San Siro, ore 20.45. Semifinale d’andata di coppa Italia, coppa per cui a campionato quasi acquisito possiamo fare un tentativo. Non è la semifinale di chi deve assolutamente vincere per salvare la stagione (ma un trofeo di 5 partite la salva veramente?), quella si è giocata ieri a Roma. Vale comunque però la pena provarci, senza però fasciarsi troppo la testa se andrà male. Affrontiamo quindi una squadra da questo punto di vista più motivata di noi: il Palermo infatti è obbligata a vincere per disputare l’Europa League la prossima stagione, e, sabato, riceverà il Napoli per la lotta scudetto.

FORMAZIONE – Allegri ha detto che schiererà la migliore, ma qualche cambio, inevitabilmente, rispetto alla gara con la Samp, ci sarà. Un centrale è confermato: Thiago Silva, al suo fianco, con Yepes tenuto a riposo e Nesta infortunato, uno tra Bonera, Papastathopulos e Legrottaglie. Antonini subentrerà a Zambrotta sulla fascia sinistra. Confermato Abate a destra, Gattuso e Pirlo a centrocampo insieme a Flamini che partirà titolare dal primo minuto. In attacco Boateng, Cassano e ovviamente Ibrahmovic, la cui squalifica, data l’applicazione all’italiana delle regole, non vale in coppa Italia e quindi una buona notizia data l’assenza, per infortunio, di Pato. Da vedere come si comporterà, dopo le due prestazioni, di Bari e Firenze. Nella ripresa dovrebbe poi subentrare Robinho, importante dare un tempo di riposo a entrambi i componenti della coppia d’attacco di Brescia.

CLASICO BIS – In contemporanea alla gara di San Siro, stasera, andrà in scena a Valencia la finale secca di Copa del Rey, secondo dei quattro clasici tra Barça e Real Madrid. Partita movimentata dalla notizia di una probabile squalifica di Iniesta per essersi fatto ammonire volontariamente nella semifinale di Champions League in modo da ripulire la diffida. Cosa che fecero proprio i giocatori del Real Madrid in quella famosa 5° partita del girone contro l’Ajax, ma lì ricevettero solamente una multa: chi prese un turno di squalifica fu proprio Mourinho. Alla faccia della parità di trattamento. Non aspettatevi una bella partita, anzi, probabile che vada in scena la replica di sabato scorso, tanto criticata da Crujif. Questo Barça è troppo forte per giocarci a calcio contro. Giocando a a un’altra cosa, il Real può vincere.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.