San Siro, ore 20.45. Scordatevi il pienone visto martedì sera in Juventus – Roma. Non solo perché San Siro è difficile da riempire essendo capiente più del doppio rispetto allo Juventus Stadium ma anche e soprattutto perché la coppetta nazionale noi la prendiamo per quello che è: un trofeo di 5 partite privo di ogni valore tecnico dove è possibile che una squadra umiliata dai campioni d’Italia e dallo Schalke 04 in Champions League affronti l’ottava forza del campionato per il successo finale.

Nonostante le parole, di circostanza, di Massimiliano Allegri, è evidente che questa coppa rimane un disturbo e se lo scorso anno abbiamo praticamente regalato una finale al Palermo schierando Papastathopulos centrale difensivo nella gara d’andata stasera è altamente probabile che la nostra avventura nella terza competizione stagionale finirà.

Reja ha infatti fatto sapere che coglierà l’occasione al balzo e darà spazio probabilmente ai migliori – che già domenica scorsa avrebbero meritato più fortuna contro l’altra squadra di Milano e che proveranno a cogliere un successo per portare a casa un trofeo che diventa obiettivo delle squadre minori. Nel Milan sarà invece dato spazio a Bonera, Seedorf e Mesbah e in generale alle seconde linee in vista del posticipo di domenica sera contro il Cagliari e alla gara, quella sì importante, di campionato contro la stessa Lazio all’Olimpico di Roma. Mexes completerà infatti la linea difensiva con un ballottaggio tra Abate e Zambrotta per la fascia destra. Nocerino e Merkel partiranno titolari insieme al numero 10 a centrocampo con il posto rimanente in ballottaggio tra Van Bommel e Ambrosini mentre gli attaccanti dovrebbero essere Robinho ed El Sharaawy.

Tre esperimenti, se possibile, da fare in questa partita: riportare Emanuelson nella posizione di terzino sinistro per vedere se rimane affidabile in quella posizione, provare il faraone per 90 minuti ancora dopo quelli contro il Novara di una settimana fa e ridare fiducia e minuti a Merkel nel nostro centrocampo. Il risultato passa in secondo piano, anche se sicuramente qualche giornale stampato su carta rosa non sta aspettando altro per cominciare a sparare sentenze sulla nostra stagione. In caso di passaggio del turno stasera ci sarebbe invece una doppia e suggestiva sfida contro la Juventus, da disputarsi in piena volata scudetto. Ma state tranquilli che qualora questo avvenisse a San Siro non si vedrebbero scene di esultanza come quelle di martedì al Delle Alpi – siamo il Milan e l’unica coppa che conta per noi è quella dalle grandi orecchie.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.