b22ff681a3a7bb0661312b8594632036Inizia oggi una rubrica di avvicinamento al mondiale. Saranno ancora partite storiche, otto per la precisione.Le otto partite che più hanno fatto la storia di questa competizione. La rubrica sarà curata dal sottoscritto (3 partite), da bari2020 (2 partite) e da elbonito (3 partite).

16 Luglio 1950. Siamo alla finale del primo mondiale del dopoguerra. Si gioca in Sudamerica, essendo l’Europa ancora dilaniata dal conflitto bellico. Si torna a giocare 12 anni dopo l’ultimo mondiale francese, vinto dall’Italia. Si torna a giocare in Sudamerica 20 anni dopo il primo mondiale vinto dall’Uruguay. Germania e Giappone furono escluse d’ufficio dalla competizione essendo state viste come nazioni causatrici del conflitto bellico. L’India fu squalificata perché chiese di giocare a piedi nudi e il regolamento non lo consentiva, si ritirò la Scozia che aveva dichiarato di partecipare solamente se avesse vinto il girone di qualificazione Britannico che dava due posti. Arrivò seconda e mantenne la parola data. Si ritirò anche la Turchia. Alla fine a quel mondiale furono in 13. Fu l’unico mondiale dove ci fu un girone finale, un girone dove il Brasile arrivava all’ultima gara avendo battuto 7-1 la Spagna e 6-1 la Svezia. Questa. Di fatto la finale del mondiale stesso.

Rio De Janeiro, Stadio Maracana. 200mila persone attendono di vedere la propria nazionale alzare la coppa. Al Brasile bastano due risultati su tre (come accadrà, peraltro, anche nel 1982) per chiudere in testa il girone. Per le vie del paese già giravano caroselli festanti. All’apertura lo stadio registrava già il tutto esaurito. Prima della partita il presidente dello stato di Rio de Janeiro esordì con un discorso che cominciava con «L’attesa per noi è una semplice formalità…» e al suo interno conteneva passaggi come «…la nostra squadra che io considero sicura vincitrice del torneo…» e «…voi giocatori che tra meno di due ore sarete incoronati campioni del mondo…». Il primo tempo della partita, infatti, vide il Brasile (che giocava in maglia Bianca) attaccare con il 3-4-3 gli Uruguaiani,  ma senza risultato. Ma appena rientrati dal tè caldo degli spogliatoi il Brasile passa in vantaggio con il gol di Friaca. Il Maracana esplode. A 43′ minuti dalla fine ci vorrebbero due gol per levare la coppa dalle mani dei Brasiliani. In quell’Uruguay, però, giocava un tale Juan Alberto Schiaffino, che non aveva alcuna intenzione di arrendersi nemmeno in quella situazione, estrema, contro 200mila brasiliani. I celesti infatti non avevano accusato il colpo e avevano continuato a crederci. E al 66esimo fu proprio Schiaffino a pareggiare la partita. Il Brasile invece lo accusò. Smise di giocare, tentò di difendere con tutti i mezzi l’1-1. Minuto 79. Ghiggia servito da Perez insacca alle spalle di Barbosa. Maracana ammutolito. L’Uruguay è campione del Mondo. Rimet è costretto, imbarazzato, a consegnare la coppa alla Celeste.

Uruguay – Brasile 2-1 (0-0)
47′ Friaca, 66′ Schiaffino, 79′ Ghiggia.
Uruguay: Maspoli, Miguez, Schiaffino, Moran, Tejera, Rodriguez Andrade, Gonzalez, Varela, Ghiggia, Perez, Gambetta. All. Lopez
Brasile: Barbosa, Friaca, Bigode, Chico, Ademir, Jair, Bauer, Augusto, Zizinho, Juvenal, Danilo Alvim. All. Costa
Arbitro: Reader (ENG)

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

105 Comments

  1. quel bamboccino giallo coi capelli verdi accanto ai titoli dei posts chi è, è diavolino da piccolo ❓

  2. E se vuoi aggiungere un particolare al tuo post, che magari non sai, è che a causa di quella sconfitta si verificò un aumento dei suicidi!
    Giuro che non sto raccontando una balla!

  3. confermo quello che ha detto tizio

    mio padre mi dice sempre che schiaffino è stato il più grande in assoluto del milan, anche più grande di rivera.

  4. si dice che leonardo sia vicino all’inter. io non ci voglio neanche credere.
    lui, che si è sempre professato un milanista dentro, che molti tifosi si sono aggrappati a lui e ne hanno fatto il simbolo nella lotta contro la società. se andasse all’inter sarebbe una vergogna!

    io l’ho sempre considerato un grandissimo dirigente, ma non un vero rossonero. i veri milanisti sono altri.

  5. Diavolo1990

    Lo so tizio, ho preferito ‘evitare’ quella parte e parlare di quella ‘sportiva’

  6. al di là delle stronzate su gazprom e cose varie,questo sarà il budhet per la campagna acquisti.

    con 20 milioni è dura, con 25 qualcosa in più si può fare….però è anche giusto spendere per le giovanili. è un bel dilemma….cazzo siamo con le pezze al culo!

  7. a me quel presidente che parla prima della partita ricorda qualcuno

  8. Anch’io ho sentito parlare dei suicidi legati a questa partita.

    Per quanto riguarda Leonardo sono pronto a scommettere di tutto sul fatto che non andrà mai e poi all’inter. Se dovesse succedere (ma ripeto non ho dubbi sul fatto che sia una cazzata) sarebbe una delusione grandissima da parte di un uomo che ho sempre stimato.

  9. Piuttosto sono molto preoccupato dal fatto che il prossimo allenatore dell’inter potrebbe essere Pep Guardiola (che si dice che potrebbe trascinarsi Roberto Baggio) oppure Fabio Capello.

    Guardiola, Baggio e Capello sono tre persone che stimo tantissimo, vederli all’inter sarebbe brutto.

  10. meglio guardiola che capello…basta che non si porta qualche gioiellino dalla catalogna

  11. Non mi riferivo all’aspetto tecnico, ma alle simpatie personali.

    Capello lo stimo tantissimo, Guardiola è un signore e Baggio l’idolo di sempre (nonostante sia già passato da quelle parti…). A ‘sto punto spero ci vada Hiddink.

  12. cari bamboccini, leonardo è uno di noi

  13. lpf, dopo mourinho so’ tutti signori.

  14. lpf, dopo mourinho so’ tutti signori.

    Questo è evidente.

  15. io sono disposto a dare i 16 milioni di euri per liberare mourinho dalla clausola rescissoria che lo lega all’inter e poter così andare al real.
    NEL DENTINO :mrgreen:
    Paga, noccolo, se vuoi mettere il culo in spagna.

  16. Domandona cattiva
    se leonardo va all’inter, continuate a mantenere la sua faccia nell’header del blog, se si, vuol dire che siete sportivi.

  17. Ma certo che no, sarebbe stronzo lui ad andarci comunque…non sarebbe un bel gesto.
    Però non succederà mai.

  18. a me mi puzza tanto del bel gesto dell’ombrello, comunque all’inter non viene, abbiamo bisogno di un allenatore non di un talent scout.

  19. Ma Leo se ne torna in Brasile.
    Questa notizia è la stronzata più grossa dopo Messi alla Juve di Tuttosport l’anno scorso.

  20. professionalmente per leo andrebbe bene, all’inter potrebbe giocà il calcio del 2020.

  21. mi sa che con la vittoria di sabato scorso siamo diventati campioni di neuropa.

  22. guardiola non è un grande allenatore, ha creato una grande squadra ma il merito è della società non certo suo. lui è stato bravo a metterli bene in campo, ma prima di efinirlo un grande tecnico deve prima vincere da altre parti.capello da loro sarebbe un disastro per noi.
    ma ora che ci penso bene, leonardo allenatore dei nerazzurri sarebbe una cosa buona. dopo due mesi sarà cosi disperato che chiameràtassotti per farsi dare qualche consiglio :mrgreen:

  23. Guardiola ha vinto tutto quello che poteva vincere. Ha ampiamente dimostrato di saperci fare con una grande squadra e con i giocatori che ha l’inter in questo momento non credo che potrebbe fallire.
    Detto questo stimo tantissimo l’uomo, quindi non vorrei vederlo di là.

    Su Leo lo immaginavo che sarebbe il tuo sogno 😛

  24. Mah, io credo che la scelta sia ristretta al binomio Hiddink-Capello.
    Voci attendibili parlano però anche dell’accoppiata Guardiola-Baggio (con quest’ultimo che, se non lo sapete, è tifosissimo dell’Inter); tuttavia l’ostacolo più grande per Guardiola sta nel suo rapporto tuttaltro che felice con Samuel Eto’o.
    Vedremo.
    Sulla questione Leonardo all’Inter credo sia una stronzata cosmica, ma d’altronde proviene da sportmediaset per cui……

  25. Guardiola-Baggio (con quest’ultimo che, se non lo sapete, è tifosissimo dell’Inter)

    E ha anche un ottimo rapporto con Moratti…
    Ciò non toglie che rimanga un idolo.

  26. chiunque allenatore arrivi, l’importante sarà
    continuare ad essere …
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    cazzuti.

  27. guardiola ha vinto con una sola squadra, prima lo voglio vedere vincere altrove e poi lo definirò un grandissimo. per ora ha fatto giocare da dio una squadra, il che non è poco ovviamente.

    baggio non so cosa potrebbe fare all’inter, penso proprio nulla a parte andare in giro con la squadra come accompagnatore e fare autografi ai tifosi.

  28. elbo, guardiola andrebbe visto con il milan, riuscisse a vincere con il milan sarebbe davvero bravo.

  29. Ovviamente intendevo che Pep ha vinto tutto, ma solo col Barça perchè solo quello ha allenato.
    Non credo avrebbe problemi a vincere pure all’inter.

    Baggio che farebbe? Non so, ma non mi piace l’idea.

  30. baggio farebbe rappresenza, è molto noto soprattutto per il mercato d’estremo oriente.

  31. Guardiola è semplicemente straordinario, ma il nuovo allenatore non sarà né lui, né Capello né Hiddink salvo enormi sorprese.

  32. E chi cazz’è?

  33. si dice che leonardo sia vicino all’inter. io non ci voglio neanche credere.
    lui, che si è sempre professato un milanista dentro, che molti tifosi si sono aggrappati a lui e ne hanno fatto il simbolo nella lotta contro la società. se andasse all’inter sarebbe una vergogna!

    io l’ho sempre considerato un grandissimo dirigente, ma non un vero rossonero. i veri milanisti sono altri.

    Altri chi? Galliani e Maldini Paolo (juventini) o Berlusconi (interista, o almeno si vocifera fortemente)?

    E poi Elbonito, è evidente che si tratta di una boiata pazzesca dài…

  34. Ho combinato un disastro mi sa…. vabbé, un pò si legge… 😀

  35. E chi cazz’è?

    Bel dilemma. Non saprei. I nomi fatti finora sono stati Capello, Guardiola, Benitez, Hiddink e Mihaijlovic, ma:
    – Capello ha un contratto con la federazione inglese che non ha nessuna intenzione di liberarlo prima dell’Europeo del 2012, e in ogni caso si libererebbe solo a metà luglio, con la campagna acquisti già abbondantemente avviata e una stagione che comincia poco dopo con le due supercoppe.
    – Benitez si è levato fuori assicurando più volte che resterà al Liverpool
    – Guardiola dovrebbe prolungare a breve il contratto e comunque non vedo perchè dovrebbe lasciare il Barcellona per venire qui, dove tra l’altro ritroverebbe Eto’o, giocatore col quale ha avuto molti problemi
    – Hiddink ha firmato poco più di un mese fa il contratto con la federazione turca, con l’obiettivo di qualificarsi agli europei 2012, ed è sempre stato più un commissario tecnico da nazionali che un allenatore di club
    – Mihaijlovic, che sembrava l’ipotesi più probabile, pare che sia in procinto di firmare per la viola.

    Insomma, non ci si capisce niente. Su Leonardo pare che la volontà di prenderlo da parte di Merdatti ci fosse veramente, ma lui dopo averci pensato ha preferito declinare l’offerta, almeno così mi risulta.

  36. il prossimo allenatore sarà mourinho, se non paga la penale di 16 mil.

  37. scusa marcovan, stai dicendo che paolinonon è un vero milanista? solo per chiarire, non ho semplicemente capito cosa vuoi dire.

    e comunque per me i veri milanisti sono, in ordine di “milanismo”: rivera, baresi, maldini cesare, maldini paolo, costacurta, liedholm, ancelotti.

  38. poi ce ne sono anche altri eh, per esempio tassotti, ma ho citato solo quelli che più secondo me sono milanisti.

  39. Io distinguerei tra quelle che possono essere la simpatie che “i Milanisti” potevano avere da giovani, da quanto siano oggi rossoneri dentro.

    Giusto per fare un esempio (che spero non venga frainteso), io penso che oggi Galliani sia tra i più milanisti che ci possono essere.

  40. Se Maldini non è un milanista… 😯
    Non è che conti molti per che squadra tifasse prima, da piccolo, sinceramente quando penso “milan” la prima cosa che mi viene in mente è lui.
    E se non è milanista Galliani, lui e le sue esultanze 😯

  41. Diavolo1990

    Intanto, e me le sono perse, ha parlato Meani su Calciopoli
    “Dopo averne sentite di tutti i colori, è il momento di dire la mia. Non con­tro qualcuno ma solo per dare la mia spiega­zione dei fatti, la verità che io ho vissuto. Conoscevo molti arbitri e guardalinee per­ché arrivavo da quel mondo. Dura dire «non sentiamoci più» perché fai l’arbitro. Il Milan non era un gru­mo di potere. Forse ero uno che analizzando in maniera attenta ciò che accadeva era ar­rivato a certe conclusioni, non con la certez­za, ma analizzando date, designazioni, episo­di. Dopo Siena-Milan esplode la rabbia, An­celotti si sente defraudato. Avevo visto Maz­zei in tribuna a Siena, mi aveva fatto cenno ci vediamo e invece non l’ho più visto”. Meani poi prosegue: “Così lo chiamo e lui comincia la telefonata dando del demente al guardalinee che aveva annullato il gol di Sheva, allora io chie­do due intelligenti, in contrapposizione al de­mente. Dico: mi mandi Puglisi o qualcuno sveglio, che capisca­no che non voglio regali. Ben diverso è Gi­raudo, che ha un ruolo ben diverso dal mio, che chiama Mazzini che ha un ruolo ben di­verso da Meani, un livello ben più alto del no­stro e gli dice “il nostro amico a Siena è sta­to eccezionale”. In Milan-Chievo non c’è un episodio a testimoniare una mia vis truffal­dina.
    Con il massimo rispetto che ho per Facchetti, anch’io mi sono chiesto perché per una telefonata di tenore inferiore io vengo intercettato per 3 mesi sulla mia utenza privata. Mentre il suo telefono non è mai stato messo sotto controllo. Se si parla di equità, di indagine sul calcio seria e capilla­re come mai non hanno intercettato anche il presidente? Magari non sarebbe uscito nul­la, non lo so, ma non c’è stato lo stesso livello di controllo. Abbiamo solo le sue telefonate di rimbalzo. Non voglio l’Inter penalizzata, però mi chiedo perché la diversità di trattamento col Milan se le telefonate erano le stesse? Il Milan doveva prendere quello scudetto”.

  42. sono d’accordo sul fatto che il ‘milanismo’ si calcola in base a quanto una persona ha dato al Milan e nient’altro. ma non credo che marcovan volesse dire il contrario. Lpf non hai scritto nulla per cui puoi essere frainteso, Galliani e’ milanista eccome, ma non quanto quelli che ho citato io. Le sue esultanze, alex, sono derivate dal suo carattere, non dal suo tifo. Baresi e Costacurta esultano meno, eppure sono più milanisti secondo me…

  43. Paolino era juventino, e parecchio, lo sanno anche i muri semplicemente perché l’ha rivelato lui stesso. E Galliani pure. poi entrambi sono diventati milanisti lavorando nel Milan. Esattamente come Leonardo. Non vedo perché, secondo quel che si evince dal commento di Elbonito, Leonardo dovrebbe essere da meno. Tutto qui.

  44. Ahahaah grandissimo Meani, lui si che e’ un vero milanista…fedele ai colori rossoneri fino alla fine.

  45. Per me lo è (diventato) Leo come lo è (diventato) Maldini, come Galliani, come tanti altri.
    Più o meno cambia poco, non è che si possa quantificare.
    Sono tutte persone che al Milan hanno dato tanto.

  46. Marcovan, stai paragonando Paolo Maldini a Leonardo? Mah, massimo rispetto per come la pensi, ma non mi trovi per nulla d’accordo…

  47. Per me lo è (diventato) Leo come lo è (diventato) Maldini, come Galliani, come tanti altri.
    Più o meno cambia poco, non è che si possa quantificare.
    Sono tutte persone che al Milan hanno dato tanto.

    Esatto, questo intendevo.

  48. Leonardo e Maldini hanno dato entrambi molto al Milan non c’ e’ dubbio. Ma cazzo c’e’ una differenza abissale tra i due, ma scherziamo???????

  49. Vabbè, grazie al piffero…Maldini è la Storia del Milan e del calcio italiano..!

  50. Leonardo e Maldini hanno dato entrambi molto al Milan non c’ e’ dubbio. Ma cazzo c’e’ una differenza abissale tra i due, ma scherziamo???????

    Concordo, mi sa che qui si sta confondendo il cioccolato con qualche altra sostanza 🙄

  51. La cosa singolare e triste di questa storia di Leonardo (che cmq secondo me è una bufala) è che invece di pensare se Leonardo possa essere sul piano umano, ma soprattutto tecnico-tattico (che è l’unica cosa che interessa a noi interisti) la persona giusta per sostituire Mourinho all’Inter ereditando però una squadra mooooooooooooooooooooooooooolto diversa da quella che ha guidato al Milan (aspetto questo che dovrebbe essere straconsiderato nella valutazione di Leonardo come allenatore dal momento che se fallisse anche con una grande squadra sarebbe meglio che si dedicasse solo al suo cazzo di Brasile), come al solito trionfa la pochezza del provincialismo italiano in base al quale l’unica cosa della quale si sta qui a discutere è se uno è milanista/interista “dentro” (?????) oppure no e se uno può passare di qua o di là.
    Mah……………che pochezza.
    Io sulla panchina dell’Inter voglio uno che capisce di calcio, uno che ha i coglioni con li spigoli per poter gestire lo spogliatoio, un vincente.
    Chissà che cazzo mi frega se prima ha allenato la Juve, la Roma, il Milan o la Scafatese.
    Nel momento che firma il contratto l’unico mio e suo pensiero deve essere il bene dell’Inter.
    Se uno arriva con in testa qualcos’altro stile quella merda umana di Lippi, meglio che se ne stia al suo posto.

  52. Beh Tizio un interista in questo momento ha molta confusione in mente su chi potrà essere il nuovo allenatore, ma tutti dobbiamo partire dal presupposto che chiunque arriverà non sarà alla Sua altezza e non riuscirà ad ottenere risultati paragonabili ai Suoi, questo mi sembra evidente.

    Comunque ripeto per me non conta niente il fatto che Maldini o Zio Fester prima potessero tifare Juventus, conta quello che sono diventati e quello che sono adesso. Anche io che sono interista al 100% se giocassi al Milan diventerei milanista, mi sembra logica la cosa.
    Poi c’è chi è milanista, gioca nell’Inter ma rimane milanista (il Balomerda), ma sono casi di ipocrisia 🙄

  53. io ho letto questo

    ma non un vero rossonero. i veri milanisti sono altri.

    la frase è chiara: Leo è un falso milanista. Mi chiedo in base a che cosa lo affermi Elbonito. Sei addentro ai sentimenti più reconditi di Leonardo?

    Non era mia intenzione stare a discutere chi sia più o meno milanista fra Maldini e Leo, anche perché ho passato i cinque anni d’età da un pezzo.

  54. bamboccini, voi ragionate sempre come se una squadra professionistica fosse sempre una cosa tipo “soci e famiglia”, invece le cose nel mondo, compreso il mondo milanista, vanno diversamente, se ne fregano delle seghe mentali che vi fate, l’importante è che sia un professionista bravo, preparato, e soprattutto, che raggiunga gli scopi, sennò nisba, resta solo rosicà per le vittorie degli altri.

  55. Tizio, di quello che potrebbe fare tatticamente Leonardo con l’inter potete parlarne a casa vostra, sui vostri blog. A me interessa molto poco.

    Anche perchè ho detto che sono pronto a scommettere quanto volete che all’inter non ci andrà mai. Se per caso dovesse andarci rimarrei molto deluso, esistono alcune persone nel calcio che sono strettamente legate ad una sola società.

    Non mi stupirei se venisse da voi Capello, ma è diverso da Leonardo.
    Io, per dire, non vorrei mai Zenga o Zanetti o Bergomi o chi per essi.

  56. soci e famiglia, siete solo soci e famiglia.

  57. a noi, me, non piace leonardo non perchè ha un passato di giocatore e allenatore del milan, ma perchè sia in campionato che in champions ha rimediato sconfitte storiche, forse per l’inesperienza, ma al momento non servono allenatori perdenti, qualcosa di meglio si può sperare.

  58. Buon per voi, a me darebbe fastidio essere allenato da uno che ha legato la sua carriera interamente all’inter e ha un rapporto speciale con gli interisti.

  59. sessuofobo

  60. Dopo uno come Mourinho, che è oggettivamente un grande, stronzo finché vuoi ma grande, l’unico all’altezza libero o quasi potrebbe essere Capello.

    Leo non è all’altezza né di Mou né di Capello.

  61. Marcovan,mi son spiegato male io. Con quella frase volevo dire che Leonardo non puo essere considerato come quelli che ho citato, non che e’ un falso milanista. Leonardo ha fatto ottime cose per noi, ma non e’ rossonero dentro come Maldini o Baresi. Tanto per dirti per me neanche Van Basten, gullit e kaka non sono degli immortali del milan, ma hanno fatto grandi cose per noi, cosi come Leonardo.

  62. nulla osta per capello, l’antipatia personale la metterei da parte, con mourinho ci siamo vaccinati, purchè si potesse vedere un po’ di ciccia a fine anno e non gli zeru tituli.
    mi picerebbe ancora sacchi, avesse voglia.

  63. Capello no…altrimenti che palle, vincerebbero ancora solo loro…

  64. Ah beh Elbonito, messa così allora sono d’accordo.

  65. Sì Apocal, direi che con Capello (e ovviamente questa Inter) gli zeru tituli sono improbabili…

  66. magari no sempre il triplete, ma un anno lo scudo, l’anno dopo la coppona, l’anno dopo solo la cppina, poi si ricomincia da capo, scudo, coppona, coppina… via via senza annoiarsi mai. ne resterebbero molte cose anche per gli altri, e tutti vivrebbero felici e contenti.

  67. Sì, cos’è, fate elemosina? Ora decidete voi cosa vincere? 😕

  68. no, decidetelo voi

  69. Tutto, che domande… ❗

  70. a perdere sempre si diventa sfigati
    a vincere sempre si doventa antepatici
    poi sennò se diventa come la juve che è sempre a fà l’operazione simpatia :mrgreen:

  71. ho cambiato l’avatar ma ancora non si vede, invinate come è fatto, a chi indovina gli regalo un allenatore in similpelle.

  72. Diavolo1990

    Comunicazione importante per tutti nel forum della redazione (che ora si legge)

  73. Apocal ci mette un po’ a registrare le modifiche…
    Io dico che è Leonardo 😎

  74. Diavolo1990

    Io lo vedo… se è la nostra coppa la vedo…

  75. Pure io ora. 😡

  76. se capello va all’inter sono altri dolori per noi…

    risposto diavolino.

  77. Capello no…altrimenti che palle, vincerebbero ancora solo loro…

    Per gli avversari, l’Inter con Capello invece che con Lui sarebbe già un bel passo in avanti. Comunque logico che con questa Inter, chiunque l’anno prossimo vincerà almeno lo scudetto

  78. Se effettivamente partono oltre a JM pure Maicon (a Madrid lo danno per certo) e Milito ci leviamo dalle palle tre che sanno fare la differenza. E’ anche vero che loro son capaci di sostituirli. Però vediamo che succede.

  79. Diavolo1990

    che con questa Inter, chiunque l’anno prossimo vincerà almeno lo scudetto

    Già 19? :mrgreen: Esagerato… l’Inter del triplete l’ha vinto comunque all’ultima giornata… don’t forget.

  80. Milito rimarrà all’Inter al 110%, non c’è nessun dubbio su questo. Vuole (giustamente) un notevole aumento di ingaggio ma una volta ottenuto rimarrà qui. Maicon vuole rimanere a Milano (lo ha detto lui stesso), è Merdatti che vuole venderlo.

    Già 19? :mrgreen: Esagerato

    Sì, sinceramente credo proprio che l’Inter abbia già vinto il prossimo campionato ancor prima dell’inizio. Chi dovrebbe batterci? Voi? Ma dai…

  81. Alex, non saprei. Maicon potrebbe anche cambiare aria, Milito non è stato molto rassicurante (oltre che fuori luogo). Non sottovalutare il fascino del Real Madrid…

    Che poi tutto sommato a me non dispiace l’idea di cambiare qualcosina anche dopo grandi trionfi. Noi ci siamo fossilizzati sulla squadra di Atene, una squadra che era già vecchia allora e ora sono 3 anni che ne paghiamo le conseguenze. Moratti non si fa problemi a spendere, cambiare qualcosa non mi pare una brutta idea.

  82. Diavolo1990

    Non ho l’arroganza di fare pronostici non conoscendo le rose, ma la Juve comunque investirà. Non esiste una squadra talmente forte da aver vinto il campionato prima di iniziare anche perché il campionato non lo vince la più forte ma chi fa più punti.

  83. LPF, le chance che Milito vada al Real sono le stesse che ha Capello di essere il nuovo allenatore dell’Inter: neanche una possibilità su 100. Ok, il Real avrà tutto il fascino che vuoi, ma i campioni d’Europa siamo noi.
    Milito al Santiago Bernabeu subito dopo la sua doppietta ha detto “Sono contento qui ma non si sa mai”, in aereo Cambiasso lo ha preso da parte un attimo e gli ha detto due paroline, sta di fatto che poche ore dopo alla festa del Meazza ha detto “Certo che rimarrò qui, ho un contratto e sono felice”, dichiarazioni che non sono state messe in evidenza da nessun giornale…fidati, ha parlato così solo perchè vuole l’aumento, non se ne andrà. Su Maicon ho già scritto come stanno le cose, è Moratti che se trova l’occasione lo venderà per fare cassa, ma se anche andasse sarà sostituito bene.

    La Juve? Io nel 2006 dopo Calciopoli dissi che la Juventus non sarebbe mai più tornata grande, e tutti gli juventini mi insultavano. A inizio stagione, dopo gli acquisti di Diego e Felipe Melo, dicevo che la Juve non avrebbe combinato niente e che poteva al massimo puntare al quarto posto, e tutti gli juventini mi insultavano. Dopo le prime 2-3 giornate, con la Juve a punteggio pieno e le magie di Diego e Felipe Melo, tutti mi dicevano “hai visto, non capisci niente…”, poi abbiamo visto com’è finita. Questo solo per far capire il mio pensiero sulla Juve, cioè che prima di tornare a vincere lo scudetto ci vorranno anni e anni.
    L’Inter ha già vinto il suo diciannovesimo scudetto per manifesta inferiorità della concorrenza, della Roma, del Milan e della Juve.

  84. Diavolo1990

    Manifesta inferiorità non è un punto di distacco mi spiace.
    La Juve prima o poi tornerà dobbiamo farcene una ragione.
    Poi cosa dirai l’estate prossima che avete già vinto il ventesimo?
    L’Inter come il Milan di Sacchi è destinato a finire. Non erano immortali quelli, figuriamoci questi.

  85. diavolino, non è la vostra coppa, è la NOSTRA coppa :mrgreen:

  86. Alex, il Real esercita un fascino enorme, tutt’oggi dopo qualche anno senza vincere.
    Le stesse cose le dicevamo noi di Kakà nel 2007 eppure secondo alcuni quella stessa estate il signor Bosco Leite andò a pranzo con Baldini e Mijatovic (e, giusto per dire, Mauro Suma non ha mai smentito).

    Se il Real bussa è difficile dire di no.

  87. Diavolo1990

    Quella coppa è la coppa del Milan. Il Milan e la Champions League sono praticamente la stessa cosa. Hanno fatto uno la storia dell’altra.

  88. Alex, guarda che se Maicon parte e’ perche’ lo vuol lui, fosse per Moratti rimarrebbe senza problemi…cazzo difendere Moratti mi mette davvero in difficolta’, ma l’atteggiamento di Alex contro la societa’ e’ pazzesco…con tutto quello che ha speso MM…la juve prima o poi tornera’ grande, forse gia’ dall’anno prossimo, e comunque anche il Milan prima o poi si dovra’ svegliare

  89. Maicon ha detto subito dopo la finale: “Andarmene? Non ci penso nemmeno. Io e la mia famiglia stiamo benissimo a Milano e mi sento legato all’Inter”. Dunque, la sua volontà mi sembra ben chiara. Semplicemente Moratti lo considera un giocatore che ha già dato il suo meglio e in particolare non è convinto dalla prima parte di stagione che ha fatto, per cui anche se il giocatore vuole restare, nel caso in cui arrivi un’offerta di 30 milioni circa verrà ceduto.
    Fascino Real? Ma allora in base a questo tutti i grandi giocatori dovrebbero andare a giocare nel Real Madrid…poi ripeto, i campioni d’Europa siamo noi, non loro. Milito rimarrà, non c’è dubbio.

    Quanto al campionato, la Juve per arrivare al livello dell’Inter dovrebbe spendere circa 250 milioni e il Milan meno ma comunque una cifra altissima, non penso che abbiano le capacità economiche per colmare il gap. Se poi l’Inter vincerà con 5 o con 25 punti di vantaggio non lo so, ma che vincerà lo scudetto non ci sono dubbi (per mancanza di alternative credibili).

    Poi cosa dirai l’estate prossima che avete già vinto il ventesimo?

    Se anche la prossima estate non cambierà molto, sì. Ma non andiamo troppo avanti.

  90. non solo politica ed economia nel vertice di ieri sera tra Silvio Berlusconi e il leader della Lega Umberto Bossi. Nel corso dell’incontro, presenti anche i ministri Calderoli e Tremonti, il premier si è soffermato sulle ultime vicende del Milan: “È la squadra che amo e perciò sono il primo tifoso. Però io quest’anno, nonostante i tanti infortuni, se avessi fatto l’allenatore avrei vinto lo scudetto con 5-6 punti di distacco…”

    mamma mia…

  91. Diavolo1990

    Quale gap?
    Il gap tra Inter e Roma è di un punto. Questo ha detto il campo. Per colmare il gap con l’Inter bastano 3-4 acquisti onerosi e mirati. Nessuno è di un altro pianeta qui.

  92. Quale gap?
    Il gap tra Inter e Roma è di un punto. Questo ha detto il campo. Per colmare il gap con l’Inter bastano 3-4 acquisti onerosi e mirati. Nessuno è di un altro pianeta qui.

    Il gap tra Roma e Inter è quello che si è visto prima che l’Inter affrontasse il Chelsea e spendesse energie fisiche e nervose nella Champions, cioè 10-14 punti. Poi che l’Inter avrebbe vinto lo stesso, io non l’ho mai messo in dubbio, nemmeno quando ci hanno superato, era logico che alla fine avremmo vinto.
    Il gap tra Roma e Inter è anche quello che si è visto nella finale di coppa Italia dove i giocatori della Roma, non capendoci niente in campo, cominciarono in una orribile e scandalosa caccia all’uomo.
    Insomma, l’Inter se in Europa è la più forte ma altre 2-3 squadre sono praticamente al suo livello, in Italia proprio non c’è storia. Attualmente è così, poi logico che prima o poi tutto cambierà, ma l’impressione è che prima che le cose cambino ci vorranno diversi anni.

  93. Su Berlusconi, no comment…devo dire che l’ho sempre difeso, ma questa battuta e quella su Cristiano Ronaldo sono pessime, pessime. In effetti fossi milanista e leggere queste cose mi incazzerei.

  94. Eeeeh, niente da dire, Alex è un fuoriclasse del commento. Quando si scatena è un fiume in piena.. 😀

    L’unico appunto che posso muovergli è che quel “merdatti” mi irrita. Il che è paradossale…

  95. Diavolo1990

    Diversi anni? O basta tirare fuori un telefono.
    Quindi le squadre è inutile che facciano mercato e si rassegnino all’Inter che non vince?
    10-14 punti? Il gap è il gap finale non il massimo gap. Il calo dell’Inter non era voluto e la Roma si sarebbe meritata lo scudetto. L’Inter in Europa non è la più forte anche se ha la Champions in mano e si è visto nei furti ai danni di Barça e Chelsea. Come gioco è stata inferiore anche al Bayern in finale. Non sappiamo nemmeno quali saranno le rose per la prossima serie A, non diamo già scudetti.

  96. L’Inter in Europa non è la più forte

    Per definizione quando una squadra vince la Champions è la più forte d’Europa, poi se vuoi parlare di fesserie varie è un altro discorso, so che non ti piace ma è così.
    E, lo ripeto, se l’Inter in Europa pur essendo la squadra più forte lo è di poco (su Barcellona e Chelsea), in Italia è un altro pianeta. Poi se uno vuole venirmi a dire che l’Inter ha vinto la Champions perchè ha derubato tutte le squadre e che la Roma di De Rossi, Cassetti, Vucinic e Taddei è più forte di questa Inter, è liberissimo di dirlo, esprimo semplicemente il mio disaccordo.

    Eeeeh, niente da dire, Alex è un fuoriclasse del commento. Quando si scatena è un fiume in piena.. 😀

    Quindi secondo te il prossimo scudetto non lo vincerà l’Inter? 😆

  97. Diavolo1990

    Tra Roma ed Inter c’è un punto di distacco. Questo non si può negare. E non capisco perché la vera Inter deve essere quella della finale di Coppa Italia e non quella dello scontro diretto all’olimpico?
    Ha la champions in mano, vero. Ma nel 2004 il Porto mica era la più forte.

  98. Quindi secondo te il prossimo scudetto non lo vincerà l’Inter?

    E che ne so? Se prevedessi il futuro sarei stramiliardario. E comprerei l’Inter, per portarla in terza categoria.

    Tu invece vedo che hai solo certezze… occhio, che a volare troppo in alto quando si precipita è peggio…

  99. Ma nel 2004 il Porto mica era la più forte

    Come no? Ha vinto, quindi era la più forte, così come era la squadra più forte il Borussia quando ha vinto un po’ di anni fa. Ma a parte questo l’Inter le principali rivali europee le ha affrontate e battute tutte (sì, lo so, con 485005 rigori e 20404 fuorigiochi non fischiati, però le ha battute).

    Comunque io sono il primo a sperare che il campionato si riequilibri perchè non c’è gusto a vincere troppo facilmente come in questi anni, ma in questo senso sono pessimista. Poi se l’anno prossimo la Juve di Grygera, Amauri e Caceres o il Milan di Thiago Silva, Borriello e Abate dovessero riuscire a contenderci lo scudetto sarei contentissimo, credetemi, una eventuale vittoria sarebbe ancora più bella, ma per come stanno ora le cose penso che sarà una cosa a senso unico.

  100. alex, di solito chi vince la coppa campioni NON E’ la squadra più forte, tutt’altro.
    quando vinse il porto la squadra più forte d’europa era il milan, ma una sola partita sbagliata condannò la squadra di ancelotti, per esempio.
    così come nell’ultima champions vinta dal milan, i più forti non erano certo i rossoneri.

  101. Alex la smetti di chiamare Moratti in quel modo? non è gentile e non rientra nemmeno nelle regole del blog affibbiare soprannomi spregievoli o insultare terze persone, quindi vedi di smetterla.
    Moratti è il miglior presidente che si potesse desiderare, e tu lo insulti, dopo che da 5 anni ti permette di dire, io sono campione D’Italia.
    datti una regolata se no incomincio a chiamarti pure io Alex_cazzaro

  102. e non rientra nemmeno nelle regole del blog affibbiare soprannomi spregievoli o insultare terze persone

    No no, se sono interisti va benissimo! Brutto terrunciello!

  103. bravo enzù, diglielo anche te a alex di SMETTERE DI CHIAMARE MORATTI IN QUEL MODO.
    e questo vale anche per tutti gli altri, sennò si fa un casino della madonna. senza faccine.

  104. eh no apocal, la regola che non si possono dare nomignoli vale solo per carletto….
    comunque concordo con te, è incredibile vedere che ci sono interisti che trattano cosi MM, non me lo sarei mai aspettato.

  105. NUOVO POST

Comments are closed.