂

  8. Juangatsu - Il Troll Comunista 29 Agosto 2011 at 19:30

    Vede la squadra sempre come vecchia e si precipita subito a criticare il reparto di centrocampo, sebbene possa contare su due giocatori come Emanuelson e Boateng (non certo vecchietti), più il recente acquisto di Aquilani. Ignora totalmente Thiago Silva e Pato punti di forza di difesa e attacco.

    Abbiati ha 34/35 anni se non erro. In difesa puntiamo ancora su Nesta che ha 35 anni affiancato da Thaigo che ne ha 27. Abate è tra i 23 e i 24 e Taiwo ne ha 26 (voglio metterlo tra i titolari!).
    A centrocampo la situazione è a dir poco imbarazzante. Imbarazzante perchè il centrocampo titolare, per il momento, è questo. Gattuso o Ambrosini – Van Bommel – Seedorf con trequartista Boateng. Van Bommel ne ha 34, Gattuso 33/Ambrosini 34, Seedorf 35 e Boateng 24.
    E’ facile parlare di Emanuelson, che da oggetto misterioso sta passando a chiavica, che si ha 25 anni ma non è titolare. Aquilani 27enne è oro colato per noi, ma anche egli non si sa se riuscirà a diventare titolare. Flamini 27 anni anche lui, rotto e non titolare.
    In attacco Ibra ne fa 30 ad ottobre se non mi sbaglio e Pato 22.

    Ma si, in rosa abbiamo anche Ganz, Boateng, Ely e chi più ne ha , più ne metta. Ma non sono T-I-T-O-L-A-R-I. Possiamo avere anche neonati ma se questi non valgono più dei titolari e non giocano non possono abbassare l’età media.

    E in panchina non ce la passiamo meglio. Quindi sostenere che la squadra titolare, la quale ha 5 titolari che hanno superato abbondantemente i 30 anni e dove l’attaccante principale li raggiunge ad ottobre, non sia vecchia è una falsità.

    Io non voglio una squadra con 11 poppanti, ma voglio il gisuto mix. E per ora prevalgono ancora gli ultra trentenni non contando la panchina.

    Critica qualsiasi acquisto venga fatto, a prescindere. Se è un giovane è un bidone, se è un parametro zero è rotto o è scarso, se è un top player è uno scarto. Critica inoltre le grandi spese per il calciomercato, ma critica anche se queste non vengono fatte.

    Falsità enorme. L’acquisto di Taiwo è una cosa giusta, idem per El-Sharawy. Può andare anche Mexes. Di top-player è arrivato solo Ibra e nessuno l’ha criticato come acquisto. Il problema è la gestione societaria e i rinnovamenti fatti ad capocchiam. Non rinnovi a determinati giocatori e risparmi un bel po’ di soldi permettendoti così qualche spesa. Perchè è inconcepile vedere nel 2012 ancora Gattuso, Seedorf, Ambrosini a centrocampo mangari anche insieme a Kakà( e dio ci scampi!).

    Critica qualsiasi non acquisto etichettandolo come una trattativa inventata dal club, a sfondo elettorale, mai esistita e con poche possibilità di concludersi, nonostante sia stato smentito dai fatti con il colpo Ibrahimovic

    Fai riferimento a Fabregas?! Ok, c’è stata un’offerta per Fabregas. Non lo puoi raggiungere? E allora perchè non prendi due buoni giocatori con 35 mln? E non te ne uscire con “non prendiamo giocatori che non ci fanno far la differenza” perchè giocatori giovani, ma anche meno giovani, validi c’è ne sono.

    In contrasto aperto al punto 2, comincia a riempirsi la bocca di belle parole come “giovani“, “programmazione” e “progetto“. Ignorando i numerosi prestiti di primavera e che attualmente giocano in prima squadra Abate (vivaio), Thiago Silva e Pato (presi giovani e sviluppati in casa)

    Ripetita iuvant.

    Per “progetto” si intende qualcosa che abbia una programmazione che perduri nel tempo e che sia fatta annualmente. Gli unici giovani sono Abate, Pato e Thiago che cmq ne ha 27. Poi? Ho visto cose che voi umani non potreste immaginare (cit.). Si perchè abbiamo visto una rindodanza di rinnovi a gente vecchia e stra-vecchia. E un progetto lo fai sostituendo annualmente i vari giocatori, non rimandando di anno in anno. E’ giusto avere l’esperienza in campo perchè mica vogliamo essere l’Arsenal. Però non di esperienza ne abbiamo fin troppa.

    Prestiamo molti giocatori? Si! Perchè da noi non potrebbero giocare perchè non all’alteza. Quest’anno mi sarei tenuto solo Strasser al posto di Gattuso.

    Tende alla facile rimozione mentale dei trofei vinti, sia presenti che passati e a vedere sempre qualcun altro come squadra da battere, a volte a torto, anche qui riempiendosi la bocca con la bella frase fatta “conta solo il presente“

    I trofei vinti rimangono e fanno la nostra storia. Ma non si riduce il gap europeo con le altre squadre ricordando che si hanno più supercoppe del Barca. Quest’anno in Italia siamo la squadra da battere senza “se” e senza “ma”. L’anno scorso non eravamo la squadra da battere.

    Tende a rendere merito sempre alle vittorie avversare e mai alle proprie, classificandole a volte come botte di culo (cit.) come è accaduto per lo scudetto numero diciotto.

    Ma dove? Ma quando? Lo scudetto dell’anno scorso è stato meritatissimo e questo non lo si discute. Anzi ricordiamo tutti chi si atteggiava da donna in pieno ciclo mestruale quandi l’Inter si è portata a meno 2 punti.

    Tende conseguentemente ad errate valutazioni nei confronti di giocatori di squadre avversarie, valutandoli ben più di quello che in realtà si mostrano e ad errate sottovalutazioni dei propri, nonostante ottime prestazioni

    O magari ci si fodera gli occhi con fette di prosciutto sostenendo che non si è vinto uno scudetto perchè si sono infortunati Pato e Nesta, o continuando a sostenere che non si era inferiori all’inter nell’anno del triplete. C’è gente che considerava qul Milan più forte dell’Inter del triplete. Per caso tu la conosci?

    Tende ad apostrofare come “filosocietario” o “berlusconiano” tutto ciò che si oppone alle proprie idee, facendo, lui sì, del Milan politica.

    Qui devo darti una risposta esclusivamente personale a differenza delle altre risposte. Io critico tutti in base all’ operato svolto. Che sia un giocatore, che sia un allenatore, che sia un dirigente o che sia il presidente. So che a te non piace Allegri, ma non ti giudico “filosocietario” o “berlusconiano” per questo. Il “berlusconiano” se lo prende chi a prescindere difende a spada tratta Berlusconi anche quando ha evidenti colpe. Colpe sportive, sia ben chiaro.

    Tende a realtà utopistiche, citando più volte il modello del Barcellona, non volendo sentire scuse quando gli si spiegano i validi motivi (fiscalità, debiti) per cui tale modello non può essere emulato ora in italia e pensando che tale squadra possa ancora mantenersi a lungo su questi livelli. Ciononostante vuole essere competitivo anche in Europa ignorando che lo stesso Milan di Ancelotti partiva dietro 2-3 squadre, ma vinceva ugualmente

    Ma qui non si vuole che il Milan applichi il metodo Barcellona. Qui vogliamo, e parlo per chi la pensa come me, che ci sia una gesione più lineare e più onesta. Mi sta bene che non vengano spesi 50 mln per un giocatore. Ok! Ma non mi raccontare la balla del non “possiamo spendere”, quando invece si gettano milioni e milioni, tra ingaggi netti e lordi, in rinnovi fatti solo per riconoscenza.

    In più aggiungo che il primo milan di Ancelotti non partiva favorito. Dal2004 al 2006 la nostra squadra, invece, faceva paura a tutti. Tutti!

    Tende a dimenticare la propria storia, non accettando che non si può rimanere ad alti livelli per pochi anni e rimuovendo il periodo di inizio anni 90, preferendo altre squadre a quella che ha dominato l’europa e il mondo, in una applicazione storica dei punti 6 e 7.

    Tende a dimenticare un paio di palle. Perchè nessuno dimentica la propria storia e soprattutto nessuno pretende di essere ai vertici europei ogni anno. Io al mio Milan non preferisco nessun altra squadra. Semplicemente tendo a dire che il Barcellona in questi anni sia la squadra più forte del mondo. Tendo a dire una cazzata? Non credo.

  9. Juangatsu - Il Troll Comunista 29 Agosto 2011 at 19:36

    La rovina della nostra squadra, ciò che ha destabilizzato vermanete la nostra aquadra, è stata l’eterna riconoscenza, i rinnovi ad capocchiam e l’adagiarsi sugli allori del 2007. Perchè me li ricordo i pischelli, anzi no i GONZI, che si sciacquavano la bocca con “siamo i campioni d’europa” , “siamo i campioni del mondo” mentre l’Inter ci piallava ad ogni Derby e ci distaccava di 20 punti a stagione. E nel frattempo accumulavamo e accumulavamo anni sulle spalle senza rinnovare la squadra o prendendo ciofeche stile Oliveira, Senderos o Emerson o giocatori rotti tipo Ronaldo.

    Matto esci da questo corpo!

  10. Il problema, a mio parere sono le esagerazioni. Di considerare il passato non me ne frega nulla, ma ne ho sentita e letta di gente che a giugno diceva certe cose sul nostro mercato e ora ha girato la frittata. Senza peraltro averli mai vista all’opera, i nostri acquisti.

    A me la cosa che infastidisce è quando si tenta di buttare tutto in vacca. E mi sembra succedere troppo spesso. Non fa parte del mio modo di tifare. Che non vuol dire coprirsi gli occhi, ma nemmeno passare ogni santo giorno a ripeterci i nostri difetti, come mi sembra vada molto di moda sul blog milanista più visitato della rete.

    A me non piace per nulla.

  11. Quindi sostenere che la squadra titolare, la quale ha 5 titolari che hanno superato abbondantemente i 30 anni e dove l’attaccante principale li raggiunge ad ottobre, non sia vecchia è una falsità.

    Certo che se Ibra a 30 anni è vecchio…

    Sta cosa della vecchiaia va circoscritta. La nostra mediana è vecchia. Quello si.
    Ma avere in rosa degli ultra-trentenni, non è un delitto!
    Specie se l’ultra-trentenne è Nesta che caga in testa a tutti i colleghi italiani.

    Non facciamone una paranoia!
    L’inter del triplete aveva in difesa Zanetti-Lucio-Samuel-Chivu, tradotto in età 37-32-32-30.

  12. Io penso che se l’Inter del triplete ha battuto il barça possiamo farlo anche noi. Ma come già detto questo rientra nel sopravvalutare le altre compaggini e sottovalutare la propria

  13. Juangatsu - Il Troll Comunista 29 Agosto 2011 at 19:47

    Ah dimenticavo. E’ Allegri che ha parlato di mr.X per primo? Mi sa proprio di si. Ma pongo una domanda… secondo voi Allegri si doveva sbilanciare su mr.X senza aver parlato con la società e/o presidente?

    Ma soprattutto chi ha promesso un regalo appena si è vinto lo scudetto? Aggiungendo anche che in caso di vittoria di coppa Italia ci sarebbe stato anche un miglior regalo?Ovviamente evito di evidenziare il periodo in cui è stato promesso questo regalo perchè poi mi si dice che la meno in politica.

  14. Ma la domanda è? dove cazzo è finito Raiola? So che sembrerò ingenuo, ma secondo me sta preparando la bomba…

    Non parlo di Supermario ovviamente, cn qll il barca nn lo battiamo, non ora

  15. Sta cosa di Mister X…ok, va di moda dire che ci hanno presi in giro.

    Ma qualcuno mi spiega per quale motivo dovevano prenderci in giro? Cosa ne guadagnano?
    Speriamo di avere l’onore di sentire una risposta, una volta tanto.

  16. Bravo juan,lo vedi come si fa?
    Ne scrivi uno lungo e fine! :mrgreen:

    Lettura interessante.Ci sono delle cose condivisibili nel post e condivido tutto anche della tua risposta.
    Come dicevano i latini in medio stat virtus. La verità (D90 ha scritto questo post in merito ad una discussione che ha avuto su milannight-blog dove non scrivo ma che lurko volentieri perchè sono simpaTTici) è che come sempre tendete a vedere come contrapposte le vostre posizioni quando invece sono complementari.

    Fare un discorso relativo al calciomercato senza capire la situazione generale è stupido.
    Fare un discorso tecnico paragonandosi al Barcellona è altrettanto stupido.
    Fare un discorso anagrafico slegandosi però dal concetto di competitività è stupido al quadrato.

    La verità è che ora come ora il Milan non ha rivali in Italia e in Europa se la gioca. Anche con Real,Manchester e Barcellona. Queste squadre sono cmq meglio nel complesso? Vero,ma ad oggi non c’è modo di colmare il gap in modo duraturo,ci si può solo accontentare di batterli saltuariamente.
    Riconquistare una leadership europea è invece una cosa di più ampio respiro che necessita di maggior tempo e di una condizione economico/sportiva attualmente non realizzabile.

    Sia l’Inter di questo momento emblematico di quanto detto.

  17. La verità è che ora come ora il Milan non ha rivali in Italia e in Europa se la gioca. Anche con Real,Manchester e Barcellona.

    Dai, Matto!!!

    Tenendo conto che, non so perchè, ma negli ultimi anni ogni squadra europea, dal Tottenham allo Schalke, al Bayern, dimostra sempre una superiorità fisica imbarazzante rispetto alle italiane, vogliamo parlare davvero del Real?

    A parte che hanno uno squadrone, poi i 4 davanti sono giovani e atleticamente devastanti, hanno Mourinho in panca, hanno il sangue agli occhi, se li troviamo ci sbranano!

    Del Barça nemmeno parlo e lo United gioca a memoria e corrono il triplo di noi.

    Va bene tutto, ma vincere contro questi è irrealistico.

  18. ciao La paura fa 80, nel blog di cui parli si cerca di evidenziare i (numerosi) errori e contraddizioni della recente politica societaria e nn credo certo per un gusto nichilista, ma semplicemente perchè questi sono dati di fatto.

    Poi per lo scudetto si è gioito alla grande, ma nn si vorrebbe che sia preso a paravento come il post atene 2007

    ovviamente parlo a titolo personale, essendo solo un semplice frequentatore di quel blog.da cui in ogni caso non ricavo affatto una sensazione di disfattismo, cosi come anche in questo blog trovo numerosi spunti d’interesse 🙂

  19. Marcuska, son gusti. D’altronde è un blog che piace a tantissimi, quindi mi rendo conto che magari sono io ad essere un po’ troppo intransigente.

    Non lo so, non riesco a rispecchiarmici o, più semplicemente, credo che qualche post in più di “lode” a ciò che va bene (che comunque, fino a prova contraria, penso ci sia essendo la squadra italiana più forte) non farebbe male e non impedirebbe di scrivere post critici. Diciamo che preferirei un mix, tutto qui.

    A me non disturba la critica. Sono il primo a dire che mi aspettavo di più dal mercato e che iniziare la stagione con questo centrocampo è un bel rischio. E basterebbe poco, per inserire almeno un altro elemento giovane, non chiedo spese di 50 milioni.

  20. Ma perchè siete così ossessionati dal confronto,dal risultato????

    Cos’è,se tra 15 giorni il Milan ne prende 4 al Camp Nou automaticamente il titolo di Campione d’Italia non vale un cazzo svilendo squadra e torneo?
    E se invece il Milan torna da Barcellona con i tre punti allora vuol dire che ha riconquistato la sua egemonia europea mettendo fine al dominio blaugrana?
    E il Real dalle 9 Champions,dalla fiscalità agevolata,dal fascino irresistibile e dalle grandi ricchezze non è la stessa squadra che 8 anni non ha passato gli ottavi rimediando figuracce ovunque???
    E dov’era il Barcellona prima del 2006 se non a giocarsi la Uefa con meno Coppe dei Campioni di tutti e famosa in Europa solo per essersi fatta fotografare accanto alla Coppa prima di prenderne 4 dal Milan ad Atene??? aspettando appunto il 2006 perchè maturasse gente come Xavi che è un classe 1980 non dimentichiamolo.
    Cos’è,bisogna fare la Tripletta ogni anno per essere giudicati veramente forti??
    Nelle vostre considerazioni vi sfugge sempre la visione d’insieme ossessionati come siete dal risultato e ossessionati,alcuni di voi,ancora di più dalle vittorie altrui.

    La realtà è che in questo preciso momento storico del nostro calcio la squadra fresca di Triplete e che sembrava fortissima è costretta a ridimensionarsi dopo averne presi 7 dallo Schalke,che il super Milan senza rivali in Italia esce agli ottavi con la quinta in Premier a zero gol,che le altre squadre italiane non riescono neanche a qualificarsi per l’Europa League,che la terza della Serie A italiana va con la formazione titolare a fare un’amichevole col Barca convinta di fare almeno bella figura e ne prende 5 senza passare la metà campo e che l’Udinese dei miracoli tutta velocità e spettacolo (con Sanchez….) non riesce neanche a qualificarsi con il peggior Arsenal degli ultimi 10 anni che non a caso ne prende 8 due giorni dopo.

    Questa è oggi la fotografia del nostro calcio che non è stato ucciso da Calciopoli,visto che anche prima in Europa non c’era che il Milan che nell’estate del 2006 cmq non perse un giocatore andando poi a vincere la CL,ma è stato ucciso da decenni di malagestione dissennata in tutti i sensi in primo luogo a causa dei folli ingaggi,dei folli rinnovi e della distruzione dei settori giovanili tant’è che tranne rarissime eccezioni non produciamo più nulla neanche nei ruoli dove eravamo i migliori (porta e difesa).

    Queste sono le cose su cui riflettere,non ossessionarsi all’idea di battere il Barcellona in un’unica partita visto che c’è riuscita l’Inter…..come se da una partita sola dipendessero chissà quali giudizi.

  21. Matto ieri sera sul night ho scritto esattamente le stesse cose. Cioè che a parte le tre citate con le altre ce la giochiamo e ce la dobbiamo giocare. Mi han preso a male parole.

    Mi ha fatto quasi ridere leggere di gente convinta che con Danilo e Schweini in un solo mercato si sarebbe colmato il gap col Barça.
    Probabilmente il più sereno e meno polemico di tutti è il sottoscritto, ben conscio del vantaggio che c’è ora in italia e rassegnato sulla sponda europea ad aspettare periodi più propensi.

    Comunque se mi hai lurkato sul blog, ti correggo. Ti sembrerà sorprendente ma ho scritto questo prima di avere quella discussione.

  22. Matto, non ho capito…ti rivolgi a me?

    Io ti contesto il in Europa se la gioca.
    Per me no, ho negli occhi la doppia sfida col Real dell’anno scorso. Trovare Manchester, Real, Barcellona (ma basta anche di meno) significa uscire. Con grande serenità, dato che ho perfettamente chiaro nella testa che il momento storico non ci è favorevole.

  23. su con la vita che forse il real ci presta qualche scarto di centrocampo,,,cmq tranquilli che Ruiu a top calcio 24 ha detto che forse arriva balotelli!

  24. @LPF

    Mi spiego meglio: ovvio ovvio ovvio ovvio che se dovessi fare un podio ci metterei Barca,Manchester e Real. E non ho detto che il Milan è meglio. Ho detto chiaramente che a mio avviso,IN QUESTO MOMENTO,il Milan se la gioca. L’Inter ha perso la forza di due anni fa e si sta ridimensionando,il Chelsea,mi spiace,ma non mi fa nessun effetto e lo ritengo inferiore al Milan,dell’Arsenal neanche parlo e in Germania lo stesso Bayern è inferiore al Milan.

    Non credo di dire una sciocchezza se dico che questo Milan è la 4° forza europea.
    E quindi può benissimo giocarsela con le prime 3. E tu vedrai se mi sbaglio.

    Siccome nel contesto del girone di Champions non c’è rischio qualificazione data l’insulsaggine delle altre due,il Milan può giocare con il Barca con tutta la tranquillità del mondo e per questo io ti dico,e giuro che non ti sto coglionando,che per me partono al 50 e 50. Te lo giuro. Specie se il Milan,sfruttando la squalifica di quello scimmiotto ebete di Gattuso,punterà proprio su un centrocampo Ambrosini,Botaeng,Aquilani,Van Bommel: due mstini incontristi,un jolly ed uno dai piedi buoni con cui riorganizzare un minimo di gioco.
    Vedrai se prendo una cantonata.

  25. La paura fa 80: 😀 anch’io credo che arriveremo ai quarti al massimo

  26. Naaaaa, Matto non mi convinci. 😀
    Oddio, magari nelle due gare del girone può succedere di strappare un pari a San Siro o, perchè no, una vittoria.
    Ma in ottica eliminazione diretta, mi aspetterei in totale serenità un’eliminazione. Ma anche dal Bayern, Matto leva l’inter del triplete per un attimo e vedi come negli anni le italiane sono uscite per mano di Shaktar, Tottenham, Schalke, Arsenal…l’unico turno passato è stato quello di Leonardo a Monaco dove per una volta in vita sua non ha pagato pegno per il gioco folle.

  27. @LPF

    Tranquillo,io e te non siamo mai stati in polemica,ma abbiamo sempre fatto delle belle discussioni! 😉

    Ti chiedo dunque: chi metti dopo Barca,Manchester e Real?? E non ti mando a cagare per il fatto che pensi di prenderle anche dal Bayern nell’ottica del doppio confronto solo perchè ci conosciamo da tanto tempo!!!

    Davvero sono qui l’unico scentrato da ritenere il Milan la quarta forza europea attualmente????
    Tolti i 3 monster,chi c’è di meglio??? La stessa Inter in Italia sta ridimensionando tutto sia come bilancio che come rosa,visto che per ringiovanimento si intendono Obi,Faraoni,Poli e Kucka….non so,ditemi dove sbaglio..

  28. Davvero sono qui l’unico scentrato da ritenere il Milan la quarta forza europea attualmente????

    No anche io lo penso. Forse il City ci è davanti ma voglio vederlo alla prova europa.

  29. @LPF

    Siccome tu di calcio te ne intendi e con un po’ di arroganza ti dico che credo di capirne anch’io,senza fare una lezione stile Coverciano voglio proprio perchè mi spieghi in base a quali motivi di natura tecnica pensi che uscireste con una squadra come il Bayern.

    E se provi a rispondermi che immaginarti Gattuso che insegue Robben ti mette tristezza,io ti dico di immaginarti Badstuber che marca Ibra aggiungendoti,perchè sono simpaTTico,uno sputo nell’occhio.

  30. il City????? il City???????????? Il City???????????????????????????

    Ma vi siete messi d’accordo per farmi girare i coglioni???? Dite il City perchè davanti ha Dzeko,Silvae Aguero??? E io vi dico che dietro hanno Zabaleta,Clichy,Lescott e Kompany….

    No,dai,se volete farmi girare le palle,prego…

  31. Ti chiedo dunque: chi metti dopo Barca,Manchester e Real?? E non ti mando a cagare per il fatto che pensi di prenderle anche dal Bayern nell’ottica del doppio confronto solo perchè ci conosciamo da tanto tempo!!!

    Bayern (eh oh :mrgreen: ), City, ma fidati che dopo aver visto questa squadra soffrire la dinamicità dell’Ajax e tirare due volte in 180 minuti al Tottenham, a me ogni squadra che pescheremo darà delle preoccupazioni.
    E solo per una questione tecnica, ho visto la Roma uscire nettamente contro lo Shaktar…lo Shaktar!!! Pechè corrono e noi in Italia no e non capisco perchè!!!

    Comunque…tornando on topic, chiudo facendo una sorta di invito. Criticate, critichiamo, per l’amor di dio…ma almeno nel farlo atteniamoci a elementi reali (che non mancano) senza aggrapparci alla promessa non mantenuta di Mister X (che è, appunto, una promessa non mantenuta e non una presa in giro, a meno che qualcuno mi dia una spiegazione convincente del motivo per cui Galliani aveva interesse a fotterci) (però poi dategli il premio Oscar, interpretazione MAGISTRALE tra sogghigni e sorrisini) oppure alle cessioni di Merkel e Strasser. Che due giovani che possano fare una decina di presenze contro Cesena, Chievo, Atalanta, Siena, Bologna, Fiorentina li troviamo lo stesso.

  32. Il bayern io non lo considero proprio perchè è uscito con voi. Però il city ha soldi e corre. Quello sì.

  33. Lasciamo stare le solite polemiche da blog e ragioniamo sul piano ESCLUSIVAMENTE TECNICO,SPORTIVO E CALCISTICO,fanculo tutto il resto:

    Nel 2009-2010 l’Inter non era la squadra più forte,ma era tecnicamente in grado di giocarsela con tutti perchè completa e competitiva in ogni reparto,una sorta di anno di grazia fisico e tattico. Ora quell’Inter non esiste più e in Italia c’è solo il Milan che può competere in Europa.

    Dunque,caro il mio amico LPF,mi spieghi perchè per te questo Milan non “se la può giocare”???

  34. Non mi potete dire Bayern e City,non ve la faccio passare. No cazzo,a tutto c’è un limite!

    Rispetto ovviamente l’opinione,ma dissento su tutta la linea!!!

  35. senza fare una lezione stile Coverciano voglio proprio perchè mi spieghi in base a quali motivi di natura tecnica pensi che uscireste con una squadra come il Bayern.

    Tecnica non saprei, fisica eccome.
    La difesa del Bayern fa cagare? Assolutamente sì, ma è bastato poco poco poco poco a Gallas, Dawson, Assou Ekotto e chi stracazzo sono i difensori del Tottenham per non farci andare in porta.

    Non sarei tranquillo con nessuno, fidati. Che ci posso fà, spero di sbagliarmi, ma è sensazione. Delle italiane non ho paura, delle europee sì. 😀

  36. Io ricordo solo che la gara col Tottenham ll’abbiamo giocata con Boateng fuori e Thiago Silva playmaker. Per cui su quella andiamoci con le corde, grazie.
    E probabilmente dati i due colpi di testa di yepes al netto meritavamo pure. Perchè è vero che noi abbiam fatto quei due tiri, ma loro uno solo. E in contropiede.

  37. ma dissento su tutta la linea!!!

    Io pure. :mrgreen:
    Sono assolutamente convinto di quello che ti dico. Vedremo tra qualche mese chi avrà ragione.
    Non vado oltre perchè dovrei solo ripetermi, guardati solo la rosa del Tottenham e dimmi quanto schifo fa. Eppure non gli abbiamo mai fatto paura.

  38. Ho recepito il concetto…effettivamente rispolveriamo il solito discorso:vuoi metter in difficoltà una squadra italiana e soprattutto il Milan? Semplice! basta che corri!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Capisco dunque cosa vuoi dire. Però sai,dove non arrivano i muscoli deve arrivare il cervello (dell’allenatore) e dei giocatori con più esperienza. Certo che pensarti spaventato (in senso buono) di fronte ad un Milan – Man.City fa strano! 😉

  39. Anche il Tottenham aveva molte assenze…Bale,Defoe,Jenas,King e Van der Vaart e Modric a meno di mezzo servizio perchè infortunati….e Pavliuchenko in panchina.

    Diciamo anche per onestà intellettuale che tenere fuori Pato per far giocare Seedorf trequartista con Thiago Silva a centrocampo non fu un modo intelligente di affrontare il primo tempo,visto che già nel secondo tempo Allegri si rese conto dell’errore….quando bastava tener T.Silva nel suo ruolo,arretrare Seedorf (cosa che fece a Londra) e non rinunciare ad uno come Pato.

    Un po’ di onestà intellettuale non guasta nella vita!

  40. Vabbè,io devo uscire. Buona serata a tutti!

    See you!

  41. Diciamo anche per onestà intellettuale che tenere fuori Pato per far giocare Seedorf trequartista con Thiago Silva a centrocampo non fu un modo intelligente di affrontare il primo tempo,visto che già nel secondo tempo Allegri si rese conto dell’errore….quando bastava tener T.Silva nel suo ruolo,arretrare Seedorf (cosa che fece a Londra) e non rinunciare ad uno come Pato.

    Un po’ di onestà intellettuale non guasta nella vita!

    Ah io lo dicevo da prima della partita

  42. Non ho voglia di risponderti, ci sono troppi punti in questo post!
    Però mi suona strano che sia scritto da uno che due anni fa si ostinava a “confrontare” la nostra rosa e quella delle merde della tripletta, dicendo che noi eravamo nettamente più forti!

    Tu in che categoria di tifoso Milanista ti poni?

  43. In che cazzo di cosa saresti evoluto tu?

  44. Nel capire limiti, obiettivi e pretese. Criticare la tattica e non la rosa. Non pretendere ciò che non può essere ottenuto ora e non volere la luna.

  45. Comunicazione di servizio. A meno di un post in extremis di bari2020 che dovrebbe fare dopo, il post di domani sarà in tarda mattinata

  46. Ma smettila! Nessuno pretende la luna e la rosa, se fa cagare, si può criticare eccome. Anzi, più che la rosa, chi la compone!

  47. E poi, quello che fai tu, si chiama leccaculaggine! Non è scritto da nessuna parte che deve andarci tutto bene quello che fanno, solo perchè tifiamo Milan!

  48. A me l’ unica cosa che non piace di quel blog è l’ eccessivo Allegrismo di fondo che si respira. Insomma se come dice Jang tutti quelli non sono titolari la colpa non è certo di Galliani. e’ inutile che la gente s’ incazzi a morte con le mummie e si metta a lodare l’ allenatore che li schiera.

    Galliani non una cima ma nemmeno Allegri, solo uno che tutto sommato in 2 anni ha fatto anche buone cose è stroncato, l’ altro che ha fatto il suo compitino se non qualcosa meno è osannato come il salvatore della patria. Ci vuole più equilibrio senno si torna a ragionare come fanno i blog di serie C….senza fare nomi.

    A parte questo li considero sempre il top anche se ci martellano troppo sul mancato mercato, manco esistesse solo quello

Comments are closed.